Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
27 luglio 2015 1 27 /07 /luglio /2015 05:35
Etnatrail Linguaglossa 2015 (5^ ed.). Lara La Pera e Vito Massimo Catania trionfano nella gara di 64 km
Etnatrail Linguaglossa 2015 (5^ ed.). Lara La Pera e Vito Massimo Catania trionfano nella gara di 64 kmEtnatrail Linguaglossa 2015 (5^ ed.). Lara La Pera e Vito Massimo Catania trionfano nella gara di 64 km
Etnatrail Linguaglossa 2015 (5^ ed.). Lara La Pera e Vito Massimo Catania trionfano nella gara di 64 kmEtnatrail Linguaglossa 2015 (5^ ed.). Lara La Pera e Vito Massimo Catania trionfano nella gara di 64 km

Vito Massimo Catania e Lara La Pera trionfano nella gara lunga di 64 km alla 5^ edizione dell’Etna Trail Linguaglossa, andato in scena il 25 luglio 2015 con partenza e arrivo nella zona di Piano Provenzana.

L’atleta di Regalbuto ha bissato il successo ottenuto lo scorso anno e la palermitana La Pera è ancora vincente sull’Etna, dopo la vittoria nella 0-3000.

Oltre 400 i partecipanti nelle tre distanze.

Va a Vito Massimo Catania e a Lara La Pera, la 5^ edizione dell’Etna-Trail Linguaglossa (64 km.) andato in scena ieri. Vittorie maturate al termine di due ottime prestazioni. Più “spregiudicata” la tattica dell’atleta dell’Amatori Regalbuto che ha subito premuto il piede sull'acceleratore, fiaccando alla lunga il secondo arrivato, l’ungherese Tamàs Karlovits per lunghi tratti della gara suo compagno di viaggio.
Catania, fermando il crono a 7h03’37 ha stabilito anche il record della manifestazione. “Gara dura – ha commentato Catania – ma oggi (il 25 luglio scorso - n.d.r.) stavo bene e non ho avuto problemi durante la competizione, solo verso la fine, durante la discesa dai 3000 metri ho accusato le gambe pesanti, ma il traguardo era ormai vicino.” Chiusura di podio ancora in lingua straniera con l’inglese Paul Kettle (7h46’25). Quarto un immenso Marco Olmo (8h24’02) sempre protagonista della sfida.
Per quanto riguarda le donne, regolare invece la tattica della palermitana Lara La Pera. L’atleta tesserata per il Marathon Misilmeri, già vincitrice a giugno della Supermaratona dell’Etna, ha guidato sempre le danze chiudendo con il tempo di 9h26’10, A poco più di 90 secondi è giunta Luisa Balsamo (Palermo H.13.30) che con un finale di gara tutto grinta ed esperienza, ha avuto la meglio sulla terza classificata Basilia Foerster (Team Endinger Alkoholfrei) che ha chiuso in 9h28’29. Ottima anche la prova della quarta donna, Cettina Pontillo della Panormus, giunta al traguardo con l’ottimo tempo di 9h37’22.

La classifica a squadre ha visto prevalere il team della Panormus del presidente Giuseppe Cuttaia, seguita dal Marathon Misilmenri di Innocenzo La Scala e dall’Etna Trail ASD di Carmelo Santoro.

La gara, con circa 140 atleti al via, è partita alle 5.30 del mattino da Piano Provenzana, sede nevralgica della manifestazione.
Alle 9.00 la partenza della 24 km. Vinta con autorevolezza da Vincenzo Schembari della Padua Ragusa (2h14’04), al secondo posto Alessandro Raiti della Edera Atletica Forlì in 2h23’18, terzo Daniele Chiefa (2h23’42). Al femminile vittoria della francesce Francoise Kerbaol (2h44’17), seconda Manuela Bruno dell’Atletica Verbano (3h08’36), terza Gabriela Chebak dell’Etna Trail ASD in 3h13’32.

Parallelamente alla 24 km. si è disputata anche la non competitiva di 16 km. che ha contribuito a portare il totale dei partecipanti a superare quota 400.

Assoluto protagonista della manifestazione ancora una volta è stato il vulcano dell’Etna che brontolando per via di una attività stromboliana che dura ormai da circa due settimane, ha accolto sul suo dorso gli atleti. E il connubio è stato fantastico con scorci immensi e scenari stupendi. Dal passaggio dai monti Sartorius, attraverso i crateri formatisi dopo l’eruzione del 2002 fino a quello a quota 3000 (punto più alto della gara) dove i partecipanti alla 64 chilometri, oltre ad imbattersi nelle asperità del territorio hanno dovuto fare i conti con un repentino abbassamento delle temperature, accompagnato da una pioggerellina mista a nevischio e da un’improvvisa nebbia.

Infine da menzionare - per elogiarla - l’organizzazione della manifestazione curata dall’Etna Trail ASD. Organizzazione capillare e perfetta, dai rifornimenti lungo il percorso a quello centrale di Piano Provenzana, il pasta party finale, la cortesia di tutto lo staff, l’attento monitoraggio metro dopo metro di Carmelo Santoro, fino alla perfetta segnalazione del percorso, con la novità (oltre che delle solite fettucce) anche di bandierine arancioni.

Un successo chiamato “squadra”, con l’amministrazione comunale di Linguaglossa e i numerosi sponsor presenti, parti attive.

E già chiusa l’edizione 2015 si pensa a quella del prossimo anno quando il punto nevralgico delle operazioni sarà proprio il comune di Linguaglossa da dove partirà l’Etna Trail 2016.

Nel 2016, non più 64 ma 85 i chilometri della gara maggiore, per una sfida che si fa sempre più grande e sempre sotto l’occhio benevolo e sornione di sua maestà l’Etna.

Delle foto che corredano l'articolo le prime quattro sono state realizzate da Michele Amato, mentre quella in basso che ritrae Marco Olmo è stata scattata da Aganteo Volloca (nick)

Delle foto che corredano l'articolo le prime quattro sono state realizzate da Michele Amato, mentre quella in basso che ritrae Marco Olmo è stata scattata da Aganteo Volloca (nick)

(Adriana Ponari) Gara come sempre emozionante, di grande successo per la forte presenza sia straniera che nazionale.
Organizzata con molta attenzione, requisito fondamentale per la buona riuscita di un Trail.
Luisa Balsamo e Marco Olmo, ultratrailer di grande talento ed esperienza internazionale, sono stati gli speciali ospiti e padrini della manifestazione.
400 circa i partecipanti alle tre gare previste ovvero:la 64 km, la 24 km (Ornithos Trail) e il Walktrail (14 km).
Nonostante le perturbazioni dei giorni precedenti il giorno della gara ha visto condizioni meteo clementi, che hanno consentito una discreta agibilità di percorso che, però, nei sentieri più intricati del bosco mostrava terreno molle di pioggia.
Fatica e caparbietà soprattutto nella gara più lunga: chi arriva a correre sulla Montagna si ritroverà per il resto della vita ad essere colpito dal Mal d'Etna.

Le foto sono state scattate a Linguaglossa, Piano Provenzana, Rifugio Ragabo e ai Monti Sartorius.

Condividi post

Repost 0
Published by Ultramaratone, maratone e dintorni (da comunicato stampa) - in Trail e Ultratrail 2015
scrivi un commento

commenti

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014

Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche