Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
21 ottobre 2015 3 21 /10 /ottobre /2015 09:36
Continua l'avventura di Salvatore Sulsenti, tra alti e bassi, a volte in lotta contro demoni interiori , a volte con emozioni intense ed inesplicabile. Camminare mette in moto tutto, corpo e mente, fantasia ed emozioni ed invece della calma piatta dell'inerzia e della sedentarietà è continuo il confronto con il tumulto dei sentimenti e con il ribollire di idee , sogni e progetti.
Continua l'avventura di Salvatore Sulsenti, tra alti e bassi, a volte in lotta contro demoni interiori , a volte con emozioni intense ed inesplicabile. Camminare mette in moto tutto, corpo e mente, fantasia ed emozioni ed invece della calma piatta dell'inerzia e della sedentarietà è continuo il confronto con il tumulto dei sentimenti e con il ribollire di idee , sogni e progetti.

Continua l'avventura di Salvatore Sulsenti, tra alti e bassi, a volte in lotta contro demoni interiori , a volte con emozioni intense ed inesplicabile. Camminare mette in moto tutto, corpo e mente, fantasia ed emozioni ed invece della calma piatta dell'inerzia e della sedentarietà è continuo il confronto con il tumulto dei sentimenti e con il ribollire di idee , sogni e progetti.

12 ottobre 2015, lunedì. Riposo. Le emozioni, quelle più belle, sono quelle che non sai spiegare (Baudelaire)

13 ottobre 2015, martedì. Percorro km 10,700 in due ore. L’equivalente di una seduta di shopping in un centro commerciale. Fatta eccezione per un allungo finale che ha ridato corpo alla serata. Mi distraggo programmando un’uscita. Mi dedico ai particolari: lo zaino, le torce, le scarpe adatte per le uscite lunghe o lunghissime. Manca solo un elemento: la testa. Non c’è. Ho controllato con cura il meteo e stabilito, quasi chirurgicamente, l’orario di partenza per non incontrare la pioggia. Metto da parte una crema emolliente-lenitiva per le mie estremità. Ho i succhi di frutta in tre varianti, ho fatto il pieno di carboidrati, ridotto all’essenziale il materiale da portare con me. Nulla da fare: io non ci sono.

14 ottobre 2015, mercoledì. Il vuoto si è impossessato di me. L’assenza di me stesso si riflette allo specchio. Non combatto e mi lascio prendere e conquistare dal vivo desiderio del nulla. Ho comunque deciso di recuperare domani.

15 ottobre 2015, giovedì. Ho contattato l’AVIS di Ragusa, voglio diventare un donatore. Sono aperti dalle 7,30 alle 11,00 ed io vado, andrò, a piedi da Santa Croce a Ragusa. Fanno un prelievo per verificare l’idoneità alla donazione, mentre la donazione vera e propria avverrà in seguito.
Dopo un brutto sogno, ed una peggiore nottata passata a combattere con l’acidità, riprendo possesso di me stesso. Apro gli occhi con una riflessione: camminare non fa bene solo al corpo ma anche alla fantasia [grandissima verità! ndr] Se è vero che i trigliceridi si abbassano, i miei occhi invece puntano in alto ed incontro una generazione di nuovi Super Eroi. Non do la mano ai Fantastici 4 e a l’Uomo Ragno, ma incrocio un tassista romano, minuto e quasi fragile nel corpo, che per 10 volte vince il Passatore come io farei il giro dell’isolato.
Incontro un ragazzo che decide di fare un salto a Santiago De Compostela, con la sua sedia a rotelle.
Incontro una casalinga che dopo una maratona trova all’arrivo la figlioletta che corre ad abbracciare la mamma.
Ora, a pensarci bene, non mi servono i Fantastici 4 e l’Uomo Ragno. Mi basta incontrare ogni giorno un uomo semplice che cammina cercando di fermarsi.
Scambio dei messaggi con l’organizzatore della Maratona di Ragusa (si terrà il 10 gennaio del 2016) che mi chiede se vorrò partecipare camminando.
Ovviamente vorrò.
Mi resta da capire come portare la mia velocità da 6 a 7 km/h (tempo max di percorrenza dei 42,195km è 6 ore) [ma si può pur sempre - mettendosi d'accordo con l'organizzatore - fare una partenza anticipata - ndr]. Dovrò avere anche il certificato medico agonistico per "atletica leggera". 

Oggi uscita di 90 minuti per 10 km, soft e non classificabile.

16 ottobre 2015, venerdì. notte di temporale. Resto ad abbracciare il mio cuscino. Mi sento meglio, sto recuperando il mio “non esserci”. Ascolto musica cubana per strappare al ritmo sudamericano lo spunto che ancora latita in me. Esco di casa per alcune commissioni e faccio il giro del paese. Le mie gambe ci sono. Sono vivo.

17 ottobre 2015, sabato. camminata con i miei compagni di merende in total relax, percorsi 10km in 2 ore. Uscita da shopping non certo da camminata sportiva. Ma si sa, ogni giorno una storia diversa da raccontare.

18 ottobre 2015, domenica. Prendo parte alla “Corri in Pineta” (3^ edizione), valevole come 17^ prova del 7° Grand Prix provinciale Ibleo, a Chiaramonte Gulfi sulla distanza di 10 km. Un’esperienza nuova camminare in mezzo alla natura io che “prediligo” l’asfalto. Senza sapere bene cosa mi attende allo start, dato da… non mi ricordo, scatto e concludo bene.
Dopo l’affanno ed il fiatone dei primi 30 minuti, per il ritmo sostenuto, tutto scorre chiacchierando con Peppe (runner infortunato convertito per questa occasione alla camminata), con Giovanna (donna minuta che si lamenta di chi “bara”), Melania (discreta e timida camminatrice), Giorgio (modicano con una camel bag lillipuziana) ed io che chiacchierando arrivo al traguardo con naturalezza ed un sorriso stampato in volto di soddisfazione personale.
Mangio dell’uva bianca, bevo, utilizzo il buono-bar per un gelato al pistacchio che da solo merita la visita a Chiaramonte.
Prima dello start avverto un’eccitazione inconsueta ma assolutamente controllata.
Mi lascio vincere dalla febbre da walker e vado portando via con me lo zainetto di un’amica e tutti i suoi effetti personali (restituisco lo zaino alla fine con un leggero disappunto della mia amica, dentro lo zaino c’era anche l’acqua, il telefono…).
Cammino in una campagna ed in una pineta indifferenti a camminatori, top runner saettanti che chiedono strada. Alcuni sembrano danzare come farfalle, delicati e veloci spariscono senza lasciare traccia, altri scorrono come elefanti. Mi muovo con familiarità fra radici sporgenti, sassi, aghi di pino, erba bagnata e scivolosa e cammino senza imbarazzo alcuno. Affronto mulattiere, salite, discese, rami avversi come compagni d’avventura. Giungo al traguardo quando quasi tutti i runner sono già in tuta ed infradito.
Ho il mio primo pacco gara (due merendine ed una bottiglietta d’acqua).
Rivedo Inge, ci salutiamo cordialmente e scambiamo veloci battute su ciò che ci aspetta (la ritroverò all’arrivo).
Parliamo della nostra prossima uscita, più ambiziosa della precedente di 54km. Ci salutiamo, è ora di partire. Rientro a Ragusa, dove ho lasciato l’auto. Acquisto dei cioccolatini per farmi perdonare dalla mia amica a cui ho rapinato lo zaino.

 

 

Caro Maurizio, eccoti la nota della settimana appena volata fra alti e bassi. Fra diavoli che si affacciano ancora e la lotta che compio per rimandarli al mittente.
Ciò che manca nelle note è la commozione che ho dentro.
Ieri [il 18 ottobre 2015], a circa 100 metri dall'arrivo, nella piazza di Chiaramonte, stavo per lasciarmi andare alla commozione. Ma da uomo duro ho resistito, oggi non sono certo di aver fatto la cosa giusta.

Salvatore Sulsenti (RUNdagio)

Camminare. Continua l'avventura di Salvatore Sulsenti, tra alti e bassi: una settimana coronata dalla Corri in Pineta
Camminare. Continua l'avventura di Salvatore Sulsenti, tra alti e bassi: una settimana coronata dalla Corri in Pineta
Camminare. Continua l'avventura di Salvatore Sulsenti, tra alti e bassi: una settimana coronata dalla Corri in Pineta
Camminare. Continua l'avventura di Salvatore Sulsenti, tra alti e bassi: una settimana coronata dalla Corri in Pineta

(Comunicato stampa) Corri in Pineta 2015 (3^ ed.). Il 18 ottobre 2015, la Città dei Musei è stata invasa degli amanti della corsa e delle camminate: tra corsa competitiva e fitwalking Chiaramonte Gulfi ha accolto la 15^ Prova del campionato di corsa.

Con in testa l’assessore Alessandro Cascone, è stato dato il via dalla splendida Piazza Duomo per poi dirigersi in Pineta ove tra sentieri e mulattiere, dopo 10 km, i partecipanti sono tornati e festeggiare insieme un giorno di puro sport e divertimento.

Vince su tutti il forte atleta della As Padua Ragusa Vincenzo Schembari che ha chiuso il percorso con un grande margine di distanza sul resto del gruppo, vincitore con molta propabilità del campionato provinciale.

La batteria femminile é stata vinta ex-equo dalle atlete locali Laura Tumino e Zafferana Paoletta della Asd No al Doping atlete di Chiaramonte.

A fare da padrona è stata la forte partecipazione degli amanti della camminata veloce “Fitwalking” una pratica sportiva che sta avendo sempre più successo tra i praticanti di questa nuova disciplina che con diversi nutriti gruppi, quale "Siemu a Peri, Amuni’, "Tre Passi un Caffè".

Organizzazione curata dalla ASD Atletica Padua, dalla ASD No Al Doping, dal Corpo dei Vigili Urbani, dal gruppo volontari della protezione civile di Chiaramonte, dal gruppo volontari di Santa Croce.
Un grazie particolare va agli sponsor privati che hanno dato modo di poter svolgere tale evento.

Il prossimo appuntamento sarà la 16° prova del campionato che si svolgerà nei dintorni del Lago Biviere di Gela per il primo trail “ Leopolda Trail” il prossimo 15 novembre 2015 con un invito a tutti gli appassionati .

Condividi post

Repost 0
Published by Ultramaratone, maratone e dintorni (salvatore Sulsenti e comunicato stampa) - in Podismo su altre distanze - Cross - Atletica Camminare Gare a tappe e circuiti in Italia
scrivi un commento

commenti

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014

Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche