Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
8 ottobre 2015 4 08 /10 /ottobre /2015 02:20
Camminare. Continua l'avventura di Salvatore Sulsenti
Camminare. Continua l'avventura di Salvatore Sulsenti
Camminare. Continua l'avventura di Salvatore Sulsenti

Continua l'avventura di Salvatore Sulsenti, nel suo lungo e lento percorso di avvicinamento alla 100 km del Passatore che egli è sempre più intenzionato a sperimentare alla luce delle sue nuove - entusiasmanti - esperienze ed anche del fatto che egli , man mano, vada acquistando fiducia nelle proprie possibilità. Ma nello stesso tempo, Salvatore si rende conto che deve lottare contro i principali nemici della determinazione e della "vision" diun simile progetto che sono la mancanza di volontà e la perdita di entusiasmo.
Ma anche il confronto con questi "diavoletti" interiori diventa bagaglio indispensabile dell'esperienza formativa per una camminata/corsa sulle lunghissime distanze, tenendo conto che, in un percorso parallelo, occorre forgiare verso una maggiore "resilienza", non solo il corpo, ma soprattutto la mente.
Vediamo di seguito i suoi progressi, così come le sue battute d'arresto o la sensazione di avere girato a vuoto, attraverso la lettura del suo pensoso diario giornaliero.
E siamo già entrati nel mese di ottobre: Salvatore Sulsenti si accorge, facendo un po' di conti che, dal 25 luglio 2014 (quando ha iniziato a camminare, ma ancora senza aver concepito il progetto del Passatore), ha già percorso quasi 4000 km. E non guasta, di tanto in tanto, fare un po' di bilanci e di conti, tanto per quantificare la grandiosità della propria impresa.
Un passo dopo l'altro si arriva veramente molto lontano, facendo nel frattempo tante piccole scoperte, alcune dele quali assolutamente imprevedibili. Casi di serendipity quotidiane, ma anche di un acuirsi del mondo dei sensi e delle percezioni di pari passo con il processo di adattamento corpo e mente ad una quotidiana fatica: "...ho camminato, ascoltando un mondo muoversi attorno a me".

Camminare. Continua l'avventura di Salvatore Sulsenti

28 settembre, lunedì, è corretto dire, in italiano, che il tempo è messo male ad indicare le avverse condizioni metereologiche? Dilemmi d’inizio settimana e di una giornata di riposo figlia della scarsa volontà personale. Ricevo la telefonata dell’officina ortopedica, le mie scarpe nuove sono arrivate e finalmente si camminerà sul serio. Con la telefonata il mio umore migliora nettamente e mi sento come quel bambino che riceve la bici nuova, solo che io di quel bambino potrei essere il nonno.

29 settembre martedì. Controllo il meteo per tutta la settimana, esito non incoraggiante. Pioggia in arrivo. Anche se mi sono convinto che camminare con condizioni avverse aiuti a migliorarmi sia fisicamente che interiormente [Esatto! Bisogna sperimentarsi nelle condizioni più avverse - NdR]. Mi decido e vado, sono le 16:30 ed inizio a muovermi con 31°, temperatura affatto spiacevole. Mi fermo alle 18,00 e mi spoglio delle vesti da lupo solitario per rimettere il “costume” da camminatore sociale fino alle 20:15.
Camminare in gruppo è come leggere uno spartito. Lo spartito è lo stesso ma la musica è diversa, ma sempre musica è.
Mi diverte assistere a questo concerto e partecipo anche ad un allungo con 4 compagni di merende, trascurando - ahimè - il resto del gruppo. Due “disertori”, Michele e Graziella (marito e moglie), hanno improvvisato un cake party (dolcetti al cocco e ciambelline fritte) ed acqua fresca (ma non era meglio un Passito di Pantelleria?).
Alla fine della camminata ho molto apprezzato la gentilezza dei miei due amici che hanno coccolato tutti. Camminare con l’ASD Siemu a Peri di Marina di Ragusa è anche questo.

30 settembre mercoledì mi lascio vincere dalle nefaste previsioni metereologiche e dalla mia scarsa volontà e riposo. Mi convinco che per migliorare i risultati delle mie “passeggiate” anche l’alimentazione debba fare la sua parte. In realtà, mi scopro quasi vegetariano e nella mia dispensa non mancano cereali integrali, legumi, semi di sesamo (per il Calcio), di lino (per l’Omega3), e, di rado, semi di zucca e girasole. Aggiungo, ma solo di tanto in tanto per via dell’elevato costo, le mandorle (ma anche noci, anacardi, arachidi).
Non manca sulla mia tavola frutta (soprattutto banane, ricche di potassio), yogurt (ai quali aggiungo crusca d’avena o di grano), minestroni, verdure fresche. Mi concedo due uova la settimana e formaggio quando ne ho voglia.
Quando ho un attacco di fame nervosa mi do alla soia (fagioli di soia gialla lasciata in ammollo per una notte, sbollentata per pochi minuti, lasciata a freddare in pentola, poi salata con sale allo iodio). La carne rossa e quella di maiale non la mangio da 8 o 9 mesi (fatte rarissime eccezioni). Solo di tanto in tanto carne di tacchino o pollo.
Cerco di prendermi cura del corpo e quando posso dell’anima. Oggi ho fatto un bilancio. Dal 25 luglio 2014 ad oggi, ho camminato per 310 giorni, per 663,55 ore, percorrendo 3983,5 km, perdendo più di 25 kg.
Ho camminato a ferragosto per 4 ore, ho camminato con 42° ed anche con 10°, ho camminato sotto la pioggia leggera e sotto un temporale, ho camminato con la grandine, che ti bagna meno della pioggia ma ti colpisce come con piccoli schiaffi.
Ho camminato ascoltando la mia musica e soprattutto ho camminato ascoltando un mondo muoversi intorno a me.

Ottobre 2015.

1° ottobre giovedì. Tempo incerto, piogge sparse sul territorio, camminata di stamani svanita. Secondo tentativo di uscita intorno alle 17 svanito. Terzo tentativo alle 20, niente da fare. Desisto nervosamente.

2 ottobre venerdì. Ricevo l’invito della signora Inge per una camminata di 10 ore per lunedì. Avrei voluto accettare subito ma rientro il lunedì sera da un viaggio e camminare per tutta la notte non è possibile. Martedì è la controproposta della signora Inge che devo rimandare a mercoledì. Aspetto una risposta e stiamo a vedere. Io camminare 10 ore insieme a chi ha corso in 4 edizioni del Passatore? Un onore ed un tributo di stima personale. La camminata si fa lunedì, anzi no. Rimando ulteriore a venerdì 9 c.m. e per me va bene.

3/4 ottobre. Tra sabato e domenica è tempo per un week-end in trasferta per una visita ai miei nipoti. Mi ripromettevo di camminare (il mio zainetto non mi abbandona mai) ma nulla da fare. Rientro a casa, doccia e qui faccio una scoperta tardiva. Il mio tappetino lo utilizzo al contrario (ormai da diversi mesi), cioè con le ventose rivolte verso l’alto. Sfrego i miei piedi su queste ventose. Un’azione che in realtà si rivela essere un prodigioso massaggio plantare. Mi prendo la briga di contare le ventose (durante la doccia, il ché non depone a mio favore) e sono ben 120 piccole dita che mi “solleticano energicamente” . Da consigliare.

 

 

Condividi post

Repost 0
Published by Ultramaratone, maratone e dintorni (Salvatore Sulsenti) - in Camminare Racconti di gara e tributi personali
scrivi un commento

commenti

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014

Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche