Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
14 ottobre 2015 3 14 /10 /ottobre /2015 18:08

Salvatore Sulsenti continua tra alti e bassi il suo impegno nel suo viaggio verso quella che sicuramente per lui è una prova estrema e ancora al di là del concepibile.
Alti e bassi: non sempre è possibile rispettare gli impegni assunti. Il contatto con il quotidiano con i suoi mille volti può distoggliere. A volte non c'è la testa: anche se vi è sempre in Salvatore lo sforzo di stare dentro quel clima preparatorio e di avvicinamento all'impresa, come è naturale quando si sta cercando di dar corpo ad una grande impresa.

E Salvatore è anche intento a cercare di sgrossare il superfluo dalla sua attrezzatura, fisica, materiale, ma probabilmente anche spirituale: meno fardelli interiori si portano più facile è il cammino.
E, finalmente il 9 ottobre 2015 arriva la "giusta" camminata, in compagnia di Inge Poidomani, in cui Salvatore finalmente sperimenta l'ebbrezza di superare la "soglia" dei 50 km (pensando al Passatore, Salvatore ha superato il passo della Colla ed è già andato oltre Casaglia).
E gli insegnamenti si vanno accumulando.

Salvatore Sulsenti05 ottobre 2015, lunedì. Sono le 4,30 del mattino e sono già sveglio. Ieri sera a letto senza cena per smaltire gli abusi del week-end. Avevo in mente un’intera settimana di km, macinati seguendo il mio passo con distanze sui 25 km, invece. Alle 7.00, appena comincio, incrocio un’amica che è in compagnia della donna tartaruga. In tre e poi in due (per abbandono della tartaruga) completiamo 10 km soft. "Recupero venerdì!" - decisi - 10 ore (ma se c’è luce un’ora in più la faremo)!. Puntiamo a 65 km di percorrenza, mi auguro di dimostrare a me stesso di potercela fare. Comincio la settimana con un caffè e con la rilettura di “Ultratrail con il Monoallenamento” di B. D. Bertinetto. Libro acquistato a luglio e letto 3 o 4 volte.

06 ottobre 2015, martedì. 18,30/20,00 niente da aggiungere a 10 km camminati in relax.

07 ottobre mercoledì. Sono le 4,45 il caffè è pronto da versare nella mia personale tazzina da levataccia. Controllo lo zainetto, cerotti, disinfettante, accendino, spilla per eventuali vesciche che dovessero venir fuori venerdì. Porterò una maglia di ricambio ed un paio di calzini già collaudati, anzi calze sotto il ginocchio ed anche colorate (mio vezzo da walker e da privato cittadino). Un paio di panini (anche se non vorrei mettere in moto la mia digestione), due bottigliette d’acqua, delle zollette di zucchero, due succhi di frutta alla pesca, delle mandorle. Due torce, due luci intermittenti bianche ed una rossa da posizionare sul retro dello zainetto, gilet catarifrangente (quelli che si tengono in auto), mantellina antipioggia (utile per coprire me e lo zaino). Salviette detergenti e rinfrescanti, leggo la confezione e mi diverte annotare che queste salviette sono: detergenti, rinfrescanti, effetto trapuntato, extra-morbide, PH fisiologico, senza alcool, ipo-allergeniche etc. etc. ne tiro fuori due per verificare tutte queste virtù e ne approfitto per ripulire la tastiera del mio PC. Non credo avrò la macchina fotografica, non avrò certamente l’orologio (che non porto mai), né un GPS al polso (anche se mi piacerebbe averne uno), solo il cellulare (riciclato da mio nipote), anche se non credo di dover chiamare qualcuno, qualcuna si però. In pratica, se potessi venerdì non porterei nulla con me, solo me stesso. E a quanto si dice in giro dovrebbe bastare… oggi riposo.
Sono le 6:24 finisco di leggere “Il mio Passatore” di Maurizio Crispi [e un Grazie! a Salvatore Sulsenti per aver citato un mio scritto ancora inedito! - ndr]

08 ottobre 2015, giovedì. Vado al mercato ad acquistare delle mandorle dal mio "spacciatore" di fiducia. Controllo ancora lo zaino cercando di eliminare il superfluo. Oggi non esco per strada cercando di recuperare per ciò che, domani, ha già il sapore di un’avventura.

09 ottobre 2015, venerdì. Ci siamo. Il grande giorno è arrivato, la Signora Inge ed il Signor Salvatore si apprestano a convolare a giusta camminata. La mia sveglia è fissata alle 5:30 ma, già due ore prima, apro gli occhi appesantiti da un sonno troppo breve. Sono le 4.30 e sono ancora sveglio. Faccio colazione con un succo alla pesca e due caffè. E’ ora di andare alla fermata del bus che mi porterà allo start point.
Sono a Marina di Ragusa, incontro Inge e si parte. E si arriva, e sul come si arriva che prende corpo questa mia esperienza.
Gli ultimi 10 km sono una sofferenza ed una conquista, ho “combattuto” per ogni metro. Sono stato in lotta con il desiderio di fermarmi e mollare, con l’opportunità di giungere comunque ad un arrivo che si approssima e con la soddisfazione personale.
Evito di salire e scendere anche il più piccolo scalino, di piegarmi, di voltarmi. Ho lo sguardo fisso in avanti e tutto me stesso racconta la fatica di questa storia. Invito Inge ad andare e lei, pur avanzandomi di 15 metri, non smette di incitarmi, di prendermi un po’ in giro e resta con me. A fine giornata abbiamo percorso 54 km (da Marina di Ragusa, Scicli, Modica e ritorno) in 10 ore ad una velocità media di 5,4km/h, tutto qui.
Forse no. Qualcosa d’altro è successo. Abbiamo “rubato” dei melograni ed un loto, abbiamo cercato dei fichi e visitato ogni punto d’acqua incontrato. Inge ha trovato 10 cent e, dopo un paio d’ore, trovo anche io 10 cent e per raccoglierli, rischiando si spezzarmi in due, blocco 4 autovetture. Che ridere!
Oggi la mia presunzione è stata punita avendo compreso che la strada non fa sconti, che la devo conquistare e metabolizzare.
Ogni metro può avere il sapore di una carezza o di una martellata. Questa è la mia lezione di oggi. Arrivo a casa, Inge si offre di accompagnarmi, scendo dall’auto impiegando quasi un’eternità.
Faccio subito la doccia, anzi no. Prima disfo lo zainetto e rimetto tutto a posto. Ho i capezzoli in fiamme ma per fortuna passa presto.
Cerco di riposare ma ho inusuali brividi di freddo. Ho una vescica al piede destro all’altezza del metatarso. Durante questa giornata, non facile ma irrinunciabile, ho avuto il sostegno di chi si è ricordato di me.
Mi è bastata una telefonata, sentire una voce affettuosa e preoccupata ma incoraggiante ed indispensabile. Alla prossima.

10/11 ottobre 2015, sabato/domenica. Riposo

La camminata del 9 ottobre 2015, nei suoi parametri fondamentali
La camminata del 9 ottobre 2015, nei suoi parametri fondamentali
La camminata del 9 ottobre 2015, nei suoi parametri fondamentali

La camminata del 9 ottobre 2015, nei suoi parametri fondamentali

Condividi post

Repost 0
Published by Ultramaratone, maratone e dintorni (Salvatore Sulsenti) - in Camminare Racconti di gara e tributi personali
scrivi un commento

commenti

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014

Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche