Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
1 dicembre 2015 2 01 /12 /dicembre /2015 07:13
Cento km dei Due Mari 2015 (1^ ed.). Buona la prima per quanto appesantita dal maltempo e con qualche pecca organizzativa. Vincono Federico Borlenghi e Cinzia Sonsogno

Un totale di 70 atleti circa (di cui sette le donne) hanno partecipato alla 1^ edizione della 100 km dei due Mari, (organizzata dalla ASD AVIS Podistica Curinga) con partenza da Curinga (Catanzaro) alle 8.00 del mattino del 28 novembre 2015 e ritorno a Curinga dopo il giro di boa al 50° km a Squillace sul versante ionico della Calabria.

Tempo massimo regolamentare per completare la distanza complessiva è di 18 ore.

Una delegazione di atleti della Sicilia, tra i partecipanti, ha corso, dedicando la propria fatica a Giordana, la giovane donna di Nicolosi (CT) - ballerina e madre - recentissima vittima del femminicidio.

La vittoria della gara maschile è andata a Federico Borlenghi (Marathon Cremona) con il crono di 8h25'09, mentre tra le donne è stata la siciliana di Capo d'Orlando (Messina) Cinzia Sonsogno (ASD Podistica Capo d'Orlando) a tagliare per prima il traguardo in 11h45'47.

In totale sono stati 44 i finisher di questa prima edizione (di cui 6 le donne classificate dentro il tempo massimo). La selezione è stato forte, anche ca causa delle avverse condizioni meteo.
Molti atleti hanno riscontrato delle carenze nella logistica della gara, con posti di risotro (che avrebbero dovuto essere spaziati ogni 5 km) mal gestiti e scarsamente presidiati.

Occore dire qui che si è trattato di una prima edizione e nei confronti degli organizzatori, prima di emettere pesanti e rancorosi giudizi, bisogna avere clemenza e comprensione 
Lo sforzo logistico nell'organizzare una 100 km in linea, come è stata questa, è notevolissimo. 
E una valida organizzazione della logistica di gara non si può realizzare efficacemente se non si ottiene un buon supporto da parte delle organizzazioni locali, come accade nella blasonata 100 km del Passatore, in cui vengono mobilitati oltre 500 volontari. Oppure, si può sopperire con posti di ristoro volanti, in mancanza di quelli fissi regolarmente situati ogni 5 km.
Una prima edizione serve sempre per calibrare le azioni da mettere a punto successivamente e per vagliare i punti di criticità: non c'è mai stata gara sulle ultradistanze che sia nata in modo perfetto e chi ne affronta una alla sua prima edizione deve essere ben consapevole del suo ruolo in qualche misura "pionieristico" (e di conseguenza dovrebbe arrivare a partecipare prudenzialmente attrezzato).
I pionieri hanno appunto questa funzione: e ciò che manca alla macchina organizzativa deve essere in qualche misura attenuato dall'entusiasmo, dalla passione e dalla consapevolezza di essere i primi a percorrere una nuova strada e ad aprire una tradizione.

Per completezza, si precisa che, il 7 novembre scorso, i Giudici misuratori della Fidal hanno misurato e omologato il percorso di gara.La 100 km dei due Mari, oltre ad essere stata valevole come prova del Grand Prix IUTA 2015, ha ottenuto il riconoscimento del Bronze IAU Label, con la conseguente validazione dei risultati ottenuti dagli atleti nelle statistiche internazionali.

Classifiche

Pos. Pett. Cognome Nome Societa' Naz. Cat. Tempo

1 5 BORLENGHI FEDERICO (MARATHON CREMONA) ITA SM35 08:25:09

2 31 IADEMARCO ANGELO PODISTICA AVIS CAMPOBASSO ITA SM 09:17:26

3 2 ACTINS JANIS LSC LTU SM40 09:22:10

4 19 DESTEFANI STEFANO HOBBY MARATHON CATANZARO ITA SM45 09:45:52

5 44 PARISE MARCO GRUPPO MARCIATORI GORIZIA ITA SM40 09:53:33

6 39 MONACO SANTO ASS. POL. DIL. PLACEOLUM ITA SM45 09:57:41

7 62 SIMONE ROCCO POD. S. GIOV. A PIRO G. POLICASTRO ITA SM45 10:44:58

8 4 BOIANO ROBERTO ASD RUNNING TELESE TERME ITA SM45 10:59:34

9 68 ZINGARO LORENZO AS AMATORI PUTIGNANO ITA SM40 11:15:34

10 49 PIETRARCA PASQUALINO ATLETICA MOLISE AMATORI ITA SM45 11:28:59

Donne

# 63 SONSOGNO CINZIA ASD PODISTICA CAPO D'ORLANDO ITA SF40 11:45:47

# 15 CIFALI ELENA ASD ATLETICA SICILIA ITA SF40 12:07:20

# 45 PARRILLA IOLE ASD RUNNERS BARBERINO ITA SF40 12:37:38

 

Le classifiche complete sono consultabili su Timing Data Service

Ed ecco, ancora a caldo, solo a distanza di poche ore dalla fine della sua corsa, le impressioni di Elena Cifali, sull'esperienza appena portata a termine.

Cento km dei Due Mari 2015 (1^ ed.). Buona la prima per quanto appesantita dal maltempo e con qualche pecca organizzativa. Vincono Federico Borlenghi e Cinzia Sonsogno
Cento km dei Due Mari 2015 (1^ ed.). Buona la prima per quanto appesantita dal maltempo e con qualche pecca organizzativa. Vincono Federico Borlenghi e Cinzia Sonsogno
Cento km dei Due Mari 2015 (1^ ed.). Buona la prima per quanto appesantita dal maltempo e con qualche pecca organizzativa. Vincono Federico Borlenghi e Cinzia Sonsogno
Cento km dei Due Mari 2015 (1^ ed.). Buona la prima per quanto appesantita dal maltempo e con qualche pecca organizzativa. Vincono Federico Borlenghi e Cinzia Sonsogno

(Elena Cifali) È stato un successo! Gara finita, conclusa, volata via in un lampo, anzi in 12 ore e 7 minuti.
100km sono tanti, sono un viaggio incredibile che porta ad esplorare ogni più piccola particella dell' essere, eppure se le gambe girano e la testa fa il suo dovere, volano via in un momento.
Un tempo inclemente ci ha accompagnati fin dai primi momenti: pioggia battente, freddo, vento contrario, tutto faceva presagire una gara difficile. 3000 mt di dislivello positivo, per non contare quello negativo che ci spaccava letteralmente le ginocchia. Sono arrivata al traguardo intermedio dei 50 km senza quasi rendermene conto, correndo ininterrottamente con passo allegro e spedito.
50 km in 5 ore esatte. Iniziano qui le soddisfazioni.
Poi il vento, forte, contrario che gelava e tagliava. La salita ripida, che non lasciava scampo.
Ho cercato di mettermi dietro l'amico Nino perché le raffiche mi sbilanciano facendomi perdere l'equilibrio, ma nulla, non si capiva da dove arriva, sembravamo dentro un vortice!
Al 60° km le emozioni prendono il sopravvento e piango! Il pianto arriva sempre nelle Ultra, mi ricorda quando poco vale l'essere umano al confronto con il mondo intero.
Accarezzo la spilletta con nome di Giordana mentre asciugo le lacrime.
Mi riprendo e continuo a correre dove posso e camminare dove non posso.
Sto ancora bene e cerco restare vigile nonostante la stanchezza. Il buio avanza, ci ingoia, non vedo nulla, non gli alberi, non la strada né le sue buche. La strada diviene una minaccia, riesco a correre solo tenendo la lampada in mano piuttosto che sulla fronte.
Vicino a me Adriano, un nuovo amico di Torino.
Ogni gara porta con sé un volto, questa gara ha il suo!
Gli ultimi 20 km sono un calvario: pochi ristori, poca luce, tante insidie, eppure io, Adriano e Nino avanziamo senza indugio.
Ho fame! Tanta fame, praticamente svaligio il ristoro dell'85 km: crostata, mandorle, parmigiano e un bicchiere di brodo caldo che mi rimette al mondo.
Tornano le forze e la voglia di finire! Si corre! Adesso è quasi fatta: 15 km di risate, silenzi, concentrazione. Nino ci precede di qualche secondo, io e Adriano restiamo l'uno di fianco all'altro. Gli prendo la mano e tagliamo il traguardo come vecchi amici, un abbraccio forte al di là del gonfiabile suggella il nostro tempo:12h7', quasi 2 ore meno che alla 100 km del Passatore di maggio scorso.
Sono felice, anzi, siamo felici!

Elena Cifali

Condividi post

Repost 0
Published by Ultramaratone, maratone e dintorni (fonti web, Maurizio Crispi con contributo di Eelena Cifali) - in Ultramaratone italiane 2015 Racconti di gara e tributi personali
scrivi un commento

commenti

Edoardo Grieco 12/01/2015 22:59

Apprendo, con rammarico, dalla voce di due atleti del mio team che hanno preso parte alla gara, che i ristori hanno lasciato molto a desiderare, per usare un eufemismo. Del resto si capisce bene dall'appassionata e sensibile testimonianza di Elena Cifali. Eppure nel regolamento si parlava di ristori ogni 5 km. In ogni gara, ma soprattutto nelle ultramaratone, i ristori sono fondamentali. Che sia di insegnamento per le prossime manifestazioni. Con cordialità, Edoardo Grieco (presidente ASD Podistica San Giovanni a Piro - Golfo Policastro)

Ultramaratone, maratone e dintorni 12/02/2015 06:58

E' stata una prima edizione e, secondo me, nei confronti degli organizzatori bisogna avere clemenza.
Lo sforzo logistico nell'organizzare una 100 km in linea, come è stata questa, è notevolissimo.
E una valida organizzazione e logistica di gara non si possono realizzare efficacemente se non si ottiene un buon supporto da parte delle organizzazioni locali, come accade nella blasonata 100 km del Passatore, in cui vengono mobilitato oltre 500 volontari. Oppure si può sopperire con posti di ristoro volanti, in mancanza di quelli fissi regolarmente situati ogni 5 km.
Una prima edizione serve sempre per calibrare le azioni da mettere a punto successivamente in una futura edizione: non c'è mai stata gara sulle ultradistanze che sia nata in modo perfetto e chi ne affronta una alla sua prima edizione deve essere ben consapevole del suo ruolo in qualche misura "pionieristico".
I pionieri hanno appunto questa funzione: e ciò che manca alla macchina organizzativa deve essere in qualche misura attenuato dall'entusiasmo, dalla passione e dalla consapevolezza di essere i primi a percorrere una nuova strada e ad aprire una tradizione.

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Elenco Degli Articoli

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014

Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche