Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
7 aprile 2014 1 07 /04 /aprile /2014 19:54

Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti fai trainare dal cane (Alina Losurdo)(MF) Alina Losurdo è una runner di discreto livello che corre le maratone, talvolta anche le ultra, ma è anche appassionata di cani e, spesso e volentieri, specie negli ultimi anni la si può vedere che corre con il proprio cane (sino a due anni fa anche con due assieme). Io ho avuto modo di fotografarla all'arrivo della Maratona di Crevalcore 2013: e, per me che da sempre ho diviso la mia vita con gli amici quadrupedi, è stato uno spettacolo bello ed emozionante.  
Proprio di recente, in occasione della Maratona del Lamone (che si è disputata lo scorso 6 aprile), è incorsa in una serie di polemiche e di accuse che le hanno lasciato il sapore dell'amaro in bocca, perchè le è stato contestato proprio il fatto che correva la maratona, infrangendo una delle regole fondamentali: in quanto - come le è stato detto - il cane rappresentava nella sua corsa un aiuto esterno e lei si faceva trascinare (o "trainare") dal cane, strappando preziosi secondi alle avversarie.
Un'accusa grottesca e che denota quanto alcuni - oltre ad essere fanatici della corsa, nel senso peggiore del termine - siano anche ignoranti, perchè mai e poi mai un cane potrà trascinare in una corsa di lunga durata il proprio padrone, realizzandosi piuttosto il caso contrario, salvo che - nel corso del tempo - si sia costruita tra cene e padrone una perfetta sintonia/sincronia.
Ma stiamo scherzando? Qua non c'è più il senso delle cose, se una cosa che è in sé bella ed esclusiva espressione dello spirito di amicizia e di solidarietà che lega un uomo ad un cane innocuo, viene intesa come un mezzo subdolo per trarre un illecito vantaggio, siamo arrivati alla frutta - se non peggio - in una cattiva interpretazione dello spirito agonistico amatoriale, in cui ciò che deve avere il sopravvento è il benessere, è il buonumore, è l'armonia ed anche la capacità di interpretare il proprio personale di essere nella maratona che si potrebbe voler correre, al imite, anche portando in una gabbietta il proprio canarino preferito o il proprio gatto Silvestro.
Ottusi e meschini quanti non comprendono la gioia pura che vi può essere nel correre con il proprio cane e che, animati da uno spirito savonarelesco o da occhiuto inquisitore. vogliono applicare alla lettera regole e ingiunzioni: organizzatori, giudici di gara e atleti che vedono il loro correre soltanto come competizione spinta all'estremo, ma senza ombra di divertimento! 

 

(Alina Losurdo) in breve scrivo qui l'amarezza: copio e incollo quello che ho già scritto e quello che penso se siamo amatori o maratoneti di professione.
Mi chiedo: Siamo Amatori Maratoneti? o Maratoneti di professione? 
Conoscendo l'ottima organizzazione e sfruttando la vicinanza a Massa Lombarda, ho preferito correre la Maratona di Russi e non quella di Milano, correndo con la piccola Siria, la mia "maculata". 
Ma quella che per me ieri era un ritorno a correre la distanza ufficiale dei 42,195 km e un modo per fare un allenamento, si è trasformato in un piccolo dispiacere, di cui ho già scritto in Running forum...

Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti fai trainare dal cane (Alina Losurdo)La mia corsa di ieri, quella che per Molti non amatori è stata solo una maratona "trainata" dal cane. Prendo questo post del forum, come momento di sfogo ma ho intenzione di scrivere anche altrove.
Premetto che ieri (il 6 aprile) per me era la 50^ volta che concludevo la distanza dei 42,195 km, non certo la prima... e aggiungo che non ho bisogno di "...usare - come qualcuno mi ha accusato di fare - la mia piccola vita maculata per raggiungere il traguardo della maratona".
Non farei mai nulla che mettesse in repentaglio la sua vita e il suo stato fisico. 

La mia piccola percorre con me tutte le settimane anche più di 100 km. 
Sono molto delusa - e forse anche arrabbiata - per la nuova scoperta che nel nostro mondo di "dietrovie", quello che in realtà dovrebbe essere intriso di gioia e passione, dove la posizione in classifica non ci dovrebbe interessare, dove è invece importante mettere un piede davanti all'altro cercando di arrivare al traguardo meglio possibile. Invece, ho scoperto che ci sono persone che hanno richiesto la squalifica mia e di chi, come me, ha corso il cane.
Al mio arrivo mi è stato detto almeno che avrei potuto lasciare il cane a qualcuno e arrivare senza di lei, "per non dare nell'occhio".
Ma no! Questo non farei mai.
Fare ciò sarenne un verace modo di prendere in giro, assimilimabile in tutto e per tutto a quello che fanno coloro che nelle ultramaratone - e non solo - salgono in macchina.

A chi sorpassandomi mi ha detto: "Ora le prendo il numero e dico al Giudice di squalificarla", con educazione ho risposto: "Ti dico io il numero, non affaticarti per sorpassarmi. comunica pure che è il 575". 
A chi mi ha detto: "Questa maratona non vale per te...", sempre con gentilezza ho risposto: "Pazienza a fine anno non la indicherò tra le gare portate a termine al mio Club". 
Perchè allora non squalifichiamo tutti quelli che si fanno accompagnare in bici lungo la 42,195 km? 
Non voglio aprire nessuna polemica in merito agli accompagnatori, in quanto non ci trovo nulla di male... La corsa per me è solo pura gioia e soddisfazione personale per i sacrifici che si fanno durante gli allenamenti. 
L'unica cosa che dico è a chi ha richiesto le nostre squalifiche: "Provate a correre con un quadrupede.... Solo così si potrà capire cosa significa ... e l'unico motivo che ci lega ancora a correre insieme non è legato al tempo (in quanto con lei ci impiego sempre di più) ma solo un amore sviscerato tra di noi". 
 

Correre con il proprio animale è paragonabile a quando mi lego i palloncini da pacer, e per di più quando lo faccio, sposto tutte le mie attenzioni su di lei dimenticandomi di me. E' lei quella da abbeverare, da bagnare, da guardare in ogni passo, in ogni cm e mm della mia corsa... 
E' lei da coccolare...

E' lei che sta giocando con me a correre ... 
Chi mi chiede perchè allora non l'ho fatta come "non competitiva" rispondo: "Perchè io pago i servizi che la maratona mi mette a disposizione e li userei mai gratuitamente per farmi un allenamento".

Ma alla fine mi chiedo se siamo Amatori o se la domenica corriamo per guadagnare.
Io preferisco essere una semplice Amatrice e, pena la squalific,a quando si potrà sarò sempre "quella che si fa trainare dal cane"...

Condividi post

Repost 0
Published by Alina Losurdo con una nota redazionale di Utramaratone, maratone e dintorni - in Racconti di gara e tributi personali
scrivi un commento

commenti

Giuseppe 08/08/2015 18:16

Che dire, ti auguro di fare tantissime corse con il tuo cane. Quando ne avrò uno lo farò anch'io e magari ci incontreremo. Continua cosí.

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Elenco Degli Articoli

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014

Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche