Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
17 dicembre 2014 3 17 /12 /dicembre /2014 07:01

PisaMarathon 2014 (16^ ed.). In un modo speciale si ricorderà Luigi Ocone, il runner deceduto al 41° km della Firenze MarathonAlla 16^ edizione della PisaMarathon (in programma per il prossimo 21 dicembre) si respirerà un’atmosfera particolare al ristoro del 40° km chee sarà gestito dal gruppo sportivo ‘Il Ponte di San Miniato’, società presso la quale era tesserato Luigi Ocone il maratoneta che è venuto a mancare, poche settimane addietro, al 41° chilometro  alla Firenze Marathon, svoltasi il 30 novembre 2014. 
I suoi amici, il suo presidente, hanno voluto ricordarlo così, assumendosi l'onere di presenziare e gestire il ristoro, ubicato nelle vicinanze del km di gara dove è avvenuto l’incidente
.

La morte di Luigi Ocone è una delle tante che si verificano nel corso di Maratone e di gare di lunga durata. 

Si aggiunge ad un lungo elenco, probabilente destinato ad allungarsi: ma - torno a ripetere - si muore perchè si deve morire e quando si deve morire.
Fa clamore sentire che qualcuno muoia nel corso dell'esecuzione della sua attività preferita che, sostanzialmente, é l'ooposto del morire, perché è celebrazione della vita. E l'idea stessa - che provoca intense emozioni - si rifiuta: che si possa morire mentre si celebra la vita e la vitalità e proprio e mentre si è traboccanti di energie.
Eppure succede e succederà sempre, malgrado i controlli medici per l'idoneità alle attività sportive agonistiche abbiano dato segnale verde.
Nella morte c'è sempre un elemento imponderabile e non prevedibile.
E non è detto che, se sono state escluse tutte le possibili in-idoneità accertabili, si sia poi al sicuro al cento per cento.  Eppure è frequente sentire la domanda: "Com'è possibile che sia morto, malgrado i controlli per l'idoneità òòe attiivtà spostivo-agonistiche fossero a posto?".
Ma questa domanda è un modo per sfuggire all'assurdità e all'incomprensibilità di una morte e il tentativo di trovare delle giustificazioni razionali di fornte all'imporvvisa irruzione di un elemento irrazionale non controllabile.
In alcuni casi - ma è faticoso accettare questo modo di vedere - é stata solo una concomitanza di cause ed effetti a mettersi in moto, con eventi imprevisti ed imprevedibili che possono cumularsi l'uno all'altro sino a determinare quell'evento che sempre vorremmo evitare, ma che è pur sempre incombente nelle nostre vite.
E' chiaro che un evento di morte si possa verificare, statiscamente parlando, all'interno d'un grande assembramento di persone: quindi, tanto più affollate sono le manifestazioni sportive, tanto più è probabile che una morte improvvisa possa aver luogo.
Quando ciò si verifica, dobbiamo meditare e pregare: quando la campana suona a morto, suona per ciascuno di noi.
 

(Da internet) Un malore è stato fatale a Luigi Ocone, 38 anni, di Fucecchio, che aveva corso con un gruppo podistico di Ponte a Cappiano. L'uomo, che non era alla prima maratona ed era un grande appassionato, è morto a un chilometro dal traguardo da piazza Santa Croce. Vani i tentativi di rianimarlo. Era uno dei 9.438 corridori sui 10.777 iscritti al via della Firenze Marathon.
È accaduto tra viale Giovine Italia e via dell'Agnolo. Il podista ha detto a un amico: "Non ce la faccio più". Subito dopo si è accasciato a terra. Soccorso da un medico che era in gara, Stefano Grazzini, aiutato in breve tempo dai soccorsi al seguito della corsa con il cardiologo di Santa Maria Nuova.
Ma non c'è stato nulla da fare. Era originario di Pozzuoli (Napoli), ma abitava in Toscana da circa due anni. Tesserato per la società Podismo Il Ponte di San Miniato (Pisa), il 26 ottobre scorso ha chiuso la Maratona di Lucca al 15° posto assoluto e si proponeva di correre a Firenze intorno alle 2 ore e 45'.
I familiari, si legge in una nota della Firenze marathon, "...hanno appreso praticamente in tempo reale la notizia, dal momento che lo attendevano all'arrivo e si sono immediatamente spostati, avvertiti da un altro maratoneta che stava correndo nel frattempo arrivava al traguardo, sul luogo della disgrazia, e hanno assistito alle operazioni di soccorso".
Il sostituto procuratore Filippo Focardi ha deciso che venga effettuata l'autopsia per stabilire la causa della morte: l'esame potrebbe svolgersi già domani o, al più tardi, martedì.
Anche il Comitato organizzatore di Firenze Marathon e il suo presidente Giancarlo Romiti "...sono vicini alla famiglia e ai conoscenti del podista, tesserato per la società Podismo Il Ponte di San Miniato, che ha avuto un tragico malore durante la gara".

Com'è possibile che gli sia stata rilasciata l'idoneità e poi è morto? La Firenze Marathon specifica che "...per ognuno degli atleti partecipanti richiede espressamente, al momento dell'iscrizione, oltre al tesserino agonistico, che già prevede implicitamente che l'atleta sia in regola con la visita sportiva, anche la copia del certificato medico sportivo agonistico in regola e non scaduto. Il certificato del podista deceduto, che, da quello che si è ricostruito, si proponeva di correre la gara intorno alle 2 ore e 45', è stato subito recuperato dagli archivi della segreteria del Comitato organizzatore in viale Manfredo Fanti e consegnato al delegato tecnico e medico della Fidal, presente all'arrivo. E' risultato in regola con il tesseramento, con scadenza maggio 2015".
Luigi Ocone, benchè neofita della corsa, se ne è appassionato sin dall'inizio. "Era sempre sotto controllo, periodicamente veniva sottoposto alle visite mediche sportive e non risulta che avesse mai avuto problemi". Lo ha affermato la società sportiva Il Ponte di San Miniato (Pisa), tramite il suo consigliere Alessandro Baggiani, sulla morte di Luigi Occone. 
"Lo ricorderemo come una grande persona, speciale, nonostante lo conoscessimo da solo due anni"ha aggiunto il dirigente sportivo. Da un paio di anni l'atleta si era trasferito con la moglie in Toscana dove lavorava come operaio edile in un'azienda di Vinci. Era un grande appassionato di podismo, sport che da un anno aveva iniziato a praticare in maniera continua. Tra i risultati recenti, il 26 ottobre ha chiuso la Maratona di Lucca al 15° posto assoluto".

Condividi post

Repost 0
Published by Ultramaratone, maratone e dintorni - in Obituaries - eventi luttuosi e commemorazioni
scrivi un commento

commenti

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014

Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche