Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
19 settembre 2014 5 19 /09 /settembre /2014 19:28

Tor des Géants® 2014. Tor di più. Il racconto di Luisa Balsamo finisherQuello che segue è il racconto di Luisa Balsamo sul Tor des Gèants® 2014: coinvolgente ed emozionante, da leggere con il fiato sospeso! 
Per la cronaca, Luisa Balsamo, è stata finisher, in 99^ posizione assoluta, tagliando il traguardo di Courmayeur, venerdì 12 settembre alle 7.30.
Grazie per iltuo appassionato racconto, Luisa!

(Luisa BalsamoEra un giorno di settembre del 2010 e stavo guardando il TG quando hanno mandato un servizio su una gara molto particolare: il Tor Des Geants. Ho pensato subito a qualcosa di folle, 330 km ... 24.000m D+ ... No! Erano tutti pazzi! Io non avrei mai potuto farla e non avrei mai nemmeno potuto concepire una distanza del genere ...

Settembre 2014... Posso dirlo! Sono diventata pazza anch'io! Ancor di più se penso che da febbraio a settembre di gare da 300 km ne ho fatte ben due! Che abbia contratto un virus?

In realtà la prima delle 300 km - quella corsa in Oman - era per capire se avrei retto mai mentalmente ad una distanza del genere.
Chi mi conosce lo sa, la mia resistenza fisica è ben messa, quindi non mi preoccupa , ma quella mentale in una gara del genere è fondamentale e non è detto che chiunque ce la possa avere.

Sicuramente una cosa è certa , in questi ultimi cinque anni nella mia vita tanto è cambiato: io sono cambiata e, di conseguenza, è cambiato il mio approccio con le difficoltà.
Forse anche questo mi ha aiutata non poco.

Una gara così ti lascia dei solchi dentro che non si potranno cancellare mai. Ci si sente particolarmente fragili e nello stesso momento dei super eroi. Ma siamo gente normale, un po' Geant, ma sempre normale. Ci commuoviamo alla visione di un laghetto azzurro cielo nel quale le montagne si specchiano talmente bene da farle sembrare dentro quel lago. Ci esaltiamo al cospetto di stambecchi o marmotte come se fossimo dei bambini. Guardiamo un piatto di polenta come se fosse un oggetto preziosissimo.
Insomma la nostra vita in quei giorni assume quegli aspetti di cui abbiamo dimenticato l'esistenza e che una volta tornati alla nostra "civiltà" sarà difficile abbandonare .

Una gara come il TOR si prepara con il cuore, almeno per me è stato così.
Non avendo grandi dislivelli e ampia scelta ho messo anima e cuore in tutto quello che ho fatto.
Ho avuto ragione perché, anche se non sono una top runner, la mia condotta di gara è stata pressoché perfetta. Con il senno di poi  - si sa - possiamo vincere tutti, tutti possiamo tornare indietro e migliorare gli errori, ma bisogna accettare il risultato finale, perché c'è sempre un motivo se si è arrivati a quello.

Gara stupenda, paesaggi meravigliosi, persone eccezionali, umanità immensa, passione da vendere, agonismo alle stelle.
Il TOR è tutto questo e lo vivi ora dopo ora, non stancandoti mai di meravigliarti di tutto quello che succede.

Amo la montagna, anche se chi mi presenta sostiene che sia la "Regina dei Deserti".
Si, è vero, mi sento molto a mio agio tra le dune, ma la montagna mi ha vista crescere e ho sempre avuto una passione particolare per lei.

Non mi soffermo a raccontare gli aspetti della gara, la fatica, la stanchezza, la pioggia, il fango, il sole e la luna, voglio soltanto cercare di trasmettere quel pizzico di fascino che il TOR mi ha lasciato.
Correre, camminare, salire e scendere su e giù per vallate e le montagne, il tutto accompagnato dal rumore del silenzio, dal suono della natura e ogni tanto da qualche parola scambiata con il mio compagno di viaggio: un amico del deserto! Fabio super Furio. Lui, il calcolatore per eccellenza, l'uomo delle proiezioni e delle previsioni!
Abbiamo scherzato molto su questo e sa che se dovessimo ritentare le sue tabelle le dovrà lasciare a casa!

Il compagno del TOR, a dispetto di chi pensa che questa sia una gara da fare da soli, sì, forse è così. Ma se c'è affiatamento e rispetto il traguardo si raggiunge insieme. Si entra in simbiosi, si respira la stessa aria e addirittura si hanno le stesse allucinazioni!

Fabio, cosa vedi li in fondo?

Aspetta che guardo. Sì, vedo una ragazza appoggiata al muro con un bastone in mano.

Allora è proprio quella che vedo io! Sì, Luisa!

E così via per tutto il resto della gara . Forse la mia immaginazione si è lasciata andare un po' di più tra conigli giganti, orsetti polari, personaggi famosi... 
Ma spesso, insieme, immaginavamo le stesse cose e ne sono testimoni Sabina Bacinelli, Ermanno Nuccio e Ottavio Massarenti che per tratti ci hanno scortato lungo il percorso deliziandosi delle nostre follie mentali!

Tor des Géants® 2014. Tor di più. Il racconto di Luisa Balsamo finisherIl TOR è anche questo. Magia, immaginazione e spettacolo.

Poi c'è l'aspetto estetico. I colori magnifici e perfetti delle albe e dei tramonti, dei riflessi delle montagne baciate dal sole e del verde brillante dei prati. C'è arte anche sotto la pioggia scrosciante che batte forte sulle nostre teste e che non lascia scampo. C'è arte anche in un meraviglioso piatto di polenta conica a 2700m offerto dagli splendidi volontari del TOR. Si, perché l'anima del TOR sono loro. Sono tutte queste magnifiche persone che ci fanno sentire a casa e che si fanno in quattro per non farci mancare nulla. Io, questi ragazzi li vorrei ringraziare dal primo all'ultimo e ci terrei molto che lo venissero a sapere. Sono stati unici, devo anche a loro un pezzetto del mio traguardo.

Il TOR regala emozioni mozzafiato e momenti unici. Amicizia , solidarietà , attenzioni , ma anche divertimento e commozione .

Avevo immaginato il mio traguardo ogni giorno dei 365 che mi dividevano dal momento in cui ho preso la decisione di partecipare. L'ho immaginato in tutti i modi possibili. Saltando, esultando, gridando, sbandierando, piangendo: ma, alla fine, mi sono trovata impreparata. Ero quasi paralizzata dall'emozione, dalla fatica o forse dalla mia "maledetta" timidezza, tanto da non riuscire nemmeno a dire una sola parola. E se non ci fosse stato Fabio, forse non avrei tagliato il traguardo nemmeno alzando le braccia al cielo. L'avrei tagliato come se stessi entrando a casa, come una gesto più che naturale.
Senza proclami o gesti da palcoscenico. Nature, come nella mia natura...

Anche questo fa parte del TOR. Mille sfaccettature diverse , mille reazioni a volte opposte , euforia alle stelle o calma apparente . Non cambia niente però , perché vi assicuro che dentro di me la gioia e la soddisfazione superano qualsiasi gesto eclatante . Imparerò ad esternare un po' di più magari la prossima volta!

Grazie TOR, grazie per avermi dato l'opportunità di crescere ancora , grazie per essermi stato accanto e non avermi tradito, grazie per esserci!

Ma i miei ringraziamenti vanno rivolti a tante persone che con la loro discreta presenza mi hanno dato una marcia in più . Persone che non conoscevo prima del TOR e persone che invece mi sono sempre state accanto . Le elenco tutte questa volta , cercando di non dimenticare nessuno . Ognuna di loro ha un significato particolare , ma nessuna è meno importante dell'altra . Non saranno elencate in ordine di importanza ma soltanto nell'ordine che la mia testa confusionaria decide . Grazie a tutti voi , ma se mi permettete, almeno per una volta, grazie anche a ME

Ermanno, Silvia, Giovanni, tutti gli Anapoco (e scusate se ho tolto Giovanni, ma l'ho preso in prestito solo per oggi ): Marcello, Nino, Mario e Mimmo, CesarOne, Ferdinando, Caterina, Sabina, Adriana, Valentina, Cristina e TUTTI, ma proprio TUTTi, quelli che sono stati con me anche solo per un km, mi hanno spinta e incitata.

Grazie al mio amico - e coach Andrea Gornati (running4you) , che con me ha vinto un bel paio di scommesse, buttandosi a capofitto in un mondo a lui sconosciuto. La nostra amicizia e la sua professionalità ci hanno portato in cima a quanto sperato.

I miei "cuccioli" Marta & Lorenzo che - per quanto litigati con la corsa e con tutto quello che fa movimento - soffrono e gioiscono tanto quanto me.

Fabio, ti lascio per ultimo perché sei stato il mio compagno di viaggio. Non era facile arrivare sino in fondo insieme, ma ci siamo riusciti, forse per sopravvivenza o perché non è poi così difficile.
Ci hanno paragonati a Sandra Mondaini e Raimondo Vianello per quanto ci siamo pizzicati , ma sicuramente ci siamo divertiti e, magari, possiamo anche rivedere alcune cosette...

Chissà.

 

Vedi anche in questo magazine: Qualcuno con cui correre, in Sicilia (capitolo 4°). Su Luisa Balsamo e le sue generose avventure di corsa 

 

Condividi post

Repost 0

commenti

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014

Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche