Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
27 ottobre 2014 1 27 /10 /ottobre /2014 06:52

Venicemarathon 2014 (29^ ed.). Corrono nelle diverse gare 23.000 persone. Dominio etiope nella 42,195 km. Gualdi, felice, al secondo posto

 

Nella Venicemarathon (29^ ed.) che si è disputata il 26 ottobre 2014, ha dominato l'Etiopia con Ketema Mamo e Konjit Biruk, ma si è registrata anche l'eccellente prova dell'azzurro Giovanni Gualdi, secondo tra gli uomini: "Un sogno questo piazzamento a Venezia". Grande successo per la prima VM10KM. Purtroppo, un evento nefasto: non tra gli atleti, ma tra gli spettatori. Si tratta del 72enne Romano Baldi che, per la verità poco prima, aveva finito di correre la 10 km,  ed è stato stato stroncato da un infarto, mentre in tribuna attendeval'arrivo del figlio John impegnato nella maratona.


Venezia, 26 ottobre 2014 - E' ancora una volta dominio africano alla 29^ Venicemarathon, con le vittorie degli etiopi Ketema Mamo tra gli uomini (2h16'45") e di Konjit Biruk (2h40'20") tra le donne. Tra gli italiani, grande gara del bergamasco Giovanni Gualdi, secondo tra gli uomini in 2h1840 dopo un’avvincente rimonta.

A livello maschile la gara è stata all'inizio una contesa tra africani che, ben pilotati dalla lepre Robert Ndiwa, hanno corso sin da subito su buoni ritmi. L'epilogo è stato poco prima del passaggio a metà gara, quando Ndiwa e Mamo hanno aumentato il ritmo, staccando gli altri atleti aricani. Una volta fermatosi Ndiwa, Mamo ha continuato in solitaria, vincendo con buon margine in 2h1645. Ottima la prova di Giovanni Gualdi (Corrintime), che dopo un avvio prudente è stato bravo a rimontare tantissime posizioni, fino a raggiungere un eccellente secondo posto finale. Terzo al traguardo il keniano Weldon Korir (2h1934) che ha regolato in volata il ruandese Jean Baptiste Simukeka (2h1939). Quinto un altro azzurro, Massimo Leonardi (2h2708).

Venicemarathon 2014 (29^ ed.). Corrono nelle diverse gare 23.000 persone. Dominio etiope nella 42,195 km. Gualdi, felice, al secondo postoSono davvero felice di questo secondo posto - ha dichiarato dopo l'arrivo Giovanni Gualdi - è una grande sorpresa perché pensavo di essere arrivato terzo al traguardo! La gara è stata dura perché abbiamo corso i primi 25 km con il vento contrario, ed in questo caso è stato fondamentale laiuto di Jean Baptiste Simukeka. Dedico questa gara a mio suocero Luigi che è mancato a aprile. Il meso primo mi ero ritirato dallattività, ma quando lui è mancato ho deciso di riprendere a correre proprio per lui. Era da 25 anni che sognavo di correre a Venezia.

Tra le donne, la gara ha visto sin dallinizio il dualismo tra Konjit Biruk e Motu Gedefa, che hanno corso appaiate per oltre 25 km. A quel punto, lallungo della Biruk ha deciso la gara. Seconda, molto staccata, la Gedefa (2h5219), terza la croata Nikolina Sustic (2h55'52"). Quarta, e prima delle italiane, la veneta Maurizia Cunico (Vicenza Marathon) in 2h57'37". Quinta un'altra italiana, Monica Carlin (2h5920).

Con questa doppietta, l'Etiopia arriva a sette vittorie alla Venicemarathon (4 maschili e 3 femminili), dietro solo al Kenia (22 successi: 12 maschili e 10 femminili) e allItalia con 18 (7 tra gli uomini e 11 tra le donne).

Venezia, 26 ottobre 2014 – Mentre in Riva Sette Martiri arrivavano i primi concorrenti della 29^ Venicemarathon, sulle tribune si accasciava al suolo colto da infarto Romano Baldi, 72enne di Lugano (Svizzera). L'’uomo, che aveva partecipato in mattinata alla manifestazione non competitiva VM10KM partita da San Giuliano, dopo essersi cambiato aveva raggiunto la moglie sulle tribune per aspettare l’'arrivo del figlio John che stava disputando la maratona. Purtroppo però, dopo circa un'ora, Baldi è stato colto da un malore. Sul posto sono intervenuti i medici del servizio sanitario della Venicemarathon, coordinati dalla Croce Verde di Mestre, che hanno iniziato tempestivamente le manovre di rianimazione cardiopolmonari che si sono protratte per più di mezz’ora. Romano Baldi è però deceduto nel trasporto al Pronto Soccorso dell’ospedale San Giovanni e Paolo di Venezia. Gli organizzatori della maratona si stringono attorno alla famiglia Baldi nel cordoglio in questo doloroso momento.

Venicemarathon 2014 (29^ ed.). Corrono nelle diverse gare 23.000 persone. Dominio etiope nella 42,195 km. Gualdi, felice, al secondo postoSono 4626 gli atleti giunti al traguardo di Riva Sette Martiri, e più di 2.000 gli arrivati nella non competitiva VM10KM che ha visto tagliare il traguardo per primi a Pietro Bernardoni e Melania Polley. Grande successo, quindi, per la prima edizione di questa manifestazione che assieme alle 3 Family Run ha fatto correre complessivamente 23.000 persone.

Il primo veneziano e la prima veneziana giunti al traguardo nella maratona sono stati rispettivamente Marco Boffo e Paloma Morano Salado, che si sono aggiudicati il trofeo Banco San Marco. Boffo ha ricevuto anche il premio de “Il Gazzettino” come primo veneto.

Aperte da questa notte le iscrizioni alla 30^ Venicemarathon del prossimo 25 ottobre 2015 sul sito www.venicemarathon.it

“Archiviamo la ventinovesima edizione come una delle più riuscite della storia della Venicemarathon - ha commentato il Presidente del Venicemarathon Club Piero Rosa Salva - però non possiamo non rivolgere un pensiero alla famiglia Baldi e in particolare al giovane John che, all'arrivo della sua maratona, invece di gioire ha ricevuto la tragica notizia della scomparsa del padre. Peraltro, abbiamo vissuto una giornata densa di emozioni, che ha visto ancor più del solito un enorme e festosa presenza di pubblico, favorita anche dalla splendida giornata. La grande novità della VM10KM si è rivelata un'’idea vincente per la grande partecipazione e assolutamente compatibile con la maratona. Colgo l’occasione per ringraziare le forze dell’ordine, gli addetti ai lavori e le centinaia di volontari che hanno reso possibile lo svolgimento dell’evento”. 

Le curiosità tra gli arrivati. Il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Alessandro Gozi, è arrivato 965° con il tempo di 3h31’53”. Prima di lui è giunto il maratoneta scalzo Francesco Arone, 399° in 3h15’54”. Il francese Fabien Routier, una volta giunto al traguardo dopo 3h33’45”, si è inginocchiato ed ha chiesto la mano della fidanzata che l’'attendeva in Riva Sette Martiri. Sempre in ambito di nozze, Giorgio Tiozzo ePatrizia Tiberio hanno festeggiato il loro 29° anniversario di matrimonio alla 29^ Venicemarathon chiudendo rispettivamente in 5h54’47” e 6h07‘38”. concorrenti più maturi al traguardo sono stati Andrea Parisse, classe 1936 che ha chiuso in 6h05’57”, Fiorenza Simion del 1943 (5h41’28”), lo svedese Bjorn Videfors (1940) che ha corso in 4h45’07” e la finlandese Sirkka Noorlind (1941) che ha tagliato il traguardo in 4h38’54”. ‘Maglia nera’ per Riccardo Trozzi del G.S. Maiano, ultimo al traguardo con un real time di 6h59’27”

I numeri della Maratona. Sono state più di 8.000 le t-shirt tecniche preparate da Asics per gli atleti partecipanti alla Venicemarathon, alle quali si aggiungono altri 5.000 capi di abbigliamento destinati a staff e volontari. Acqua San Benedetto ha fornito 75.000 bottigliette e 10.000 bicchieri, mentre30.000 sono stati i litri di Enervit forniti, tra bottiglie per pacchi gara e ristoro finale, e quello servito nei 60.000 bicchieri ai ristori. Ceb Plastha messo a disposizione degli atleti 10.000 teli termici da indossare dopo l’arrivo. 
Palmisano ha fornito 14.000 confezioni di biscotti “Bussolai”, 8.000 confezioni di barrette alle mandorle per il ristoro finale, 20.000 pezzi di biscotteria tradizionale sfusa per i ristori lungo il percorso e 1.200 confezioni per l’Area Ospitalità. Infine Coldiretti ha offerto 20 quintali di mele e 20 quintali di arance. Hanno arricchito i ristori 35 quintali di banane Battaglio e i 10.000 snack salati Bertoncello, succhi di frutta e i fruttini Zuegg 

Venicemarathon 2014 (29^ ed.). Corrono nelle diverse gare 23.000 persone. Dominio etiope nella 42,195 km. Gualdi, felice, al secondo postoOpel e Gruppo Gasparini hanno messo a disposizione 10 furgoni e 20 auto per gestire al meglio la complessa logistica dell’evento, che si avvale anche dell’official carrier Air France. Per il trasporto delle sacche, che gli atleti hanno consegnato alla partenza per poi ritrovarle in arrivo, sono stati impiegati 8 autotreni di Transportservice10 barche grazie a Scalo Fluviale e 100 persone dedicate del gruppo Scout CNGEI di Venezia.

Per garantire la sicurezza degli atleti e chiudere strade ed incroci sono stati utilizzati 40 km di nastro segnaletico, oltre 10.000 metri di transenne e sono stati impegnati più di 2.000 volontari a presidio di incroci, ristori e spugnaggi. 20.000 le spugne utilizzate e prontamente raccolte dai volontari. Il percorso è stato interamente chiuso al traffico, grazie all’aiuto della Polizia Stradale, dei Carabinieri, delle Polizia Municipale, dei Vigili del Fuoco e al preziosissimo supporto degli oltre 400 volontari della Protezione Civile, coordinati dall’Assessorato Provinciale di Venezia.

Il primo soccorso è stato garantito da 1 motomedica, 2 automediche, 7 ambulanze, 3 idroambulanze, 10 squadre di pronto intervento a piedi, 10 squadre di pronto intervento in bicicletta all'interno del Parco di San Giuliano e 3 postazioni fisse, oltre a 7 medici, 21 infermieri professionali, 40 soccorritori della Croce Verde a sostegno del soccorso.

All'’arrivo gli atleti hanno trovato un servizio di assistenza fisioterapica, gestito da Ice Power Biofarm e un gruppo di fisioterapisti seguiti da Dott. Nicola Taddio, del Centro Polispecialistico Polimedica064 di San Martino Di Lupari (Pd). Coinvolti anche l'Istituto Tecnico Statale per il Turismo "Andrea Gritti" e il Liceo Linguistico "Santa Caterina da Siena" che hanno messo a disposizione dell’organizzazione 40 studenti.


Ordine d'arrivo gara maschile

1) Ketema Mamo (Eth) 2'16'45"
2) Giovanni Gualdi (Ita Corrintime) 2h18'40"
3) Weldon Korir (Ken) 2h19'34"
4) Jean Baptiste Simukeka (Rwa) 2h19'39"
5) Massimo Leonardi (Ita Gs Valsugana Trentino) 2h27'08"

Ordine d'arrivo gara femminile

1) Konjit Biruk (Eth) 2h40'20"
2) Motu Gedefa (Eth) 2h52'19"
3) Nikolina Sustic (Cro) 2h55'52"
4) Maurizia Cunico (Ita Vicenza Marathon) 2h57'37"
5) Monica Carlin (Ita Gs Valsugana Trentino) 2h59'20"

Ordine d'arrivo gara handbike

1) Cristiano Picco (Basket e non solo Udine) 1h2455 
2) Claudio Mirabile (libero) 1h2530
3) Gianni Garbin (Gsc Giambenini) 1h3547

Nelle prime tre foto di Matteo Bertolin: l'arrivo del vincitore della gara maschile Ketema Mamo, l'arrivo della vincitrice della gara femminile Konjit Biruk ed il podio della gara maschile con a sinistra Giovanni Gualdi. 

Condividi post

Repost 0
Published by Comunicato stampa (Manuela Merlo) - in Maratone Italiane 2014
scrivi un commento

commenti

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014

Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche