Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
14 aprile 2014 1 14 /04 /aprile /2014 11:12

Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato purtroppo funestato dalla morte di un runner

(Maurizio Crispi) Stando a riprendere le foto nella zona arrivi di una grande maratona, come mi è capitato di fare, si ha modo di osservare tutti i finisher. Soprattutto, quelli che arrivano nella fascia compresa tra l'arrivo dei primi top runner e le 3h30' di minuti sono podisti che tengono alla performance.
E, mentre si può constatare che alcuni arrivano tranquillamente, si potrà vedere che altri  - chiaramente - tagliano il traguardo, avendo corso gli ultimi chilometri allo spasimo e che, proprio sulla linea del traguardo sono colti da malore.
Da questo punto di vista - come ho potuto vedere in una precedente edizione della maratona londinese nella quale pure mi trovai a fare il fotografo accreditato - l'organizzazione sanitaria, dispiegata sul campo, è una vera e propria macchina da guerra con decine di soccoritori, pronti ad intervenire proprio suulla linea del traguardo, supportati da un posto medico avanzato, con decine di ambulanze per il trasporto dei casi più gravi dopo una valutazione tipo "triàge" che si fa nelle strutture di Emergenza negli Opsedali, per decidere chi debba essere inviato con assoluta urgenza in un'Unità di cure intensive.
Ma, tuttavia, si rimane spesso sconvolti dall'azzardo cui alcuni podisti vanno incontro in nome della "prestazione", quando incuranti dei seganli che il corpo manda loro invia loro continuano a spingere sulle loro gambe, annebbiati da un'ossessione autodistruttiva, come se arrivare al traguardo rispettando la tabella di marcia, fosse una questione di vita o di morte. E spesso questa ossessione (alimentata da una concezione eroica e tragica della maratona) diventa, purtroppo, veicolo di morte.
Ci sono - oltre a questi casi - quelli davvero sfortunati in cui l'incidente è davvero dovuto ad una fatalità e non è da ascriversi ad una condotta imprudente del singolo runner.
Facendo riferimento alla mia precedente esperienza in zona arrivi e a questa, sia come sia, la zona arrivi della Maratona di Londra è punteggiata da incidenti di questo tipo: dal malessere più lieve che si potrà risolvere più rapidamente, a quelli più gravi che hanno richiesto l'allontanamento del runner dal luogo di arrivo sulla lettiga, cure intensive e, in alcuni casi, il ricovero.

In alcuni casi, infine, ci scappa il morto, purtroppo.
Morti e feriti, dunque: ed è questo l'altro volto della maratona, quello più crudele, quando - a conti fatti - si presenta come una piccola guerra che oscura l'aspetto gioioso di festa della vita. Ma specie nei grandi eventi, come è la Maratona di Londra, una morte per quanto dolorosa possa essere è un fatto statisticamente probabile, del quale in fondo non si dovrebbe sorprendere più di tanto.
Forse, a rendere un fatto del genere così diffcilmente metabolizzabile è che esso si verifichi durante la pratica di un'attività sportiva che dovrebbe essere sempre la celebrazione della vita: sembra essere una contraddizione in termini, quasi. L'irruzione di un universo dalle regole assurde nelle geometrie del benessere e della fitness.

Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato purtroppo funestato dalla morte di un runnerE il 13 aprile, qui a Londra, è successo ciò che uno non vorrebbe vedere mai accadere nel corso di un evento podistico: come del resto era già accaduto in precedenti edizioni, la campana a morto ha suonato per un runner.

Un podista 42enne appena ha tagliato il traguardo è stato colto da malore ed è stato soccorso dal personale preposto.
Avrebbe potuto essere una situazione come tante altre e, invece, no.
Malgrado le cure del caso e malgrado l'immediato trasporto in Ospedale per un ricovero urgente, il podista è morto.
Questa vita interrotta  ha gettato un'ombra sull'atmosfera di festa che ha permeato l'intera giornata, ponendosi - come sempre - come monito per i vivi, un monito a fare sport, a cimentarsi in prove impegnative - com'è appunto la maratona - che danno un senso alla nostra vita, ma sempre senza strafare e, sempre, ascoltando i segnali del corpo.
Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato purtroppo funestato dalla morte di un runnerC'è da chiedersi: cosa costa rallentare un po' se si avverte un malessere o addirittura fermarsi e rimandare la prova ad un'altra occasione? Giusta domanda, anche se nello stesso tempo, si può mettere sull'altro paitto della bilancia il fatto che certi eventi piombano inspettati ad interrompere una vita, senza dare di sé alcun segno premonitore.
In fondo, Ayrton Senna, prima di quella maledetta gara sul circuito di Imola in cui perse la vita ebbe delle premonizioni e dei pensieri di cattivo auspicio: non avrebbe più voluto non partecipare a quel Trofeo automobuilistico, nato sotto cattivi presagi: così sostengono alcuni che lo conoscevano molto da vicino. NAlla fine, non ascoltò le sue voci interiori e si mise al volante per affrontare quella che sarebbe stata la sua ultima gara.
 

Di seguito, il comunicato compunto e sommesso, rilasciato dall'Ufficio stampa della Virgin Money London Marathon. 

 

 


Notification of Fatality (press realease) It is with regret that we have learnt of the death of a competitor in the Virgin Money London Marathon.

A 42-year-old man collapsed after the finish line and although immediate medical attention was provided to the casualty, the fatality was confirmed on his arrival at hospital.

The organisers of the Virgin Money London Marathon would like to express their sincere condolences to the family and friends of the deceased.

We will not be releasing any further details of this tragic incident and would ask for your understanding in this matter.

We would like to emphasise that our immediate concern is for the family of the deceased. Our thoughts and deepest sympathies are with them at this difficult time.

E, in un successivo comunicato si precisa:

Mr Robert Berry. It is with regret that we can now confirm that Mr Robert Berry, aged 42, collapsed at the finish of the London Marathon. He was immediately taken to one of our medical facilities where he was treated by four consultants, including one in emergency medicine. He was transferred to St. Mary’s Hospital, where he was pronounced dead.

The organisers of the Virgin Money London Marathon would like to continue to express their sincere condolences to the family and friends of Mr Berry and our thoughts and deepest sympathies are with them all at this difficult time.

 

 

Foto di Maurizio Crispi

 

Condividi post

Repost 0
Published by Maurizio Crispi - Ultramaratone, maratone e dintorni - in Obituaries - eventi luttuosi e commemorazioni
scrivi un commento

commenti

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Elenco Degli Articoli

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014

Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche