Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
1 marzo 2015 7 01 /03 /marzo /2015 23:43
Mezza Maratona Internazionale RomaOstia 2015 (41^ ed.). Primi sul podio il kenyano Chermosin e l'etiope Amane Beriso. Poco di 11.000 i finisher

Sì è celebrata il 1° marzo 2015 la 41^ edizione della Mezza maratona Internazionale RomaOstia.

Finalmente vince il keniano Chemosin tra gli uomini e l’etiope Amane si impone tra le donne.

Primo italiano con il nuovo personale è Ahmed El Mozoury.

Prima italiana Fatna Maraoui.

Ma i veri protagonisti sono i 10960 runners che hanno partecipato alla edizione 2015 della RomaOstia, la più amata delle Mezze Maratone italiane.

Una meravigliosa giornata di sole ha accompagnato la carica degli oltre 13500 runners che si sono presentati al via della 41^ edizione della RomaOstia, salutata alla partenza da Annalisa Minetti, che ha poi partecipato alla Euroma2Run non competitiva, dall’Assessore allo Sport del Comune di Roma Paolo Masini, che ha fatto da starter, e dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi che si è presentato al via della mezza maratona agonistica completando la prova in 1h 50’ 19”.

I protagonisti della gara ovviamente sono stati quelli annunciati.

In campo maschile I fortissimi keniani Chemosin, Cheprot, Langat e Kiprotich hanno fatto subito il vuoto accompagnati dall’ugandese Kusuro il quale ha fatto da quinto incomodo nella lotta per il primo posto.

Il quintetto ha fatto selezione a ridosso del decimo chilometro lungo la famosa “salita del Presidente” ed ha proceduto unito fino al 18° chilometro quando si è scatenata la bagarre che ha visto Chermosin (favorito della gara ed accreditato con 59’19) e Cheprot involarsi verso il traguardo. Chermosin l’ha spuntata, centrando la migliore prestazione mondiale del 2015, in 59’37” mentre il suo connazionale ha chiuso in 59’39”.

Un eccellente Geoffrey Kusuro ha chiuso al terzo posto, per pochissimi metri, strappando il nuovo record nazionale ugandese in il 59’43” e completando, per il terzo anno consecutivo, il podio maschile sotto i 60 minuti di gara per la RomaOstia.

La pattuglia italiana può festeggiare per la bella performance del 25enne delle Fiamme Gialle Ahmed El Mazoury, partito con l’intento di battere il proprio personale (1h03’37”), obiettivo abbondantemente raggiunto.

Il lecchese di origini marocchine ha infatti tagliato il traguardo in nona posizione con il crono di 1h02’39”.

Altrettanto bella la gara femminile dominata dall’etiope Amane Beriso capace di riscrivere il suo personale migliorandolo di oltre tre minuti: 1h 08’42” il suo tempo sulle strade della RomaOstia che demolisce il precedente 1h11’51”. Sempre Kenia ai posti d’onore con Sharon Cherop e Emily Ngetich che giungono ai posti d’onore a braccetto con lo stesso tempo finale: 1h 09’13”.

Sono due le italiane fra le prime dieci: Fatna Maraoui e Laila Soufyane, entrambe del Centro Sportivo Esercito che hanno concluso rispettivamente all’8° e al 10° con un riscontro di 1h 12’ 15” e 1h 12’ 43.

Alle ore 13:00 di domenica primo marzo sono 10960 gli atleti che hanno tagliato il traguardo della quarantunesima RomaOstia.

Soddisfatto El Mazoury. Al termine della gara registriamo la soddisfazione dell’atleta delle Fiamme Gialle Hamed El Mazoury “Ho corso con grande piacere questa gara. Stavo bene e puntavo ad un gran tempo: 1h 02’39” va addirittura al di la delle mie migliori previsioni”.

Fatna Maraoui. Qualche rimpianto per Fatna Maraoui: “Sono abbastanza soddisfatta anche se chi doveva correre con me si è fermato prima del traguardo. Sto preparando la Maratona e questa meravigliosa RomaOstia è stata una buona tappa di avvicinamento anche se il tempo poteva essere migliore. La maratona potrebbe essere il futuro della mia carriera. Adesso parteciperò ai Campionati Italiani di Cross”.

Il ministro Maurizio Lupi: “Questa gara è meravigliosa e per me, come credo per chiunque la corre, è un modo per mettersi alla prova, raccogliere la sfida e dimostrare qualcosa a se stessi. Ci si rende conto anche degli anni che passano, credo però di aver fatto davvero una bella gara”.

In 2300 all’Euroma2Run. Oltre alla tradizionale distanza sulla distanza di 21,097 la RomaOstia ha dato la possibilità ai neofiti della corsa di cimentarsi in una non competitiva di 5 km, la Euroma2Run che ha visto la partecipazione di oltre 2300 persone che, correndo o passeggiando, si sono regalati una domenica davvero speciale alla quale hanno unito la possibilità di trattenersi a fare shopping dentro il Centro Commerciale Euroma2.

 

Mezza Maratona Internazionale RomaOstia 2015 (41^ ed.). Primi sul podio il kenyano Chermosin e l'etiope Amane Beriso. Poco di 11.000 i finisher
Mezza Maratona Internazionale RomaOstia 2015 (41^ ed.). Primi sul podio il kenyano Chermosin e l'etiope Amane Beriso. Poco di 11.000 i finisherMezza Maratona Internazionale RomaOstia 2015 (41^ ed.). Primi sul podio il kenyano Chermosin e l'etiope Amane Beriso. Poco di 11.000 i finisher
Mezza Maratona Internazionale RomaOstia 2015 (41^ ed.). Primi sul podio il kenyano Chermosin e l'etiope Amane Beriso. Poco di 11.000 i finisherMezza Maratona Internazionale RomaOstia 2015 (41^ ed.). Primi sul podio il kenyano Chermosin e l'etiope Amane Beriso. Poco di 11.000 i finisherMezza Maratona Internazionale RomaOstia 2015 (41^ ed.). Primi sul podio il kenyano Chermosin e l'etiope Amane Beriso. Poco di 11.000 i finisher
Mezza Maratona Internazionale RomaOstia 2015 (41^ ed.). Primi sul podio il kenyano Chermosin e l'etiope Amane Beriso. Poco di 11.000 i finisherMezza Maratona Internazionale RomaOstia 2015 (41^ ed.). Primi sul podio il kenyano Chermosin e l'etiope Amane Beriso. Poco di 11.000 i finisher
Mezza Maratona Internazionale RomaOstia 2015 (41^ ed.). Primi sul podio il kenyano Chermosin e l'etiope Amane Beriso. Poco di 11.000 i finisherMezza Maratona Internazionale RomaOstia 2015 (41^ ed.). Primi sul podio il kenyano Chermosin e l'etiope Amane Beriso. Poco di 11.000 i finisher
Repost 0
Published by Ultramaratone, maratone e dintorni (comunicato stampa) - in Mezze maratone e distanze intermedie con la 42 -195 Mezza Maratona RomaOstia
scrivi un commento
28 febbraio 2015 6 28 /02 /febbraio /2015 08:53
Mezza Maratona Internazionale RomaOstia 2015. Tutto pronto per lo start. Annalisa Minetti e Viviana assieme agli élite runner alla vigilia a Casa RomaOstia

Mancano poche ore alla quarantunesima edizione della Mezza maratona Internazionale RomaOstia. Sono attesi al via 16.000 runner da tutta Italia e dal mondo.

Intanto a Casa RomaOstia continua il frenetico pre-gara tra il ritiro dei pettorali e l’allegria del Salone delle Fontane.

Ai 13.542 atleti agonisti che stanno ritirando in queste ore il loro pettorale presso Casa RomaOstia andranno ad aggiungersi più di 2.300 appassionati di running iscritti alla Euroma2Run, la gara non competitiva che ricalcherà i primi cinque chilometri del percorso generale per poi concludersi all’interno del Centro Commerciale Euroma2, facendo così vertiginosamente aumentare il numero dei partecipanti che si attesterà sulle 16.000 unità.

La RomaOstia è sempre di più la gara di corsa più amata d’Italia: lo confermano le cifre e lo conferma la passione dei podisti che con dediche, foto ed allegria stanno movimentando questa serena vigilia dell’edizione numero quarantuno della gara ideata da Luciano Duchi nel 1974.

Intanto a Casa RomaOstia, tra frenesia e allegria, continua il grande pre-gara che culminerà con la lunga giornata di sabato con il Salone delle Fontane aperto dalle 10:00 alle 20:00 e diversi appuntamenti in programma:

Dimensione Suono Roma a Casa RomaOstia con Viviana. Sabato mattina, dalle 10 alle 12, l’animazione di Casa RomaOstia sarà affidata a Viviana, voce di Dimensione Suono Roma. Sarà l’occasione per scoprire la sua condizione in vista della Euroma2Run, a cui Viviana prenderà parte domenica primo marzo dopo oltre un mese di intenso allenamento. Segui e sostieni Viviana su Twitter e Facebook tramite l’hashtag #CorriVivianaCorri.

Annalisa Minetti a Casa RomaOstia. Sabato pomeriggio, dalle ore 16:00, la cantante e mezzofondista Annalisa Minetti, dopo aver ritirato il suo pettorale per partecipare alla Euroma2Run, sarà ospite dello stand adidas, dove tutti i podisti possono provare le nuove scarpe ULTRA boost, e poi assisterà alla presentazione degli elite runners partecipando con un suo intervento motivazionale.

Presentazione degli Elite Runner e dei Pace Maker. Alle ore 16:30 è prevista la presentazione di tutti gli elite runners che riceveranno il loro pettorale di gara e saranno a disposizione per domande e fotografie. A seguire, dopo l’intervento di Annalisa Minetti, è in programma la presentazione dei pace makers che saranno in gara il giorno seguente con il loro palloncino, pronti a sostenere le ambizioni di tutti i runners!

Differita RAI. Il palinsesto della RAI ha confermato la trasmissione della differita della gara alle ore 15:20 di domenica primo marzo. La differita potrà essere seguita su RAI Sport 1, sul sito internet RAI e dall’APP RaiTV su smartphone e tablet. Sono poi previste altre due repliche: la prima alle 00:30 di lunedì due marzo e la seconda alle ore 23:00 sempre di lunedì due marzo.

Ostia TV.  Segui in diretta gli arrivi e le premizioni della RomaOstia grazie a Ostia TV, media partner della gara, che trasmetterà (a partire dalle 09:00) in diretta streaming direttamente dalla Rotonda di Ostia sul sito internet www.ostiatv.it.

 

Repost 0
Published by Ultramaratone, maratone e dintorni (comunicato stampa) - in Mezze maratone e distanze intermedie con la 42 -195 Mezza Maratona RomaOstia
scrivi un commento
26 febbraio 2015 4 26 /02 /febbraio /2015 19:50
Mezza Maratona Internazionale RomaOstia 2015. Casa RomaOstia ha aperto i battenti e rimarrà aperta sino alle ore 20.00 di sabato 28 febbraioMezza Maratona Internazionale RomaOstia 2015. Casa RomaOstia ha aperto i battenti e rimarrà aperta sino alle ore 20.00 di sabato 28 febbraio

Maratona Internazionale Roma Ostia 2o15. Al Salone delle Fontane dell’EUR ha aperto i battenti Casa RomaOstia. Fino a sabato sera sarà il cuore pulsante del pre-gara: animazione, allegria e tanta RomaOstia!

Alle ore 15:00 in punto il Salone delle Fontane ha accolto i primi intrepidi runner che non hanno voluto attendere nemmeno un minuto in più per ritirare il loro pettorale e proiettarsi definitivamente sulla gara di domenica.

Un rito sacro. Quello del ritiro del pettorale di gara è un momento che ogni runner vive con una propria sacralità. Alla scaramanzia ed alla voglia di correre si unisce la grande allegria di Casa RomaOstia e la magia del popolo dei runners che si ritrova nel nome della mezza maratona più partecipata d’Italia.

Euroma2Run.Ci si può ancora iscrivere alla Euroma2Run la gara non competitiva di 5 chilometri abbinata alla RomaOstia. Presso Casa RomaOstia, proprio all’ingresso, troverai uno spazio dove potrai compilare la scheda dati e se sarai tra i primi 1500 iscritti potrai ritirare subito la maglia ufficiale dell’edizione 2015 ed il pettorale di gara. Le iscrizioni si chiuderanno alle 20:00 di sabato 28 febbraio!

Medaglia per tutti i finisher. Chi taglierà il traguardo della Euroma2Run, all’interno del Centro Commerciale Euroma2, riceverà una splendida medaglia, realizzata in serie limitata, per tutti i partecipanti.

Fino a Sabato: Casa RomaOstia resterà aperta fino alle 20:00 di sabato 28 febbraio con i seguenti orari: venerdì dalle 10:00 alle 19:00 e sabato dalle 10:00 alle 20:00.

Repost 0
Published by Ultramaratone, maratone e dintorni (Comunicato stampa) - in Mezze maratone e distanze intermedie con la 42 -195 Mezza Maratona RomaOstia
scrivi un commento
25 febbraio 2015 3 25 /02 /febbraio /2015 05:44
Mezza Maratona Internazionale RomaOstia. Una rassegna degli élite runner

RomaOstia 2015: ecco di seguito una rassegna sugli elite runner. Al maschile tornano i keniani Cheprot e Chemosin che dovranno vedersela con i connazionali Kiprotich e Kusuro. Al femminile torna in gara, sempre dal Kenia, Sharon Cherop ma attenzione a Kibet e Arusei. Chi si prenderà la RomaOstia2015?

Domenica primo marzo si correrà la RomaOstia 2015. Nell’immaginario di tutti si pensa alla grande folla dei podisti (13.542 gli iscritti), ma si pensa anche a chi correrà più forte di tutti e andrà a vincere la gara. La tradizione è sacra e la RomaOstia continua ad avere al via alcuni dei più forti interpreti mondiali della mezza maratona.

Dando uno sguardo all’albo d’oro della manifestazione dal 2002 ad oggi, si sono avuti undici vincitori Keniani, uno Etiope e uno del Marocco. L’ultimo italiano a vincere la mezza maratona più amata d’Italia è stato Giuliano Battocletti, nel 2001 quando la gara si concludeva all’interno della Caserma Italia delle Fiamme Gialle.

Al femminile, facendo un focus ancora dal 2001 ad oggi, le azzurre del mezzofondo italiano sono in netto vantaggio sulle avversarie straniere: Tiziana Alagia si è imposta nel 2001, nel 2002 e 2003 Gloria Marconi è salita ben due volte consecutive sul podio, nel 2005 è stata la volta di Rosaria Console e nel 2006 e 2007 Nadja Ejjafini (ai tempi ancora cittadina del Bahrein), come fece la Marconi, non si fece mancare un doppio successo consecutivo. Nel 2009 e nel 2011 è salita sul gradino più alto del podio Anna Incerti, che tra i due successi alla RomaOstia, ha vinto anche il titolo di Campionessa d’Europa in maratona a Barcellona 2010. Tra i nomi di queste splendide atlete si sono inserite quattro vittorie del Kenia, una del Marocco e una dell’Algeria.

Chi vincerà la RomaOstia 2015? È la domanda che troverà risposta solo domenica primo marzo al termine della gara. Quel che sembra certo è che la RomaOstia 2015 difficilmente potrà sottrarsi all’egemonia africana.

Duello senza fine. Non c’è due senza tre: alla RomaOstia per il terzo anno consecutivo tornano al via i due keniani Robert Chemosin (1989) e Simon Cheprot (1990) che furono rispettivamente secondo e terzo nel 2013 e quinto e quarto nel 2014.

In entrambe le precedenti edizioni furono loro a trascinare al traguardo i vincitori: nel 2013 lanciarono la straordinaria volata che portò alla vittoria ed al record maschile del percorso di Wilson Kiprop; lui fece 59’15’’ mentre i due inseguitori si dovettero accontentare di tornare a casa con quelli che ancora oggi rappresentano i loro eccellenti personal best (59’19’’ Chemosin e 59’20’’ Cheprot). Lo scorso anno invece mollarono il terzetto che poi monopolizzò il podio soltanto negli ultimi tre chilometri di gara, facendo sfumare tutte le possibilità di migliorare il record del percorso registrato appunto nel 2013. Cheprot chiuse in 1h00’05’’ mentre Chemosin in 1h00’24’’ ed entrambi centrarono la convocazione per i mondiali di mezza maratona che dopo meno di un mese si svolsero a Copenaghen.

Outsider di lusso. Sarà John Kiprotich (1989), sempre dal Kenya. Dopo qualche periodo difficile, il ragazzo degli altipiani proverà proprio alla RomaOstia a tornare a correre sui ritmi del suo fantastico personale di 59’23 registrato nel 2009 a Rotterdam. Kiprotich ha già apprezzato il veloce tracciato della RomaOstia nel 2012 quando arrivò quarto in 1h00’02’’.

Attenzione a Kusuro. Nel terzetto Cheprot-Chemosin-Kiprotich potrebbe ben inserirsi l’ugandese Geoffrey Kusuro che ai mondiali 2014 di mezza maratona a Copenaghen ha scritto il suo “primato personale d’esordio” ad alti livelli correndo in 1h00’40’’.

Dopo la gara iridata di Copenaghen, dove è giunto undicesimo, Kusuro ha corso altre mezze maratone senza tornare ad esprimersi a quei livelli: 1h01’04 ad Aussig in Repubblica Ceca a Settembre e poi 1h02’29 a Lisbona in ottobre. Ma il suo motore, forgiato da una grande esperienza in pista (13’12’’32 è il suo personale sui 5000 metri), saprà sicuramente adattarsi e sfruttare la tecnicità della RomaOstia.

Da non sottovalutare i keniani Leonard Kipkoech Langat, Peter Kwemoi Ndorobo e Cornelius Kangogo che fungerà da pacemaker nella parte iniziale per lanciare i compagni di allenamento.

Reunkov, la RomaOstia porta fortuna! Per quanto riguarda gli europei va segnalata la presenza al via del russo Aleksey Reunkov che lo scorso anno sul traguardo di Ostia fu quattordicesimo in 1h03’32’’ e che questa estate, correndo in 2h12’15, ha conquistato la medaglia di bronzo ai Campionati Europei di Zurigo vinti dall’italiano Daniele Meucci.

El Mazoury, il giovane finanziere di Lecco, nato in Marocco e poi trasferitosi in Italia, è dato in ottima forma e pronto a correre per migliorare il suo personale di 1h03’37’’. La RomaOstia sarà per lui un test molto importante dopo un lungo stage di allenamento in altura che ha seguito in Marocco e finalizzato in particolare al suo esordio in maratona nel corso della prossima primavera a Milano.

Ancona Sharon. Sharon Cherop (1984) lo scorso anno era la super favorita e quest’anno si ripresenta al via con il suo straordinario palmares di maratoneta: bronzo ai mondiali di Daegu 2011, vincitrice a Boston 2012 e poi due volte terza nel 2011 e nel 2013, vincitrice a Torino (2013) e a Toronto (2010), seconda a Berlino (2013) e ancora seconda, lo scorso ottobre, a Francoforte.

Alla RomaOstia 2014 non ha deluso le aspettative perché la gara si chiuse con una rocambolesca volata a quattro nella quale lei agguantò il secondo posto in 1h08’51’’ regalando tanti sorrisi a tutto il pubblico presente sulla rotonda di Ostia che la applaudì per la tenacia e la determinazione con cui si gettò sulla linea del traguardo.

Le altre elite runner Sharon Cherop dovrà vedersela con altre due keniane di grande esperienza: Sylvia Kibet e Peninah Arusei.

Sorella di Hilde, che nel 2013 alla RomaOstia fu quarta, Sylvia ha vinto due medaglie d’argento iridate sui 5000 metri (Daegu 2011 e Berlino 2009), dopo essere arrivata quarta nel 2007 a Osaka e ancora quarta alle Olimpiadi di Pechino 2008. Il suo personal best sulla distanza è 14’31’’91. Gli elementi statistici dicono che Sylvia Kibet ha un personale sulla mezza maratona di 1h09’51’’ datato 2009 e che se le condizioni saranno favorevoli sicuramente potrà fare una grande gara.

Peninah Arusei ha vinto la medaglia di bronzo nel 2010 ai mondiali di mezza maratona di Nanning in Cina in 1h09’05’’ e ha un personale di 1h07’48’’ ottenuto a Lille nel 2010. Il suo palmares annovera piazzamenti di assoluto interesse nelle più importanti mezze maratone mondiali: a Parigi, vincitrice nel 2011 e seconda nel 2012, a Lisbona, vincitrice nel 2010 e a Milano seconda nel 2009. Al suo palmares manca sicuramente una grande prestazione, da ottenere magari proprio alla RomaOstia.

 

Vedi anche il seguente articolo

Repost 0
Published by Ultramaratone, maratone e dintorni (Comunicato stampa) - in Mezze maratone e distanze intermedie con la 42 -195 Mezza Maratona RomaOstia
scrivi un commento
24 febbraio 2015 2 24 /02 /febbraio /2015 19:57
Mezza Maratona RomaOstia 2015. Si prepara una grande gara con alcune sfide tricolori

Per la Mezza Maratona internazionale RomaOstia 2015 si preparano grandi sfide e ne vedremo delle belle: El Mazoury contro Ricatti al maschile e Maroui contro Soufyane al femminile. Queste sono le sfide tricolori più attese.

La RomaOstia ha battezzato e lanciato talenti, consacrato professionisti e portato alla ribalta storie di azzurri che hanno scritto pagine esaltanti dell’atletica italiana, esportando una tradizione fatta di corsa, passione e straordinarie capacità tecniche.

I due olimpionici Stefano Baldini e Gelindo Bordin, gli straordinari vincitori della maratona di New York Giacomo Leone e Franca Fiacconi, i grandi professionisti della maratona italiana come Laura Fogli, Gianni De Madonna, Marco Marchei, Massimo Magnani, per giungere poi ai talenti di oggi come Daniele Meucci, Valeria Straneo, Anna Incerti e Nadia Ejaffini; tutti quanti annoverano nel loro palmares almeno una RomaOstia corsa da protagonisti.

Quali saranno i protagonisti 2015? Domenica primo marzo i riflettori saranno puntati su sette italiani: Ahmed El Mazoury, Domenico Ricatti, Fatna Maraoui, Soufyane Layla, Giovanni Gualdi, Danilo Goffi e Deborah Toniolo.

Sette ottimi atleti, con dei palmares e delle esperienze di grande spessore, che sono pronti a fronteggiarsi animando la quarantunesima edizione della gara più amata e partecipata dagli Italiani.

Ahmed El Mazoury (Fiamme Gialle), classe 1990, tornerà a correre una mezza maratona dopo il suo esordio datato 2013 ed un lungo periodo di stop dovuto ad un infortunio che ha frenato la sua eccellente continuità. Nel 2013 alla Stramilano corse in 1h03’37’’ e nello stesso anno registrò anche il suo ottimo personale sui 10000 metri in pista fissandolo a 28’36’’40. Il finanziere di Lecco, nato in Marocco e poi trasferitosi in Italia, ha finito splendidamente il 2014, vestendo la maglia azzurra agli Europei di Cross e vincendo una splendida medaglia di bronzo a squadre, iniziando ottimamente il 2015 con il successo alla Corsa di Miguel dello scorso 25 gennaio. È segnalato in ottime condizioni per la RomaOstia.

Domenico Ricatti (Aeronautica Militare), classe 1979, è alla sua terza RomaOstia ed in piena ripresa dopo la cocente delusione sofferta questa estate agli Europei di Zurigo dove fu costretto al ritiro. Lo scorso anno fu quarto e primo italiano sul traguardo della Maratona di Roma (2h15’09’’), dove stupì il pubblico per la sua ottima progressione finale nonostante un forte temporale. Si accredita con 01h03’47’’ ottenuto proprio alla RomaOstia nel 2014.

Fatna Maraoui (C.S. Esercito) è una delle migliori atlete del mezzofondo azzurro per quanto riguarda la corsa su strada ed il cross. Con il suo personale sulla mezza maratona di 1h10’08’’, ottenuto a Cremona nel 2011, si attesta tra le migliori 10 specialiste di sempre sulla distanza in Italia.

Soufyane Laila (C.S. Esercito), dopo aver maturato un’eccellente carriera su pista alla quale ha affiancato ottime uscite in varie dieci chilometri su strada iniziando ad incrementare i chilometri per approcciare le lunghe distanze. Proprio nel 2014 ha fatto registrare il suo personal best sulla mezza maratona 1h12’47’’ a Cremona ed ha corso in 2h34’13’’ la maratona di Torino. Come El Mazoury anche Laila ha vinto, lo scorso 25 gennaio, la corsa di Miguel.

Giovanni Gualdi (Corrintime), classe 1979, recentemente è stato il primo atleta italiano sul traguardo della maratona di Venezia 2014 in 2h18’40’’. Il suo personale sulla mezza maratona (1h04’06’’ datato 2013), la sua grande esperienza sulle lunghe distanze (personale in maratona di 2h13’55’’) e la sua ritrovata continuità ne fanno un temibile out-sider.

Danilo Goffi (Monza Marathon Team), classe 1972, sta attraversando un periodo di splendida forma facendo registrare diverse prestazioni di altissimo livello nella categoria M40; nel 2014 ha vinto il titolo assoluto di maratona in primavera (Milano 2h17’20’’) per poi puntare all’autunno correndo la mezza di Cremona in 1h06’24’’ ed imponendosi come primo M40 alla Maratona di New York (2h19’44’’). Il suo obiettivo dopo la RomaOstia sarà la maratona di Boston per continuare a primeggiare nell’elite del mondo master.

Deborah Toniolo (G.S. Forestale)– classe 1977, è una delle azzurre più esperte sulle lunghe distanze: Nel suo palmares tra Olimpiadi, Mondiali e Europei vanta ben 6 pesantissime convocazioni in nazionale ed una medaglia d’oro a squadre centrata agli europei 2010 di Barcellona sulla maratona. Ha recentemente corso la mezza di Verona in 1h15’29’ e quella di Sorrento in 1h18’56’’. È sposata con l’ex azzurro Giovanni Ruggero e nel 2012 hanno avuto la loro primogenita Giorgia.

Gara Paralimpica corre Di Lello, al via della gara paralimpica ci sarà il campione del mondo della classe T46 Alessandro Di Lello che effettuerà un test importante in vista dei Campionati Mondiali Paralimpici che si correranno a Londra il prossimo 26 aprile.

Tra i tanti italiani al via, chi sarà il primo? Lo dirà la strada, lo dirà il traguardo, lo dirà la corsa.

Mezza Maratona RomaOstia 2015. Si prepara una grande gara con alcune sfide tricolori
Mezza Maratona RomaOstia 2015. Si prepara una grande gara con alcune sfide tricoloriMezza Maratona RomaOstia 2015. Si prepara una grande gara con alcune sfide tricoloriMezza Maratona RomaOstia 2015. Si prepara una grande gara con alcune sfide tricolori
Mezza Maratona RomaOstia 2015. Si prepara una grande gara con alcune sfide tricoloriMezza Maratona RomaOstia 2015. Si prepara una grande gara con alcune sfide tricolori
Mezza Maratona RomaOstia 2015. Si prepara una grande gara con alcune sfide tricoloriMezza Maratona RomaOstia 2015. Si prepara una grande gara con alcune sfide tricolori
Repost 0
Published by Ultramaratone, maratone e dintorni (comunicato stampa) - in Mezze maratone e distanze intermedie con la 42 -195 Mezza Maratona RomaOstia
scrivi un commento
18 febbraio 2015 3 18 /02 /febbraio /2015 21:19
Mezza Maratona Internazionale RomaOstia 2015. La RomaOstia si avvicina ed è tempo di allenarsi con Annalisa Minetti

Sabato 21 febbraio alle 10.00 non perdere l’occasione di rifinire la tua preparazione in vista della edizione 2015 della Mezza maratona Internazionale RomaOstia insieme ad Annalisa Minetti e ad Adidas.

Sabato 21 febbraio alle ore 10.00, presso l’Adidas Store dei Parchi della Colombo (via Cristoforo Colombo 1897) è in programma la penultima training run di preparazione alla RomaOstia del prossimo primo marzo. Sarà occasione per gli amatori che stanno rifinendo la preparazione per i 21,097 km e per i neofiti che vogliono portare a casa la prima medaglia nella 5 km, di allenarsi sotto la guida di Massimiliano Monteforte insieme agli atleti del Gruppo Sportivo Bancari Romani e del Purosangue Athletic Team, ai Pacer della RomaOstia con indosso le Supernova Glide 7, fornite per un test gratuito da Adidas.
Questa sarà anche l’occasione per incontrare e correre insieme alla campionessa paralimpica Annalisa Minetti che sarà presente all’allenamento ed alla gara e che dispenserà i suoi consigli a quanti vorranno unirsi a questo “allenamento a porte aperte”.
Tutti i partecipanti riceveranno un gadget adidas e un buono sconto del 20% da spendere presso l’Adidas store dei Parchi della Colombo.
Le iscrizioni alla Euroma2Run sono aperte! Per iscriversi o per avere maggiori info, si può visitare il sito ufficiale www.romaostia.it, oppure ci si può recare presso un Adidas Store.

 

Repost 0
6 febbraio 2015 5 06 /02 /febbraio /2015 18:33
Presentazione della T-shirt ufficiale alla conferenza stampa del 5 febbraio 2015

Presentazione della T-shirt ufficiale alla conferenza stampa del 5 febbraio 2015

L’edizione numero 41 della mezza maratona ideata nel 1974 da Luciano Duchi è stata presentata nella mattina del 5 febbraio 2015 nella Sala Protomoteca del Campidoglio. Domenica 1° Marzo si correrà da Roma al mare di Ostia.

La mattina del 5 febbraio 2015 la sala Protomoteca del Campidoglio ha ospitato la presentazione al pubblico e alla stampa della quarantunesima edizione della RomaOstia in programma domenica 1° marzo.

A fare gli onori di casa ci ha pensato l’Assessore alla Scuola e allo Sport Paolo Masini che ha aperto la conferenza: “La nostra città è sempre più Capitale internazionale dello sport e la RomaOstia Half Marathon è in assoluta sinergia con questa vocazione” ha sostenuto l’Assessore, dando il benvenuto ai presenti in Campidoglio, “con il suo percorso che si snoda tra Roma e il litorale e con le sue migliaia di atleti, questa gara è una straordinaria occasione per avvicinare centro e periferia”.

Libera la tua energia” prosegue Masini, “è un motto che ricalca le nostre idee di rilancio dello sport di base in città: un programma che ci vede impegnati in tanti progetti volti alla diffusione dei valori sani delle discipline sportive in ambito sociale e scolastico”.

Dopo l’Assessore Masini è intervenuto il Presidente della FIDAL, la Federazione di Atletica Leggera, Alfio Giomi: “Correre è un consolidato stile di vita che sta ormai influenzando l’esistenza di tante persone; voglio quindi rendere un omaggio e ringraziare di cuore chi molti anni or sono ha anticipato un bisogno di molti ed ha saputo forgiare una gara oggi di altissimo livello” ha detto il professor Giomi parlando di Luciano Duchi e della terza IAAF Gold Label consecutiva ottenuta dalla RomaOstia.

Il Presidente della FIDAL ha poi ringraziato e richiesto un applauso per Vanni Loriga, firma storica del giornalismo sportivo romano e primo capo ufficio stampa della RomaOstia, per poi terminare il suo intervento con un inciso sul futuro del mondo delle corse su strada: “nel 2015 cambieremo diverse strategie e faremo sì che ci siano sempre meno organizzatori-improvvisatori”.

Roberto Tavani, della Segreteria Politica della Presidenza della Regione Lazio, ha voluto evidenziare come: “la RomaOstia unisce promozione, partecipazione e territorio sotto il comune denominatore dello sport e sposa già pienamente quella che è la nuova legge sullo sport che la Regione Lazio sta elaborando in questi mesi”. “La partecipazione di tutti” ha concluso Tavani, “sarà alla base di tutte le attività”.

La RomaOstia è un mix vincente” ha detto Svetlana Celli, presidente della Commissione personale, statuto e sport di Roma Capitale, “siamo grati a Luciano Duchi ed alla sua squadra per aver creato un evento che è una grande occasione di aggregazione e partecipazione per tutti”. “Quello che mi piace di più della RomaOstia” ha ancora evidenziato Svetlana Celli, “è che trasmette tanta energia ed è una grande opportunità per i giovani”.

Da 25 anni AssoBalneari è vicina alla RomaOstia” così ha esordito l’ingegner Renato Papagni, presidente dell’AssoBalneari di Roma, “ci sentiamo parte di una grande famiglia e siamo grati alla famiglia Duchi per l’affetto che non smette mai di ricambiare e per l’entusiasmo che sa trasmetterci”.

La RomaOstia è forte; più forte del tempo”, parole di Luciano Ciocchetti, Presidente onorario del comitato organizzatore, “oltre al suo format straordinario di evento sportivo che unisce Roma e Ostia, questa gara mi stupisce per la sua continuità, per l’entusiasmo della gente e per l’energia”. “Ogni anno non vedo l’ora che arrivi la RomaOstia” ha concluso Ciocchetti, “per respirare sano sport e tanta vitalità”.

Gli ultimi due interventi sono stati quello di Pietro Zarlegna di Adidas e quello del Presidente Luciano Duchi, i quali hanno annunciato e presentato alcune iniziative di interesse specifico della quarantunesima edizione.

“Adidas è entusiasta di essere lo sponsor tecnico della RomaOstia” ha detto Pietro Zarlenga, Asset Mananger Running e Outdoor Sports Marketing, “quest’anno caleremo quattro assi importanti per potenziare il nostro supporto al comitato organizzatore e come sempre forniremo a tutti i partecipanti la maglia tecnica ufficiale”.

Il primo asso sarà la nuova scarpa adidas ultraboost, quella che è stata definita come la scarpa più innovativa dell’ultimo decennio; il secondo asso è stato il supporto al Gruppo Sportivo Bancari Romani che da questa stagione si è dotato di una nuova tenuta tecnica rigorosamente adidas; il terzo asso è la squadra del Purosangue Athletics Club che sarà un valido supporto tecnico per le training run in vista della gara del primo marzo, il terzo asso sarà Annalisa Minetti, nuova testimonial di adidas, che non solo prenderà parte alla gara non competitiva ma ci riserverà anche una grande sorpresa a Casa RomaOstia” ha annunciato Zarlenga.

Dopo aver presentato queste quattro importanti novità ha mostrato la maglia ufficiale dell’edizione 2015 sia della gara agonistica che di quella non competitiva.

Per la gara agonistica è stato scelto il colore Night Flash sia per gli uomini che per le donne” ha precisato l’Asset Manager Running di adidas mostrando la maglia, “mentre per la gara non competitiva è stato scelto il colore Solar Red”.

Vogliamo evidenziare che la maglia 2015 della gara agonistica avrà il logo RomaOstia più grande e stampato al centro della maglia, ha precisato Zarlenga, “questa iniziativa è stata presa dopo le richieste avanzate proprio dai partecipanti, che sono fieri di indossare la maglia di questa manifestazione”.

Il 31 marzo del 1974 il tempo era brutto come oggi” ha esordito Luciano Duchi, “ricordo nitidamente vicino a me Vanni Loriga, che aveva accettato di fungere da ufficio stampa della gara, Giorgio Lo Giudice, in veste di podista, Pino Biscari, mio compagno di avventura e Alessandro Palazzotti”.

Oggi li rivedo tutti qui, seduti in prima fila, e continuo a ribadire che non avrei mai pensato che quel campionato interbancario diventasse oggi un’espressione di uno stile di vita, per citare il Presidente della FIDAL Alfio Giomi, o comunque una gara internazionale di così alto livello tecnico”.

Manifestazione vincente non si cambia” ha detto Duchi, “per questo abbiamo deciso di confermare lo stesso format e la stessa organizzazione dello scorso anno anche se lo spirito sarà molto più impegnativo”.

Avremo al via più di 13.000 atleti, di cui oltre 2000 stranieri, e tra questi non mancheranno alcuni dei migliori specialisti del momento come Titus Masai, Simon Cheprot, Caroline Chepkwony e Sylvia Kibet” ha annunciato il Presidente della RomaOstia, “mentre a rappresentare l’Italia ci saranno Ahmed El Mazoury, Fatna Maroui e spero nelle prossime settimane di poter annunciare al via anche Andrea Lalli”.

La splendida realtà che è oggi la RomaOstia” ha concluso Luciano Duchi, “è tutto merito dei podisti e di un grande comitato organizzatore che con il cuore e con la mente crede in quello che fa”.

Solidarietà – il programma di impegno sociale abbinato alla campagna iscrizioni della RomaOstia, giunto alla terza edizione, ha riscosso ancora un ottimo successo. Tutti gli iscritti, nessuno escluso, prima di concludere la procedura di iscrizione online hanno scelto a quale associazione donare un euro della loro quota tra le quattro possibilità selezionabili: Special Olympics Italia, Comunità di Sant’Egidio, Sport Senza Frontiere Onlus e Komen Italia.

Queste quattro associazioni, con finalità ed iniziative differenti, saranno in prima linea nell’organizzazione dei ristori e dei punti animazione sul percorso.

Casa RomaOstia – la casa dei runners sarà aperta giovedì 26 febbraio (dalle 15:00 alle 19:00), venerdì 27 febbraio (dalle 10:00 alle 19:00) e sabato 28 febbraio (dalle 10:00 alle 20:00) nella splendida location del Salone delle Fontane dell’EUR in via Ciro il Grande. Oltre ai servizi per il ritiro dei pettorali e la consegna del welcome pack di adidas (sacca + maglia tecnica) ci saranno ben trenta stand espositivi da visitare e spazi per intrattenersi a fare due chiacchiere con gli amici, i pace-maker ed i compagni di avventura. Ci sarà poi la musica e l’animazione di Dimensione Suono Roma, colonna sonora della RomaOstia, e tanti momenti di intrattenimento pre-gara.

Euroma2Run, la RomaOstia non competitiva per tutti! – Euroma2Run è la gara non competitiva di cinque chilometri abbinata dalla RomaOstia a cui possono prendere parte tutti gli appassionati della corsa che non si sentono pronti a correre ventuno chilometri e novantasette metri ma vogliono provare l’emozione e l’entusiasmo di una grande gara. Le iscrizioni alla Euroma2Run resteranno aperte fino alla chiusura di Casa RomaOstia sabato 28 febbraio al costo di 10 euro. Tutti gli iscritti riceveranno una maglia tecnica adidas ed il pettorale di gara.

Il percorso della Euroma2Run ricalcherà esattamente i primi quattro chilometri della gara agonistica per poi finire dentro il Centro Commerciale Euroma2 dove ad attendere tutti i partecipanti ci sarà l’arco di arrivo, la medaglia ricordo della gara, un ristoro e tanta animazione.

Maggiori informazioni possono essere consultate su www.romaostia.it dove è anche attivo il servizio di pre-iscrizione online.

Da sabato 7 febbraio partono le training run adidas – per rifinire la preparazione o per preparare la Euroma2Run, le training run di adidas sono aperte a tutti ed assolutamente gratuite. Lo staff di adidas, insieme agli atleti del GS Bancari Romani ed al gruppo del Purosangue running club, guideranno tutti i partecipanti in un programma di allenamento di quattro settimane alla portata di tutti. Principianti ed esperti potranno allenarsi insieme, ricevere consigli tecnici, provare senza impegno le ultime novità di adidas ed essere al top della condizione domenica primo marzo.

Ricettivo Alberghiero e altro. I 2000 stranieri e gli oltre 5.000 podisti provenienti da ogni parte della penisola, pernotteranno nella Capitale producendo un importante indotto in un momento assolutamente non facile per il nostro settore alberghiero. Almeno tremila camere occupate. Sarà questo il contributo della RomaOstia all’economia capitolina mentre i ristoranti di Ostia, registreranno per la maggior parte il “tutto esaurito” domenica 1 Marzo, al termine della gara.

Il Gruppo Sportivo Bancari Romani – Luciano Duchi non è solo l’ideatore della RomaOstia ma anche il fondatore del Gruppo Sportivo Bancari Romani. Due idee, due creazioni, due identità sportive d’eccellenza. Il GSBR è la base e la linfa del successo della RomaOstia: nelle sue fila si sono formati la maggior parte dei componenti del Comitato Organizzatore e grazie al GSBR oggi più di 1500 persone praticano atletica regolarmente. Fondato nel 1976, due anni più tardi rispetto alla RomaOstia ed inizialmente legato ai circoli ricreativi dei primari istituti di credito ed ai loro dipendenti, si è successivamente aperto a tutti i podisti che negli anni hanno potuto apprezzare l’organizzazione interna ed il grande spirito di squadra. I componenti del Gruppo seguono tutti i vari settori dell’organizzazione della RomaOstia: dai magazzini al percorso, dai ristori agli allestimenti. Il GSBR è una squadra di atletica ed una grande macchina organizzativa che ha saputo dare un contributo decisivo e strategico al grande successo della RomaOstia.

 

Repost 0
3 febbraio 2015 2 03 /02 /febbraio /2015 08:47
Mezza Maratona Internazionale RomaOstia 2015: la conferenza stampa di presentazione avrà luogo il prossimo 5 febbraio

Mezza Maratona Internazionale RomaOstia 2015: la conferenza stampa di presentazione avrà luogo il prossimo 5 febbraio

Repost 0
20 gennaio 2015 2 20 /01 /gennaio /2015 04:53
Mezza Maratona Internazionale RomaOstia 2015 (41^ ed.). Pronte le medaglie per i finisher ed ufficializzato il team dei pacemaker

Mentre corre il conto alla rovescia per l'edizione 2015 della Mezza Maratona Internazionale RomaOstia, è pronta la medaglia 2015 che sarà consegnata a tutti i finisher della gara ed è stata ufficializzata la squadra dei pacemaker, proprio qualche giorno fa..

L'esortazione degli organizzatori della RomaOstia 2015: affidati ai pacemaker corri verso il tuo PB e conquista la medaglia.

Rotonda, semplice ed ispirata all’energia e alla corsa. La medaglia 2015 che sarà consegnata a tutti i “finisher” della mezza maratona più partecipata d’Italia è dedicata alla gioia di correre.

Correre fa bene alla salute, al corpo ed alla mente, correre fa sorridere e gioire. In un momento di crisi come quello che stiamo attraversando, la corsa diventa prezioso strumento per distrarsi e scaricare le tensioni. La RomaOstia per la sua quarantunesima edizione ha voluto tributate all’energia ed alla gioia di correre la medaglia ufficiale che sarà consegnata a tutti i “finisher” che taglieranno il traguardo sulla Rotonda di Ostia dopo aver corso i ventuno chilometri e novantasette metri più amati dal popolo dell’Italia che corre.

Con la tradizionale forma rotonda ed essenziale, la medaglia 2015 della RomaOstia raffigura un runner che taglia il traguardo a braccia alzate, stanco ma carico di energia, nel pieno della gioia.

Sembra dire sono contento, sono soddisfatto, sono felice” dice Luciano Duchi, presidente del comitato organizzatore e ideatore della RomaOstia, “le tre parole che vorrei sentire da parte di tutti i nostri partecipanti e chi come me ha corso e ora non può più farlo, conosce il valore immenso di quanto detto”.

“Stiamo mettendo al loro posto gli ultimi pezzi del puzzle e siamo pronti a passare alla fase finale, quella più meramente operativa dell’evento” continua Duchi, “abbiamo 10000 registrati all’evento quando mancano ancora 19 giorni alla chiusura delle iscrizioni. Il momento di crisi si sente, la latitanza degli sponsor è un fatto concreto, ma il mondo del running è sicuramente vivo e ancora in significativa crescita”.

Abbiamo voluto una medaglia classica, più grande di quanto lo fosse gli scorsi anni (otto centimetri di diametro), il cui protagonista è un runner, uno di noi, che abbiamo selezionato tra le decine di migliaia di foto della passata edizione” ha detto invece Laura Duchi, coordinatrice generale della manifestazione, “i protagonisti indiscussi della RomaOstia sono i partecipanti, dal primo all’ultimo, accomunati da una grande voglia di correre e dal desiderio di prendere e liberare una grandissima energia. Chi indosserà questa medaglia dopo aver tagliato il traguardo deve sentirsi fiero di aver corso la 41^ RomaOstia”.

Nel corso dell’ultima riunione del Comitato Organizzatore è stata anche ufficializzata la lista dei pacemaker, coloro che accompagneranno ad un’andatura costante chi vorrà raggiungere un preciso obiettivo cronometrico. Introdotta quest’anno anche la coppia delle 2h15: un’andatura tranquilla per i neofiti che magari ci provano per la prima volta.

I 26 pacer "ufficali" saranno ovviamente tutti vestiti Adidas Running, indosseranno scarpe Energy Boost e avranno dei palloncini con indicata la loro andatura, che li renderanno visibili da lontano.

Ci sarà una sola coppia per gli arrivi veloci previsti in 1h24’, 1h30’, 1h35’ e 1h40’ mentre ci saranno due coppie per gli arrivi più affollati in 1h45’, 1h50’’ e 1h55’ (partiranno da onde diverse per permettere a tanti di poterli seguire). Gli ultimi tre riferimenti cronometrici più lenti: 2h00’, 2h06’ e 2h15’ saranno invece guidati da una sola coppia di pacer.

La lista dei ventisei nomi può essere consultata sul sito internet di RomaOstia (www.romaostia.it) mentre sulla pagina facebook ufficiale “Roma Ostia Half Marathon” sarà possibile interagire direttamente con loro. Inoltre, durante i giorni di apertura di Casa RomaOstia i pacemaker avranno un loro stand dedicato dove sarà possibile conoscerli personalmente e concordare insieme strategie e modalità di corsa.

Le iscrizioni alla quarantunesima edizione della RomaOstia si chiudono alle 24:00 di venerdì 5 febbraio. L’iscrizione alla gara costa 35€. Per iscriversi www.romaostia.it - info line 0657288029.

 

Mezza Maratona Internazionale RomaOstia 2015 (41^ ed.). Pronte le medaglie per i finisher ed ufficializzato il team dei pacemaker
Repost 0
Published by Ultramaratone, Maratone e Dintorni (da comunicato stampa) - in Mezze maratone e distanze intermedie con la 42 -195 Mezza Maratona RomaOstia
scrivi un commento
14 gennaio 2015 3 14 /01 /gennaio /2015 06:00

Mezza Maratona Roma-Ostia. Un'immagine della partenza dell'edizione 2014RomaOstia 2015: il 5 febbraio si chiudono le iscrizioni. Mancano meno di tre settimane alla chiusura ufficiale delle iscrizioni per la 41^ edizione della RomaOstia, in programma per domenica 1° marzo. Fino al 5 febbraio l’iscrizione alla gara costa 35 euro.

Domenica 1° marzo la RomaOstia “taglierà” il quarantunesimo traguardo di un lungo percorso fatto di passione sportiva e atletica di alto livello che ha portato quella che fu una semplice idea di Luciano Duchi ad essere oggi la mezza maratona più partecipata ed amata dai podisti italiani.

Le iscrizioni alla gara agonistica si chiuderanno il prossimo 5 febbraio. Iscriversi è molto semplice: basta collegarsi al sito www.romaostia.it e seguire la semplice procedura online. Al termine dei vari passi, nei quali viene richiesto di inserire i propri dati personali e tecnico-sportivi (dichiarare correttamente il proprio PB sulla mezza maratona), si può decidere di donare un euro, già compreso nella quota di iscrizione, ad una delle quattro charity che sono sostenute dal Comitato Organizzatore.

Si può scegliere di sostenere: la Comunità di Sant’Egidio, attivissima in tutto il mondo al fianco dei poveri e dei bisognosi, oppure Special Olympics Italia con le sue attività e i suoi atleti speciali, oppure la Komen Italia Onlus per la ricerca e la lotta contro tumori al seno, oppure Sport Senza Frontiere Onlus che lavora per l’integrazione e il diritto allo sport per tutti.

Sempre su www.romaostia.it è possibile consultare tutte le info e la lista degli hotel convenzionati per godere di ottime tariffe agevolate e soggiornare vicinissimi a Casa RomaOstia e alla partenza del Pala Lottomatica.

Prenotando in questi hotel, sarà possibile usufruire del late check-out (fino alle 14) e dei servizi bus navetta previsti per il giorno della gara. Se si sceglierà di soggiornare presso l’Aran Mantegna, si godrà anche della presenza dei migliori atleti internazionali e dei loro allenatori, a prezzi assolutamente convenienti.

Repost 0

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014

Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche