Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
10 settembre 2015 4 10 /09 /settembre /2015 21:49
ItalianChallenge all'Expo di Milano. 12 ore no-stop su tapis roulant: stabiliti due nuovi record del mondo 12 ore, individuale e staffetta
ItalianChallenge all'Expo di Milano. 12 ore no-stop su tapis roulant: stabiliti due nuovi record del mondo 12 ore, individuale e staffetta
ItalianChallenge all'Expo di Milano. 12 ore no-stop su tapis roulant: stabiliti due nuovi record del mondo 12 ore, individuale e staffetta
ItalianChallenge all'Expo di Milano. 12 ore no-stop su tapis roulant: stabiliti due nuovi record del mondo 12 ore, individuale e staffetta

E' stato stabilito un nuovo record del mondo di corsa su tapis roulant, nell'ambito delle ultramaratone a tempo.

E' accaduto l'8 settembre 2015, all'Expo di Milano, dove la Technogym Arena ha ospitato l'evento "Italianchallenge" in cui 3 atleti hanno corso no-stop per 12 ore su tapis roulant. In particolare Daniele Baranzini (Road Runners Club Milano) ha stabilito il nuovo record mondiale di corsa 12 ore non-stop nella categoria singolo percorrendo 148,177 Km (4'51"/km e 12,3 km/h), mentre Vito Intini e Ivan Cudin hanno stabilito il record mondiale nella categoria staffetta, percorrendo 175,617 Km sempre in 12 ore.
I'impresa é stata registrata negli annali dei "Rekord Klub Saxonia".

Daniele Baranzini, Psicologo professionista, ricercatore  presso il Trinity college di Dublino, ha iniziato a correre a 41 anni e da allora è diventato un podista polivalente.
Nel 2014 è stato campione assoluto nazionale della 24 ore su strada (227,277 km) a Putignano, nel 2015 ha vinto il titolo italiano Master Fidal sui 3mila metri indoor (in 9’26’’15).
Daniele Del Monaco lo ha intervistato per IlGiorno.net.

 

Baranzini, record mondiale di corsa a 45 anni: è sorpreso?
«Il risultato non nasce dal caso. L’ultramaratona è uno sport maturo, come esplorare un oceano. Un viaggio diverso alla scoperta dei propri limiti. Chi affronta una gara su macchina vive una corsa interiore sproporzionata rispetto a quella reale».

Ci sono stati problemi nella 12 ore?
«Una crisi di due ore intorno al km 100. Ci sono varie tattiche per distrarre la mente dalla stanchezza come ripetere filastrocche o cambiare la velocità, che ho mantenuto sempre fra 12,7 e 12,3 km/h. C’era poi da battere il record di Dider Stein, 147,51 km. Comunque, ho anche fatto una ‘sosta in movimento’ per cambiare le scarpe, passando dal tipo A1 ad A3».

Poi ha consumato 10.666 calorie...
«E in 24 ore si arriva a 18mila. In realtà ho bevuto e mangiato per 12 ore. Per le prime sei ore maltodestrine in polvere mescolate ad acqua. Bevevo un goccio ogni due minuti insieme a sali minerali, sodio effervescente in pastiglie, zuccheri, gel e carboidrati in gel di facile assimilazione, pezzi minuscoli di frutta, banana o fragola. Pochissimi solidi per non distrarre il sangue dalle gambe all’intestino».

È più difficile correre su strada o su tapis roulant?
«Su treadmill non c’è vento, il corpo suda e si riscalda in fretta. Manca una vera spinta in avanti e aumenta il lavoro a carico di caviglie e polpacci. Correre in un metro per 60 è impegnativo mentalmente. Ma a Expo ero fortunato: davanti a me c’era un vero 'cinema'. Lo spettacolo del Decumano affollato e molte persone stupite, imbarazzate o contente venivano a osservarmi».

Cosa ha dimostrato alla platea?
«L’impresa sportiva era anche ‘sociale’. Mentre correvo Renzi e Bono Vox parlavano a Expo sulla fame del mondo. Noi, tramite il World Food Programme Onu che assiste 20 milioni di bambini nel mondo, trasformeremo il nostro movimento misurato da un’app Technogym in una grande quantità di buoni pasto per le scuole bisognose».

Quali sono le competizioni che ricorda con maggior piacere?
«Il terzo posto sulla 24 ore ai mondiali in Olanda nel 2013. E poi la concept run UltraMaggiore, ideata da me: nel 2012 ho percorso 173 chilometri intorno al bacino lacustre in 17 ore in omaggio al Lago Maggiore»..

Due settimane dopo i 148 km di Expo ti sei cimentato anche sulla velocità?
«A Bastia Umbra il 19 e 20 settembre ho corso i 5mila metri in 16’40’’ e i 400 metri in 59’’. Quest’ultimo risultato è in linea con le mie performance. Il dato interessante è che il lavoro anaerobico sembra non essere stato influenzato dal grande sforzo aerobico sulle 12 ore. Dovrò studiarlo con i fisioterapisti».

Come puoi coniugare da runner gare di ultramaratona e velocità sui 400 metri?
«Entrambe sono gioielli della corsa, ma agli antipodi. La differenza è il colore che dai al gesto atletico e al modo in cui pieghi il tempo. La corsa sui 400 metri può essere lunga quanto una 24 ore, se percepisci tutte le frazioni del gesto atletico come un evento a sé. E viceversa».

Daresti un consiglio a chi vuole seguire le tue orme?
«Scegliere una distanza da percorrere e arrivare al traguardo, anche solo camminando. L’importante è non strafare e tenere presente che 42,195 km è una misura arbitraria, il termine ultramaratona può voler dire tutto e niente».
daniele.monaco@ilgiorno.net

Condividi post

Repost 0
Published by Ultramaratone, maratone e dintorni (Fonte Ansa) - in Flash News - anticipazioni e miscellanea Atleti Record Tapis Roulant (Treadmill)
scrivi un commento

commenti

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Elenco Degli Articoli

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014

Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche