Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
17 novembre 2016 4 17 /11 /novembre /2016 08:33
(foto di Maurizio Crispi)

(foto di Maurizio Crispi)

(Maurizio Crispi) Si è svolta il 13 novembre 2016, con il favore di un ottimo meteo, la Maratona Città di Palermo che ha spento con successo la sua 22^ candelina. Grande successo di partecipazioni alla due competitive in programma sulla distanza rispettivamente della Maratona e della Mezza, con oltre 1400 atleti allo start, di cui circa 400 hanno affrontato il cimento della 42,195 km, con numerose nazioni estere rappresentate.
Epicentro della manifestazione è stato lo Stadio di Atletica delle Palme, intitolato a Vito Schifani.

Maratona Città di Palermo 2016 (2^ edizione) - 13 novembre 2016. La 2^ Walk of Smile muove i suoi passi fuori dallo stadioDai maratoneti, come è stato nel caso dell'edizione 2015 è stato graditissimo il percorso u di un giro unico, con un passaggio dallo stadio alla mezza: il percorso ha consentito agli atleti in gara, soprattutto a quelli stranieri di avere uno splendido colpo sulle bellezze storiche, architettoniche e naturalistiche della città e, in un certo senso di viaggiare, toccando i diversi monumenti del centro, attraverso la storia più che millenaria di Palermo.
Ma la giornata non è stata soltanto dedicata allo sport agonistico (per quanto amatoriale), ma anche alla solidarietà e alla promozione di uno sport sano e sostenibile.
Subito dopo lo start delle due competitive si è assistito allo spettacolo straordinario della seconda edizione della camminata di solidarietà "Walk of Smile" che, su di una distanza di circa tre chilometri, ha visto la partecipazione di oltre duemila persone, tra scolari e studenti delle scuole di ogni ordine e grado, accompagnati dai rispettivi genitori, di cani, di genitori che spingevano carrozzine con i propri infanti, da disabili in carrozzina con i loro spingitori. Insomma, si è creato un vero fiume di camminatori, che - regalando agli astanti un gran colpo d'occhio vivacissimo e colorato - ha consentito di toccare con mano quanto a Palermo, grazie a questo evento che - in termini di organizzazione e partecipazione - è sicuramente il primo in Sicilia e nel Mezzogiorno, qualcosa si muova in maniera concreta senza roboanti parole retoriche per avvicinare Palermo alle realtà sportive delle grandi maratone e delle grandi città europee.

Videosintesi con le foto di Maurizio Crispi
Videosintesi con le foto di Maurizio Crispi
Videosintesi con le foto di Maurizio Crispi
Videosintesi con le foto di Maurizio Crispi
Videosintesi con le foto di Maurizio Crispi
Videosintesi con le foto di Maurizio Crispi
Videosintesi con le foto di Maurizio Crispi
Videosintesi con le foto di Maurizio Crispi
Videosintesi con le foto di Maurizio Crispi
Videosintesi con le foto di Maurizio Crispi
Videosintesi con le foto di Maurizio Crispi

Videosintesi con le foto di Maurizio Crispi

(Comunicato stampa finale post-gara) Ha soffiato forte il vento d’Africa alla Maratona di Palermo; a vincere, infatti, è stato Ezekiel Kiprotic Meli, che ha preceduto i connazionali Kisorio e Tiongik. Filippo Lo Piccolo, già vincitore dell’edizione 2015, è stato il primo degli italiani. Tra le donne, si è visto il trionfo dell’argentina Mariana Mendiburu Pantaleone. Oltre 2000 presenze alla non competitiva “The Walk of Smile – Crai Sicilia Spa”.

Podio tutto keniano alla 22^ Maratona di Palermo che si è disputata il 13 novembre 2016 nel capoluogo siciliano.
Maratona Città di Palermo (22^ edizione) - 13 novembre 2016 - Il terzetto keniano in testa ai 21 km circa (foto di Maurizio Crispi)Com’era ampiamente prevedibile le gazzelle africane hanno fatto il brutto e il cattivo tempo, dominando la competizione. A vincere è stato forse il meno atteso dei tre, Ezekiel Kiprotic Meli, tesserato per l’Atletica Futura ASD, alle sua prima esperienza in maratona. Di tutto rispetto anche il riscontro cronometrico, considerato il percorso palermitano, splendido e tranquillo nella sua prima parte, quando si attraversa la città, arduo nel finale di gara , quando la stessa entra nel vivo e da Mondello si ritorna verso il parco della Favorita “porta” che conduce all’interno dello stadio delle Palme. E l’asperità del tragitto ha fatto selezione anche tra i “colored” con Meli che si è staccato dai suoi compagni di viaggio nell’ultima parte della competizione, andando a vincere in solitaria con il tempo di 2h17’14. Al secondo posto con circa due minuti di ritardo Hosea Kimeli Kisorio, vincitore alla recente Telesia Half Marathon, in 2h19’25. Terzo Paul Tiongik in 2h20’22. Quarto, e primo degli italiani, il vincitore dello scorso anno Filippo Lo Piccolo (Good Race Team) in 2h36’40.
Non c’è stata storia invece per la gara al femminile che ha visto la vittoria dell’argentina di Lobos, Mariana Mendiburu Pantaleone, testimonial del “Festival dell’infanzia di Teggiano”, che ha fermato il crono su 3h06’40. Al secondo posto, staccatissima, Maria Cristina Guzzi (Atletica San Marco) in 3h21’48, Monica Audenino (SS Vittorio Alfieri Asti) con il tempo di 3h38'55, quarta infine l’ungherese Gyula Lazay, in 3h25’57. In precedenza Salvo Campanella a bordo della sua handbike, aveva chiuso la sua prova-esibizione precedendo gli atleti della Mezza maratona; media distanza che ha visto le vittorie, tra gli uomini del marocchino (palermitano di adozione) Bibi Hamad (Universitas Palermo) in 1h10’03 e al femminile dalla palermitana Barbara Bennici (Fiamma Rossa Palermo) che ha sfoderato un ottimo 1h26’50. Gara in fotocopia: entrambi gli atleti, infatti, hanno dominato dal primo all’ultimo chilometro, dando poco più di 4 minuti di distacco ai secondi classificati.

Maratona Città di Palermo (22^ ed.) - 13 novembre 2016 - Filippo Lo Piccolo, primo degli Italiani in Maratona (4° classificato) ai 21 km circa (Foto di Maurizio Crispi)Il più anziano a tagliare il traguardo è stato l’ottantatrenne Francesco De Trovato che ha impiegato poco più di due ore per percorrere 21,097 km.
Circa 1500 gli atleti in gara, 30 le nazioni rappresentate, 108 i maratoneti stranieri, numeri che danno il senso del successo della manifestazione e della festa che ha vissuto oggi Palermo.
Confermata e sempre più apprezzata anche la presenza della non competitiva, “The Walk of Smile – CRAI Sicilia Spa”, nata con l'obiettivo di sensibilizzare e informare su una problematica sanitaria qual è la Thalassemia. Oltre 2000 i bambini accompagnati dai genitori che hanno percorso i tre chilometri a loro dedicati; il classico fiume festante colorato dall’allegria dei piu piccoli che ha coinvolto tutti i presenti.
Per la cronaca a tagliare per primi il traguardo sono stati Matteo Romano dell’istituto comprensivo Pecoraro e Chiara Pece dell’istituto Minutoli.

Le premiazioni (peraltro “rallentate” dalle operazioni anti-doping) si sono svolte alla presenza del sindaco di Palermo Leoluca Orlando (che ha donato ai primi arrivati la Carta di Palermo), dell’assessore allo Sport Giuseppe Gini, del vice presidente del Consiglio comunale di Palermo Nadia Spallitta e dei rappresentanti dei maggiori sponsor dell’evento, primo su tutti l’Unicredit per il nono anno partner della manifestazione.

 

Le dichiarazioni in pillole:

Ezekiel Kiprotic Meli (primo uomo): “Percorso duro e molto bello, era la prima volta che correvo una maratona e sono contento di com’è andata. Mi rammarico solo per un problema al polpaccio che ho avvertito già dal terzo chilometro, portandomelo dietro per tutta la gara. Il momento decisivo l’ultimo tratto in salita è quello che ha fatto la selezione.”

Mariana Mendiburu Pantaleone (prima donna):Sono rimasta estasiata dalla spiaggia di Mondello, percorso duro e bellissimo”. Ho rallentato un po’ sul finire di gara, peccato quell’errore sul percorso,che mi ha costretta a correre quasi un chilometro in più”.

Leoluca Orlando (Sindaco di Palermo):Ringrazio tutti coloro che hanno partecipato e grande apprezzamento va agli organizzatori; La città ha bisogno dello sport. Palermo città di accoglienza celebra la vittoria di tre atleti africani a cui faccio dono della carta di Palermo, perché la mobilità deve essere un diritto di tutti”.

Salvatore Gebbia (patron della manifestazione): Un successo, lo dicono i commenti degli atleti, lo dice la gente che ha vissuto questa fantastica giornata. Ringrazio tutti coloro che si sono spesi per l’evento e gli atleti che correndolo lo hanno onorato”.

Videosintesi con le foto fornite dall'Ufficio Stampa che danno un'idea di punti diversi del percorso di gara
Videosintesi con le foto fornite dall'Ufficio Stampa che danno un'idea di punti diversi del percorso di gara
Videosintesi con le foto fornite dall'Ufficio Stampa che danno un'idea di punti diversi del percorso di gara
Videosintesi con le foto fornite dall'Ufficio Stampa che danno un'idea di punti diversi del percorso di gara
Videosintesi con le foto fornite dall'Ufficio Stampa che danno un'idea di punti diversi del percorso di gara
Videosintesi con le foto fornite dall'Ufficio Stampa che danno un'idea di punti diversi del percorso di gara
Videosintesi con le foto fornite dall'Ufficio Stampa che danno un'idea di punti diversi del percorso di gara
Videosintesi con le foto fornite dall'Ufficio Stampa che danno un'idea di punti diversi del percorso di gara
Videosintesi con le foto fornite dall'Ufficio Stampa che danno un'idea di punti diversi del percorso di gara
Videosintesi con le foto fornite dall'Ufficio Stampa che danno un'idea di punti diversi del percorso di gara
Videosintesi con le foto fornite dall'Ufficio Stampa che danno un'idea di punti diversi del percorso di gara
Videosintesi con le foto fornite dall'Ufficio Stampa che danno un'idea di punti diversi del percorso di gara
Videosintesi con le foto fornite dall'Ufficio Stampa che danno un'idea di punti diversi del percorso di gara
Videosintesi con le foto fornite dall'Ufficio Stampa che danno un'idea di punti diversi del percorso di gara
Videosintesi con le foto fornite dall'Ufficio Stampa che danno un'idea di punti diversi del percorso di gara
Videosintesi con le foto fornite dall'Ufficio Stampa che danno un'idea di punti diversi del percorso di gara
Videosintesi con le foto fornite dall'Ufficio Stampa che danno un'idea di punti diversi del percorso di gara
Videosintesi con le foto fornite dall'Ufficio Stampa che danno un'idea di punti diversi del percorso di gara
Videosintesi con le foto fornite dall'Ufficio Stampa che danno un'idea di punti diversi del percorso di gara
Videosintesi con le foto fornite dall'Ufficio Stampa che danno un'idea di punti diversi del percorso di gara

Videosintesi con le foto fornite dall'Ufficio Stampa che danno un'idea di punti diversi del percorso di gara

Il video ufficiale (realizzato da Francesco Catalano)

Di seguito i link alle gallerie fotografiche con le foto di Maurizio Crispi e pubblicate nella pagina Facebook "Ultramaratone, Maratone e Dintorni".

Repost 0
20 ottobre 2016 4 20 /10 /ottobre /2016 08:57
(foto di Maurizio Crispi. Allo start)

(foto di Maurizio Crispi. Allo start)

Come notizia dell'ultim'ora si apprende che il comitato organizzatore del Circuito Running Sicily 2016 ha apportato - dopo attenta verifica - una rettifica nella Classifica finale a squadre maschile, sulla base della quale la Società vincitrice diramato un comunicato, tra l'altro pubblicato anche sul sito Sicilia Running, dove appunto si rettifica che la classifica finale maschile per società del Running Sicily 2016, è stata vinta dall'ASD Hymera Marathon di Termini Imerese (Palermo) e non dalla ASD Murialdo di Cefalù, come era stato comunicato in prima istanza con i relativi riconoscimenti in sede di premiazioni post-gara.
La premiazione riveduta e corretta sarà pertanto rifatta e inserita nel corso della premiazione della Maratona Internazionale di Palermo del prossimo 13 Novembre 2016.

Il prossimo anno ripartirà ancora una volta da Cefalù il Running Sicily, la manifestazione organizzata dalla Asd Agex sulla quale è calato il sipario per il 2016 domenica scorsa a Palermo con le vittorie del marocchino dell’Universitas Palermo, Hamad Bibi, tra gli uomini e di Francesca Vassallo dell’Atletica Bagheria, tra le donne.
Classifica modificata in extremis, invece, nella competizione a squadre con l’Himera Marathon Termini Imerese (in provincia di Palermo) che si è aggiudicata la prima posizione tra gli uomini scalzando la Murialdo Cefalù, che ha chiuso al comando tra le donne.
La premiazione dell’Himera Marathon è stata programmata per il 13 novembre a margine della Maratona di Palermo.

Va in archivio con un bilancio molto positivo l’edizione del 2016 e siamo, già, proiettati al prossimo anno – ha spiegato il direttore tecnico del Running Sicily - Coppa Conad, Nando Sorbellograzie al sostegno dell’Assessorato regionale al Turismo ed a quello dell’Assessorato comunale allo sport, ma soprattutto al contributo degli sponsor, con in testa la Conad, abbiamo organizzato una corsa su tre tappe che ha trovato grande riscontro in chi ama correre. Le presenze di testimonial di prestigio come Stefano Mei, Anna Incerti, Vincenzo Massimo Modica, Antonio Selvaggio e l’organizzatore della Maratona di Malta, Joe Micallef, hanno rappresentato un valore aggiunto apprezzato da tutti gli atleti presenti alla tappa conclusiva di Palermo della scorsa domenica”.

Già pronto il calendario dell’edizione 2017 del Running Sicily: il 23 aprile è in programma la prima tappa sui 10 Km. a Cefalù (nell’ambito del fitto programma di Earth Day, iniziativa promossa in occasione Giornata Mondiale della Terra), poi il 14 maggio sarà la volta di Bagheria (sempre sui 10 Km.), quindi il 15 ottobre la conclusione a Palermo con l’Half Marathon che si correrà su un circuito cittadino. “Stiamo valutando la possibilità di aggiungere una tappa a Catania – ha concluso Sorbello – contiamo nei prossimi giorni di definire questo ulteriore passaggio in maniera tale da consegnare agli atleti il calendario completo”.

Repost 0
19 ottobre 2016 3 19 /10 /ottobre /2016 00:43
(foto di Maurizio Crispi)

(foto di Maurizio Crispi)

International Half Marathon Palermo Coppa Conad 2016 partenza (fonte: Ufficio stampa)Si è svolta il 16 ottobre 2016 a Palermo con partenza e arrivo allo stadio delle Palme (due giri di 10,500 km per i runner impegnati nella Mezza), la 3^ edizione della International Half Marathon Palermo Coppa Conad, valevole come terza ed ultima prova del Circuito Running Sicily 2016 e come Campionato regionale OPES di Mezza Maratona.
E' stato grande successo di partecipanti con oltre 280 runner iscritti alla Mezza e circa 200 per la gara di 10,500 km, per un totale di circa 500 runner, con rappresentative di ben 11 nazioni diverse.
La Mezza Maratona è stata vinta dal marocchino Bibi Hamad e dalla runner di grandi speranze Francesca Vassallo, allieva del professore Tommaso Ticali. come testimonial della manifestazione la campionessa Anna Incerti, di Stefano Mei già campione europeo 10.000 metri e di Vincenzo Massimo Modica.
Una giornata di forte caldo con elevato tasso di umidità non ha favorito le prestazioni degli atleti che hanno registrato dei crono sensibilmente inferiori alle loro usuali performance e ha costretto taluni al ritiro come è stato il caso di Vincenzo Agnello uno dei favoriti della competizione sulla Mezza.
Una bella manifestazione che forse avrebbe meritato una più folta partecipazione, anche se i numeri in crescita rispetto alle due precedenti edizioni sono stati assolutamente confortanti.
La concomitanza con la 4^ edizione del Trofeo podistico della Solidarietà a Barrafranca (Enna), valevole come ultima e 15^ prova del Grand Prix Regionale di corsa su strada, non ha indubbiamente giovato.

Francesca Vassallo, in azione (foto Maurizio Crispi)(Dal comunicato stampa) Presenti allo start, domenica 16 ottobre 2016,  Il marocchino, Hamad Bibi, tra gli uomini e la portacolori dell’Atletica Bagheria, Francesca Vassallo, tra le donne hanno vinto la tappa conclusiva dell’edizione dei record del Running Sicily 2016 – Coppa Conad - International Half Marathon. Nel tracciato cittadino – con partenza ed arrivo allo stadio delle Palme - l’atleta nordafricano del CUS Palermo ha trionfato nella mezza maratona in 1h10’36 staccando di 12” Alessio Terrasi della Fiamma Rossa e di 8’43” Filippo Lo Piccolo del Good Race Team. Non ha chiuso la gara, invece, uno dei favoriti: Vincenzo Agnello, costretto a ritirarsi al 15° Km. per un problema fisico.
Tra le donne netta la supremazia della Vassallo (già vincitrice della tappa di Cefalù del Running Sicily 2016 – Coppa Conad) che ha chiuso in 1h32’24 davanti a Rosaria Patti della Trinacria Palermo (1h35’43) e Loredana Marrone della Fiamma Rossa (1h38’45).
Ho assistito ad una splendida manifestazione organizzata in maniera impeccabile – ha sottolineato l’ex campione europeo dei 10.000 metri (e candidato alla presidenza della Fidal) Stefano Mei, tra i testimonial a Palermo del Running Sicily – Coppa Conad – strutturare una corsa in più tappe è il segreto di un successo sempre crescente. Ho visto che c’è entusiasmo e c’è voglia di correre in un contesto straordinario com’è la città di Palermo”.
Insieme a Mei, a dare il via alla corsa, sono stati gli altri testimonial: l’ex vicecampione del mondo di maratona, Vincenzo Massimo Modica, l’organizzatore della maratona internazionale di Malta, Joe Micallef, ed Anna Incerti che, reduce dalla sfortunata partecipazione alle Olimpiadi di Rio 2016, sta iniziando a programmare gli impegni per la prossima stagione. “Dopo la maratona olimpica non avevo più voglia di correre, ma adesso guardo avanti per nuovi obiettivi sulla maratona - ha detto la Incerti – ho accettato volentieri l’invito degli organizzatori perché il Running Sicily 2016 rappresenta simbolicamente tutti i valori del correre insieme”.

Hamad Bibi e Alessio Terrasi, a metà gara all'International Half Marathon Palermo 2016 (foto di Maurizio Crispi)La corsa, organizzata dalla ASD Agex con il patrocinio dell’assessorato regionale Turismo, Sport e Spettacolo, dell’assessorato comunale allo Sport e dell'Associazione Nazionale Atleti Olimpici e Azzurri d'Italia, ha previsto, oltre al traguardo della mezza maratona, anche quello dei 10,5 km. (un giro del tracciato cittadino attraverso il Parco della Favorita, la Palazzina Cinese e Villa Niscemi).
A trionfare nella distanza più breve è stato Tiziano Giammanco dell’Atletica Bagheria che ha bissato, in 35’34, il successo dello scorso mese di aprile a Cefalù. Alle sue spalle si sono piazzati Fabrizio Vallone dell’Atletica Partinico (39’22) e Marco Lampasona di Nonsolocorsa (41’33), mentre tra le donne è stata Maria Grazia Bilello dell’Atletica Partinico a tagliare per prima il traguardo in 43’15 staccando di 4’08 la compagna di squadra, Ortoleva Sammartino, e di 7’26 Angela Grasso dell’Atletica Mondello.
Costretto a dare forfait all’ultimo momento, Don Vincenzo Puccio, il parroco maratoneta che era stato terzo a Cefalù.

Nella classifica a squadre ha trionfato, sia tra gli uomini che tra le donne, la Murialdo Cefalù. “Siamo andati al di là di ogni più rosea aspettativa – ha spiegato il direttore tecnico del Running Sicily 2016 - International Half Marathon, Nando Sorbelloabbiamo battuto i record di partecipanti complessivi ed il record di iscritti nella tappa di Palermo con ben 11 nazioni rappresentate. Il caldo ha sicuramente penalizzato gli atleti, ma Hamad Bibi, recente vincitore del Memorial D’Acquisto, ha confermato il suo ottimo momento di forma, così come tra le donne, Francesca Vassallo, si è dimostrata ancora una volta runner di assoluto valore. Siamo, già, proiettati all’edizione 2017 del Running Sicily che presenterà la novità della tappa di Bagheria”.

In questa breve rassegna di immagini le foto sono di Maurizio Crispi, ad eccezione di quella del podio maschile fornita da Ufficio stampa
In questa breve rassegna di immagini le foto sono di Maurizio Crispi, ad eccezione di quella del podio maschile fornita da Ufficio stampa
In questa breve rassegna di immagini le foto sono di Maurizio Crispi, ad eccezione di quella del podio maschile fornita da Ufficio stampa
In questa breve rassegna di immagini le foto sono di Maurizio Crispi, ad eccezione di quella del podio maschile fornita da Ufficio stampa
In questa breve rassegna di immagini le foto sono di Maurizio Crispi, ad eccezione di quella del podio maschile fornita da Ufficio stampa
In questa breve rassegna di immagini le foto sono di Maurizio Crispi, ad eccezione di quella del podio maschile fornita da Ufficio stampa
In questa breve rassegna di immagini le foto sono di Maurizio Crispi, ad eccezione di quella del podio maschile fornita da Ufficio stampa
In questa breve rassegna di immagini le foto sono di Maurizio Crispi, ad eccezione di quella del podio maschile fornita da Ufficio stampa
In questa breve rassegna di immagini le foto sono di Maurizio Crispi, ad eccezione di quella del podio maschile fornita da Ufficio stampa
In questa breve rassegna di immagini le foto sono di Maurizio Crispi, ad eccezione di quella del podio maschile fornita da Ufficio stampa
In questa breve rassegna di immagini le foto sono di Maurizio Crispi, ad eccezione di quella del podio maschile fornita da Ufficio stampa
In questa breve rassegna di immagini le foto sono di Maurizio Crispi, ad eccezione di quella del podio maschile fornita da Ufficio stampa
In questa breve rassegna di immagini le foto sono di Maurizio Crispi, ad eccezione di quella del podio maschile fornita da Ufficio stampa
In questa breve rassegna di immagini le foto sono di Maurizio Crispi, ad eccezione di quella del podio maschile fornita da Ufficio stampa

In questa breve rassegna di immagini le foto sono di Maurizio Crispi, ad eccezione di quella del podio maschile fornita da Ufficio stampa

Sintesi video ed interviste (Fonte: Ufficio stampa dell'evento)

Repost 0
13 ottobre 2016 4 13 /10 /ottobre /2016 18:17
International Half Marathon Palermo Coppa Conad (3^ ed.). Presentazione stampa dell'evento di Palermo che chiude il Sicily Running Tour, con Anna Incerti e Stefano Mei testimonial allo start

Il giorno 11 ottobre 2016, nella sede dell'Assessorato Regionale al Turismo, Sport e Spettacolo, ha avuto luogo la presentazione della International Half Marathon Palermo Coppa Conad, in programma per domenica 16 ottobre e valevole come terza tappa del Circuito Runing Sicily 2016, alla sua terza edizione, dopo le tappe di Cefalù (10 km) e di Catania (8 km), ma anche valevole come Campionato regionale Siciliano di Mezza Maratona OPES.
E' stata sottolineata l'importanza dell'evento non solo sotto il profilo sportivo, sia agonistico sia amatoriale ma anche sotto quello dello sviluppo e della promozione turistico.
Alla fine della gara partirà una complessa cerimonia delle premiazioni in cui dopo i premi della gara individuale verranno assegnato i premi del Circuito a tappe di cui la Mezza di Palermo è la tappa conclusiva. Ottima gara, ben posizionata che può essere affrontata dai runner come test probante, prima della Maratona di Palermo il prossimo 13 novembre, ma è nello stesso tempo - per quelli che parteciperanno alla gara di 10,500 km, ottimo test per la 21,097 che si correrà in concomitanza della Maratona.

International Half Marathon Palermo Coppa Conad. Maglia tecnica e medaglie per i finisher delle due gare in programma(Comunicato stampa by Nino Randazzo) La medaglia d’oro nella maratona agli Europei di Barcellona nel 2010, Anna Incerti, sarà la starter (e madrina) della terza ed ultima tappa del Running Sicily 2016 – Coppa Conad - International Half Marathon in programma domenica prossima 16 ottobre a Palermo (partenza ore 9.30). Insieme alla campionessa palermitana allo Stadio delle Palme, ci saranno anche l’ex campione europeo dei 10.000 metri, Stefano Mei, e l’ex vice-campione del mondo di maratona, Vincenzo Massimo Modica.
La manifestazione, organizzata dalla ASD Agex con il patrocinio dell'Associazione Nazionale Atleti Olimpici e Azzurri d'Italia, è stata presentata nella mattina dell'11 ottobre 2016 nel corso di una conferenza stampa tenutasi nei locali dell’Assessorato regionale al Turismo, Sport e Spettacolo.
Presenti, tra gli altri, l’assessore Anthony Barbagallo, ed il vicepresidente del Consiglio comunale di Palermo, Nadia Spallitta.
“La tappa conclusiva del Running Siciliy 2016 - Coppa Conad si preannuncia come l’edizione dei record – ha sottolineato il direttore tecnico della manifestazione, Nando Sorbelloci avviamo verso il primato di partecipanti. Ci saranno al via atleti in rappresentanza di 11 nazioni. Siamo pienamente soddisfatti che sia stato recepito il messaggio veicolato nelle tappe di Cefalù prima (il 24 aprile) e Catania poi (15 maggio), di una gara all’insegna dell’amore per la corsa ma anche per la natura e l’arte. Il percorso di 10.548 mt. scelto a Palermo rispetta queste caratteristiche, e cioè di una gara che avrà quale straordinario scenario il Parco della Favorita, la Palazzina Cinese e Villa Niscemi”.
La corsa, che sarà tra l’altro valida per il Campionato regionale di Mezza maratona OPES, prevede due traguardi: uno sui 10,5 km. e l’altro sulla distanza della mazza maratona (21,097 km).
Sarà una grande festa di sport, all'insegna dell'integrazione, considerata la partecipazione di atleti provenienti da ben 11 nazioni – ha detto l’assessore Barbagallo - sono felice e orgoglioso che la manifestazione abbia fatto registrare il record di iscritti, soprattutto giovani, che avranno l'occasione di conoscere e apprezzare le bellezze paesaggistiche e naturalistiche del nostro territorio. Lo sport si conferma anche in questo caso veicolo di promozione del nostro immenso patrimonio artistico e culturale, che sono sicuro i nostri runners apprezzeranno”.
Tra i “top runner” al via il marocchino, Hamad Bibi (recente vincitore del “Memorial D’Acquisto); Filippo Lo Piccolo (primo quest’anno nella Mezza Maratona di Pergusa); Vincenzo Agnello (primo al Vivicittà di Palermo e 7^ al campionato italiano di 10 km. su strada di Foligno), Tiziano Giammanco (vincitore della tappa di Cefalù del Running Sicily, 4^ alla gara internazionale “Peppe Greco” di Scicli) ed Alessio Terrasi (vincitore di 5 tappe del Gran Prix regionale 2016), mentre tra le donne Francesca Vassallo (vincitrice della tappa di Cefalù del Running Sicily 2016). Per molti sarà l’ultimo test probante prima della Maratona di Palermo del prossimo 13 novembre.
A “misurarsi” sui 10,5 km. anche Don Vincenzo Puccio, parroco di Santa Margherita di Messina, terzo assoluto nella tappa di Cefalù del Running Sicily 2016 – Coppa Conad. Don Vincenzo, prima della partenza, darà la benedizione a tutti i partecipanti, poi sarà anche lui al via a lottare per un piazzamento di prestigio. A Palermo ci sarà anche il ‘battesimo’ per 200 neofiti che, grazie al coinvolgimento di Tecnica Sport, si cimenteranno per la prima volta in una gara su strada.
Al Running Sicily – Coppa Conad di domenica verranno premiati i primi 3 classificati assoluti maschili e femminili ed i primi 3 di tutte le categorie amatoriali sui 10 km. e sulla mezza maratona.
“Conad – ha detto Natale Lia, direttore generale di Conad Sicilia - è da sempre vicina a tutte le iniziative che coinvolgono sempre più persone, anche giovanissime, al mondo della corsa perché sinonimo di una sana pratica sportiva e di un corretto stile di vita. Il nostro gruppo ha da sempre un’attenzione continua alle necessità delle persone, per questo promuoviamo e sosteniamo iniziative che puntino allo sviluppo delle comunità anche in campo sportivo, culturale e sociale. Essere presenti alla manifestazione di domenica - conclude Natale Lia - significa promuovere corretti stili di vita e fare stare bene le persone, con se stesse e con gli altri".

E’ possibile iscriversi alla corsa collegandosi al sito www.runningsicily.it o presso i negozi di articoli sportivi Tecnica Sport di Palermo e Jogging di Cefalù.


Di seguito il percorso della International Half Marathon Palermo, valevole come terza tappa del Circuito Running Sicily 2016.

  • Partenza Stadio di Atletica
  • Viale del Fante (tratto stradale antistante Giardino mezza carreggiata),
  • Viale Rocca,
  • Viale Ercole,
  • Viale Diana (direzione Piazza Leoni)
  • Viale Diana (direzione Mondello),
  • Via Regina Margherita di Savoia (direzione Mondello),
  • giro di Boa,
  • Via Regina Margherita di Savoia (direzione ingresso parco della Favorita),
  • Viale Ercole,
  • Palazzina Cinese,
  • Piazza Niscemi,
  • Ingresso Villa Niscemi,
  • Viale Ercole,
  • Viale Rocca,
  • Viale del Fante
  • Tratto stradale antistante Giardino mezza carreggiata (ingresso Stadio di Atletica Porta Maratona)
  • Arrivo Stadio di Atletica

Il circuito così disegnato è di km 10.548
Due Giri sono pari alla distanza della Mezza Maratona, cioè 21.097 km.

International Half Marathon Palermo Coppa Conad (3^ ed.). Presentazione stampa dell'evento di Palermo che chiude il Sicily Running Tour, con Anna Incerti e Stefano Mei testimonial allo start
International Half Marathon Palermo Coppa Conad (3^ ed.). Presentazione stampa dell'evento di Palermo che chiude il Sicily Running Tour, con Anna Incerti e Stefano Mei testimonial allo start
International Half Marathon Palermo Coppa Conad (3^ ed.). Presentazione stampa dell'evento di Palermo che chiude il Sicily Running Tour, con Anna Incerti e Stefano Mei testimonial allo start
International Half Marathon Palermo Coppa Conad (3^ ed.). Presentazione stampa dell'evento di Palermo che chiude il Sicily Running Tour, con Anna Incerti e Stefano Mei testimonial allo start
Repost 0
Published by Ultramaratone, maratone e dintorni (comunicato stampa _ Nino Randazzo) - in Mezze maratone e distanze intermedie con la 42 -195 Podismo siciliano su strada Gare a tappe e circuiti in Italia
scrivi un commento
22 febbraio 2016 1 22 /02 /febbraio /2016 19:35

Ogni tanto accadono nel corso di gare podistiche di massa degli eventi che rappresentano il trionfo della solidarietà e dell'umanità e che mettono tra parentesi l'agonismo, interpretato allo spasimo.
L'episodio é accaduto durante la Mezza maratona di Scandicci, organizzata dalla società Il Ponte Scandicci ASD, che si è corsa il 21 febbraio 2016, nel segno della legalità grazie alla collaborazione, oltre che con l’amministrazione comunale, con l’Associazione Libera. Un volontario della Misericordia di San Mauro, che preferisce mantenere l’anonimato, anche lui presente in veste di corridore e tesserato per il Gs Atletica Leggera Signa, si è accorto che qualcosa non andava per il verso giusto proprio davanti a lui, dopo circa nove chilometri dal via: uno dei partecipanti alla gara (erano quasi tremila i presenti fra amatori e agonistica) era stato colpito da malessere (che poi si è rivelato essere un infarto) e lui non ha esitato un attimo a fermarsi.
Grazie alle sue conoscenze da soccorritore, insieme a una dottoressa - anche lei podista -, successivamente aiutati dai volontari della Croce Rossa e dell’Humanitas di Scandicci e grazie anche all’uso del defibrillatore, sono state prestate tempestivamente le prime cure all’atleta che, in virtù dei soccorsi immediati ricevuti, si è visto letteralmente salvare la vita.
Successivamente è stato ricoverato in ospedale in osservazione e in attesa di poter sciogliere la prognosi riservata.
La storia è stata raccontata nel Sociale (Facebook) da un altro podista, anche lui volontario della Misericordia di San Mauro: ovviamente, i commenti al post si sono moltiplicati in un breve giro di tempo.
Fra i tanti, si può citare questo: “Forse oggi era il caso di rivedere il podio, perché il primo posto, secondo me, toccava di diritto a loro”.
Come non dargli torto, di fronte a un gesto che ha messo in risalto tutta la prontezza, ma anche l’umanità, del podista signese.

Repost 0
19 febbraio 2016 5 19 /02 /febbraio /2016 20:53

Grande kermesse in occasione della Mezza Maratona di Capo d'Orlando, disputata lo scorso 14 febbraio 2016, con oltre 1200 partecipanti, provenienti anche da fuori Sicilia, suddivisi tra la quelli che hanno corso la classica distanza della Mezza (quattro giri) e quelli che, invece si sono cimentati in una distanza di poco superiore ai 10 km (due giri del percorso di gara).
Giornata non fredda e non ventosa, ma con una pioggerella continua che a tratti rinforzava.
Di seguito il comunicato stampa finale.
Molto seguita dalla cittadinanza grazie alla sua aritcolazione in un circuito di poco più di 5 km da ripetere più volte con passaggi sul Lungomare per una volta privo a causa della foschia della consueta splendida vista sulle Isole Eolie, il che ha consentito di seguire dappresso l'evoluzione della testa della corsa, ma anche la perfomance di tutti gli atleti impegna
ti.
La Mezza di Capo d'Orlando è stata valevole come prima tappa del Grand Prix siciliano di Maratonine su strada 2016

(Michele Amato) Arriva dal Trentino il vincitore della sesta edizione della mezza maratona di Capo d’Orlando che si è svolta ieri mattina nello splendido centro in provincia di Messina.
A vincere, sotto una costante pioggerella che ha accompagnato gli atleti per tutta la gara, è stato Alessandro Degasperi forte triathleta del Cus Trento, in Sicilia per preparare (grazie al clima meno rigido) la stagione 2016 dell’Iron Man. Vittoria con il sorriso sulle labbra per Degasperi (vincitore nel maggio scorso dell’Iron Man di Lanzarote e nel 2013 medaglia di bronzo agli Europei di Ironman 70.3 di Wiesbaden) che ha chiuso in 1h11’27, impensierito solamente da un coriaceo e mai domo Moahmed Idrissi (Polisportiva Menfi ’95) giunto a solo otto secondi dal vincitore. Terza piazza per Massimo Lisitano della Podistica Messina (premiato come primo dei messinesi) in 1h12’33. Quarto Vito Massimo Catania (Amatori Regalbuto) 1h13’16, quinto Antonio Mascari Marathon Club Palermo) in 1h14’40.
Podio “misto” anche quello al femminile, con la vittoria di Annalisa Di Carlo (Polisportiva Menfi ’95) autrice di una seconda parte di gara strepitosa. L’atleta tesserata per la Polisportiva Menfi ’95 ha chiuso in 1h27’41. Più staccata la sempre più intraprendente giapponese Mika Iwagughi (Polisportiva Fiamma San Gregorio) in 1h29’43, terza Graziella Bonanno della Podistica Messina (premiata come prime delle atlete messinesi) in 1’29’59; quarta Giovanna Giorgianni (SAL Catania) in 1h30’16, quinta Lucia Signorello (Atletica Fortitudo Catania) in 1h31’09.
Niente vento (spauracchio della vigilia) ma tanta pioggia per la “prima” del GP regionale di maratonine 2016, organizzata dalla Podistica Capo d’Orlando del presidente Cinzia Sonsogno che si è avvalsa del suo consolidato staff.
Un clima che ha “appesantito” i 929 atleti che hanno tagliato il traguardo della mezza. Gara “sofferta” e forse ancora più bella: quattro giri con partenza da via Matteotti per gli atleti della mezza. 10,5 km chilometri invece per coloro (156 gli arrivati) che si sono accontentati della Run for Passion.
Per la cronaca, a vincere sono stati Maurizio Picciolo (GS Indomita Toregrotta) tra gli uomini, e Ginevra Benedetti (Atletica Sciuto) tra le donne.
Particolari le medaglie da finisher realizzate in vetro di murano da un artigiano locale e dedicate alla giornata di San Valentino. Premiazioni, sotto la pioggia, con due trofei stilizzati per i vincitori assoluti, piatti e gadget per i primi tre di categoria. Sorteggiati anche, tra tutti i partecipanti, due medaglieri della Medal in Frame, grazie ad un accordo stipulato dall’azienda inglese con l’ACSI Sicilia.
La Mezza maratona di Capo d’Orlando ha aderito al “One Billion Rising". Non sono mancati gli atleti che per l’occasione hanno portando con sé qualcosa di rosso, inoltre grazie alla collaborazione con l’associazione Pink Project, l’Associazione Culturale “Recitando e parolando” e alla Scuola di danza Tersicore, Capo d’Orlando oggi è unita alla più grande manifestazione di massa con un flah mob a tema. La due giorni di Capo d’Orlando si era aperta sabato con un interessante incontro dibattito, presso la pinacoteca comunale, al quale avevano preso parte, tra gli altri, Nutrilite, la Professional Test, Maria Lidia Lo Prinzi, dietista, specialista in nutrizione clinica e dieta mediterranea ed i responsabili dell’Associazione AGD Nebrodi diabete salute e società Onlus.
Prossima tappa del GP regionale di maratonine il 6 marzo con la 13^ edizione della mezza maratona della Concordia di Agrigento.

Di seguito, i link alle gallerie fotografiche realizzate per Ultramaratone Maratone Dintorni da Maurizio Crispi e pubblicate nel suo corrispettivo magazine FB "Ultramaratone, maratone e Dintorni".

1) Preamboli e partenza (129 foto)

2) Sul lungomare (420 foto)

3) Ultimi passaggi (503 foto)

Repost 0
29 gennaio 2016 5 29 /01 /gennaio /2016 06:33
Messina Marathon 2016 (8^ ed.) - VII Trofeo UniCredit. Nella distanza regina trionfano Recupero e Lara La Pera. E' stato il giorno della rinascita
Messina Marathon 2016 (8^ ed.) - VII Trofeo UniCredit. Nella distanza regina trionfano Recupero e Lara La Pera. E' stato il giorno della rinascita
Messina Marathon 2016 (8^ ed.) - VII Trofeo UniCredit. Nella distanza regina trionfano Recupero e Lara La Pera. E' stato il giorno della rinascita
Messina Marathon 2016 (8^ ed.) - VII Trofeo UniCredit. Nella distanza regina trionfano Recupero e Lara La Pera. E' stato il giorno della rinascita
Messina Marathon 2016 (8^ ed.) - VII Trofeo UniCredit. Nella distanza regina trionfano Recupero e Lara La Pera. E' stato il giorno della rinascita

(Maurizio Crispi) La Messina Marathon 2016, alla sua ottava edizione, dopo la forzosa sopensione di quella 2015 e valevole cone 7° Trofeo Unicredit, si è svolta il 24 gennaio.
Alla partenza da Palermo e dalle altre città siciliane pioveva a dirotto e così è stato per buona parte del viaggio: le premesse non sembravano buone, malgrado le previsioni meteo avessero decretato che dopo le 8.00 il cielo si sarebbe rasserenato.
E così è stato: ai podisti è stata poi regalata una splendida giornata, dopo le 10.00. soleggiata e senza nemmeno un po' di vento: della pioggia di prima erano residuate soltanto alcune chiazze di bagnato qua e là, pozzanghere e poche nuvolette fioccose flottanti nel cielo azzurro che si estendeva senza interruzioni sino alla costa calabra e al profilo dell'Aspromonte le cui cime più alte si indovinavano spruzzate di neve.
Centro Maratona all'interno del severo edificio umbertino che ospita il Municipio troneggiante al centro di una piccola area direzionale "ante litteram" costruita subito il nefasto terremoto di Messina che prostrò la città e annullò quasi del tutto la sua popolazione.
Partenza nel piazzale antistante (Piazza Unione Europea) con un circuito eguale a quello dell'anno scorso che ha portato i runner sino al Monumento dedicato alla Madonna che se ne sta solitario subito dopo il forte, a guardia dell'imboccatura del porto ("Vos et ipsam civitatem benedicimus": stele e scritta - citazione della Lettera di Maria ai Messinesi - sono diventati una sorta di simbolo della città per i viaggiatori che traghettano in una direzione o nell'altra) e poi indietro lungo una strada in parte differente in direzione del lago di Ganzirri sino alla Chiesa di Santa Maria della Grotta, dove era allocato il Giro di Boa. Un giro per i partecipanti alla Mezza Maratona; due giri per i maratoneti e solo una frazione di esso per i runner iscritti alla competitiva di poco meno di 10.000 metri.
In totale lo start delle tre competitive ha visto circa 900 runner, il maggior numero di sempre nella storia della Messina Marathon.
A seguire la partenza del Fit Walking e dei disabili.
Qualche istante prima ha preso il via Salvo Campanella su handybike che ha compiuto in solitaria i due giri completi che lo hanno portato a concludere la distanza della Maratona con un abbondante anticipo rispetto ai primi maratoneti.
Evento molto ben organizzata, con una marcata chiusra del traffico cittadino motorizzato lungo il circuito (anche se da parte dei soliti "benpensanti" non sono mancate critiche e parole insolenti alla volta dei runner.
E' sembrata davvero efficace l'idea di un grande numero di ciclisti con giubbino giallo che si sono incamminati poco prima dello start e che poi durante la manifestazione hanno fatto da "angeli custodi" dei primi runner delle tre competitive, uomini e donne.
Come anche è piaciuta l'idea, ormai applicata dalla maggior parte degli eventi di maratona a partecipazione piccolo-media di rinunciare al cast di top runner africani (o di altre provenienze) di alto livello, con la riduzione del livello di risultati tecnici raggiungibili, ma con un livello di appetibilità per gli amatori lenti e medi, ma anche per i top runner nostrani.
Una scelta intelligente che esprime l'idea che le maratone di piccoli numeri (anche se un migliaio di partecipanti non è in sé un piccolo numero) crescono non tanto offrendo la spettacolarità di grandissimi livelli tecnici, ma migliorando al massimo qualità come la "conviviliatà" e i servizi organizzativo-logistici destinati a tutti gli atleti, dal primo all'ultimo.
A dimostrazione di ciò l'impianto organizzativo - come è docmentato fotograficamente peraltro - è rimasto integro sino all'arrivo degli ultimi che sono stati accolti come se fossero stati i primi.

(foto di Maurizio Crispi - Ultramaratone Maratone Dintorni)
(foto di Maurizio Crispi - Ultramaratone Maratone Dintorni)
(foto di Maurizio Crispi - Ultramaratone Maratone Dintorni)
(foto di Maurizio Crispi - Ultramaratone Maratone Dintorni)
(foto di Maurizio Crispi - Ultramaratone Maratone Dintorni)
(foto di Maurizio Crispi - Ultramaratone Maratone Dintorni)
(foto di Maurizio Crispi - Ultramaratone Maratone Dintorni)
(foto di Maurizio Crispi - Ultramaratone Maratone Dintorni)
(foto di Maurizio Crispi - Ultramaratone Maratone Dintorni)
(foto di Maurizio Crispi - Ultramaratone Maratone Dintorni)
(foto di Maurizio Crispi - Ultramaratone Maratone Dintorni)
(foto di Maurizio Crispi - Ultramaratone Maratone Dintorni)
(foto di Maurizio Crispi - Ultramaratone Maratone Dintorni)
(foto di Maurizio Crispi - Ultramaratone Maratone Dintorni)
(foto di Maurizio Crispi - Ultramaratone Maratone Dintorni)
(foto di Maurizio Crispi - Ultramaratone Maratone Dintorni)
(foto di Maurizio Crispi - Ultramaratone Maratone Dintorni)
(foto di Maurizio Crispi - Ultramaratone Maratone Dintorni)
(foto di Maurizio Crispi - Ultramaratone Maratone Dintorni)
(foto di Maurizio Crispi - Ultramaratone Maratone Dintorni)
(foto di Maurizio Crispi - Ultramaratone Maratone Dintorni)
(foto di Maurizio Crispi - Ultramaratone Maratone Dintorni)
(foto di Maurizio Crispi - Ultramaratone Maratone Dintorni)
(foto di Maurizio Crispi - Ultramaratone Maratone Dintorni)
(foto di Maurizio Crispi - Ultramaratone Maratone Dintorni)
(foto di Maurizio Crispi - Ultramaratone Maratone Dintorni)
(foto di Maurizio Crispi - Ultramaratone Maratone Dintorni)
(foto di Maurizio Crispi - Ultramaratone Maratone Dintorni)

(foto di Maurizio Crispi - Ultramaratone Maratone Dintorni)

Antonello Aliberti, Presidente della Polisportiva Odysseus, compagine organizzatrice della Messina Marathon “Per la Messina Marathon è stata la giornata della rinascita
Il bilancio dell’ottava Messina Marathon-VII Trofeo UniCredit è altamente positivo. Tutto è filato per il verso giusto, con una crescita importante sotto il profilo delle iscrizioni e tanto entusiasmo lungo le strade cittadine. Antonello Aliberti, presidente del comitato organizzatore, ha espresso tutta la sua soddisfazione per la riuscita di un evento che ha fatto registrare grandi numeri, consentendo così di mettere alle spalle quanto accaduto nel 2015, quando la gara venne annullata per il maltempo: “E’ stata la giornata della rinascita. Il record assoluto del numero di iscritti, con 970 atleti al via, rappresenta per noi un grande successo. Il veder raddoppiato il dato dei maratoneti è un premio importante. Questa è la Maratona di Messina, con 300 persone coinvolte che lavorano per rendere possibile la manifestazione. Un grande evento che non possiamo assolutamente perdere e che l’intera città deve imparare ad amare. Bisogna lasciare a casa la macchina per partecipare, tifare e pensare a divertirsi. Dobbiamo continuare così ed è da stimolo aver azzeccato la data in calendario, anzi la anticiperemo ancora di una settimana l’anno prossimo”.
A trionfare nella Maratona, dopo una lunga battaglia tra i primi tre, è stato Antonino Recupero dell’Atletica Sant’Anastasia: “Ho dato tutto, siamo partiti su ritmi tirati sin dall’inizio. Cavallo, col passare dei chilometri, ha fatto un notevole cambio di ritmo e si era staccato, ma alla fine ha ceduto ed io ho vinto più per colpa sua. La data mi piace, correre la Messina Marathon a gennaio ci aiuta a smaltire quello che abbiamo mangiato in più nelle feste. Il percorso, poi, è facile e lineare. Il clima è stato dei migliori e l’organizzazione ha davvero fatto centro. Tornerò anche l’anno prossimo”.
Secondo all’arrivo Massimo Buccafusca: “Sono soddisfatto così, con il secondo posto. Alla fine forse non ci ho creduto, ma le gambe non mi aiutavano più a spingere. Ero qui per la quarta volta, il percorso è bello, la gente incita gli atleti ed è una manifestazione organizzata al meglio”. Tra le donne, invece, affermazione per Lara La Pera: “Sono stanca, anche perché non correvo una maratona da tanto tempo, essendomi dedicata nell’ultimo periodo ad un altro tipo di gare. E’ sempre emozionante arrivare prima al traguardo in una città come Messina”.

Il commento tecnico. L’ottava Messina Marathon- VII Trofeo UniCredit, organizzata dalla Polisportiva Odysseus del presidente Antonello Aliberti, è andata in scena domenica 24 gennaio 2016 con partenza e arrivo a Piazza Unione Europea.in uno scenarioquasi perfetto anche dalpunto di vista meteo. 
Quasi mille al via, tra le prove competitive ed il Fitwalking, in una giornata climaticamente ideale per gli atleti. Numeri che hanno premiato in pieno la scelta di anticipare la data dell’evento podistico. Il taglio del nastro è stato affidato al Sindaco Renato Accorinti ed al campione del mondo di Muay Thai Saro Presti. Insieme a loro l’Assessore allo sport Sebastiano Pino e il Delegato provinciale del Coni Aldo Violato.
Due giri, secondo il regolamento, per la Maratona da 42,195 km, uno per la Mezza, da 21,097 km. Clamoroso epilogo nella “Antonello da Messina”. Primo al traguardo, ad aggiudicarsi la prova principale, Antonino Recupero dell’Atletica Sant’Anastasia, con il tempo di 2h41’32”, sfruttando il ritiro di Giovanni Cavallo, che conduceva la gara sino a pochi chilometri dall’arrivo. Piazza d’onore per Massimo Buccafusca dell’Atletica Partinico, vincitore nel 2014, questa volta secondo in 2h41’43”. Gradino più basso del podio per Sebastiano Foti dell’Atletica Scuola Lentini in 2h45’25”.
Tra le donne affermazione di Lara La Pera della Fiamma Rossa Palermo che, terminando il percorso in 3h23’48”, ha preceduto l'orlandina Cinzia Sonsogno della Podistica Capo d’Orlando, giunta in 3h24’17”. Terza Maria Pistone (Forte Gonzaga) in 3h32’05”.
Nella Mezza Maratona, “Eufemio da Messina”, vittoria irlandese con Mark Dooley (Donore Harries), primo in 1h10’54”. Alle sue spalle Massimo Lisitano della Podistica Messina con il tempo di 1h11’06” e Mustapha Habchi (Cosenza K42) in 1h13’11”. Graziella Bonanno (Podistica Messina) ha invece battuto le rivali in ambito femminile, prima all’arrivo in 1h29’24”. A seguire Rosaria Puglisi (Atletica Misterbianco) in 1h29’33”, terza Maria Virginia Salemi (Noto Barocca) in 1h32’45”.
Nella Shakespeare Run di 9,550 km successo di Dario Rossello (Indomita Torregrotta) in 32’18”. Secondo Francesco Scordino (Cosenza K42) in 34’42”, terzo Michelangelo Salvadore (Indomita Torregrotta) in 34’52”. Tra le donne Chiara Raffaele (Atletica Costantino), in 40’35”, davanti a Francesca Colafati (Fidippide Messina), 43’14”, e Nadiya Sukharyna (A.S. Dil. Torrebianca), 44’52”.

 

Le gallerie fotografiche. Ultramaratone Maratone Dintorni ha coperto l'evento, realizzando poco meno di 1500 scatti che, suddivisi in 4 gallerie, sono stati pubblicati sul corrispettivo FB (Sport Magazine) della testata giornalistica online.
Di seguito i link alle gallerie fotografiche.

Repost 0
23 gennaio 2016 6 23 /01 /gennaio /2016 14:54
Messina Marathon 2016 (8^ ed.) - 7° Trofeo UniCredit. Numeri da record e pronti allo start
Messina Marathon 2016 (8^ ed.) - 7° Trofeo UniCredit. Numeri da record e pronti allo start

Cresce l’attesa per l’8^ edizione della Messina Marathon- 7°Trofeo UniCredit, organizzata dalla Polisportiva Odysseus, guidata da Antonello Aliberti.
La Maratona “Antonello da Messina” scatterà domenica 24 gennaio alle ore 9.00. Confermato il percorso dell’anno scorso, con partenza e arrivo a Piazza Unione Europea.
Due giri, secondo il regolamento, per la Maratona da 42,195 km, uno per la Mezza “Eufemio da Messina”, da 21,097 km (alla sua 8^ edizione).
Nel ricco programma anche la 6^ Shakespeare Run di 9,550 km e il Fitwalking, camminata non agonistica di 9,550 km, con un importante fine solidale, in quanto verrà donato in beneficenza 1 euro per ogni partecipante.

I numeri delle iscrizioni all’evento podistico hanno premiato gli sforzi dell’organizzazione che ha preferito anticipare la data rispetto alle precedenti edizioni.
E’ stata superata, infatti, quota 900 atleti, record assoluto per la manifestazione.
Una quota destinata ad aumentare ulteriormente nelle prossime ore.
Nel dettaglio, fin qui, sono 209 gli atleti per la Maratona, 500 per la Mezza e 211 per la Shakespeare Run.

Saro PrestiPer la prova principale spicca la presenza di Massimo Buccafusca dell’Atletica Partinico, già vincitore nel 2014. Tra i candidati al successo finale c’è anche Giovanni Cavallo della Podistica Messina.
Per le donne, da segnalare, Cinzia Sonsogno della Podistica Capo d’Orlando che si impose nell’ultima edizione della gara e Lara La Pera della Fiamma Rossa Palermo.
Per la Mezza, invece, su tutti Attilio Alessandro, tesserato per l’Atletica Sicilia e Massimo Lisitano della Podistica Messina.

Tra le società è proprio la Podistica Messina la più rappresentata con 48 iscritti, seguita da Proform Road Runners (40) e Stilelibero (37).
Curiosità: Antonino Micali è l’uomo meno giovane con i suoi 76 anni, mentre Elena Nardiello risulta la meno giovane con 62. Edoardo Misurelli, 19 anni, e Maria Giovanna Giunta, 27, i più giovani.

Testimonial dell’ottava Messina Marathon - 7° Trofeo UniCredit Saro Presti, pluricampione del mondo di Muay Thai, e Massimo Vincenzo Modica, tra i simboli dell’atletica messinese. Saranno presenti, inoltre, il Sindaco Renato Accorinti, l’Assessore allo sport Sebastiano Pino e il Delegato provinciale del Coni Aldo Violato.
L’organizzazione rinnova dunque l’invito ai cittadini a lasciare l’auto a casa e a godersi una sana giornata di sport.

Messina Marathon 2016 (8^ ed.) - 7° Trofeo UniCredit. Numeri da record e pronti allo start
Repost 0
20 gennaio 2016 3 20 /01 /gennaio /2016 10:34
Mezza di Varenne 2016 (7^ ed.). Varenne val bene una Mezza: appuntamento anticipato il prossimo 13 marzo!

Domenica 13 marzo 2016, con un certo anticipo rispetto alla data tradizionale, si svolgerà a Vigone (Torino) la 7^ edizione della popolare e sempre partecipata Mezza Maratona di Varenne.

L’incipit biblico potrebbe recitare: “in principio era Varenne”. Proprio lui, la star venuta dalla ferrarese Copparo a praticare nuove fatiche, meno agonistiche ma equinamente più soddisfacenti, in questo angolo di Piemonte chiamato Vigone.

Il trotto ha fatto la sua e altrui fortuna negli ippodromi di tutto il mondo ed oggi si gode il meritato riposo nel ruolo di “stallone” nella terra dove gli allevamenti dei cavalli contendono il primato dell’economia locale alle più tradizionali piantagioni di mais.

Cavalli e mais resi famosi a migliaia di appassionati di corsa dalla galoppata fantastica di una Associazione sportiva che semplicemente si chiama “Vigonechecorre” che puntò sei anni or sono sulla fama del fuoriclasse quadrupede per proporre uno dei più spettacolari ed importanti appuntamenti agonistici del calendario regionale della Federazione Italiana di Atletica Leggera: la “Mezza di Varenne”.

Dopo sei edizioni che hanno segnato altrettanti successi in crescendo oggi la “Mezza di Varenne” vive di (splendida) luce propria benedetta anche dal premio “Oscar degli Organizzatori” assegnato dalla Fidal Piemonte nelle edizioni 2014 e 2015 riconoscendo alla gara vigonese la leadership tra le manifestazioni di specialità organizzate in regione.

Canonici i 21,195 Km a dislivello zero ricamati sapientemente tra alti pioppeti, esordi di granoturco e cavalli in festa senza disdegnare le monumentali chiese che caratterizzano Vigone nel cui concentrico prenderà il via e si concluderà la manifestazione sportiva.

Il Monviso, Re incontrastato di questo territorio, osserva dall’alto con un po’ di invidia il fluire elastico dei bipedi colorati…e, solo per questa occasione, cede lo scettro a Vigone ed alla “sua” Mezza.

Quest’anno l’anticipo alla domenica 13 marzo sarà particolarmente utile per coloro che scaricano sulla resistenza la potenza accumulata nei cross invernali ma diverrà passaggio indispensabile per chi ha l’obiettivo di “testare” il passo in funzione di una più impegnativa maratona.

Mezza di Varenne 2016I grandi numeri sono di casa alla mezza di Vigone come pure le eccellenze cronometriche (1h06'18 il record maschile di Ahmed Nasef e 1h13'55 quello femminile della Valeria Straneo). Manca invece, e pensiamo al maschile, una vittoria italiana che rinfreschi l’esordio italo-etiope del primo vincitore Dereje Rabattoni.

Attesi i Campioni ma, soprattutto, atteso il popolo multicolore che caratterizza i grandi appuntamenti sportivi. E così l’organizzazione ha previsto la possibilità di iscriversi anche alla Mezza di Varenne in formula “non competitiva” con il solo obbligo del certificato medico, oppure ancora di essere protagonisti della giornata partecipando alla 11 km che integrerà il già nutrito programma.

Per non fare mancare proprio nulla ci sarà spazio anche per Fit- e Nordik-Walker ma sarà il 1° maggio e quello sarà un altro racconto.

Due i “domini” informatici per gestire l’esercito dei pretendenti al prestigioso pettorale:

www.vigonechecorre.it e www.lamezzadivarenne.it

La navigazione su questi siti permetterà a tutti di conoscere il programma nel dettaglio mentre per le iscrizioni si potrà procedere anche attraverso:www.mysdam.net.

E, per finire bene la giornata di sport, Varenne attende tutti per una foto ricordo.

Qualcuno sostiene che oramai sia “Lui” a volere una foto con i protagonisti della “Mezza di Varenne” per poterla mostrare all’esercito di puledri che ha sparso per il mondo…un poco “invidioso” per il successo di una manifestazione che sta oscurando il suo mito….
Ma, in fondo, se le sue corse trottate sono state utili a fare “galoppare” migliaia di persone è pur sempre un grande motivo di orgoglio!

Repost 0
Published by Ultramaratone, maratone e dintorni (comunicato stampa) - in Mezze maratone e distanze intermedie con la 42 -195
scrivi un commento
19 gennaio 2016 2 19 /01 /gennaio /2016 20:24
Messina Marathon 2016 (8^ ed.) - 7° Trofeo Unicredit. Si è alzato il sipario sull'evento, con la conferenza stampa di presentazione
Messina Marathon 2016 (8^ ed.) - 7° Trofeo Unicredit. Si è alzato il sipario sull'evento, con la conferenza stampa di presentazione
Messina Marathon 2016 (8^ ed.) - 7° Trofeo Unicredit. Si è alzato il sipario sull'evento, con la conferenza stampa di presentazione
Messina Marathon 2016 (8^ ed.) - 7° Trofeo Unicredit. Si è alzato il sipario sull'evento, con la conferenza stampa di presentazione
Messina Marathon 2016 (8^ ed.) - 7° Trofeo Unicredit. Si è alzato il sipario sull'evento, con la conferenza stampa di presentazione

Presentazione ufficiale il 19 gennaio 2016 per l’ottava Messina Marathon, in programma per domenica 24 gennaio e valevole come 7° Trofeo UniCredit. Si è tenuta questa mattina, presso la sede centrale di UniCredit, in via Garibaldi, la conferenza stampa sull’evento podistico organizzato dalla Polisportiva Odysseus.
Superata, ad oggi, quota 800 iscritti alle varie gare, con atleti provenienti anche da Francia, Lettonia, Belgio, Svizzera, Svezia e Usa.

A fare gli onori di casa è stato Vincenzo Evola, responsabile Area Commerciale Messina di UniCredit: “UniCredit è ben lieta di essere anche quest’anno main sponsor della Messina Marathon. Siamo al fianco di questa importante manifestazione sportiva sin dal 2009. Il mondo dello sport rappresenta un insieme di valori positivi ed è caratterizzato da un potente spirito di fratellanza. La maratona è una disciplina sportiva che sentiamo vicina al nostro lavoro bancario perché sviluppa doti di grande resistenza così come di caparbietà nel conseguimento di risultati. E’ poi uno sport “pulito” e popolare, certamente economico e che può essere vissuto individualmente o insieme con altri. Porta infatti le famiglie, i genitori con i figli, a vivere dei momenti di relax e salute. Crediamo nelle sponsorizzazioni di eventi legati ad azioni di sistema che possano contribuire a far crescere i flussi turistici in Sicilia, in altre parole a importare turismo. Essere al fianco di una grande competizione sportiva rappresenta anche un modo per veicolare i valori di equità, onestà e rispetto che costituiscono gli elementi distintivi del nostro modo di essere banca”.

Ha quindi preso la parola il Presidente del Comitato organizzatore Antonello Aliberti: “La Maratona è nata nel 2008, perché ero rimasto ammirato da quanto visto a New York ed ho desiderato organizzarla anche a Messina, nella mia città, che peraltro si presta benissimo dal punto di vista del panorama e del paesaggio. La data scelta per quest’anno, anticipando la corsa al mese di gennaio, ritengo sia inoltre la più adatta agli atleti per clima e calendario e i numeri in termini di iscritti ne sono la prova. La Messina Marathon è un appuntamento di tutta la città, al quale lavorano tante persone, pur tra mille difficoltà, e deve dunque continuare a svolgersi anche nei prossimi anni”.

Il Sindaco Renato Accorinti ha ribadito la valenza della manifestazione: “Il concetto di maratona non è presente soltanto nel vocabolario sportivo, ma nella vita di tutti i giorni ed è sinonimo di resistenza e forza di volontà. I soldi sono l’ultimo aspetto, occorre invece divulgare il più possibile quanto sia importante correre e fare attività per la propria salute. Come Amministrazione cerchiamo sempre di fare la nostra parte e siamo felici che i numeri delle iscrizioni siano cresciuti”. Sulla stessa lunghezza d’onda l’Assessore allo Sport Sebastiano Pino: “Vogliamo spingere sempre più cittadini a praticare sport ed in quest’ottica rientra la collaborazione con il Coni per i giovani, ma che nel futuro punta anche a rilanciare l’attività a livello agonistico. La Maratona di Messina è in questo senso un ottimo veicolo ed una manifestazione che vanta dei numeri importanti. L’atletica è una disciplina individuale, ma nell’organizzazione dell’evento si è lavorato davvero da squadra, in sinergia tra le varie parti, per cercare di ottenere il miglior risultato possibile”. Presenti alla conferenza stampa, inoltre, il Delegato Provinciale del Coni Aldo Violato, il Consigliere Regionale della Fidal Giuseppe Locandro, il Presidente della Fidal Messina Andrea D'Andrea, il Presidente dei Lions Club Messina Peloro Filippo Mangiapane, Maurizio Guanta per gli “Amici di Edy” e Stefano Abate dell’associazione “Amando Il Prossimo”.

L’ottava Maratona “Antonello da Messina” scatterà domenica 24 gennaio alle ore 9.00.
Confermato il percorso dell’anno scorso, con partenza e arrivo a Piazza Unione Europea. Due giri, secondo il regolamento, per la Maratona da 42,195 km, uno per la Mezza, l’ottava “Eufemio da Messina”, da 21,097 km.
Nel ricco programma della manifestazione anche la sesta edizione della Shakespeare Run di 9,550 km e il Fitwalking, camminata non agonistica di 9,550 km.
Legate alla Messina Marathon alcune importanti iniziative solidali. Sull'incasso relativo al Fitwalking verrà infatti donato in beneficenza 1 euro per ogni iscritto.
Anche quest’anno l’AISA (Associazione Italiana per la lotta alle Sindromi Atassiche), sezione regione Sicilia Onlus, rappresentata dal presidente Giuseppe Colombo, sarà presente con la propria bandiera.
A portarla sarà Salvo Campanella, paraplegico, a dimostrazione che la disabilità esiste solo negli occhi di chi la guarda e che lo sport è di tutti.

L’organizzazione, infine, ringraziando il Comune, la Polizia di Stato, la Marina militare e il corpo della Polizia Municipale, invita coloro i quali vorranno partecipare o assistere alla Messina Marathon a lasciare la macchina a casa per godersi una sana giornata all’insegna dello sport.

Messina Marathon 2016 (8^ ed.) - 7° Trofeo Unicredit. Si è alzato il sipario sull'evento, con la conferenza stampa di presentazione
Messina Marathon 2016 (8^ ed.) - 7° Trofeo Unicredit. Si è alzato il sipario sull'evento, con la conferenza stampa di presentazione
Messina Marathon 2016 (8^ ed.) - 7° Trofeo Unicredit. Si è alzato il sipario sull'evento, con la conferenza stampa di presentazione
Messina Marathon 2016 (8^ ed.) - 7° Trofeo Unicredit. Si è alzato il sipario sull'evento, con la conferenza stampa di presentazione
Messina Marathon 2016 (8^ ed.) - 7° Trofeo Unicredit. Si è alzato il sipario sull'evento, con la conferenza stampa di presentazione
Messina Marathon 2016 (8^ ed.) - 7° Trofeo Unicredit. Si è alzato il sipario sull'evento, con la conferenza stampa di presentazione
Messina Marathon 2016 (8^ ed.) - 7° Trofeo Unicredit. Si è alzato il sipario sull'evento, con la conferenza stampa di presentazione
Messina Marathon 2016 (8^ ed.) - 7° Trofeo Unicredit. Si è alzato il sipario sull'evento, con la conferenza stampa di presentazione
Messina Marathon 2016 (8^ ed.) - 7° Trofeo Unicredit. Si è alzato il sipario sull'evento, con la conferenza stampa di presentazione
Messina Marathon 2016 (8^ ed.) - 7° Trofeo Unicredit. Si è alzato il sipario sull'evento, con la conferenza stampa di presentazione
Repost 0

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014

Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche