Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
18 giugno 2015 4 18 /06 /giugno /2015 06:06
LA Ciaspolada 2016. Aspettando la Ciaspolada, Fondo diventa il paese di Pinocchio e promuove l'edizione del 2016

Fondo , capoluogo dell'Alta Val di Non, in attesa della Ciaspolada 2016, diventa il paese di Pinocchio

Pinocchio e tutti i personaggi della favola di Carlo Lorenzini, in arte Collodi, quest’estate compariranno in Val di Non, e precisamente a Fondo. Il borgo trentino ha, infatti, organizzato due fine settimana, uno in luglio (dal 18 al 19) e uno in agosto (dall’8 al 9), nei quali celebrerà il bambino-burattino, che ha trasmesso con il sorriso un vero e proprio codice morale a tantissime generazioni di italiani, tante quante se ne sono succedute dal 1881, anno di pubblicazione del libro, ad oggi.
In questi quattro giorni di festa i bambini e i ragazzi che saranno coinvolti nell’iniziativa verranno condotti alla ricerca di Pinocchio attraverso un percorso teatrale ed artistico, nel paese di Fondo, che li porterà a conoscere la bottega di Mastro Geppetto, il carrozzone di Mangiafuoco, l’Osteria del Gambero Rosso, il Paese dei Balocchi, l'isola delle Api Industriose e infine la casa della Fata Turchina. Inoltre saranno proposti laboratori e giochi che renderanno indimenticabile la giornata per i piccoli ospiti della Valle e per i loro genitori.
I quattro giorni di eventi saranno l'apice di un intenso programma di attività proposte da tutte le Pro Loco dell'alta Valle di Non, che avranno come protagonista Pinocchio.
L'obiettivo di questa iniziativa è quello di offrire nuove opportunità alle famiglie e ai ragazzi, ma anche di utilizzarla come trampolino di lancio per La Ciaspolada del 2016, che proporrà sul pettorale il Pinocchio disegnato da Fortunato Depero. In comune, i due appuntamenti, oltre alla valle nella quale si svolgono, hanno anche lo spirito, visto che la tradizionale corsa sulle racchette da neve è da sempre una grande festa per runner, ma anche per migliaia di famiglie. Essi sono collegati in questo modo: in ciascuna postazione i ragazzi troveranno uno strumento per bucare la mappa in corrispondenza dei simboli ed una volta completata la missione potranno entrare nel Paese dei Balocchi nonché ricevere un burattino di legno quando si iscriveranno alla Ciaspolada.
Oltre alle quattro giornate di festa, per tutta l'estate a Fondo verrà proposto un percorso scenografico realizzato in collaborazione con la Fondazione Collodi (che patrocina l'iniziativa) e con il disegnatore Roberto Innocenti, capace di ricostruire il racconto attraverso allestimenti di grande effetto. L'organizzazione è supportata dalla Società Podistica Novella in collaborazione con le Associazioni di Fondo e l'Ass. Kaleidoscopio.

Il percorso che sarà allestito a Fondo

LA Ciaspolada 2016. Aspettando la Ciaspolada, Fondo diventa il paese di Pinocchio e promuove l'edizione del 2016
Repost 0
Published by Ultramaratone, maratone e dintorni (comunicato stampa) - in Sci di Fondo - ciaspolate e marcie longhe
scrivi un commento
26 gennaio 2015 1 26 /01 /gennaio /2015 06:52
La partenza della Marcialonga di Fiemme e Fassa 2015, con oltre 7000 marcialonghisti

La partenza della Marcialonga di Fiemme e Fassa 2015, con oltre 7000 marcialonghisti

Il norvegese Gjerdalen ha vinto la 42^ edizione della Marcialonga di Fiemme e Fassa. E sono solo norvegesi a salire sul podio maschile: Anders Aukland 2° e Øystein Pettersen 3°.
L’austriaca Katerina Smutna prima fra le donne davanti a Kveli (NOR) e Boner (SUI). Di Centa miglior italiano (26°); la Marcialonga Light viene vinta da Orlandi e Pellegrini

Il norvegese Tord Asle Gjerdalen e l’austriaca Katerina Smutna hanno vinto oggi la 42.a edizione della Marcialonga di Fiemme e Fassa (TN), al termine di una gara veloce e incerta sino al traguardo di Viale Mendini a Cavalese. Il podio della gara maschile è stato monopolizzato dai norvegesi con Anders Aukland secondo e Øystein Pettersen terzo, mentre alle spalle della Smutna si sono piazzate la norvegese Laila Kveli e l’elvetica Seraina Boner.
Il 42° capitolo del grande evento targato Marcialonga è andato in scena oggi in Trentino e lungo i binari della pista che attraversa le Valli di Fiemme e Fassa non è certo mancato lo spettacolo. Il sole ha accompagnato 7000 bisonti (dei 7800 iscritti) dallo start di Mazzin al traguardo di Cavalese con il pubblico ad acclamare top-skiers e granfondisti impegnati nei 57 km di gara. La 42.a Marcialonga è scattata alle 9.00 e, all’ombra delle maestose Dolomiti di Fassa, i fondisti hanno subito cominciato a spingere verso Canazei, dove terminava il primo tratto in salita della gara con uno scenografico passaggio nel centro storico fassano.
Al passaggio da Canazei il gruppo dei big era forte di un centinaio di unità con i vari Dahl, Aukland, Gjerdalen, Pettersen, Eliassen, Ahrlin, Brink, Svärd e Impola a marcarsi stretti ed i nostri Di Centa, Debertolis e Rastelli presenti lì davanti. La gara poi è filata veloce in direzione Moena e sulla salitella fra Vigo di Fassa e Soraga il norvegese Nygaard ha preso in mano la situazione forzando il ritmo e proseguendo in testa al gruppo anche al passaggio da Moena, dove davanti erano rimasti circa in 30.

La gara è entrata in Val di Fiemme ma il copione è rimasto uguale, con Nygaard sempre a condurre anche al traguardo volante di Predazzo e al passaggio dentro lo stadio di Lago di Tesero, facendo la “lepre” per i quotati compagni di squadra del Team Santander come gli Aukland e Gjerdalen.
Il ritmo era molto elevato e, a 15 km dall’arrivo, hanno cominciato a prendere in mano la situazione in prima persona i fratelli Anders e Jörgen Aukland con Pettersen, Berdal, Gjerdalen e il “solito” Nygaard subito a tallonarli nelle prime posizioni del gruppo che proseguiva deciso verso Molina di Fiemme. La gara è poi letteralmente esplosa ai piedi della salita di Cascata quando Øystein Pettersen è balzato al comando imponendo un ritmo indiavolato ai 3 km dal traguardo. Alle sue spalle gli Aukland, due “vecchie volpi” della Marcialonga, hanno lasciato sfogare Pettersen che ha attaccato l’erta finale con un margine di 5-6’’ sui primi inseguitori, i due Aukland, Gjerdalen, Berdal e lo svedese Eriksson. A metà salita, però, a Pettersen cominciavano a mancare le energie e da dietro Anders Aukland e Gjerdalen continuavano a recuperare metri al battistrada per poi raggiungerlo a soli 600 metri dall’arrivo, con un finale davvero al cardiopalma ed il pubblico di Cavalese a sostenere i primi tre.
Aukland sembrava determinato a cogliere un altro successo alla Marcialonga dopo gli acuti del 2004 e del 2008, ma a 300 metri dal traguardo è arrivata la zampata di Tord Asle Gjerdalen che ha sorpassato il compagno di squadra per presentarsi, con i suoi immancabili Ray Ban, per primo sulla finish-line di Viale Mendini dopo 2h 05’ 15’’ dallo start di Mazzin. Gjerdalen è arrivato a tutta velocità sul rettilineo d’arrivo tanto che, mentre veniva “incoronato” vincitore dalla Soreghina Giulia Pastore e dal presidente di Marcialonga Angelo Corradini, la corona d’alloro gli ha rotto gli amati occhiali facendogli tagliare il traguardo con il naso insanguinato. Alle sue spalle, intanto, proseguiva la festa norvegese con il podio completato da Anders Aukland secondo e da Pettersen, terzo.
La gara femminile invece ha visto continui cambiamenti di fronte sin dai primi chilometri. Katerina Smutna, ex nazionale di fondo ceca ma ora naturalizzata austriaca, ha preso in mano la situazione e si è presentata in testa a Canazei davanti alla svedese Johansson Norgren e alla norvegese Kveli, con la vincitrice delle edizioni 2011-2013 Seraina Boner più attardata.
Le carte si sono poi rimescolate e allo sprint intermedio di Predazzo si sono presentate in testa di nuovo Johansson Norgren e Smutna, ma alle loro spalle recuperava la Boner che completava il suo inseguimento prima della salita finale di Cascata, dove le prime tre sono giunte assieme. Sull’ultima ascesa la Smutna ha portato l’attacco decisivo presentandosi in trionfo a Cavalese con un vantaggio di 10’’ sulla norvegese Kveli, seconda, e di 12’’ sull’elvetica Boner, terza.
Il miglior italiano sul traguardo è stato Giorgio Di Centa, 26°, che ha faticato non poco a tenere il ritmo degli specialisti delle lunghe distanze, ma si è ben disimpegnato in una gara come quella odierna cui non è certo abituato. Anche in campo femminile il miglior piazzamento è stato il 26° posto di Carolina Tiraboschi.
A Predazzo, come di consueto, si è chiusa anche la Marcialonga Light di 33 km dove hanno vinto il trentino Luca Orlandi e la bellunese Sara Pellegrini, entrambi delle FFOO.
La Marcialonga era prova dei circuiti Swix Ski Classics e FIS Marathon Cup. Con il risultato odierno, Katerina Smutna e Anders Aukland hanno ricevuto il pettorale giallo di leader dello Swix Ski Classics.
La pista ha tenuto bene al passaggio dei 7.000 marcialonghisti e si è dimostrata veloce e scorrevole, tanto che l’ultimo concorrente è arrivato in ampio anticipo sulle previsioni (18.30).
La gara è stata trasmessa in diretta da Rai Sport 2 con un lungo collegamento cominciato alle 7.50, una meritata vetrina per il comitato organizzatore che, come sempre, ha lavorato in maniera impeccabile per allestire la regina delle ski-marathon italiane e fra le più apprezzate a livello internazionale. Le immagini della Marcialonga sono state anche diffuse “live” in Norvegia (TV2), Svezia (SVT), Finlandia (YLE), Repubblica Ceca, Danimarca, Russia, Grecia e Paesi Baltici, con highlights trasmessi anche da 25 altri broadcaster internazionali. A mezzanotte, sempre su Rai Sport 2, è prevista la replica integrale della gara, mentre Eurosport martedì sera dedicherà alla Marcialonga una sintesi di un’ora.
Al mattino si è disputata anche la Marcialonga Young: nella categoria Allievi si sono imposti Stefano Dellagiacoma (Usd Cermis) e Nicole Monsorno (Us Lavazé Varena), fra gli Aspiranti Antonio Facchin (Pol. Sovramonte) e Eleonora Prigol (Pol Sovramonte), mentre fra gli Junior hanno vinto Caterina Ganz (FFOO) e Paolo Ventura (FFGG).


CLASSIFICHE
Maschile 57 km
1. GJERDALEN Tord Asle NOR 2:05.15,8; 2. AUKLAND Anders NOR 2:05.18,4; 3. PETTERSEN Oeystein NOR 2:05.21,7; 4. ERIKSSON Jens SWE 2:05.24,5; 5. BERDAL Tore Bjoerseth NOR 2:05.34,3; 6. NOVAK Petr CZE 2:05.39,4; 7. ELIASSEN Petter NOR 2:05.41,6; 8. AUKLAND Joergen NOR 2:05.47,8; 9. HOELGAARD Stian NOR 2:05.52,2; 10. AHRLIN Jerry SWE 2:05.55,2
Femminile 57 km
1. SMUTNA Katerina AUT 2:20.32,3; 2. KVELI Laila NOR 2:20.42,2; 3. BONER Seraina SUI 2:20.44,5; 4. MELINA Viktoria RUS 2:21.16,2; 5. JOHANSSON NORGREN Britta SWE 2:22.13,3; 6. ISHIDA Masako JPN 2:23.47,9; 7. KORSGREN Lina SWE 2:24.23,0; 8. LOEFSTROEM Annika SWE 2:25.36,7; 9. DABUDYK Aurelie FRA 2:26.51,3; 10. BOUDIKOVA Adela CZE 2:28.28,0

Maschile Light 33 km
1. ORLANDI Luca ITA 1:07.58,9; 2. BARANNIKOV Aleksey RUS 1:12.27,2; 3. TORESEN Jens Petter NOR 1:15.25,6; 4. BIANCHINI Alessandro ITA 1:26.28,5; 5. MOLLY Olivier ITA 1:33.41,8; 6. D'AGOSTINI Giacomo ITA 1:35.01,4; 7. BERNARDI Marco ITA 1:35.58,1; 8. COMITTI Luca ITA 1:38.37,8; 9. RIPAMONTI Simone ITA 1:42.16,1; 10. SKANTZE Fred SWE 1:43.25,9

Femminile Light 33 km
1. PELLEGRINI Sara ITA 1:16.04,5; 2. GIANOLA Elisa ITA 1:30.34,3; 3. COLNAGHI CALISSONI Laura ITA 1:33.44,2; 4. BRATLIE Ida NOR 1:34.12,5; 5. POLAKOVA KALALOVA Tereza CZE 1:34.37,9; 6. DA ROS Alessandra ITA 1:34.56,2; 7. OSTBERG Karin SWE 1:43.36,9; 8. D'AGOSTINI Arianna ITA 1:48.08,7; 9. SIVERTSSON Irene SWE 1:49.59,9; 10. BOSIN Deborah ITA 1:50.23,5

 

Repost 0
25 gennaio 2015 7 25 /01 /gennaio /2015 08:03
Un momento della Marcialonga Mini che si è svolta il 24 gennaio 2015

Un momento della Marcialonga Mini che si è svolta il 24 gennaio 2015

Il 25 gennaio 2015, con la 42^ edizione della Marcialonga di Fiemme e Fassa, saranno allo start i migliori fondisti delle lunghe distanze, tra i quali Pettersen, Aukland, Ahrlin, Dahl puntano all’oro, ma c’è anche tanta Italia. Smutna, Ishida, Boner e Brooks tra le favorite al femminile.

Il 24 gennaio si sono volte, oltre alla Marcialonga Story, anche la Stars, la Mini  e la Young.
In queste ore la Marcialonga di Fiemme e Fassa numero 42 prenderà il via da Mazzin (TN) e correrà per 57 km di binari perfettamente innevati fino a Cavalese.
Tutto pronto ai piedi delle Dolomiti per accogliere il consueto grande spettacolo sportivo con i …grandi del pianeta lunghe distanze del fondo mondiale. 
Da qualche giorno i migliori del panorama lunghe distanze stanno testando il tracciato di gara e la sfida al podio è già lanciata.
Tanti ex vincitori e medagliati della Marcialonga saranno in griglia di partenza, dai fratelli Anders e Jørgen Aukland e Jerry Ahrlin a Oskar Svaerd, Stan Rezac e John Kristian Dahl, ma la lista dei big si allunga con l’attuale leader del circuito Swix Ski Classics Øystein Pettersen, il forte svedese Bill Impola e altri specialisti del passo alternato e double poling come Dammen, Dyrhaug, Callesen, Kjølstad, Berdal, Dvoskin, Alsgaard, Gjerdalen o Jauhojaervi. Alla pattuglia di scandinavi faranno fronte gli italiani, che in casa tenteranno di riconquistare un podio che manca dal 2007. Giorgio Di Centa, secondo alla Marcialonga del 2004, sarà della partita così come i trentini Bruno Debertolis e Nicola Morandini e con loro i vari Rastelli, Kostner, Paredi, Bonaldi, Rigoni o Brigadoi solo per citarne alcuni.
La giapponese Masako Ishida, compagna di team di Pettersen, è di certo tra le favorite dopo la recente vittoria in Svizzera a La Diagonela. Domani la sfida sarà tutta con la leader femminile del circuito di gare lunga distanza Katerina Smutna, con la due volte vincitrice della Marcialonga e seconda nel 2014 Seraina Boner, ma occhio anche a Loefstroem, Jambaeva, Kveli e Brooks, attualmente in testa alla FIS Marathon Cup.
Il percorso di domani, come largamente anticipato, misura 57 km da Mazzin in Val di Fassa fino a Cavalese e prevede due traguardi Sprint a Canazei e Predazzo. La variante Light sarà di 33 km fino a Predazzo. Lo start sarà chiamato alle 9.00 in punto.
Tornando al 24 gennaio, giorno della vigilia, dopo la Marcialonga Story del mattino, nel pomeriggio allo stadio di Lago di Tesero la festa targata Marcialonga è proseguita con la Marcialonga Stars insieme a tanti vip che armati di ciaspole, sci o anche a piedi hanno voluto dare il proprio contributo per promuovere lo sport e lo stile di vita sano. La Marcialonga Stars, infatti, è organizzata in collaborazione con la LILT di Trento e oggi sono stati raccolti fondi per sostenere il centro di Protonterapia di Trento. Dopo sorrisi e divertimento, come in una gara vera, il presidente della LILT Mario Cristofolini, uno dei fondatori della Marcialonga, ha premiato i vincitori. La gara con le ciaspole è stata un “affare di famiglia” e ha visto primeggiare fra gli uomini il campione di corsa in montagna Antonio Molinari e fra le donne la figlia Chiara, mentre sugli sci di fondo i più veloci sono stati Alberto Vitali e Stefania Avanzinelli.

La Marcialonga Stars è anche “Memorial Lorenzo Lucianer” e al termine dell’evento è stata consegnata una targa commemorativa alla famiglia del compianto giornalista RAI. Terminata la “Stars”, è toccato alla Minimarcialonga che ha celebrato nel migliore dei modi il trentennale con 500 ragazzini dai 6 ai 12 anni impegnati sui binari interni allo Stadio e una speciale torta distribuita a tutti i partecipanti alla fine.

La giornata si è chiusa con la Marcialonga Young,  gara provinciale del calendario FISI Trentino, dove nella categoria Ragazzi si sono imposti Matteo Ferrari (US Dolomitica) e Matilde Goss (US Lavazé Varena). Il programma della Marcialonga Young proseguirà domani alle 8.45 con le prove delle categorie Allievi, Aspiranti e Junior.
 
Classifiche Marcialonga Stars
Ciaspole Maschile
1 Molinari Antonio; 2 Zeni Luca; 3 Lugli Alberto
Ciaspole Femminile
1 Molinari Chiara; 2 Molinari Ester, 3 Andreaus Valentina
Fondo Maschile
1 Vitali Alberto; 2 Lucianer Riccardo; 3 Delladio Lorenzo
Fondo Femminile
1 Avanzinelli Stefania; 2 Lucianer Marzia; 3 Bergamo Antonella
 
Classifiche Marcialonga Young
Cat. Ragazzi Maschile
1 Ferrari Matteo 10’19.8; 2 Haas Olaf 10’47.5; 3 Bonelli Pierpaolo 10’51.5; 4 Eccher Stefano 10’53.3; 5 Vanzetta Mattia 11’02.3; 6 Longo Alessandro 11’22.9; 7 Andrighi Mattia 11’35.4; 8 Angeli Michael 11’38.4; 9 Capelli Leonardo 11’40.6; 10 Bonapace Christian 11’43.4
Cat. Ragazzi Femminile
1 Goss Matilde 11’35.0; 2 Loss Valentina 11’41.0; 3 Zattoni Martina 11’46.0; 4 Di Bucci Caterina 11’50.3; 5 Moser Martina 12’01.2; 6 Pradel Anna 12’06.9; 7 Dellasega Chiara 12’10.1; 8 Demattio Stefanie 12’18.0; 9 Andreolli Alessia 12’36.5; 10 Vanzo Matilde 12’38.9

 

Repost 0
Published by Ultramaratone, Maratone e Dintorni (da comunicato stampa) - in Sci di Fondo - ciaspolate e marcie longhe Marcialonga di Fiemme e Fassa
scrivi un commento
24 gennaio 2015 6 24 /01 /gennaio /2015 18:10
Colore e vintage alla 3^ edizione della Marcialonga Story (2015)

Colore e vintage alla 3^ edizione della Marcialonga Story (2015)

Marcialonga di Fiemme e Fassa scrive una nuova story. Binari di Fiemme e fassa pronti per domani. Il Week-end Marcialonga é stato inaugurato dalla "Story", con quasi 200 appassionati di ogni età in pista e in puro “vintage-style”. Da tutta Italia, dall’estero e di ogni età a celebrare lo sci di fondo. E, per finire, le ultime sulla pista Marcialonga per la granfondo di domani, 25 gennaio 2015, alla sua 42^ edizione,
Sci e bastoni in legno, attacchi di ferro, scarpe in pelle lucidate di fresco, ma anche maglioni di lana, pantaloni e gonne in velluto e un berretto di lana perché comunque la temperatura è piuttosto rigida al mattino. Un’ultima sciolinata e via.
Marcialonga è granfondo. Marcialonga è festa. Marcialonga è storia, la storia dello sci di fondo in Italia che nelle Valli di Fiemme e Fassa in Trentino ha scritto pagine e pagine memorabili. Alla vigilia della 42^ edizione della skimarathon – domani start alle ore 9.00 in punto da Mazzin – gli organizzatori hanno ancora una volta deciso di rendere omaggio a quella meravigliosa storia sportiva con la 3^ Marcialonga Story che si èsvolta nella mattina del 24 gennaio, quando in quasi 200 si sono fatti trovare all’appuntamento con – è proprio il caso di dirlo – la storia del fondo. Da tutta Italia ma anche da Russia, Spagna, Repubblica Ceca e Germania, tutti radunati allo Stadio del Fondo di Lago di Tesero, pronti a scivolare verso Predazzo lungo la medesima pista Marcialonga – ma in senso inverso – che domani accoglierà i granfondisti.

La Marcialonga Story non ha vincitori o vinti, non ha un podio tantomeno assegna medaglie, è una festa per tutti e con tutti, dal più giovane (Francesco Grillotti, 16 anni di Rieti) al più… esperto (Mario Piva classe 1928), tutti con una passione infinita per lo sci nordico da vivere anche così, in maniera divertente e rilassante con amici, famiglia e amanti dello stare insieme sportivo. I primi sul traguardo sono comunque stati due trentini, Moreno Togni e Sofia Zorzi, mentre sono stati assegnati dei premi speciali a chi calzava gli sci più vecchi e a chi ha sfoggiato il miglior coordinato tra attrezzatura e abbigliamento. Nell’ordine quindi sono stati premiati il tedesco Josef Ruf (sci del 1911), l’altoatesino Rudy Ventura Scofa e la lombarda Emma Sandrini.
Domani mattina la Marcialonga di Fiemme e Fassa affronterà un percorso complessivo di 57 km da Mazzin fino a Cavalese e le ultimissime tecniche le racconta Enzo Macor, direttore di pista. “Credo sia stato fatto un lavoro splendido da tutti quanti e la pista è adesso in condizioni ottime – ha commentato oggi Macor che ha anche preso parte alla Story. “Da parte dei team abbiamo ricevuto commenti positivi e nessun tipo di lamentela. Anche per quanto riguarda la nuova partenza di Mazzin siamo certi di aver creato le condizioni ideali per ognuno degli oltre 7700 concorrenti e tutto si svolgerà nel migliore dei modi. Ci aspettiamo un grande spettacolo per domani”.
Nel pomeriggio dela vigilia (24 gennaio) oggi si svolgeranno anche la Marcialonga Stars, in collaborazione con la LILT, la Minimarcialonga per i più piccoli e la Marcialonga Young con categorie giovanili che proseguiranno anche domani mattina.
Info: www.marcialonga.it/

Repost 0
Published by Ultramaratone, Maratone e Dintorni (comunicato stampa) - in Sci di Fondo - ciaspolate e marcie longhe Marcialonga di Fiemme e Fassa Marcialonga Story
scrivi un commento
23 gennaio 2015 5 23 /01 /gennaio /2015 06:17
Marcialonga di Fiemme e Fassa 2015 (42^ ed.). Imminente lo start. Alcuni consigli energetici da parte dell'olimpionico Zorzi

 

Ormai imminente la 42^ edizione della Marcialonga di Fiemme e Fassa (TN), in programma per domenica 25 gennaio.L’olimpionico Cristian Zorzi snocciola qualche consiglio per gestire al meglio la granfondo. Percorso abbreviato, temperature e nutrizione: l’Equipe Enervit parla di energia…in pista. Televisioni di tutto il mondo e radio locali seguono l’evento metro dopo metro. Eventi collaterali, expo (da venerdì 23 gennaio), musica e gastronomia per un intero week-end.

Quelle in arrivo sono giornate a dir poco “hot” per gli sport invernali in Trentino e nel nostro paese più in generale. Domenica 25 gennaio tornerà in pista per la 42^ volta – la prima edizione fu nel 1971 – la Marcialonga di Fiemme e Fassa, la prima senatrice tra le skimarathon dello stivale, con a bordo quasi 8000 appassionati e campioni di sci nordico da oltre 30 paesi.

Il caldo, si diceva, “hot” non solamente in maniera figurata perché se in queste ore qualche nevicata e temperature al di sotto dello zero sono finalmente giunte ai piedi delle Dolomiti, fino ad ora l’inverno è stato un non-inverno sulle Alpi con caldo anomalo e scarse precipitazioni nevose. Vista la situazione, la Marcialonga non si è fatta trovare impreparata e grazie allo sforzo del comitato, di tanti volontari e di tutta la comunità è stato allestito il tracciato di gara per una lunghezza di 57 km con lo start dal paese di Mazzin invece che da Moena.

L’approccio all’evento dal punto di vista fisico e agonistico va seriamente ripensato. “Gara meno dura, più corta e decisamente più veloce - Cristian Zorzi conosce bene il tracciato di casa, sia quello originale che quello di quest’anno e legge la Marcialonga 2015 come una prova adatta agli sprinters - Senza quel pezzo impegnativo dopo la partenza di Moena – prosegue il fondista trentino – che sul tracciato classico faceva la differenza dal punto di vista della fatica, il percorso diventa per velocisti, per chi sa spingere velocemente”.

Ci sarà poi da fare i conti con le temperature dell’ambiente, “...non proibitive - prevede ancora Zorzi – con la scelta dei materiali che diventerà qui cruciale”, ma anche del corpo visto che “si suderà parecchio e il mio consiglio – conclude il trentino – è quello di partire abbigliati più leggeri del solito e prevenire con una adeguata integrazione salina i danni dovuti ad una sudorazione eccessiva”.

Sull’adeguare e calibrare l’idratazione arriva il parere anche dell’Equipe Enervit che di energie se ne intende e la Marcialonga, come dice anche Zorzi, sarà una gara ad energia pura, scattante e veloce, per cui energetici ad immediato rilascio come maltodestrine e fruttosio saranno l’ideale.

Alla Marcialonga, insieme alle migliaia di concorrenti e al nutrito pubblico atteso come tradizione lungo tutto il tracciato, ci saranno anche le televisioni di mezzo mondo. RAI Sport 2 trasmetterà in diretta la gara a partire dalle 7.50 del mattino di domenica, proponendo poi una replica integrale da mezzanotte. Le immagini della Marcialonga saranno diffuse in diretta in Norvegia (TV2), Svezia (SVT), Finlandia (YLE), Repubblica Ceca, Danimarca, Russia, Grecia e Paesi Baltici, con highlights trasmessi anche da 25 altri broadcaster internazionali cui si aggiunge una sintesi di un’ora su Eurosport in programma martedì prossimo. Chi non avrà modo di seguire la Marcialonga 2015 in televisione potrà sintonizzarsi sulle frequenze di Radio Fiemme che commenterà passo dopo passo l’intera gara, oppure Radio Dolomiti che agli interventi in presa diretta della domenica aggiungerà la propria presenza con uno stand nell’Expo di Cavalese – interno al Palafiemme – da cui racconterà per filo e per segno – 6 ore di diretta complessiva – le fasi di avvicinamento nei giorni di venerdì e sabato. Per gli amanti della buona musica,

inoltre, sabato 24 gennaio alle 16 sempre all’Expo si terrà anche un concerto del cantautore trentino Davide Battisti.

L’Expo sarà aperto dal pomeriggio di giovedì 22, e poi sia venerdì che sabato tutto il giorno. Nella serata del 23 gennaio (ore 20.00) a Molina di Fiemme ci sarà una fiaccolata di benvenuto alla Marcialonga, mentre sabato pomeriggio e domenica per l’intera giornata il centro di Cavalese e Piazza Verdi nello specifico si animeranno con stand gastronomici e musica fino all’arrivo dell’ultimo concorrente su Viale Mendini, salutato come consuetudine dagli spettacolari fuochi d’artificio.

Da non dimenticare – last but not least – gli eventi di “antipasto” alla skimarathon nella giornata di sabato allo Stadio del Fondo di Lago di Tesero, ovvero la Marcialonga Story in chiave vintage (ore 9.30), la Marcialonga Stars dedicata alla solidarietà, la Minimarcialonga per i più piccoli alla sua 30^ edizione e la Marcialonga Young, gara FISI Trentino sia sabato pomeriggio che domenica mattina.

Info: www.marcialonga.it

 

Repost 0
26 febbraio 2014 3 26 /02 /febbraio /2014 19:23

Racchettinvalle Bardonecchia (1^ ed.). Si svolgerà domenica 9 marzo, con teatro i sentieri innevati dello JafferauDomenica 9 marzo 2014 ritorna, dopo quella di Sestriere, la Racchettinvalle che vedrà, questa volta, coinvolta la città di Bardonecchia che, ospitando da tempo la partenza della Kappa Marathon, ha accolto favorelmente l'iniziativa lanciata dalla Turin Marathon.

La manifestazione sarà occasione per rivedere i grandi campioni della disciplina, già vincitori a Sestriere,e confrontarsi nuovamente lungo i sentieri dello Jafferau che ancora una volta sarà protagonista di uno degli spettacoli in alta quota più emozionanti tra gli eventi promossi dalla Turin Marathon.

Sarà anche occasione, per tutti gli appassionati della corsa con le racchette da neve e per tutti coloro che, per la prima volta, si avvicinano incuriositi alla disciplina, di vivere una giornata all’aria aperta all’insegna del divertimento e dello sport.

La città di Bardonecchia è facilmente raggiungibile: auto e treno sono i mezzi più comodi per raggiungere la località.

Partenza e arrivo saranno nei pressi del Bar Ristorante Belvedere, sito in località Fregiusia.

La conferenza stampa di presentazione, con la partecipazione delle autorità cittadine di Bardonecchia e degli organizzatori, si svolgerà il 27 febbraio 2014 alle ore 11.15, presso Turismo Torino e Provincia, in piazza Maria Vittoria 19 (1° piano).

 

Racchettinvalle Bardonecchia (1^ ed.). Si svolgerà domenica 9 marzo, con teatro i sentieri innevati dello Jafferau

 

 

 


 

 

Repost 0
15 febbraio 2014 6 15 /02 /febbraio /2014 22:40

Racchettinvalle Sestriere 2014 (14^ ed.). Un grande successo di atleti, di pubblico, di partecipazione

 

La Racchettinvalle Sestriere, che - giunta alla sua 14^ edizione - si è svolta il 9 febbraio 2014, è stata un grande evento, realizzato in un momento di notevole difficoltà con un meteo negativo che da alcune settimane ha penalizzato le Montagne Olimpiche di Torino 2006.

Nonostante tutto in una giornata dove purtroppo le nostre montagne hanno vissuto una presenza minima, Racchettinvalle ha retto bene ed è stata partecipata da molte, molte persone.

Proprio quando, causa il vento, si registravano delle difficoltà, i ciaspolatori  sono stati accolti in modo straordinario sulla Via Lattea, su un percorso che partiva addirittura dal centro della città di Sestriere, grazie all’'innevamento predisposto nella notte. Ed è stato un percorso straordinario ancora una volta ha entusiasmato i partecipanti ed si è potuto realizzare un grande evento e uno spettacolo notevole gratificato da una comunicazione assolutamente di primo livello. Radio, tv e giornali diffondono ormai Racchettivalle in ogni dove, gratificando il nostro sforzo e stimolando sempre di più l'’apparato di forze che consentono la sua messa in opera.

 

Poi, alla fine, al Colle di Sestriere, la giornata è stata splendida: sole e tanta neve hanno accolto i partecipanti alla manifestazione.

Al via si sono schierati i migliori esponenti della disciplina della corsa con le racchette da neve, che si sono cimentati su un percorso suggestivo in angoli incantati del monte Fraiteve e altrettanto tecnico, caratterizzato da un percorso movimentato che ha reso la prestazione agonistica di particolare rilievo.

Per quanto riguarda la corsa agonistica, il tricolore ha sventolato quest’anno sul gradino più alto del podio di Racchettinvalle sia in campo maschile sia in quello femminile.

 

Gerd Frick è riuscito a imporsi sul neo campione del mondo, il francese Stephane Ricard, grande atteso dopo il risultato iridato della scorsa settimana ottenuto in Svezia, con una gara di carattere che ha lasciato la concorrenza alle spalle con un distacco considerevole. Come detto, al secondo posto Stephane Ricard, mentre sul terzo gradino l’altro italiano Filippo Barizza.

 

In campo femminile vittoria confermata per Isabella Morlini, già vincitrice della scorsa edizione e maglia iridata in Svezia sette giorni fa. La catalana Laia Andreu si conferma per il secondo anno consecutivo al secondo posto precedendo l’italiana Laura Fornelli, atleta piemontese conosciuta nel panorama delle corse su strada.

Giornata molto partecipata anche da parte degli amanti delle camminate in quota e di numerosi bambini che ancora una volta hanno avuto modo di sperimentare la montagna in maniera diversa, a stretto contatto con la neve e in scenari indimenticabili.

 

La manifestazione da otto anni rievoca i Giochi Olimpici di Torino 2006 e, quest’anno, a celebrare lo speciale anniversario, anche in concomitanza con le Olimpiadi di Sochi, si sono incontrati a Sestriere nella giornata dell’8 febbraio il sindaco di Torino e quelli delle Montagne Olimpiche.

 

Un’ampia finestra di Racchettinvalle Sestriere è andata in onda durante Il Settimanale il 15 febbraio alle ore 12.25 su Rai Tre. Le immagini della corsa sono state anche diffuse su Rai Sport nel pomeriggio sportivo di mercoledì 12 febbraio.

 

CLASSIFICHE

UOMINI

1          FRICK           GERD                        ITA                   37’17’’

2          RICARD        STEPHANE                 FRA                  38’47’’

3          BARIZZA      FILIPPO                      ITA                  39’14’’

 

DONNE

 

1          MORLINI      ISABELLA        ITA                  47’26’’

2          ANDREU      LAIA               CAT                 47’56’’

3          FORNELLI    LAURA            ITA                  50’11’’

Repost 0
Published by Comunicato stampa (Ufficio stampa Turin Marathon) - in Sci di Fondo - ciaspolate e marcie longhe
scrivi un commento
9 febbraio 2014 7 09 /02 /febbraio /2014 08:45

Racchettinvalle Sestriere 2014 (14^ ed.). Alla vigilia, un incontro olimpico a Sestriere, per ricordale i Giochi Invernali del 2006

 

Un incontro "olimpico" a Sestriere! In occasione della 14^ edizione di Racchettinvalle Sestriere i Sindaci dei Comuni coinvolti nei giochi olimpici invernali  del 2006, si sono riuniti alla vigilia della manifestazione sportiva e in concomitanza con la cerimonia inaugurale dei giochi olimpici invernali di Sochi (Russia), il giorno 8 febbraio 2014, per ricordare quei Giochi Olimpici.

Insieme al Presidente di Turin Marathon, Luigi Chiabrera, erano presenti il Sindaco di Torino, Piero Fassino, il Sindaco di Sestriere, Walter Marin, il Sindaco di Cesana, Lorenzo Colomb, il Sindaco di Claviere, Franco Capra, il Sindaco di Pragelato, Gianni Arolfo, il Presidente di Vialattea, Giovanni Brasso e i rappresentanti di Turismo Torino e Provincia.

Questo incontro è stata l'’occasione per celebrare un evento che ha portato Torino e le montagne Olimpiche al centro del mondo e che ancora oggi riecheggia nella mente del grande pubblico degli sport invernali.
Racchettinvalle Sestriere che si svolgerà domenica 9 febbraio, segna ogni anno, ormai come una tradizione, l’'appuntamento con le racchette da neve organizzato da Turin Marathon.

Al via, i migliori esponenti della disciplina - che la corsa con le racchette da neve - si cimenteranno su un percorso di dieci chilometri, con partenza e arrivo presso la pista di atletica di Sestriere.

Sarà riproposto il duello che ha visto la settimana scorsa, in Svezia, il neo Campione del Mondo, il francese Stephane Ricard sfidare l’italiano Filippo Barizza (vice Campione del Mondo), insieme alla forte rappresentativa catalana formata da Gabriel Crosas, Rafael Pares e Jordi Urò.

Al femminile Isabella Morlini, anche lei neo Campionessa del Mondo, sfiderà, come già accaduto lo scorso anno a Racchettinvalle la catalana Laia Andreu. Presenti al via anche Mavi Gil e Laia Cuevas, anch’esse della rappresentativa catalana, che sfideranno la francese Therese Cornet e la piemontese Laura Fornelli.

Il via sarà dato allo ore 11.00 da strada Azzurri d’Italia a Sestriere.

Repost 0
Published by Ufficio stampa Turin Marathon - in Sci di Fondo - ciaspolate e marcie longhe
scrivi un commento
7 febbraio 2014 5 07 /02 /febbraio /2014 23:39

Racchettinvalle Sestriere 2014 (14^ ed.). Quasi pronti allo start d'una classica invernale che coniuga agonismo d'alto livello con lo sport come intrattenimento e occasione di contatto con la Natura
 

 

Si è svolta il 4 febbraio 2014 alle ore 11.00, presso Turismo Torino e Provincia (Torino), la presentazione ufficiale della 14^ edizione di Racchettinvalle del prossimo 9 febbraio a Sestriere

Racchettinvalle è l'appuntamento invernale, organizzato dalla Turin Marathon, con delle qualità agonistiche di alto livello, ma nello stesso tempo alla portata di tutti! Molte e qualificate le partecipazioni straniere.

Mancano ormai pochi giorni alla Racchettinvalle Sestriere e oggi, nella sede di Turismo Torino e Provincia, si è svolta la conferenza stampa di presentazione ufficiale dell’evento alla presenza dell’Assessore allo Sport e al Turismo della Regione Piemonte, Alberto Cirio, del Vicesindaco di Sestriere, Giovanni Poncet e del Presidente della Vialattea, Giovanni Brasso.
A otto anni dai Giochi Olimpici di Torino 2006 si sente ancora il forte desiderio di ritornare a respirare l’atmosfera di quel tempo.
E così, anno dopo anno, la Turin Marathon continua ad organizzare l’evento Racchettinvalle; non solo un manifestazione a portata di tutti, siano essi atleti competitivi che desiderano realizzare la loro prestazione personale o amatori e famiglie, ma un’occasione per rievocare le Olimpiadi Invernali, tanto più che quest’anno la manifestazione coinciderà con l’apertura dei Giochi Olimpici di Sochi 2014.
Giunta ormai alla sua 14^ edizione, Racchettinvalle riconferma l’importante sodalizio costituitosi nel 2013 tra la Turin Marathon e il Comune di Sestriere.
L’edizione del 2014, la cui partenza è prevista per le ore 11.00, vedrà coinvolti gli esperti della corsa in montagna e i migliori atleti specialisti delle racchette da neve a livello nazionale e internazionale, darsi battaglia su un percorso mozzafiato.
Varie saranno le nazioni impegnate tra cui Francia, Italia e Spagna. Si vedrà al via Stephane Ricard (FRA – Team Baldas), già vincitore nel 2013 e neo Campione del Mondo di racchette da neve, sfidare Filippo Barizza (Vice Campione del Mondo) e Gerd Frick, terzo assoluto a Racchettinvalle 2013. Sempre in ambito maschile, prenderanno parte alla competizione anche gli atleti Davide Milesi (Vice Campione del Mondo Master), Daniele Fornoni (terzo master ai Campionati del Mondo) e Antonio Santi. 
A darsi battaglia anche in campo femminile Isabella Morlini (neo Campionessa Mondiale della disciplina), che tenterà di bissare la vittoria del 2013 su Laia Andreu Trias.
Come lo scorso anno il percorso sarà disegnato sul monte Fraiteve, che permetterà ai corridori e camminatori di trascorrere una giornata immersi nel bianco della neve, sui sentieri dei grandi campioni dell’atletica e della maratona in particolare, che lì svolgevano e svolgono i loro periodi di training, Gelindo Bordin in particolare. L’unica differenza sarà il punto di partenza che quest’anno non sarà più alla fine di via Monte Rotta bensì, da strada Azzurri d’Italia – direzione via Monte
Rotta, nei pressi della pista di atletica.
L’evento sarà inoltre occasione per tutti coloro che amano le discipline invernali e le manifestazioni sportive di vivere, insieme agli atleti professionisti, una giornata di sport ad alto livello.
Da non dimenticare però che Racchettinvalle, oltre ad essere agonismo e tecnica, è molto di più; infatti, l’evento è una vera e propria attrazione per tutte le persone e le famiglie che desiderano trascorrere una giornata alla riscoperta di quei paesaggi naturalistici che ormai troppo spesso, si è abituati a vedere solamente in documentari trasmessi in televisione.
Pertanto, l’invito è rivolto anche a tutti coloro che desiderano riprendere il contatto con la natura e a quelle famiglie che vogliono mostrare ai loro figli quanto di più bello, una cornice fiabesca come il territorio di Sestriere, ha da offrire. 
Proprio per questo, anche quest’anno, la manifestazione Racchettinvalle sposerà l’iniziativa “Lasciamoci alle spalle un ambiente pulito”. 
La Turin Marathon, insieme al Comune di Sestriere, inviterà tutti i partecipanti a vivere la giornata nel pieno rispetto della natura.
Per i partecipanti sarà possibile noleggiare le racchette da neve.
Anche se in città il tempo è brutto, in montagna il clima è ideale per partecipare alla manifestazione; le iscrizioni sono aperte fino a domenica 9 febbraio.
Alle ore 14.00 dello stesso giorno, il Palazzetto dello Sport di Sestriere ospiterà le premiazioni ufficiali della manifestazione e fra tutti i partecipanti sarà assegnato un weekend omaggio a Sanremo offerto da Sanremo Promotion.
Le parole chiave di questo weekend suggestivo e scoppiettante saranno turismo, sport, natura, musica e intrattenimento.
Festa al Tabata di Sestriere - Venerdì 7 febbraio si riproporrà la festa al Tabata che, come lo scorso anno, darà modo a tutti coloro che hanno preso parte all’evento olimpico invernale, sia come spettatori che come volontari, di incontrarsi nuovamente per rivivere ancora una volta l’atmosfera di quel periodo.
Proposte alberghiere - Grazie all’importante accordo stipulato con il Villaggio Olimpico e con l’Associazione Albergatori di Sestriere, sarà possibile soggiornare presso le strutture convenzionate a prezzi promozionali.
Iscrizioni - Le iscrizioni sono aperte; ci si può iscrivere online direttamente sul sito www.turinmarathon.it oppure nei punti iscrizione convenzionati (consultare l’apposita sezione del sito).
TV – Il TGR Piemonte ha annunciato nella persona di Francesco Marino che Il Settimanale dedicherà a Racchettinvalle 2014, a Sestriere e alle Montagne Olimpiche una puntata che andrà in onda sabato 15 febbraio dalle ore 12.25. Inoltre RAI Sport proporrà, il mercoledì successivo alla manifestazione, all’interno del programma Pomeriggio da Campioni una finestra sull’evento.

 

Repost 0
5 febbraio 2014 3 05 /02 /febbraio /2014 20:09

Racchettinvalle Sestriere 2014 (14^ ed.). Quasi pronti allo start d'una classica invernale che coniuga agonismo d'alto livello con lo sport come intrattenimento e occasione di contatto con la Natura


 

Si è svolta il 4 febbraio 2014 alle ore 11.00, presso Turismo Torino e Provincia (Torino), la presentazione ufficiale della 14^ edizione di Racchettinvalle del prossimo 9 febbraio a Sestriere
Racchettinvalle è l'appuntamento invernale, organizzato dalla Turin Marathon, con delle qualità agonistiche di alto livello, ma nello stesso tempo alla portata di tutti! Molte e qualificate le partecipazioni straniere.

Mancano ormai pochi giorni alla Racchettinvalle Sestriere e oggi, nella sede di Turismo Torino e Provincia, si è svolta la conferenza stampa di presentazione ufficiale dell’evento alla presenza dell’Assessore allo Sport e al Turismo della Regione Piemonte, Alberto Cirio, del Vicesindaco di Sestriere, Giovanni Poncet e del Presidente della Vialattea, Giovanni Brasso.
A otto anni dai Giochi Olimpici di Torino 2006 si sente ancora il forte desiderio di ritornare a respirare l’atmosfera di quel tempo.
E così, anno dopo anno, la Turin Marathon continua ad organizzare l’evento Racchettinvalle; non solo un manifestazione a portata di tutti, siano essi atleti competitivi che desiderano realizzare la loro prestazione personale o amatori e famiglie, ma un’occasione per rievocare le Olimpiadi Invernali, tanto più che quest’anno la manifestazione coinciderà con l’apertura dei Giochi Olimpici di Sochi 2014.
Giunta ormai alla sua 14^ edizione, Racchettinvalle riconferma l’importante sodalizio costituitosi nel 2013 tra la Turin Marathon e il Comune di Sestriere.
L’edizione del 2014, la cui partenza è prevista per le ore 11.00, vedrà coinvolti gli esperti della corsa in montagna e i migliori atleti specialisti delle racchette da neve a livello nazionale e internazionale, darsi battaglia su un percorso mozzafiato.
Varie saranno le nazioni impegnate tra cui Francia, Italia e Spagna. Si vedrà al via Stephane Ricard (FRA – Team Baldas), già vincitore nel 2013 e neo Campione del Mondo di racchette da neve, sfidare Filippo Barizza (Vice Campione del Mondo) e Gerd Frick, terzo assoluto a Racchettinvalle 2013. Sempre in ambito maschile, prenderanno parte alla competizione anche gli atleti Davide Milesi (Vice Campione del Mondo Master), Daniele Fornoni (terzo master ai Campionati del Mondo) e Antonio Santi.
A darsi battaglia anche in campo femminile Isabella Morlini (neo Campionessa Mondiale della disciplina), che tenterà di bissare la vittoria del 2013 su Laia Andreu Trias.
Come lo scorso anno il percorso sarà disegnato sul monte Fraiteve, che permetterà ai corridori e camminatori di trascorrere una giornata immersi nel bianco della neve, sui sentieri dei grandi campioni dell’atletica e della maratona in particolare, che lì svolgevano e svolgono i loro periodi di training, Gelindo Bordin in particolare. L’unica differenza sarà il punto di partenza che quest’anno non sarà più alla fine di via Monte Rotta bensì, da strada Azzurri d’Italia – direzione via Monte
Rotta, nei pressi della pista di atletica.
L’evento sarà inoltre occasione per tutti coloro che amano le discipline invernali e le manifestazioni sportive di vivere, insieme agli atleti professionisti, una giornata di sport ad alto livello.
Da non dimenticare però che Racchettinvalle, oltre ad essere agonismo e tecnica, è molto di più; infatti, l’evento è una vera e propria attrazione per tutte le persone e le famiglie che desiderano trascorrere una giornata alla riscoperta di quei paesaggi naturalistici che ormai troppo spesso, si è abituati a vedere solamente in documentari trasmessi in televisione.
Pertanto, l’invito è rivolto anche a tutti coloro che desiderano riprendere il contatto con la natura e a quelle famiglie che vogliono mostrare ai loro figli quanto di più bello, una cornice fiabesca come il territorio di Sestriere, ha da offrire.
Proprio per questo, anche quest’anno, la manifestazione Racchettinvalle sposerà l’iniziativa “Lasciamoci alle spalle un ambiente pulito”.
La Turin Marathon, insieme al Comune di Sestriere, inviterà tutti i partecipanti a vivere la giornata nel pieno rispetto della natura.
Per i partecipanti sarà possibile noleggiare le racchette da neve.
Anche se in città il tempo è brutto, in montagna il clima è ideale per partecipare alla manifestazione; le iscrizioni sono aperte fino a domenica 9 febbraio.
Alle ore 14.00 dello stesso giorno, il Palazzetto dello Sport di Sestriere ospiterà le premiazioni ufficiali della manifestazione e fra tutti i partecipanti sarà assegnato un weekend omaggio a Sanremo offerto da Sanremo Promotion.
Le parole chiave di questo weekend suggestivo e scoppiettante saranno turismo, sport, natura, musica e intrattenimento.
Festa al Tabata di Sestriere - Venerdì 7 febbraio si riproporrà la festa al Tabata che, come lo scorso anno, darà modo a tutti coloro che hanno preso parte all’evento olimpico invernale, sia come spettatori che come volontari, di incontrarsi nuovamente per rivivere ancora una volta l’atmosfera di quel periodo.
Proposte alberghiere - Grazie all’importante accordo stipulato con il Villaggio Olimpico e con l’Associazione Albergatori di Sestriere, sarà possibile soggiornare presso le strutture convenzionate a prezzi promozionali.
Iscrizioni - Le iscrizioni sono aperte; ci si può iscrivere online direttamente sul sito www.turinmarathon.it oppure nei punti iscrizione convenzionati (consultare l’apposita sezione del sito).
TV – Il TGR Piemonte ha annunciato nella persona di Francesco Marino che Il Settimanale dedicherà a Racchettinvalle 2014, a Sestriere e alle Montagne Olimpiche una puntata che andrà in onda sabato 15 febbraio dalle ore 12.25. Inoltre RAI Sport proporrà, il mercoledì successivo alla manifestazione, all’interno del programma Pomeriggio da Campioni una finestra sull’evento.
Repost 0

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014

Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche