Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
17 novembre 2016 4 17 /11 /novembre /2016 08:33
(foto di Maurizio Crispi)

(foto di Maurizio Crispi)

(Maurizio Crispi) Si è svolta il 13 novembre 2016, con il favore di un ottimo meteo, la Maratona Città di Palermo che ha spento con successo la sua 22^ candelina. Grande successo di partecipazioni alla due competitive in programma sulla distanza rispettivamente della Maratona e della Mezza, con oltre 1400 atleti allo start, di cui circa 400 hanno affrontato il cimento della 42,195 km, con numerose nazioni estere rappresentate.
Epicentro della manifestazione è stato lo Stadio di Atletica delle Palme, intitolato a Vito Schifani.

Maratona Città di Palermo 2016 (2^ edizione) - 13 novembre 2016. La 2^ Walk of Smile muove i suoi passi fuori dallo stadioDai maratoneti, come è stato nel caso dell'edizione 2015 è stato graditissimo il percorso u di un giro unico, con un passaggio dallo stadio alla mezza: il percorso ha consentito agli atleti in gara, soprattutto a quelli stranieri di avere uno splendido colpo sulle bellezze storiche, architettoniche e naturalistiche della città e, in un certo senso di viaggiare, toccando i diversi monumenti del centro, attraverso la storia più che millenaria di Palermo.
Ma la giornata non è stata soltanto dedicata allo sport agonistico (per quanto amatoriale), ma anche alla solidarietà e alla promozione di uno sport sano e sostenibile.
Subito dopo lo start delle due competitive si è assistito allo spettacolo straordinario della seconda edizione della camminata di solidarietà "Walk of Smile" che, su di una distanza di circa tre chilometri, ha visto la partecipazione di oltre duemila persone, tra scolari e studenti delle scuole di ogni ordine e grado, accompagnati dai rispettivi genitori, di cani, di genitori che spingevano carrozzine con i propri infanti, da disabili in carrozzina con i loro spingitori. Insomma, si è creato un vero fiume di camminatori, che - regalando agli astanti un gran colpo d'occhio vivacissimo e colorato - ha consentito di toccare con mano quanto a Palermo, grazie a questo evento che - in termini di organizzazione e partecipazione - è sicuramente il primo in Sicilia e nel Mezzogiorno, qualcosa si muova in maniera concreta senza roboanti parole retoriche per avvicinare Palermo alle realtà sportive delle grandi maratone e delle grandi città europee.

Videosintesi con le foto di Maurizio Crispi
Videosintesi con le foto di Maurizio Crispi
Videosintesi con le foto di Maurizio Crispi
Videosintesi con le foto di Maurizio Crispi
Videosintesi con le foto di Maurizio Crispi
Videosintesi con le foto di Maurizio Crispi
Videosintesi con le foto di Maurizio Crispi
Videosintesi con le foto di Maurizio Crispi
Videosintesi con le foto di Maurizio Crispi
Videosintesi con le foto di Maurizio Crispi
Videosintesi con le foto di Maurizio Crispi

Videosintesi con le foto di Maurizio Crispi

(Comunicato stampa finale post-gara) Ha soffiato forte il vento d’Africa alla Maratona di Palermo; a vincere, infatti, è stato Ezekiel Kiprotic Meli, che ha preceduto i connazionali Kisorio e Tiongik. Filippo Lo Piccolo, già vincitore dell’edizione 2015, è stato il primo degli italiani. Tra le donne, si è visto il trionfo dell’argentina Mariana Mendiburu Pantaleone. Oltre 2000 presenze alla non competitiva “The Walk of Smile – Crai Sicilia Spa”.

Podio tutto keniano alla 22^ Maratona di Palermo che si è disputata il 13 novembre 2016 nel capoluogo siciliano.
Maratona Città di Palermo (22^ edizione) - 13 novembre 2016 - Il terzetto keniano in testa ai 21 km circa (foto di Maurizio Crispi)Com’era ampiamente prevedibile le gazzelle africane hanno fatto il brutto e il cattivo tempo, dominando la competizione. A vincere è stato forse il meno atteso dei tre, Ezekiel Kiprotic Meli, tesserato per l’Atletica Futura ASD, alle sua prima esperienza in maratona. Di tutto rispetto anche il riscontro cronometrico, considerato il percorso palermitano, splendido e tranquillo nella sua prima parte, quando si attraversa la città, arduo nel finale di gara , quando la stessa entra nel vivo e da Mondello si ritorna verso il parco della Favorita “porta” che conduce all’interno dello stadio delle Palme. E l’asperità del tragitto ha fatto selezione anche tra i “colored” con Meli che si è staccato dai suoi compagni di viaggio nell’ultima parte della competizione, andando a vincere in solitaria con il tempo di 2h17’14. Al secondo posto con circa due minuti di ritardo Hosea Kimeli Kisorio, vincitore alla recente Telesia Half Marathon, in 2h19’25. Terzo Paul Tiongik in 2h20’22. Quarto, e primo degli italiani, il vincitore dello scorso anno Filippo Lo Piccolo (Good Race Team) in 2h36’40.
Non c’è stata storia invece per la gara al femminile che ha visto la vittoria dell’argentina di Lobos, Mariana Mendiburu Pantaleone, testimonial del “Festival dell’infanzia di Teggiano”, che ha fermato il crono su 3h06’40. Al secondo posto, staccatissima, Maria Cristina Guzzi (Atletica San Marco) in 3h21’48, Monica Audenino (SS Vittorio Alfieri Asti) con il tempo di 3h38'55, quarta infine l’ungherese Gyula Lazay, in 3h25’57. In precedenza Salvo Campanella a bordo della sua handbike, aveva chiuso la sua prova-esibizione precedendo gli atleti della Mezza maratona; media distanza che ha visto le vittorie, tra gli uomini del marocchino (palermitano di adozione) Bibi Hamad (Universitas Palermo) in 1h10’03 e al femminile dalla palermitana Barbara Bennici (Fiamma Rossa Palermo) che ha sfoderato un ottimo 1h26’50. Gara in fotocopia: entrambi gli atleti, infatti, hanno dominato dal primo all’ultimo chilometro, dando poco più di 4 minuti di distacco ai secondi classificati.

Maratona Città di Palermo (22^ ed.) - 13 novembre 2016 - Filippo Lo Piccolo, primo degli Italiani in Maratona (4° classificato) ai 21 km circa (Foto di Maurizio Crispi)Il più anziano a tagliare il traguardo è stato l’ottantatrenne Francesco De Trovato che ha impiegato poco più di due ore per percorrere 21,097 km.
Circa 1500 gli atleti in gara, 30 le nazioni rappresentate, 108 i maratoneti stranieri, numeri che danno il senso del successo della manifestazione e della festa che ha vissuto oggi Palermo.
Confermata e sempre più apprezzata anche la presenza della non competitiva, “The Walk of Smile – CRAI Sicilia Spa”, nata con l'obiettivo di sensibilizzare e informare su una problematica sanitaria qual è la Thalassemia. Oltre 2000 i bambini accompagnati dai genitori che hanno percorso i tre chilometri a loro dedicati; il classico fiume festante colorato dall’allegria dei piu piccoli che ha coinvolto tutti i presenti.
Per la cronaca a tagliare per primi il traguardo sono stati Matteo Romano dell’istituto comprensivo Pecoraro e Chiara Pece dell’istituto Minutoli.

Le premiazioni (peraltro “rallentate” dalle operazioni anti-doping) si sono svolte alla presenza del sindaco di Palermo Leoluca Orlando (che ha donato ai primi arrivati la Carta di Palermo), dell’assessore allo Sport Giuseppe Gini, del vice presidente del Consiglio comunale di Palermo Nadia Spallitta e dei rappresentanti dei maggiori sponsor dell’evento, primo su tutti l’Unicredit per il nono anno partner della manifestazione.

 

Le dichiarazioni in pillole:

Ezekiel Kiprotic Meli (primo uomo): “Percorso duro e molto bello, era la prima volta che correvo una maratona e sono contento di com’è andata. Mi rammarico solo per un problema al polpaccio che ho avvertito già dal terzo chilometro, portandomelo dietro per tutta la gara. Il momento decisivo l’ultimo tratto in salita è quello che ha fatto la selezione.”

Mariana Mendiburu Pantaleone (prima donna):Sono rimasta estasiata dalla spiaggia di Mondello, percorso duro e bellissimo”. Ho rallentato un po’ sul finire di gara, peccato quell’errore sul percorso,che mi ha costretta a correre quasi un chilometro in più”.

Leoluca Orlando (Sindaco di Palermo):Ringrazio tutti coloro che hanno partecipato e grande apprezzamento va agli organizzatori; La città ha bisogno dello sport. Palermo città di accoglienza celebra la vittoria di tre atleti africani a cui faccio dono della carta di Palermo, perché la mobilità deve essere un diritto di tutti”.

Salvatore Gebbia (patron della manifestazione): Un successo, lo dicono i commenti degli atleti, lo dice la gente che ha vissuto questa fantastica giornata. Ringrazio tutti coloro che si sono spesi per l’evento e gli atleti che correndolo lo hanno onorato”.

Videosintesi con le foto fornite dall'Ufficio Stampa che danno un'idea di punti diversi del percorso di gara
Videosintesi con le foto fornite dall'Ufficio Stampa che danno un'idea di punti diversi del percorso di gara
Videosintesi con le foto fornite dall'Ufficio Stampa che danno un'idea di punti diversi del percorso di gara
Videosintesi con le foto fornite dall'Ufficio Stampa che danno un'idea di punti diversi del percorso di gara
Videosintesi con le foto fornite dall'Ufficio Stampa che danno un'idea di punti diversi del percorso di gara
Videosintesi con le foto fornite dall'Ufficio Stampa che danno un'idea di punti diversi del percorso di gara
Videosintesi con le foto fornite dall'Ufficio Stampa che danno un'idea di punti diversi del percorso di gara
Videosintesi con le foto fornite dall'Ufficio Stampa che danno un'idea di punti diversi del percorso di gara
Videosintesi con le foto fornite dall'Ufficio Stampa che danno un'idea di punti diversi del percorso di gara
Videosintesi con le foto fornite dall'Ufficio Stampa che danno un'idea di punti diversi del percorso di gara
Videosintesi con le foto fornite dall'Ufficio Stampa che danno un'idea di punti diversi del percorso di gara
Videosintesi con le foto fornite dall'Ufficio Stampa che danno un'idea di punti diversi del percorso di gara
Videosintesi con le foto fornite dall'Ufficio Stampa che danno un'idea di punti diversi del percorso di gara
Videosintesi con le foto fornite dall'Ufficio Stampa che danno un'idea di punti diversi del percorso di gara
Videosintesi con le foto fornite dall'Ufficio Stampa che danno un'idea di punti diversi del percorso di gara
Videosintesi con le foto fornite dall'Ufficio Stampa che danno un'idea di punti diversi del percorso di gara
Videosintesi con le foto fornite dall'Ufficio Stampa che danno un'idea di punti diversi del percorso di gara
Videosintesi con le foto fornite dall'Ufficio Stampa che danno un'idea di punti diversi del percorso di gara
Videosintesi con le foto fornite dall'Ufficio Stampa che danno un'idea di punti diversi del percorso di gara
Videosintesi con le foto fornite dall'Ufficio Stampa che danno un'idea di punti diversi del percorso di gara

Videosintesi con le foto fornite dall'Ufficio Stampa che danno un'idea di punti diversi del percorso di gara

Il video ufficiale (realizzato da Francesco Catalano)

Di seguito i link alle gallerie fotografiche con le foto di Maurizio Crispi e pubblicate nella pagina Facebook "Ultramaratone, Maratone e Dintorni".

Repost 0
15 novembre 2016 2 15 /11 /novembre /2016 19:28
Run with Autism 2016. Iniziativa sportiva per tutti, a Palermo, a favore dell'Autismo, il prossimo 27 novembre. ACSI e BioRace assegneranno uno speciale premio per la solidarietà nella competitiva

Run with Autism 2016 (locandina). Gara podistica, pedalata solidale, passeggiata ludico motoria... Alla Run with Autism possono partecipare tutti! Ma proprio tutti! Una festa con e per i nostri amici!

Il 27 novembre 2016, al Foro Italico Umberto I, a Palermo, si svolgerà la manifestazione 'Run with Autism' nella quale saranno compreenti tre eventi sportivi, rispettivamente una gara podistica sulla distanza di 7,5 km, una pedalata solidale di 3.0 chilometri e una passeggiata ludico-motoria sulla distanza di 1,5 km.
Proprio per questa varietà di eventi il "Run with the Autism" vuole essere un evento a tutti potranno partecipare. Sarà una festa all'insegna dello sport e della gioia di vivere, con finalità solidali, a favore di (e con) bimbi, ragazzi e giovani autistici che, insieme a genitori e famiglie, saranno sul posto ad attendere quanti vorranno partecipare.
Proprio in virtù delle finalità solidali saranno predisposti dei corner informativi sull'Autismo.

 

La manifestazione si svolgerà dalle 9.00 alle 12.00.
Il costo per l'iscrizione e la partecipazione alla gara competiviva e alle altre due manifestazioni non competitive è di €6.00 che saranno devoluti ad una raccolta fondi per le associazioni di genitori di bimbi e giovani con problemi d'autismo. La quota d'iscrizione comprende zainetto, acqua, succo frutta e t-shirt personalizzata).

Le iscrizioni potranno essere perfezionate, ritirando sin da subito zainetto e maglietta (mentre il resto verrà consegnato il 27 novembre, giorno dell'evento, al Foro Italico), presso il punto di vendita 70.tre in Viale Resurrezione n. 75 e presso la delegazione sicilia occidentale dell'ACSI in viale Leonardo da Vinci n. 17.
Chi invece volesse iscriversi comodamente online potrà scaricare sin d'ora i moduli ed effettuare il bonifico (iscrizione euro 6.00) su www.acsisiciliaoccidentale.it.

 

Circuito BioRace 2016 (ACSI) - logoAlla “Run with Autism” ACSI e BioRace assegnano un premio di solidarietà

(Palermo, 15 novembre 2016) Un premio speciale in una giornata speciale: in occasione di Run with Autism, in programma a Palermo il prossimo 27 novembre al Parco della Salute del Foro Italico, l’ACSI Sicilia Occidentale e il Circuito BioRace, assegneranno alla società che riuscirà a classificare il maggior numero di atleti la 1^ Targa ACSI BioRace della solidarietà.

Si vuole in tal modo stimolare la partecipazione delle società sportive siciliane che con la loro fondamentale presenza contribuiranno a promuovere l’integrazione sociale. L’evento organizzato da Vivi Sano Onlus, con la collaborazione di numerosi partner, prevede tre importanti momenti:

  • alle ore 9,00 la partenza della Gara podistica agonistica, valida come prova Challenger del Circuito BioRace, sulla distanza di 7500 metri,
  • alle 11,00 la partenza della Passeggiata ludico motoria di 1.500 metri
  • alle 11,30 la pedalata di 3.000 metri.

Info ed iscrizioni

Repost 0
10 novembre 2016 4 10 /11 /novembre /2016 07:46
(Un momento della conferenza stampa dell'8 novembre 2016 - foto di Maurizio Crispi)

(Un momento della conferenza stampa dell'8 novembre 2016 - foto di Maurizio Crispi)

Maratona di Palermo 2016

E' stata presentata nella mattinata dell’8 novembre 2016, presso la sede Unicredit in Via Generale Magliocco n. 1 a Palermo, la 22^ edizione della Maratona Città di Palermo in programma per domenica 13 novembre con il via alle 9.15.
E' una manifestazione che, di anno in anno, si rinnova, pur tenendo sempre un occhio fermo alla tradizione ormai consolidata, tra sport, cultura e impegno sociale.
Già a quota 1400 il numero di iscritti che confermano come la maratona Città di Palermo si possa considerare il maggior evento podistico della Sicilia e forse anche dell'Italia meridionale, in crescita grazie alla main sponsorship di Unicredit Banco di Sicilia e del supporto dell'Amministrazione comunale di Palermo, mentre inspiegabilmente l'Assessorato regionale allo Sport e al Turismo per quest'anno ha escluso la Maratona dai "main events".

Tante le conferme e alcune novità nell’edizione 2016 e si sa che le novità incluse in un evento che si ripete ogni anno, arricchendo il suo palinsesto, rappresentano sempre la spia di un processo di crescita e di consolidamento.

Cominciamo dalle conferme: il percorso unico e la non competitiva, la seconda edizione della“Walk of smile – CRAI Sicilia Spa” che anche quest'anno avrà l'obiettivo di sensibilizzare e informare su una problematica sanitaria qual è la Thalassemia.

Le novità: su tutte il “ritorno” dei keniani, quest’anno più che mai atleti da battere nella kermesse palermitana. In gara infatti ci saranno Ezekiel Kiprotic Meli, Paul Tiongik e Hosea Kimeli Kisorio, atleti di spessore, tesserati con società italiane.
Kisorio, in particolare, ha vinto la recente Telesia Half Marathon, Tiongik ha trionfato alla Cortina-Dobbiaco Run, mentre Ezekiel Kiprotic Meli, che esordirà sulla distanza dei 42,195 km proprio a Palermo, appena un paio di settimane fa s’è aggiudicato nel Savonese la Run Riviera Run.
Ma non solo Africa alla XXII edizione della maratona Città di Palermo, anche tanta Europa. Saranno circa trenta, infatti, le nazioni rappresentate: Francia, Belgio, Finlandia, Inghilterra, Slovenia, Giappone, Austria, Germania, solo per citarne alcune.
Folta e qualificata come sempre la pattuglia di atleti siciliani: pettorale numero 1 a Filippo Lo Piccolo, vincitore dell'edizione dello scorso anno; da segnalare la presenza di Vito Massimo Catania vincitore nel 2013 e di Massimiliano Buccafusca, in gara in un contesto di preparazione in vista del Campionato del Mondo IAU 100 km in programma a Valencia a fine mese.
Al momento sono più di 1400 gli atleti iscritti per le due distanze, iscrizioni che chiuderanno mercoledì 9 novembre 2016: dunque i numeri sono destinati a lievitare almeno per un altro po’.
La gara con un percorso che anche quest’anno attraverserà la città, toccandone i siti più caratteristici, da quelli culturali, al parco della Favorita, fino al mare di Mondello, promette grande spettacolo.
La maratona, come avviene ormai da nove anni a questa parte, ha mosso stamane il suo primo passo ufficiale nella Sala Gialla della sede UniCredit di Palermo, con la conferenza stampa di presentazione dell’evento.
A fare gli onori di casa, Sebastiano Musso Regional Manager Sicilia Unicredit (che, detto a suo onore, da sportivo correrà la mezza maratona) e Aldo Prost Responsabile Area Manager Palermo. Insieme a loro Giuseppe Gini assessore allo sport del Comune di Palermo, Nadia Spallitta vice presidente del Consiglio Comunale di Palermo e Salvatore Gebbia direttore tecnico e organizzatore dell'evento.

Per tutte le personalità convenute, a fine conferenza, maglia tecnica e medaglia ufficiale della manifestazione con foto di rito.
In platea, tra gli altri, i rappresentanti delle società palermitane che collaboreranno nei ristori, Teresa Tranchina dell'Associazione Thalassemia Ospedale dei Bambini di Palermo Onlus, Ferruccio Bono responsabile del percorso e Vincenzo Alaimo responsabile del marketing della Maratona di Palermo.

 

Alcune dichiarazioni dei convenuti

Sebastiano Musso Regional Manager Sicilia Unicredit. “Un’occasione importante per il nostro istituto di credito, ormai da anni partner della Maratona di Palermo e da sempre vicino al mondo dello sport. Al territorio e alla gente sono dedicate la nostre attenzioni, il nostro lavoro e impegno, e la Maratona di Palermo rappresenta un’occasione per sottolineare tutto questo”

Aldo Prost Responsabile Area Manager Palermo:la corsa è uno sport semplice e di fatica, elementi essenziali che troviamo anche nel nostro lavoro e impegno verso la gente”.

Giuseppe Gini: la maratona che attraversa i luoghi dell’Unesco, le bellezze della città è motivo di vanto per tutti, i palermitani devono essere felici di questa manifestazione e di quello che rappresenta per la città intera in termnine di immagine.”

Salvatore Gebbia: “un grazie a chi ci supporta, istituzioni e sponsor, meno a chi quest’anno ci ha abbandonato (l’assessorato regionale al turismo e sport n.d.r.) finanziando sagre della salsiccia invece di eventi come la Maratona d Palermo. Il Comune ci ha assegnato in extremis come magazzino e uffici l’ex centro stampa di viale del Fante struttura, in palese abbandono, che vorremmo ci venisse assegnata definitivamnte per i prossimi anni.”

Nadia Spallitta: “Lo sforzo del consiglio comunaqle per fare crescere questa manifestazione c’è e ci sarà sempre, mi piace però sottolineare la bellezza dell’evento e l’impegno di coloro che l’organizzano. Per il futuro ci auguriamo meno intoppi burocratici per chi organizza manifestazioni del genere.”

 

Confermata la non competitiva, cioè la camminata del sorriso. Torna e promette grandi numeri la “ The walk of smile – CRAI Sicilia Spa”, a conferma del legame tra sport e solidarietà elemento distintivo della manifestazione palermnitana. Obiettivo della la camminata di tre chilometri da percorrere con il solo spirito aggregativo e ludico, è quello di creare un’occasione di attenzione e solidarietà ad una problematica sanitaria – sociale, la THALASSEMIA, spesso sottovalutata causa la scarsa informazione. La manifestazione, supportata da CRAI Sicilia Spa, coinvolge circa 50 istituti scolastici di Palermo e provincia e vedrà protagonisti oltre 2000 bambini accompagnati da papà e mamme che si muoveranno dallo stadio Vito Schifani a partire dalle 9.30.

Atleti e curiosità. Una maratoneta, portavoce della Festa dell’Infanzia di Teggiano, correrà domenica prossima a Palermo. Si tratta dell’argentina Marialena Mendiburu Panteleone, che fa parte degli “Atleti dell’infanzia” e che, reduce dalla Srasalerno, ha deciso di correre la maratona del capoluogo siciliano. Una “collaborazione” che si rinnova tra la festa del centro del salernitano, in programma il 19 e 20 novembre prossimi e la comunità italo-argentina di Lobos, Buonos Aires. In gara a Palermo in nome e per conto del Club San Cono di New York anche l’atleta Michele D’alvano. E in tema di atleti doc, domenica da protagonista anche per l’atleta più anziano del circuito podistico siciliano, Francesco De Trovato, per lui le primavere sono 83 e domenica a Palermo correrà la mezza maratona. Impegnati nella mezza distanza anche Mohamed Idrissi della Polisportiva Menfi’95 (sua la vittoria sempre nella stessa distanza a Palermo lo scorso anno) e Barbara Bennici (Fiamma Rossa Palermo) quest’ultima atleta sicuramente da battere.

La voce della maratona. Sarà ancora Giuseppe Marcellino lo speaker ufficiale della XXII edizione della Maratona di Palermo. Marcellino, dal passato di ottimo atleta (vanta nella maratona un personale di 2h24’18) è diventato negli anni la “voce” per eccellenza delle gare podistiche, in Sicilia e non solo.

Expo della Maratona e pasta-party. Aprirà i battenti venerdì prossimo 11 novembre alle ore 16.00, l'expo maratona. Sarà possibile visitare gli stand, all’interno dello stadio delle Palme, anche il sabato dalle 9.00 alle 19.30 e la domenica (giorno della gara) dalle 7.00 alle 15.00. Il venerdì pomeriggio e per l’intera giornata di sabato gli atleti potranno ritirare i pettorali e i pacchi gara. Domenica mattina i pacchi gara potranno essere ritirati solo dagli atleti provenienti da fuori provincia. Novità dell’ultima ora la presenza del pasta-party nelle giornate di sabato e domenica: sarà una struttura itinerante e rifociullare atlet prima e dopo il loro impegno agonistico.

La maglia tecnica. Nel pacco gara tutti gli atleti iscritti, sia alla maratona che alla mezza, riceveranno la maglia tecnica Diadora. Colori giallo e arancione, la maglia quest’anno riporta lo slogan che più che mai rappresenta la Maratona di Palermo, “…per correre l’arte”. Per i finisher una “pesante” medaglia commemorativa nella quale quest’anno campeggia San Giovanni di Eremiti.

 

Maratona Città di Palermo 2016 (22^ edizione) - il percorso di gara di Maratona e Mezza

Il percorso di gara, con partenza per le due distanza in contemporanea, alle ore 9.15 dallo Stadio di Atletica “Vito Schifani”

Viale del Fante– Viale Rocca- Viale Ercole-Viale Diana- P.zza Leoni- Via dell’Artigliere- Piazza Vittorio Veneto – V.le della Libertà – P.zza Ruggero Settimo – Via Ruggero Settimo – Via Maqueda – P.zza Villena (Quattro Canti) – C.so Vittorio Emanuele – Porta Nuova – C.so Calatafimi – P.zza Indipendenza – Ingresso Palazzo Reale (Passaggio Interno ARS) - P.zza del Parlamento – C.so Vittorio Emanuele – P.zza Villena (Quattro Canti) – Via Maqueda – Via Trieste – Via Roma – Via Bentivegna - Via Rosolin Pilo – Via Ruggero Settimo – Via della Libertà-Piazza Vittorio Veneto-Via dell’Artigliere-Piazza Leoni-Viale Diana ( Ingresso Parco della Favorita) - V.le Diana (dir. Mondello) – Via Reg. Margherita

di Savoia -Via Reg. Margherita di Savoia (dir. Ingresso Parco della Favorita) - V.le Ercole – Palazzina Cinese – P.zza Niscemi – Ingresso Villa Niscemi – V.le Ercole – Viale Rocca –Viale del Fante - Ingresso Stadio di Atletica “Vito Schifani” Porta Maratona – Arrivo Mezza Maratona Km 21.097.

La zona partenza-arrivo all'interno dello Stadio di atletica Vito Schifani. Maratona Città di Palermo 2016 (22^ edizione)

 

Dopo il passaggio dallo stadio di atletica al completamento della prima tranche di gara, i runner impegnati nella maratona proseguiranno per un secondo giro che li porterà sino a Mondello. Nel dettaglio: Viale del Fante – Viale Rocca –Viale Ercole-Viale Diana-giro di boa-Viale Diana-Viale Favorita dir. Fiera- Giro di Boa- Via della Favorita dir. Mondello-Viale Diana-Viale Margherita di Savoia-Viale delle Palme-Via Principessa Giovanna-Piazza Valdesi-Viale Regina Elena Dir. Mondello -Via Torre di Mondello-Piazza Mondello Giro di Boa-Via Torre di Mondello-Via Regina Elena Dir. Palermo -Piazza Valdesi-Viale Margherita di Savoia Lato Monte-Viale Ercole Dir. Palazzina Cinese-Piazza Niscemi- Ingresso Villa Niscemi – V.le Ercole – Viale Rocca –Viale del Fante - Ingresso Stadio di Atletica “Vito Schifani” Porta Maratona – Arrivo Maratona Km 42.195

Ristori di “società”. Anche quest’anno (dopo l’ottimo risultato e gradimento dello scorso anno) la “gestione” dei ristori è stata affidata ad alcune società di atletica palermitane che hanno raccolto l’appello dell’organizzazione. Amatori Palermo, Fiamma Rossa Palermo, Palermo Running, Good Race Team, GS Vergine Maria, Non solo Corsa, le società che grazie all’impegno dei lavoro tesserati “assisteranno” i colleghi podisti impegnati in gara.

Maratona Città di Palermo 2016 (21^ ed.)- Il vincitore Filippo Lo Piccolo con il pettorale n. 3Fotografando la maratona. Anche quest’anno la manifestazione sarà immortalata dagli scatti dei fotografi dell’UIF (Unione Italiana Fotoamatori). Le foto verranno pubblicate nel sito ufficiale della Maratona Città di Palermo www.palermomaratona.it e nel blog alla stessa dedicato, curato da Salvatore Clemente www.toticlemente.it.
Accreditati per questa edizione ben 26 foto-amatori che copriranno metro dopo metro, con i loro scatti, l’interno percorso.
Ma naturalmente – a coprire l’evento - saranno presenti anche i fotografi di diverse testate giornalistiche on line e tra di questi Maurizio Crispi, fotografo e direttore responsabile del magazine on line “Ultramaratone Maratone e Dintorni”.

L'edizione 2015 si é conclusa così. L’edizione 2015 ha visto imporsi nella distanza della maratona Filippo Lo Piccolo (Good Race Team). Tra le donne la vittoria è andata alla polacca Silwia Bondara. Nella Mezza si sono registrate le vittorie di Mohamed Idrissi (Polisportiva Menfi ’95) e Simona Vassallo.

 

Repost 0
27 ottobre 2016 4 27 /10 /ottobre /2016 20:56
(Foto di Maurizio Crispi)
(Foto di Maurizio Crispi)
(Foto di Maurizio Crispi)
(Foto di Maurizio Crispi)
(Foto di Maurizio Crispi)
(Foto di Maurizio Crispi)
(Foto di Maurizio Crispi)
(Foto di Maurizio Crispi)
(Foto di Maurizio Crispi)
(Foto di Maurizio Crispi)
(Foto di Maurizio Crispi)
(Foto di Maurizio Crispi)
(Foto di Maurizio Crispi)
(Foto di Maurizio Crispi)
(Foto di Maurizio Crispi)
(Foto di Maurizio Crispi)
(Foto di Maurizio Crispi)
(Foto di Maurizio Crispi)
(Foto di Maurizio Crispi)
(Foto di Maurizio Crispi)
(Foto di Maurizio Crispi)
(Foto di Maurizio Crispi)
(Foto di Maurizio Crispi)
(Foto di Maurizio Crispi)
(Foto di Maurizio Crispi)

(Foto di Maurizio Crispi)

(Maurizio Crispi) E' ritornato, con la sua consueta kermesse, con la sua ironia, ma anche con tanto sano spirito sportivo (malgrado il rifornimento etilico - poco più di un simulacro di bevuta alcoolica) "Un Sorso e Via - Campionato del Mondo di corsa con rifornimento etilico obbligatorio", che ha celebrato il suo decimo compleanno.

Aldo Siragusa officiante di Un Sorso e Via 2016 (Palermo) - foto di Maurizio CrispiE difatti, il suo officiante e maestro delle cerimonie, Aldo Siragusa - che è stato affiancato nella funzione di co-speaker dal giornalista Marco Pomar - indossava un lussureggiante abito da sposa: non siamo nuovi agli sbeffeggianti travestimenti di Aldo in simili circostanze.
In un'edizione del passato di Un Sorso e Via (1^ serie) egli si era presentato negli abiti di Nerone oppure in un'altra nelle vesti di angelo con tanto di maestose ali.
Nel 2015 prima replica della 2^ serie) si è presentato come un pupo trasportato nella gerla di una claudicante Befana dal naso adunco.
Quest'anno, Aldo - come ogni sposa che si rispetti - si è presentato con un leggero ritardo, spezzando la trepidazione con cui tutti avevano atteso la sua uscita... Ritardo giustificato, perché si sa che le spose arrivano sempre in ritardo poiché a lungo indugiano davanti allo specchio per farsi più belle. E l'abito di Aldo si sganciava di continuo sulla schiena, lasciando intravedere squarci di pelle nuda al sotto, come per una sorta di noncurante vezzo della sposa che si mostra, ma che ancora non si vuole concedere. E, invano, gli assistenti di regia cercavano di rimediare al rischio di "denudamento" di questa sposa baffuta e barbuta...

La manifestazione - come si diceva - si è svolta a Palermo, all'interno dello Stadio delle Palme "Vito Schifani", il 23 ottobre 2016, a partire dalle 15.45, con la consueta kermesse, forse con un leggero calo del numero dei partecipanti e di pubblico, per via della concomitanza in giornata di altri eventi podistici. Ma quelli presenti erano buoni e tutti hanno onoratolo spirito della manifestazione che è quello di fare sport divertendosi e mostrando la capacità di fare dell'ironia e, soprattutto, dell'autoironia, senza rinunciare a mettersi in gioco, indossando dei panni buffi oppure sottoponendosi a prove strampalate.

10 le gare in programma, per tutti i gusti e per tutte le gradazioni di dissacrante divertimento, pur condito di sano agonismo: tra di queste, la corsa a piedi scalzi sui ceci, la corsa palleggiando con un pallone da basket, i 400 metri portando in equilibrio dei bicchieri pieni dì acqua su di un vassoio, la corsa con ombrelli (aperti) e con i cani ak guinzaglio, la corsa a coppie con i due runner di ciascuna coppia ammanettati l'uno all'altro per i polsi, oppure ancora la corsa in tappine (infradito), per concludere alla grande con la competizione clou sui 3000 metri, valevole appunto come X campionato del Mondo di Un Sorso e Via".

Un Sorso e Via 2016. La prova con il pallone da basket )foto di Maurizio Crispi)In tutte le prove erano ammessi i travestimenti, le parrucche, i cambi di identità di genere (vestimentale) e quant'altro per sottolineare l'atmosfera gioiosa e carnevalesca che serve ogni tanto ad abbattere (o a incrinare) l'atteggiamento mentale di alcuni podisti (che pur professandosi amatori) vivono la loro dedizione alla corsa come un lavoro, punteggiato solo di fatiganti allenamenti e di gare. In tutte le gare era previsto un numero variabile di ristori etilici (in funzione della distanza da percorrere) con l'obbligo di ingerire ad ogni posto di ristoro una data quantità di nettare bacchico, in modo tale che il quantitativo totale di vino da ingerire (vinaccio a giudicare dalle espressioni mimiche di alcuni fra i partecipanti che da veri sportivi preferibberro evitare la bevuta obbligatoria, ma in realtà ottimo vino cartonato, messo a disposizione dalla Ditta Caradonna sponsor della manifestazione) non dovesse superare un bicchiere di plastica di dimensioni standard.
A disposizione di tutti, ma non da ingerire "obbligatoriamente" le uova sode - come nella migliore tradizione delle osterie del buon tempo antico - per fare "stagghiare" il vino ingerito: dopo ciascun ristoro etilico il runner aveva l'obbligo - pena la squalifica - di pronunciare una parola d'ordine stabilita di volta in volta sulla base di un elemento caratterizzante della gara da disputare: ma non sempre questa parola d'ordine è stata pronunciata correttamente...

A inframmezzare gli eventi di "corsa", gli intermezzi sonori di un rock duro e pulsante (che più metallico non si sarebbe potuto) di un gruppo musicale che ha vivacizzato l'atmosfera e le esibizioni artistiche - nella speciale sezione "OrtoArte" - in cui - come nel caso di una rinomata trasmissione televisiva - l'artista performante viene fatto oggetto anziché di fischi e di grida di scherno del lancio di ortaggi, appositamente messi in distribuzione dagli organizzatori (fase dell'"ortolancio"). L'acquisto degli ortaggi da lanciare (€2.00 per ciascun kit da Ortolancio) è stato devoluto alla raccolta di un fondo per l'acquisto di una Joelette (vedi il "Progetto Joelette", promossa da ASD SportAction), così come nel corso dell'evento chi avesse voluto avrebbe potuto acquistare un biglietto per una lotteria, i cui numeri saranno estratti il prossimo gennaio: anche in questo caso il costo di ciascun biglietto sarebbe stato devoluto alla stessa finalità.

Ed è così andata in archivio la 10^ edizione di "Un Sorso e Via" con soddisfazione da parte di tutti, organizzatori e partecipanti.

Repost 0
Published by Ultramaratone, maratone e dintorni - in Solidarietà-tutela ambiente Running for fun
scrivi un commento
21 ottobre 2016 5 21 /10 /ottobre /2016 09:07
(foto di Maurizio Crispi)

(foto di Maurizio Crispi)

Ai blocchi di partenza il X Campionato mondiale di “Un Sorso e Via - Gara eno-podistica con rifornimento etilico obbligatorio”, che avrà luogo a Palermo il prossimo 23 ottobre 2016 allo Stadio delle Palme Vito Schifani.

Nel corso di tutto il pomeriggio si alterneranno corse fantasiose con rifornimento a base di vino, musica dal vivo e esibizioni di "OrtoArte", una nuova forma d'espressione artistica che dà al pubblico la possibilità di esprimere il proprio disappunto nei confronti della performance artistica in corso tramite il lancio di ortaggi.

Per quanto riguarda la componente podistica in chiave "fun", I partecipanti avranno così modo di misurarsi su diverse distanze e i temi più disparati, ma con la costante dell’obbligo dei rifornimenti a base di vino.
Non si tratta tuttavia - tengono a precisare gli organizzatori - di una gara per ubriaconi, dal momento che saranno garantite dosi di vino misurate e calibrate, tali da non superare mai, al termine della prova, il totale di un bicchiere.

Filippo Lo pIccolo vincitore della IX edizione di Un Sorso e Via gara eno-podistica con rigornimento etilico obbligatorio (edizione 2015)Per quanto riguarda la componente comico-performativa, si potrà correre coi tacchi, in coppia col cane, palleggiando con una palla da basket, percorrendo un tratto scalzi sui ceci, con l’ombrello o spingendo un compagno nel carrello del supermercato.
E poi ci sarà la prova valida per il titolo mondiale, che nel 2015 è stato vinto da Filippo Lo Piccolo al maschile e da Azzurra Agrusa per le donne, mentre il primato mondiale appartiene al quattro volte "iridato" Filippo Lazzara con 9’08’6.

Quest’anno la gara è aperta anche agli atleti in carrozzina e anche per loro prova sarà valida per il titolo.

Un Sorso e Via è una manifestazione dai contenuti più etici che etilici, sottolineano gli organizzatori: infatti, parte delle quote d’iscrizione andranno a sostegno del “Progetto Joelette” per acquistare una carrozzella da fuoristrada, che permetterà a chiunque abbia mobilità ridotta, di praticare escursioni in montagna anche su percorsi altimetricamente impegnativi.
A finanziare il progetto, andranno anche le quote derivanti dalla vendita dei “kit da ortolancio” a chi vorrà lanciare verdure e ortaggi agli "Ortoartisi" che si esibiranno durante il pomeriggio.

Tra i testimonial dello sport che hanno aderito all’iniziativa ci sono, fino a questo momento, Rachid Berradi, finalista olimpico a Sydney 2000 e primatista italiano nella mezza maratona, e Sabrina Seminatore, campionessa italiana dei 100 rana e olimpionica a Mosca nel 1980.

Per informazioni www.unsorsoevia.it – 392 0960628

Iscrizioni dal sito o presso 70.Tre in via Resurrezione,75 Palermo

Una video sintesi dell'edizione 2015

Repost 0
Published by Ultramaratone, maratone e dintorni - in Solidarietà-tutela ambiente running for fun
scrivi un commento
20 giugno 2016 1 20 /06 /giugno /2016 23:30
Acchianata al Chiaro di Luna (1^ ed.). Una corsa in notturna per dire no al degrado e all'incuria

Si svolgerà il 23 giugno 2016, a palermo, la prima edizione dell'Acchianata al Chiaro di Luna", una corsa su per le rampe di Monte Pellegrino seguendo il tracciato della strada vecchia, cioè dell'antica strada settecentesca che sale sino al Santuario di Santa Rosalia, per dire un forte "No!" all'incuria e al degrado, specie dopo i devastanti incendi dolosi che nella giornata di Mercoledì e Giovedì (8- e 9 giugno hanno devastato ettari ed ettari di preziose risorse boschive, ma anche di aree adibite a pascolo e alla coltivazione in molteplici aree della Sicilia, incendi di cui è stata affermata da più voci la matrice mafiosa. E Monte pellegrino è stato particolarmente devastato dagli incendi.
L'iniziativa - sportiva e non solo - intrisa di forte senso civico viene organizzata dall'ASD Palermo H13.30 e dalla sua Presidentessa Luisa Balsamo.

Gli incendi a Monte Pellegrino di giugno 2016, con effetti devastanti(Comunicato stampa) Lo sport per dire no al degrado e all’incuria. Lo sport per rivendicare il diritto di essere cittadini attivi di Palermo.
L’Acchianata al chiaro di luna in programma per giovedì 23 giugno nasce con questo spirito, richiamando a sé biker, podisti, camminatori e semplici cittadini per una salita al Monte Pellegrino, da sempre meta privilegiata degli sportivi palermitani (e non solo) e protagonista, in questi giorni, dei tragici incendi dolosi che lo hanno devastato.
Ettari ed ettari del “promontorio più bello del mondo” - come lo definì Goethe - sono andati in fumo, con le relative conseguenze ecologiche che ne deriveranno: degrado del manto vegetale, variazioni delle condizioni climatiche, variazione della struttura del terreno e degli habitat, spopolamento della fauna selvatica, alterazione e compromissione della flora spontanea. L'esigenza di rimuovere i dannosi effetti del passaggio del fuoco non può essere trascurata, considerato che il recupero dovrà avvenire gradualmente e lentamente ricreando tutti gli ecosistemi che vi erano presenti prima del passaggio del fuoco.
“Lo sport, in questa occasione, è soltanto un pretesto, un mezzo per richiamare l'attenzione di tutta la città di Palermo - spiega Luisa Balsamo, presidente e anima dell’ASD Palermo H13.30 promotrice dell’evento - Siamo rimasti sconcertati dalla quasi totale indifferenza da parte di chi doveva intervenire immediatamente e non l’ha fatto. Non vogliamo che la nostra riserva naturale resti abbandonata e ricada nel degrado più assoluto. E' inutile proporre Palermo come capitale europea dei giovani, dello sport o di chissà che: vogliamo la dimostrazione che qualcosa veramente sta cambiando e aspettiamo una risposta concreta da chi gestisce la nostra città” . L’appuntamento per l’Acchianata al Chiaro di Luna è fissato per giovedì 23 giugno 2016 alle ore 19.30, alle falde della Scala Vecchia - Monte Pellegrino.
“Invitiamo tutti a portare con sé una lampada frontale, una bottiglietta d’acqua per affrontare la salita e ad indossare una maglietta verde… Perché è quello il colore che vogliamo che torni ad avere il nostro Monte Pellegrino”.
Per info:
Luisa Balsamo 347 6082699
mail: info@palermoh1330.it

Repost 0
14 maggio 2016 6 14 /05 /maggio /2016 13:10
Correre per beneficenza. Siamo UNA cosa sola (Emanuela Pagan)

(Emanuela Pagan) "Una" è un avverbio latino che significa insieme, accanto, nello stesso luogo, allo stesso tempo.È stato scelto come motto e nome da un gruppo di genitori per la loro associazione onlus.
UNA svolge attività di assistenza sociale e socio-sanitaria, volta a migliorare la cura e l'assistenza ai pazienti affetti da patologie oncologiche pediatriche e assiste moralmente e materialmente le famiglie dei malati.

Tre maratoneti hanno deciso di sostenere UNA correndo. Gianluca, Pasquale e Christopher sono maratoneti che stanno correndo per pubblicizzare e raccogliere fondi per UNA.
Insieme, nel prossimo futuro, parteciperanno ad alcune gare a staffetta, e, il 18 Giugno, alla storica e molto impegnativa: Monza-Resegone.

Sulla schiena recano il motto dell'associazione:"Siamo una cosa sola".
I chilometri vogliono essere il legame con quei genitori che affrontano la sofferenza dei loro figli senza cedere, una gara in salita in cui è importante il conforto di non sentirsi soli.
Chi volesse sostenere l'iniziativa, oltre a fare il tifo lungo le strade in cui correranno i tre amici, possono materialmente lasciare un contributo.
L'intero ricavato sarà donato a UNA.

Una corsa, in un fiato, insieme per la vita.

Repost 0
Published by Ultramaratone, maratone e dintorni (Emanuea Pagan) - in Solidarietà-tutela ambiente
scrivi un commento
13 aprile 2016 3 13 /04 /aprile /2016 21:35
Viaggio a piedi in memoria di Marta. E' iniziata il 2 aprile la lunga marcia di Chris attraverso l'Italia, in compagnia dei suoi angeli. Una toccante storia d'amore e di dedizione

Ocorrono,  a volte, esperienze dolorose pr mttere in atto progetti "eroici" e di grande spessore. E' quello che è capitato a Christian, viaggiatore e blogger che ha deciso di compiere un lungo viaggio a piedi attraverso l'Italia che ha concepito il suo progetto come strumento per l'elaborazione del lutto, ma anche come modo di far vivere i suoi cari, portandoli con sé per tutta la durata del suo viaggio
Christian è partito a piedi da Bassano del Grappa il 2 aprile 2016, giorno in cui sarebbe dovuto nascere il piccolo Leonardo, morto a causa di una malattia rara (la Fibrosi Cistica), assieme alla mamma che lo aveva in grembo, intenzionato a compiere il Giro d'Italia a piedi, confidando nell'aiuto e nelle donazioni. che andranno all'associazione #marta4kids che è stata da lui stesso fondata per favorire le ricerche su questa patologia che colpisce un bambino su 2500-3000 nati.
Christian è adesso in cammino e sta portando con sé, virtualmente, il piccolo Leonardo e la moglie, i suoi due "angeli".

Tutti i fondi che Chris riuscirà a raccogliere lungo il suo giro a piedi per l’Italia verranno interamente devoluti alla ricerca per la lotta alla Fibrosi Cistica. Si tratta di una malattia genetica ereditaria, grave, che in Italia colpisce 1 neonato su 2500/3000 e he, essendo categorizzata come malattia rara, riceve fondi per la ricerca del tutto non sono sufficienti.
La malattia esordisce durante la prima infanzia e attualmente ci sono migliaia di bambini che, assieme ai loro genitori, la combattono.
Per quanto riguarda il suo itinerario Chris ha abbozzato una mappa, seguendo l’intento di visitare tutti i centri italiani specializzati per la cura della Fibrosi Cistica, portando il suo sorriso ed aiuti ai bambini che lottano ogni giorno.
Quella di Chris, della lunga marcia che sta compiendo in compagnia dei suoi cari angeli è una storia toccante, che fa emozionare.
Spero che i lettori di questo magazine, leggendo questo post, raccolgano il messaggio e si mettano in condizione di aiutare e sotenere Chris nelorsoel suo lungo viaggio a piedi attraverso l'Italia


Chi è Christian (Chris)? Questo è il modo in cui si presenta lui stesso nel suo blog.

Viaggiatore indipendente, Chris ama esplorare i luoghi piu’ incontaminati, pescare, fare del sano trekking ed esplorare le citta’ a piedi per coglierne i suoi dettagli.
Ha girato in diverse parti del mondo a partire dalla nostra Italia, Spagna, Inghilterra, Olanda,Irlanda,Francia,Croazia ma anche in luoghi piu' lontani come Tailandia, Malesia, California, Florida, Australia,Hong Kong, Cook Island ma sono i paesaggi e la gente della Nuova Zelanda che gli sono rimasti nel cuore.

Chris

Devo ringraziare Emanuela Pagan di avermi segnalato questo storia e pubblico di seguito un suo contributo che descrive le emozioni da lei sperimentate quando del viaggio i Chris lei è venuta a conoscenza.

L'amore è la cosa più bella del mondo (Emanuela Pagan)

 

L'amore esiste.

È ossigeno per il cuore.

Ho letto la storia di Christian e Marta.

Nel dolore non c'è stata la sconfitta. La morte sembrava aver strappato tutto. Invece non è così.

L'amore esiste e vince sempre.

La vita di Christian non sarà più uguale senza la sua amata, ma non ha smesso di camminare. Nel nome di chi amava, di chi avrebbe amato.

Lo scopo del suo cammino non è uno sterile esibizionismo, non è solo un personale ricordo.

Cammina per fare del bene.

Ogni passo ha un valore, è denso di speranza per chi vive ancora, ma lotta per respirare.

Bisogna leggerla questa storia di una famiglia. Separata nel tempo, unita dal cielo lungo i chilometri.

Un amore grande non può morire mai.

Non si è mai soli sotto le stelle.

Grazie Christian per la tua forza.

Buon Cammino

Ed ecco il progetto nel dettaglio con le parole di Chris.
Ed eccomi qui a presentarvi il mio nuovo scopo di vita: donare e fare del bene, convertendo rabbia e dolore in amore, sorrisi e speranze.

#Marta4kids oltre ad essere il nome della nostra Onlus a lei dedicata, sarà l’# del mio viaggio.
Partirò da Bassano del Grappa il 2 Aprile 2016 data nella quale sarebbe dovuto nascere il mio piccolo Leonardo.

Ho deciso di girare l’Italia a piedi, da nord a sud, per far conoscere bellezze italiane spesso poco note così come malattie tanto rare quanto gravi per le quali neppure il governo riesce a finanziare abbastanza la ricerca per trovarne la cura.

Questa mia bella “camminatina” avrà una durata di circa un anno nel quale giornalmente posterò in questo blog: blogdiviaggi.com i diari di viaggio con consigli ed indicazioni sui luoghi che riterrò interessanti.

Con foto e racconti vorrei dare la possibilità a tutti, anche a coloro impossibilitati nel farlo di persona, di poter vedere attraverso i miei occhi e virtualmente anche con quelli di Marta e Leonardo, tutte le meraviglie che per strada incontrerò.

Sono sicuro che non camminerò mai da solo, oltre alla presenza “virtuale”, se così si può dire, di Marta e Leonardo, ci sarà sicuramente qualcuno che vorrà camminare con me, chi per pochi passi, chi per intere regioni. Per sapere dove mi trovo lungo il mio viaggio questo è il link che indica la mia posizione in tempo reale : dove sono.

Settimanalmente raggiungerò gli ammalati e gli ospedali che trattano questa grave malattia (che affligge un bambino su 2500), con il fine di sensibilizzare la donazione. Ho scelto questa patologia perché si manifesta già dai primi mesi di vita dell’ammalato e la sofferenza dei nostri piccoli angioletti deve per lo meno alleviarsi.

Seguitemi nel mio viaggio, fate conoscere questo progetto, aiutatemi. L’Italia è piena di cuori buoni e sono sicuro che potrò sempre contare su di voi.

Ho deciso di donare il ricavato di questo mio viaggio di beneficenza alla ricerca sulla Fibrosi Cistica e agli ammalati che ne avranno bisogno.

Per le donazioni:

Abbiamo fondato una ONLUS: MARTA4KIDS per l’appunto. Per chi volesse donare questo è l’Iban

Intestatario : MARTA4KIDS ONLUS

iban: IT48X0200860260000104117188

Per contattare l’associazione: info (at) marta4kids.com

Grazie a tutti, a chi mi sta vicino, a chi mi aiuta e a te Marta, che mi dai la forza di andare avanti, sempre più determinato, sempre più convinto che tu mi accompagnerai.

Repost 0
Published by Ultramaratone, maratone e dintorni (fonti web, cn un cntributo originale di Emanula Pagan) - in Camminare Solidarietà-tutela ambiente Viaggio a piedi in memoria di Marta
scrivi un commento
2 aprile 2016 6 02 /04 /aprile /2016 02:04
(foto di Maurizio Crispi)
(foto di Maurizio Crispi)
(foto di Maurizio Crispi)
(foto di Maurizio Crispi)

(foto di Maurizio Crispi)

Il 29 marzo 2016 è stata presentata la 33^ edizione del Vivicittà Palermo. La storica gara targata UISP si preannuncia come la più partecipata dell’isola.

E saranno numeri da record quelli di questa edizione palermitana, come è stato sottolineato nella conferenza stampa nazionale che si è tenuta presso la sede dell’Ordine dei Giornalisti di Sicilia, nell’ambito della presentazione nazionale.
Grande attesa anche per la passeggiata: al momento della conferenza stampa erano già già 3000 le iscrizioni pervenute agli organizzatori.
L’olimpionico Yuri Floriani sarà la Stella della 33° edizione. L’atleta trentino, siciliano di adozione lo scorso anno ha trionfato a Palermo aggiudicandosi anche la classifica compensata. Un passaggio quasi obbligato quello del Vivicittà per Floriani, in preparazione per le Olimpiadi di Rio. Accanto a lui il giovane Alessio Terrasi, Vito Massimo Catania (già vincitore della manifestazione) e il marocchino Mohamed Idriss
i.

Un momento della conferenza stampa (questa e le due foto seguenti inserite nel corpo dell'articolo sono di Michele Amato - Sicilia Running)Con la conferenza stampa nazionale, si è alzato ufficialmente oggi il sipario sulla 33^ edizione del Vivicittà, la manifestazione podistica della UISP, che da sempre coniuga l’aspetto sportivo a quello sociale e solidale.
L’appuntamento è per domenica 3 aprile 2016 alle ore 10.30 quando, con il tradizionale segnale Rai-GR1 verrà dato il via alla gara podistica . In questa edizione sono coinvolte 43 città in Italia, 18 nel Mondo e in 26 istituti penitenziari.
Lo start più importante ed estremamente simbolico arriverà da Lampedusa, con un gruppo di immigrati presenti sull’isola e gli alunni dell’istituto comprensivo Luigi Pirandello di Lampedusa, insieme in una “corsa di frontiera”.
In tutto 200 “podisti” per 3 chilometri da percorrere attraversando il centro storico e il lungomare.
Quest’anno la gara di Palermo si annuncia come la manifestazione podistica più partecipata dell’isola.
La gara competitiva sarà dedicata a Salvatore Balistreri, tra i fondatori dell’Associazione Siciliana Medullolesi Spinali, scomparso poco più di due anni fa. A Palermo la gara partirà da via Libertà, nei pressi del Giardino Inglese.
Dodici i chilometri del percorso, suddivisi in due giri da sei che consentiranno ai podisti di “abbracciare” la città e le sue bellezze architettoniche, dal Teatro Massimo, al Politeama, dai Quattro Canti alla Cattedrale.
Insieme alla competitiva, è prevista una passeggiata ludico motoria di 3 km. che prenderà il via alle 9.15, ad aprire la camminata gli atleti in carrozzina Salvo Campanella e Marco Pizzurro per ribadire che lo sport è per tutti e che la disabilità sta negli occhi di chi guarda.
“In gara” anche i ragazzi del Centro rieducazione per minorenni del Malaspina, gli studenti del progetto “Vincere da grandi” che a Palermo ha coinvolto l’Istituto comprensivo ‘Giovanni Falcone’ nel quartiere Zen di Palermo, i ragazzi dei Punti Luce di Save the Children e i ragazzi della “Casa di Paolo”, un tempo farmacia dei Borsellino ora scuola di informatica voluta e diretta da Salvatore Borsellino.

Centro nevralgico del Vivicittà Palermo, sarà il Giardino Inglese in via Libertà con expo e attività collaterali che prenderanno il via giorno 2 per concludersi il 3, giorno della manifestazione. La gara sarà trasmessa in diretta da Radio TV Azzurra (canale 646 del digitale terrestre).
Le dichiarazioni degli intervenuti alla conferenza stampa
Teresa Di Fresco (Vice presidente OdG): “Lo sport come collante di anime, intenti e solidarietà, è questo il senso di questa manifestazione che abbiamo il piacere di ospitare nella nostra casa; un luogo dai tanti significati e dai valori che sono propri di chi fa informazione".
Vincenzo Manco (Presidente nazionale UISP): “Voglio ringraziare l’amministrazione comunale per il sostegno dato alla manifestazione, un sostegno non scontato in questo periodo. La nostra presenza a Palermo ha una doppia valenza: è un segnale forte verso il comitato provinciale (commissariato da alcuni mesi n.d.r.), un modo per certificarne il rilancio e un segnale di vicinanza con Lampedusa, per un messaggio di pace e di accoglienza, in un momento particolarmente difficile”.
Leoluca Orlando (Sindaco di Palermo): “C’è bisogno di sostenibilità nel senso più ampio della parola, armonia fra tutti, e lo sport è territorio di sostenibilità. Una città senza sport non può esistere. Palermo accoglie i migranti non li caccia perché non vuole essere complice di un nuovo genocidio ecco perché ci siamo fatti promotori nel chiedere l’abolizione del permesso di soggiorno”.
Ganda Cascio (responsabile territoriale Terre des Hommes): “Il progetto che vede impegnata la Uisp e questa edizione del Vivicittà, è una importante goccia nel mare della solidarietà. Nel villaggio dove verrà ristrutturato il campetto di basket vivono 1000 bambini a loro è importante dare una cornice di normalità per consentire di andare avanti”.
Totò Antibo (atleta dal passato glorioso e testimonial): “Ringrazio coloro che mi hanno invitato, Vivicittà è un’importnate manifestazione e non si può dimeticare; Palermo ha dato molto a questa manifestazione ed ecco che domenica prossima sarà una giornata di festa”.
Fabio Maratea (Presidente Regionale UISP): "Valore aggiunto di questa edizione è la presenza di Save The Children, molti dei bambini che frequenatano i Punti Luce della Zisa e del San Filippo Neri, saranno protagonisti domenica nella non competitiva, così come gli alunni della scuola Cesare Abba”.
Manuela Claysset (UISP Palermo): “Promuovere l’idea di salute e di benessere, questo un altro punto fermo del Vivicittà a Palermo. Andiamo verso i 3000 iscrittti alla camminata questo è il più bello dei record”.
Francesco La Versa (direttore tecnico della manifestazione): "Grazie ai vertici nazionali della Uisp che sono venuti a Palermo per presentare la gara del Vivicittà che non è solo un evento sportivo ma anche un modo per vivere la nostra città, godendo delle sue bellezze storico-monumentali”.
Michelangelo Capitano (Direttore Istituto Minori Malaspina): “Per il quarto anno siamo parte integrante del Vivicittà di Palermo e i nostri ragazzi potranno correre insieme a tutti gli altri, senza barriere, senza restrizioni. Si sono allenati due volte a settimana allo stadio delle Palme sotto la guida di un campione come Rachid Berradi e domenica prossima godranno di questa stupenda opportunità”.
Angelo Meli (Direttore Centro Giustizia Minoriale Sicilia): “Grazie alla UISP per quello che fa per il mondo penitenziario, grazie per la particolare attenzione che da sempre ha verso un mondo che non deve essere di esclusi”.

Pettorale n° 1 alla memoria di salvatore BalistreriPettorale n. 1 alla famiglia Balistreri. Il pettorale numero 1 della gara competitiva è stato assegnato alla famiglia di Salvatore Balistreri proprio per ricordare la figura dell’uomo che fu tra i fondatori dell’Associazione siciliana medullolesi spinali, scomparso circa due anni fa. E’ stato il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando a consegnare il numero 1 nelle mani di Antonella Balistreri che ha ringraziato la Uisp, ricordando che sono manifestazioni come il Vivicittà che danno voce e visibilità ad un popolo che ancora non si vede, quello dei tantissimi medullolesi siciliani.
Le iscrizioni. E’ ancora possibile iscriversi alla competitiva recandosi direttamente presso la segreteria dello stadio delle Palme – Vito Schifani. Nella giornata del 29 marzo si pagherà ancora 10 euro. Il 30 marzo e l’uno di aprile si pagherà la quota di 15 euro. Giorno 2 aprile, vigilia della gara, si pagherà la somma di 20 euro. Per quanto riguarda invece la passeggiata ludico – motoria, sarà possibile iscriversi fino al 30 marzo alla cifra di 5 euro, presso il negozio Tecnica Sport di via Aquileia.

Testimonial del Vivicittà di Palermo Totò Antibo. Sarà la gazzella di Altofonte il testimonial della 33° edizione del Vivicittà di Palermo. Proprio a Totò antibo va il record di vittorie della manifestazione a Palermo (in coabitazione con Yuti Floriani): cinque i successi (1984-1985-1987-1988 e 1989); i primi due nella distanza della mezza maratona. Due le vittorie assolute per Antibo nella “compensata”. Dei Vivicittà di Totò Antibo quello più spettacolare è sicuramente quello datato con la sfida tra Antibo e il keniano Kipsang risolta con una volata vincente e avvincente dell’altofontino.

Totò Antibo, grande atleta, è testimonial della manifestazioneTerre des Hommes: 1 euro per la copertura di un campo di basket in Siria. Sarà Terre des Hommes l’organizzazione beneficiaria della 33esima edizione di Vivicittà. Grazie alla donazione di 1 euro della quota d’iscrizione alla gara per ogni partecipante, UISP si è impegnata a realizzare la copertura di un campo sportivo di basket nel piccolo villaggio libanese di Jdeide Fekehe, nel nord della valle della Bekaa, a 9 km dal confine con la Siria, dove opera da anni Terre des Hommes.
A Palermo Save The Children al fianco della UISP. In questo 2016 a Palermo ViviCittà ha raccolto la collaborazione e il patrocinio di Save the Children, una delle più importanti organizzazioni internazionali impegnata a salvare i bambini in pericolo e a promuovere i loro diritti. Uno dei programmi di maggiore successo in cui le due realtà collaborano è “Pronti, Partenza, Via!”. Uisp e Save the Children hanno voluto portare questo impegno anche nella manifestazione ViviCittà 2016 di Palermo, un’occasione per promuovere sani stili di vita. ViviCittà non si limita al 3 aprile, giornata della manifestazione: per coinvolgere maggiormente i ragazzi e le ragazze del territorio, il 23 marzo Uisp e Save the Children hanno organizzano, grazie alla collaborazione e alla disponibilità del Comune di Palermo, la manifestazione “Aspettando ViviCittà” presso i Punti Luce della Zisa e nel quartiere Zen. Per ribadire che lo sport è un diritto per tutti i bambini e i giovani.
Biglietto bus e tram valido per l’intera giornata. Domenica 3 aprile, in occasione della 33° edizione del Vivicittà il biglietto ordinario Amat da 1,40 euro, per viaggiare su bus e tram - ribattezzato biglietto Primavera - sarà valido per l’intera giornata. Lo ha annunciato oggi il sindaco Leoluca Orlando intervenendo alla conferenza stampa nazionale di presentazione della gara podistica che si è tenuta stamani nella sede dell’Ordine dei Giornalisti. Insieme ad Orlando a rappresentare l’amministrazione comunale l’assessore allo sport e all’urbanistica Giuseppe Gini.
Gli sponsor del Vivicittà Palermo. Quest’anno tutti coloro che prenderanno parte al Vivicittà, atleti e camminatori grandi e piccoli si disseteranno grazie all’acqua dell’azienda di Milo (CT) Cavagrande. Sarà invece il Forum Palermo che si occuperà del ristoro finale e degli integratori. A sposare valori e mission della manifestazione dell’Uisp anche la Tecnowood, azienda palermitana specializzata nella progettazione e realizzazione di coperture e strutture in legno, acciaio e alluminio. Le spremute di arancia saranno assicurate da Mammarancia. E ancora un grazie dall’organizzazione a GAD Graphic Art Designer, AutoSystem, Vodafone, Mizuno, Tecnica Sport, Ciulla Ascensori, Amico Zampa, Comitato l’Autismo Parla, AILA, Radio TV Azzurra e siciliarunning.it

Un premio per Raffaele Di Maggio. Un riconoscimento verrà consegnato a Raffaele Di Maggio il 15enne, tesserato per l’Arci XIII Dicembre, che nei giorni scorsi ha conquistato l’oro nei 60 piani ai Mondiali di atletica leggera indoor Inas (federazione internazionale che si occupa delle discipline sportive per persone con disagio intellettivo-relazionale) che si sono tenuti ad Ancona. Per Raffaele il tempo di 7”11 che vale la migliore prestazione italiana di categoria (cadetti) anche per la Fidal.

I nomi in gara. L’olimpionico Yuri Floriani sarà la Stella della 33° edizione. L’atleta trentino, siciliano di adozione lo scorso anno ha trionfato a Palermo aggiudicandosi anche la classifica compensata. Un passaggio quasi obbligato quello del Vivicittà per Floriani, in preparazione per le Olimpiadi di Rio. Accanto a lui il giovane Alessio Terrasi, Vito Massimo Catania (già vincitore della manifestazione) e il marocchino Mohamed Idrissi.

L’anno scorso è finita così. Yuri Floriani e babara Bennici si sono aggiudicati la 32° edizione del Vivicittà Palermo. Bella la gara al maschile con un terzetto, Floriani, Agnello e Terrasi che ha dato spettacolo dal primo fino all’ultimo dei 12 chilometri. Gara di livello con Floriani che si è aggiudicato anche la classifica nazionale compensata. Al femminile vittoria netta anche per la Bennici, seguita dall’agrigentina Caponnetto, terza Laura Speziale.

Info utili. Nei giorni 1 e 2 aprile il pettorale si può ritirare presso i punti Vodafone del capoluogo siciliano E’ possibile ritirare il pettorale anche domenica 3 aprile dalle 7.30 alle ore 9.00 presso il Vivicittà Village al Giordino Inglese.
Il ritrovo è previsto alle ore 8.30 davanti l’ingresso principale del Girdino Inglese in via Libertà.
Orario di partenza della passeggiata ludico motoria 9.15. Orario di partenza della gara competitiva alle ore 10.30 (con il segnale Radio Rai – GR1).

Repost 0
29 marzo 2016 2 29 /03 /marzo /2016 06:55
Vivicittà 2016 (33^ ed.). Palermo ospita la conferenza stampa nazionale dell’evento

Palermo ospiterà la conferenza stampa nazionale della 33^ edizione del Vivicittà 2016. Martedì 29 marzo alle ore 11.30, la manifestazione dell’ UISP sarà presentata presso la sede dell’Ordine dei Giornalisti di Sicilia (in via Bernini 52/54 - Palermo). Da Roma a Palermo per presentare l’edizione numero 33 del Vivicittà, la storica manifestazione della Uisp che unisce da sempre l’aspetto sportivo a quello sociale e solidale.

Con la conferenza stampa nazionale, che quest’anno si è spostata da Roma a Palermo, si alza ufficialmente il sipario sulla 33^ edizione del Vivicittà, la manifestazione podistica della UISP, che da sempre coniuga l’aspetto sportivo a quello sociale e solidale.

Vivicittà 2016 (33^ ed.). A Palermo. "Liberi di muoversi".L’appuntamento è martedì 29 marzo 2016, alle ore 11.30, presso la sede dell’Ordine dei Giornalisti di Sicilia (in via Bernini 52/54), struttura che fa parte del complesso residenziale di ville confiscate alla mafia nel 2007. Alla conferenza stampa saranno presenti, tra gli altri, il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, il presidente dell’OdG Riccardo Arena, il presidente della UISP Sicilia Fabio Maratea, il commissario della UISP Palermo Manuela Claysset, oltre ai vertici della UISP nazionale a partire dal presidente Vincenzo Manco.

La manifestazione podistica del Vivicittà si svolgerà contemporaneamente in 43 città in Italia, 18 nel Mondo e in 26 istituti penitenziari.

Quest’anno la gara di Palermo, che si avvia verso numeri da record, sarà dedicata a Salvatore Balistreri, tra i fondatori dell’Associazione Siciliana Medullolesi Spinali, scomparso poco più di due anni fa.
Lo slogan, adottato dalla Uisp per questa 33^ edizione, è “Liberi di Muoversi” e si rivolge a tutti quei bambini che fuggono dalla guerra in Siria.
Il via ufficiale alla 33^ edizione del Vivicittà verrà dato domenica 3 aprile 2016, alle ore 10.30, con il segnale radio Rai-GR1, da Lampedusa.
Un via simbolico che vedrà uniti in una “corsa di frontiera”, un gruppo di immigrati presenti sull’isola e gli alunni dell’istituto comprensivo Luigi Pirandello di Lampedusa. A Palermo la gara partirà da via Libertà, nei pressi del Gairdino Inglese. Dodici i chilometri del percorso, suddivisi in due giri da sei che consentiranno ai podisti di “abbracciare” la città e le sue bellezze architettoniche. Insieme alla competitiva, è prevista una passeggiata ludico-motoria di 3 km che prenderà il via alle 9.15; ad aprire la camminata gli atleti in carrozzina. “In gara” anche i ragazzi del Centro rieducazione per minorenni del Malaspina (che nelle ultime settimane hanno aderito agli stage di allenamento organizzati presso lo stadio delle Palme – Vito Schifani), gli studenti del progetto “Vincere da grandi” che a Palermo ha coinvolto l’Istituto comprensivo ‘Giovanni Falcone’ nel quartiere Zen di Palermo e i ragazzi della “Casa di Paolo”, che hanno aderito alla non competitiva. Centro nevralgico del Vivicittà Palermo, sarà il Giardino Inglese in via Libertà con expo e attività collaterali che prenderanno il via giorno 2 per concludersi il 3, giorno della manifestazione. La gara sarà trasmessa in diretta da Radio Tv Azzurra (canale 646 del digitale terrestre).

Vivicittà 2016 (33^ ed.). Palermo ospita la conferenza stampa nazionale dell’evento
Repost 0

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014

Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche