Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
27 ottobre 2016 4 27 /10 /ottobre /2016 20:56
(Foto di Maurizio Crispi)
(Foto di Maurizio Crispi)
(Foto di Maurizio Crispi)
(Foto di Maurizio Crispi)
(Foto di Maurizio Crispi)
(Foto di Maurizio Crispi)
(Foto di Maurizio Crispi)
(Foto di Maurizio Crispi)
(Foto di Maurizio Crispi)
(Foto di Maurizio Crispi)
(Foto di Maurizio Crispi)
(Foto di Maurizio Crispi)
(Foto di Maurizio Crispi)
(Foto di Maurizio Crispi)
(Foto di Maurizio Crispi)
(Foto di Maurizio Crispi)
(Foto di Maurizio Crispi)
(Foto di Maurizio Crispi)
(Foto di Maurizio Crispi)
(Foto di Maurizio Crispi)
(Foto di Maurizio Crispi)
(Foto di Maurizio Crispi)
(Foto di Maurizio Crispi)
(Foto di Maurizio Crispi)
(Foto di Maurizio Crispi)

(Foto di Maurizio Crispi)

(Maurizio Crispi) E' ritornato, con la sua consueta kermesse, con la sua ironia, ma anche con tanto sano spirito sportivo (malgrado il rifornimento etilico - poco più di un simulacro di bevuta alcoolica) "Un Sorso e Via - Campionato del Mondo di corsa con rifornimento etilico obbligatorio", che ha celebrato il suo decimo compleanno.

Aldo Siragusa officiante di Un Sorso e Via 2016 (Palermo) - foto di Maurizio CrispiE difatti, il suo officiante e maestro delle cerimonie, Aldo Siragusa - che è stato affiancato nella funzione di co-speaker dal giornalista Marco Pomar - indossava un lussureggiante abito da sposa: non siamo nuovi agli sbeffeggianti travestimenti di Aldo in simili circostanze.
In un'edizione del passato di Un Sorso e Via (1^ serie) egli si era presentato negli abiti di Nerone oppure in un'altra nelle vesti di angelo con tanto di maestose ali.
Nel 2015 prima replica della 2^ serie) si è presentato come un pupo trasportato nella gerla di una claudicante Befana dal naso adunco.
Quest'anno, Aldo - come ogni sposa che si rispetti - si è presentato con un leggero ritardo, spezzando la trepidazione con cui tutti avevano atteso la sua uscita... Ritardo giustificato, perché si sa che le spose arrivano sempre in ritardo poiché a lungo indugiano davanti allo specchio per farsi più belle. E l'abito di Aldo si sganciava di continuo sulla schiena, lasciando intravedere squarci di pelle nuda al sotto, come per una sorta di noncurante vezzo della sposa che si mostra, ma che ancora non si vuole concedere. E, invano, gli assistenti di regia cercavano di rimediare al rischio di "denudamento" di questa sposa baffuta e barbuta...

La manifestazione - come si diceva - si è svolta a Palermo, all'interno dello Stadio delle Palme "Vito Schifani", il 23 ottobre 2016, a partire dalle 15.45, con la consueta kermesse, forse con un leggero calo del numero dei partecipanti e di pubblico, per via della concomitanza in giornata di altri eventi podistici. Ma quelli presenti erano buoni e tutti hanno onoratolo spirito della manifestazione che è quello di fare sport divertendosi e mostrando la capacità di fare dell'ironia e, soprattutto, dell'autoironia, senza rinunciare a mettersi in gioco, indossando dei panni buffi oppure sottoponendosi a prove strampalate.

10 le gare in programma, per tutti i gusti e per tutte le gradazioni di dissacrante divertimento, pur condito di sano agonismo: tra di queste, la corsa a piedi scalzi sui ceci, la corsa palleggiando con un pallone da basket, i 400 metri portando in equilibrio dei bicchieri pieni dì acqua su di un vassoio, la corsa con ombrelli (aperti) e con i cani ak guinzaglio, la corsa a coppie con i due runner di ciascuna coppia ammanettati l'uno all'altro per i polsi, oppure ancora la corsa in tappine (infradito), per concludere alla grande con la competizione clou sui 3000 metri, valevole appunto come X campionato del Mondo di Un Sorso e Via".

Un Sorso e Via 2016. La prova con il pallone da basket )foto di Maurizio Crispi)In tutte le prove erano ammessi i travestimenti, le parrucche, i cambi di identità di genere (vestimentale) e quant'altro per sottolineare l'atmosfera gioiosa e carnevalesca che serve ogni tanto ad abbattere (o a incrinare) l'atteggiamento mentale di alcuni podisti (che pur professandosi amatori) vivono la loro dedizione alla corsa come un lavoro, punteggiato solo di fatiganti allenamenti e di gare. In tutte le gare era previsto un numero variabile di ristori etilici (in funzione della distanza da percorrere) con l'obbligo di ingerire ad ogni posto di ristoro una data quantità di nettare bacchico, in modo tale che il quantitativo totale di vino da ingerire (vinaccio a giudicare dalle espressioni mimiche di alcuni fra i partecipanti che da veri sportivi preferibberro evitare la bevuta obbligatoria, ma in realtà ottimo vino cartonato, messo a disposizione dalla Ditta Caradonna sponsor della manifestazione) non dovesse superare un bicchiere di plastica di dimensioni standard.
A disposizione di tutti, ma non da ingerire "obbligatoriamente" le uova sode - come nella migliore tradizione delle osterie del buon tempo antico - per fare "stagghiare" il vino ingerito: dopo ciascun ristoro etilico il runner aveva l'obbligo - pena la squalifica - di pronunciare una parola d'ordine stabilita di volta in volta sulla base di un elemento caratterizzante della gara da disputare: ma non sempre questa parola d'ordine è stata pronunciata correttamente...

A inframmezzare gli eventi di "corsa", gli intermezzi sonori di un rock duro e pulsante (che più metallico non si sarebbe potuto) di un gruppo musicale che ha vivacizzato l'atmosfera e le esibizioni artistiche - nella speciale sezione "OrtoArte" - in cui - come nel caso di una rinomata trasmissione televisiva - l'artista performante viene fatto oggetto anziché di fischi e di grida di scherno del lancio di ortaggi, appositamente messi in distribuzione dagli organizzatori (fase dell'"ortolancio"). L'acquisto degli ortaggi da lanciare (€2.00 per ciascun kit da Ortolancio) è stato devoluto alla raccolta di un fondo per l'acquisto di una Joelette (vedi il "Progetto Joelette", promossa da ASD SportAction), così come nel corso dell'evento chi avesse voluto avrebbe potuto acquistare un biglietto per una lotteria, i cui numeri saranno estratti il prossimo gennaio: anche in questo caso il costo di ciascun biglietto sarebbe stato devoluto alla stessa finalità.

Ed è così andata in archivio la 10^ edizione di "Un Sorso e Via" con soddisfazione da parte di tutti, organizzatori e partecipanti.

Repost 0
Published by Ultramaratone, maratone e dintorni - in Solidarietà-tutela ambiente Running for fun
scrivi un commento
21 ottobre 2016 5 21 /10 /ottobre /2016 09:07
(foto di Maurizio Crispi)

(foto di Maurizio Crispi)

Ai blocchi di partenza il X Campionato mondiale di “Un Sorso e Via - Gara eno-podistica con rifornimento etilico obbligatorio”, che avrà luogo a Palermo il prossimo 23 ottobre 2016 allo Stadio delle Palme Vito Schifani.

Nel corso di tutto il pomeriggio si alterneranno corse fantasiose con rifornimento a base di vino, musica dal vivo e esibizioni di "OrtoArte", una nuova forma d'espressione artistica che dà al pubblico la possibilità di esprimere il proprio disappunto nei confronti della performance artistica in corso tramite il lancio di ortaggi.

Per quanto riguarda la componente podistica in chiave "fun", I partecipanti avranno così modo di misurarsi su diverse distanze e i temi più disparati, ma con la costante dell’obbligo dei rifornimenti a base di vino.
Non si tratta tuttavia - tengono a precisare gli organizzatori - di una gara per ubriaconi, dal momento che saranno garantite dosi di vino misurate e calibrate, tali da non superare mai, al termine della prova, il totale di un bicchiere.

Filippo Lo pIccolo vincitore della IX edizione di Un Sorso e Via gara eno-podistica con rigornimento etilico obbligatorio (edizione 2015)Per quanto riguarda la componente comico-performativa, si potrà correre coi tacchi, in coppia col cane, palleggiando con una palla da basket, percorrendo un tratto scalzi sui ceci, con l’ombrello o spingendo un compagno nel carrello del supermercato.
E poi ci sarà la prova valida per il titolo mondiale, che nel 2015 è stato vinto da Filippo Lo Piccolo al maschile e da Azzurra Agrusa per le donne, mentre il primato mondiale appartiene al quattro volte "iridato" Filippo Lazzara con 9’08’6.

Quest’anno la gara è aperta anche agli atleti in carrozzina e anche per loro prova sarà valida per il titolo.

Un Sorso e Via è una manifestazione dai contenuti più etici che etilici, sottolineano gli organizzatori: infatti, parte delle quote d’iscrizione andranno a sostegno del “Progetto Joelette” per acquistare una carrozzella da fuoristrada, che permetterà a chiunque abbia mobilità ridotta, di praticare escursioni in montagna anche su percorsi altimetricamente impegnativi.
A finanziare il progetto, andranno anche le quote derivanti dalla vendita dei “kit da ortolancio” a chi vorrà lanciare verdure e ortaggi agli "Ortoartisi" che si esibiranno durante il pomeriggio.

Tra i testimonial dello sport che hanno aderito all’iniziativa ci sono, fino a questo momento, Rachid Berradi, finalista olimpico a Sydney 2000 e primatista italiano nella mezza maratona, e Sabrina Seminatore, campionessa italiana dei 100 rana e olimpionica a Mosca nel 1980.

Per informazioni www.unsorsoevia.it – 392 0960628

Iscrizioni dal sito o presso 70.Tre in via Resurrezione,75 Palermo

Una video sintesi dell'edizione 2015

Repost 0
Published by Ultramaratone, maratone e dintorni - in Solidarietà-tutela ambiente running for fun
scrivi un commento
26 dicembre 2015 6 26 /12 /dicembre /2015 22:29
Christmas Run a Palermo 2015. Kermesse natalizia del running a Palermo. Una tradizione destinata a crescere ancora
Christmas Run a Palermo 2015. Kermesse natalizia del running a Palermo. Una tradizione destinata a crescere ancora
Christmas Run a Palermo 2015. Kermesse natalizia del running a Palermo. Una tradizione destinata a crescere ancora
Christmas Run a Palermo 2015. Kermesse natalizia del running a Palermo. Una tradizione destinata a crescere ancora

(Maurizio Crispi) Il 25 dicembre 2015, un fiume colorato di rosso ha percorso le vie della città, seguendo Viale della Libertà, Via Ruggero Settimo, Via Maqueda, per risalire poi lungo il Cassaro (Corso Vittorio Emanuele) sino al piano della Cattedrale e ridiscendere quindi lungo la stessa via, imboccando poi Via Alloro in direzione del Foro Umberto I.
Benchèper i più lenti fosse stato previsto un percorso accorciato (che avrebbe dovuto saltare il circuito della Cattedrale) nessuno ha voluto risparmiarsi e tutti quanti hanno seguito la strada maestra, con l'inconveniente tuttvia che, nella prima metà del percorso la fila dei runner si è sgranata un po' troppo.
Si è trattato del consueto appunto con la Christmas Run, una manifestazione di running non competitivo, squisitamente fatta "for the fun of it", divenuta tuttavia nel corso del tempo un "classico" ed irrinunciabile appuntamento per i podisti palermitani (e non solo).
La manifestazione, promossa dalla ASD Palermo H13.30, da sempre guidata dalla mitica Luisa Balsamo e inizialmente varata come momento conviviale di sano sport per gli associati del Club, ha finito per divenire negli anni un momento di incontro trans-societario che ha contagiato trasversalmente runner aderenti a Associazioni sportive di Palermo e provincia.
Nel corso del tempo, dopo i primi timidi inizi in cui tutti i partecipanti cercavano di indossare almeno un indumento rosso, i partecipanti hanno preso ad indossare con più libertà capi di vestiario natalizi, se non addirittura mascherandosi da Babbi Natale.
Chi ha visto lo svilupparsi di questo evento da un anno all'altro, non può che confermare la sua crescita straordinario e il suo farsi non solo divertimento puro per chi vi partecipa (e momento di impareggiabile convivialità), ma anche spettacolo ed intrattenimento per la cittadinanza.
In quest'edizione 2015, sono stati almeno 350 i partecipanti (secondo le stime ufficiali almeno 500): talmente tanti da creare l'effetto "critical mass" nei confronti del traffico motorizzato.
Ma la massa dei podisti, pur avendo dalla sua questo potere, ha preferito per la maggior parte del tempo essere ligia alle regole allo scopo di intralciare il meno possibile la viabilità: d'altra parte, una volta percorso l'asse di Viale della Libertà, il cuneo rosso vivo si è trovato a distendersi in zone adibite, in occasione del giorno di festa, esclusivamente al traffico pedonale.
Alla partenza, al passaggio da Piazza Massimo e al Foro Umberto I, al cospetto di un mare in stato di calma piatta, sono state effettuate soste per foto di gruppo di rito.
Al ritorno al punto di partenza (alla Statua della Libertà), ma questa volta in ordine sparso, panettone e brindisi per tutti.
Lodevole iniziativa che è andata crescendo nel tempo, senza forzature e seguendo un suo naturale sviluppo.

Sintesi video dalle riprese di francesco catalano

Repost 0
Published by Ultramaratone, maratone e dintorni (Maurizio Crispi) - in Podismo siciliano su strada Running for Fun Società e vita societaria
scrivi un commento
20 ottobre 2015 2 20 /10 /ottobre /2015 04:34
Un Sorso e Via 2015. Il ritorno, tra goliardia e sport, tra solidarietà e intrattenimento
Un Sorso e Via 2015. Il ritorno, tra goliardia e sport, tra solidarietà e intrattenimento
Un Sorso e Via 2015. Il ritorno, tra goliardia e sport, tra solidarietà e intrattenimento
Un Sorso e Via 2015. Il ritorno, tra goliardia e sport, tra solidarietà e intrattenimento
Un Sorso e Via 2015. Il ritorno, tra goliardia e sport, tra solidarietà e intrattenimento
Un Sorso e Via 2015. Il ritorno, tra goliardia e sport, tra solidarietà e intrattenimento
Un Sorso e Via 2015. Il ritorno, tra goliardia e sport, tra solidarietà e intrattenimento
Un Sorso e Via 2015. Il ritorno, tra goliardia e sport, tra solidarietà e intrattenimento
Un Sorso e Via 2015. Il ritorno, tra goliardia e sport, tra solidarietà e intrattenimento
Un Sorso e Via 2015. Il ritorno, tra goliardia e sport, tra solidarietà e intrattenimento
Un Sorso e Via 2015. Il ritorno, tra goliardia e sport, tra solidarietà e intrattenimento
Un Sorso e Via 2015. Il ritorno, tra goliardia e sport, tra solidarietà e intrattenimento

Il 18 ottobre 2015 è stata una grande domenica di sport e divertimento allo Stadio delle Palme di Palermo, intitolato a Vito Schifani, dove davanti ad una tribuna gremita più che mai e spesso protagonista di fitti lanci di ortaggi “autorizzati”, oltre cento atleti, con abiti e modalità di corsa un po’ sui generis, hanno dato vita al Campionato Mondiale di Un Sorso e Via, una gara eno-podistica con rifornimento obbligatorio di vino, che torna a Palermo a 10 anni dall’ultima edizione.
Corsa e degustazione di buon vino siciliano, ma anche tanta musica con le esibizioni live dei “Bottega Retrò” e del“Duo Surreale” e soprattutto tanta Arte goliardica con le performance degli artisti di OrtoArte, che si sono esibiti in discutibili esibizioni, in tre momenti successivi, di Ortodanza, Ortocanto ed Ortopolitica, scatenando l’ilarità di un pubblico “assai esigente”, che ha avuto licenza di lanciare ortaggi scaduti addosso ai malcapitati artisti, in un clima di sano divertimento ma con un occhio attento anche alla solidarietà.
Gli ortaggi, infatti, acquistati dal pubblico al modico prezzo di €2.00 a confezione, serviranno a finanziare il “Progetto Joelette”, che prevede l’acquisto di una carrozzella da fuoristrada, a ruota unica, per permettere a tutti di fruire di percorsi naturalistici solitamente non accessibili ai soggetti con mobilità ridotta, incluse le tappe del Circuito Ecotrail Sicilia.
A vincere il Campionato Mondiale di Un Sorso e Via nella competizione "classica" sulla distanza di 3000 (con 6 eno-ristori obbligatori), Azzurra Agrusa tra le donne e Filippo Lo Piccolo tra gli uomini.

Sono stati, infatti, loro ad imporsi nell’ultima delle otto batterie in programma, quella “Classica” di 3000, metri, preceduta dalle batterie a tema: “Carriola” (100 metri, a coppie), “Cavalluccio” (400 metri, a coppie), “Vinavil” (400 metri, in coppia), “Acqua” (400 metri individuale, che prevedeva il trasporto di due confezioni d'acqua da 12 litri cadauna), “Maschera” (2000 metri), “Shopping” (2000 metri, in coppia con un atleta spingeva un carrello da supermercato con il compagno dentro, con la possibilità di darsi il cambio nel ruolo di "spingitore") e “Birra” (come variante della "classica", ma sempre sulla distanza di 3000 metri.
Per tutte le batterie all'infuori della competizione "classica" era previsto il trasvestimento, più fantasioso fosse meglio era (ovviamente ammesso anche il transgender, dissacrante).
Per tutti, all'eno-ristoro, uova sode a volontà...
Parole d'ordine da pronunciare, di volta in volta diverse e stabilite alla partenza di ogni singola batteria, per dare la prova concreta dell'ingestione del vino e per evitare che la razione prevista ad ogni ristoro fosse trattenuta fraudolentemente in bocca.
Garantita l'assistenza di uno Psicologo e previsti anche i "controlli pro-doping": tutto ciò naturalmente all'insegna del più puro divertimento e dello sberleffo.
Speaker e conduttore indiscusso della manifestazione Aldo Siragusa, uno dei suoi ideatori stroici, questa volta -  dismessi i panni dell'Angelo e del Centurione romano, appannaggio di precedenti edizioni - portato a spalla  dentro una gerla da una Befana con il naso adunco.
L’evento, organizzato dall’ASD Sportaction in collaborazione con l’ASD Atletica Berradi e con il patrocinio del Comune di Palermo, è stato anche l’occasione per promuovere l’eccellenza di alcune cantine vitivinicole siciliane, ponendo l’accento su un consumo corretto del vino, la cui assunzione in dosi moderate risulta compatibile con l’attività sportiva.

Immagini di precedenti edizioni
Immagini di precedenti edizioni
Immagini di precedenti edizioni

Immagini di precedenti edizioni

Repost 0
Published by Ultramaratone, maratone e dintorni - in Solidarietà-tutela ambiente Running for Fun
scrivi un commento

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014

Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche