Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
16 ottobre 2011 7 16 /10 /ottobre /2011 09:37

sloan3--473x264.jpgSulla Gazzetta dello Sport del 13 ottobre viene riportata la seguente notizia, titolata "Chiude 3° in maratona. Si fa fa premiare, ma ha preso l'autobus".
Ecco la notizia.


Il 31enne Rob Sloan è salito sul podio della maratona di Newcastle col primato personale, ma viene smascherato. Ora rischia di essere bandito da tutte le maratone del Regno Unito. Terzo al traguardo, fresco come una rosa e felice per il nuovo primato personale. Rob Sloan ha chiuso così domenica la maratona Salomon Kielder di Newcastle di cui è direttore l'ex grande Steve Cram. Unica macchia: durante la gara, ha preso un autobus. Il 31enne, dopo 48 ore di gloria immeritata, ha confessato l'inganno: dopo circa 30 km, si è infilato su un bus dell'organizzazione ed è sceso poco prima del traguardo. È sbucato da un bosco e ha concluso la prova in 2h51', abbassando di circa 21' la miglior prestazione personale. Dopo aver partecipato alla cerimonia di premiazione e dopo aver concesso interviste, è finito nel mirino degli organizzatori: qualcuno, evidentemente, aveva notato la furbata, probabilmente il quarto classificato. Sloan è crollato e ha confessato l'inganno. Ora rischia di essere bandito da tutte le maratone del Regno Unito.

In Italia questo fenomeno alimentato dai cosiddetti "tagliatori", "sarti" e "sartine" è quanto mai attuale.

E  i tagliatori - si sa - procedono indisturbati, a volte quasi leggendari, avvvistati da qualcuno in corso di misfatto oppure insospetto di averlo perpetrato ancora una volta, senza testimoni scomodi, sulla base di riscontri cronometrici dubbi: di molti di loro si conoscono nomi, cognomi, date di nascita  e magagne. Di rado, tuttavia le malefatte sono realmente provate in modo inoppugnabile (rimanendo il più delle volte evanescenti), di rado sono verifcate dagli organizzatori degli eventi sportivi di massa per mezzo di controlli incrociati e di riscontri cronometrici, qualche volta emergente con potenza drammatica.
E' un fenomeno che da fastidio ai podisti onesti e che getta ombra sulla loro prestazione sudata sino all'ultimo centimetro, ma nuoce anche alla trasparenza e alla limpidezza di chi organizza eventi podistici (si fa rifermento sovente alla non buona logistica del percorso, alla mancanza di controlli, al basso numero di rilevamenti con microchip, alla carenza di controlli volanti). E' chiaro che questi fenomeni possono avvenire con più facilità nelle gare lunghe e in linea e, tra queste, in quelle con pochi concorrenti che procedono praticamente isolati uno rispetto all'altro senza la possibilità di potersi controllare reciprocamente.
Loro - i tagliatori e tutti quelli che vanno alla ricerca di sconti autopraticati - procedono imperturbabili.
Si tratta di una cattiva abitudine, fraudolenta, che sicuramente è equivalente al doping, anche per i suoi effetti sulla psiche di chi vi indulge.
Una volta che lo hai fattto, salvo rari casi, non puoi più smettere e diventi nei confronti degli altri podisti, trasversale e obliquo, sfuggente quasi.I freni inibitori si allentano e si perde di vista il limite morale delle proprie azioni, Tutto si relativizza, per cui alla gara successiva, magrado i buoni propositi, viene fuori una vocina che dici "Perchè no? In fondo, cosa faccio di male"?
Chi lo fa cerca di dissimulare un marchio infamante, mantenendo un profilo basso, ma sempre sfrontato rispetto alle palesi incongruità della sua prestazione.
Come riportarli sulla retta via o indurli a non gareggiare più?
L'unico strumento è agire sulla penalizzazione, denunciando i fatti rilevati ai giudici di gara, quando accadono dei fatti plateali e se, nella graduatoria, ci si ritiene danneggiati (utilizzando gli strumenti regolamentari previsti).
L'altra arma è quella di agire sul sentimento di vergogna, agendo sul residuo senso morale che rimane in loro, rispetto alla cattiva abitudine acquisita.

Fatto sta che l'imperversare dei tagliatori si crea nelle gare podistiche un clima viziato e che, frequentemente, si alimentano voci e dicerie che colpiscono quello e quell'altro senza che però sia possibile provare alcunc, se non sulla base di ragionamenti abduttivi, non supportati da fatti certi e misurabili.

Solo le prove materiali possono inchiodare il tagliatore alle sue responsabilità per il misfatto compiuto compiuto e consentire ai giudici di gara di sanzionarlo adeguatamente, considerando che, tecnicamente, siamo di fronte asd una specie della frode sportiva che, nel ccaso degli atleti di alto livello può portare anche alla permanente sclusione dai campi di gara.

In ogni caso, è imperdonabile mantenere su questi comportamenti un imbarazzato silenzio e far finta che nulla sia accaduto, anche ai più alti livelli.

Si svilisce lo sport.

Si svilisce e si leva valore alla fatica degli sportivi onesti.

Per fronteggiare adeguatamente il deleterio fenomeno bisognerrebbe comprendere esattamente i "perchè" e le motivazioni che fanno dei tagliatori degli sportivi "a rovescio".

Ma questo discorso ci porterebbe lontano e non questa sede per farlo, anche se potrebbero essere oltremodo utili i commenti di chiunque voglia esprimere il suo pensiero al riguardo.

Condividi post

Repost 0
Published by (Maurizio Crispi, e Gazetta dello sport per la notizia riportata) Ultramaratone, maratone e dintorni - in Approfondimenti e riflessioni
scrivi un commento

commenti

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Elenco Degli Articoli

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014

Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche