Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
22 agosto 2017 2 22 /08 /agosto /2017 21:03
Circuito Ecotrail Sicilia 2017. Sulle Madonie di Caltavuturo la festa dello sport in natura in due atti, con il Trail della Luna

Tra il 19 e il 20 agosto 2017, a Caltavuturo (il pittoresco comune madonita in Provincia di Palermo) si è svolto in due tappe il "Trail della Luna" che - ormai un classico appuntamento dell'Ecotrail Sicilia - di questa stagione 2017 ne è stato la settima prova.

 

Avventure notturne tra antiche masserie e sentieri scoscesi, per gli amanti della corsa in natura che si sono dati appuntamento a Caltavuturo per il settimo appuntamento stagionale del Circuito Ecotrail Sicilia, il “Trail della Luna”. Una classica per gli amanti della disciplina, giunta alla nona edizione, che ha regalato non poche emozioni ai circa 200 tra runner e camminatori, giunti nel week end nel paese madonita. Un evento disputatosi in due tranche, una a dir poco suggestiva corsa sabato tra i silenzi e le ombre della notte, attraverso le antiche masserie “della chiusa” e “di Giambretti”, passando per la zona archeologica di Terravecchia, fino a raggiungere i 1050 metri dell’Antico Eremo posto in cima alla Rocca di Sciara.

Prove agonistiche ma anche visite guidate alla scoperta dei monumenti del paese e walktrail, le camminate non competitive. Partecipato anche il “Trail Junior”, la gara dedicata a giovani aspiranti trail runner.

A vincere il trail agonistico, é stato Filippo Porto della ASD Termini Bike, che ha vinto la seconda tappa, quella diurna di 16 chilometri, dopo essere arrivato, primo ex equo con Rosario Cirrito, nella prima tappa, quella notturna di 14 chilometri. È stato proprio Rosario Cirrito, calatavuturese DOC della Universitas Palermo, a conquistare il secondo posto nella classifica generale, davanti a Salvatore Pillitteri della Marathon Altofonte, maglia verde di leader del Circuito.

Tra le donne, a vincere la combinata delle due tappe, Daniela Pillitteri della ASD Marathon Altofonte, davanti alla svedese Susanne Olvback della ASD Work Out Studio e Giorgia Pecoraro della ASD Panormus.

Ad organizzare l’evento l’ASD Sportaction in collaborazione con il Comune di Caltavuturo, la Coldiretti Sicilia e l’Abi Thur Motors.

Prossimo appuntamento per la carovana siciliana del Trail sarà alle Isole Egadi, il 17 settembre, con il Trail di Marettimo, inserito nel contesto della Corsa a tappe "Egadi Running Cruise".

Per ulteriori informazioni www.ecotrailsicilia.it

Una selezione di foto dall'archivio fotografico di Maurizio Crispi (relative alle edizioni 2012 e 2015)
Una selezione di foto dall'archivio fotografico di Maurizio Crispi (relative alle edizioni 2012 e 2015)
Una selezione di foto dall'archivio fotografico di Maurizio Crispi (relative alle edizioni 2012 e 2015)
Una selezione di foto dall'archivio fotografico di Maurizio Crispi (relative alle edizioni 2012 e 2015)
Una selezione di foto dall'archivio fotografico di Maurizio Crispi (relative alle edizioni 2012 e 2015)
Una selezione di foto dall'archivio fotografico di Maurizio Crispi (relative alle edizioni 2012 e 2015)
Una selezione di foto dall'archivio fotografico di Maurizio Crispi (relative alle edizioni 2012 e 2015)
Una selezione di foto dall'archivio fotografico di Maurizio Crispi (relative alle edizioni 2012 e 2015)
Una selezione di foto dall'archivio fotografico di Maurizio Crispi (relative alle edizioni 2012 e 2015)
Una selezione di foto dall'archivio fotografico di Maurizio Crispi (relative alle edizioni 2012 e 2015)
Una selezione di foto dall'archivio fotografico di Maurizio Crispi (relative alle edizioni 2012 e 2015)
Una selezione di foto dall'archivio fotografico di Maurizio Crispi (relative alle edizioni 2012 e 2015)

Una selezione di foto dall'archivio fotografico di Maurizio Crispi (relative alle edizioni 2012 e 2015)

Repost 0
25 luglio 2017 2 25 /07 /luglio /2017 11:06
Circuito Ecotrail Sicilia 2017. Al Pantelleria Trail i Guerrieri della montagna corrono avventura e natura, sfidando la calura

Atleti e amanti dell’avventura, dell'outdoor e dello sport podistico in natura hanno riempito di colore la "perla nera" del Mediterraneo per la settimana del Pantelleria Trail, sesto appuntamento stagionale del Circuito Ecotrail Sicilia 2017 e valevole anche come seconda prova del Trofeo Enel Green Power Ultratrail, svoltosi tra il 23 e il 24 luglio scorsi.
L'evento è stato fatto di scalate, allenamenti, camminate non agonistiche e visite guidate,  running trail ed ultratrail in condizioni climatiche estreme alla scoperta delle bellezze naturalistiche e paesaggistiche dell’isola pantesca con protagonisti anche atleti statunitensi, francesi e inglesi.

A concludere per primo i durissimi 50 chilometri dell’Ultratrail, secondo dei tre appuntamenti del Trofeo Enel Green Power, Enzo Taranto della ASD No al Doping e alla Droga, davanti a Salvo Pillitteri della Marathon Altofonte e Pietro Spanò della ASD La Volata.
Tra le donne vittoria di Claudia Occhipinti della ASD Sportaction.

2230 metri di dislivello altimetrico sotto un sole cocente, che ha visto quasi 100 “guerrieri della montagna” prendere il via dallo Specchio di Venere e attraversare le Lave del Gelsifer e la Cuddia di Midia, scendere per le Grotte Benikulà, passando per Favara Grande e Balata dei Turchi risalendo fino a Monte Gibele, Montagna Grande e alla Cuddia Randazzo, per poi riscendere fino a Cala Cinque Denti.

Ad organizzare l’evento, l’ASD Sportaction e Pantelleria Outdor, col patrocinio del Comune di Pantelleria e del Dipartimento Regionale dello Sviluppo Territoriale e Ambientale e della Coldiretti Sicilia e con il coinvolgimento di diverse azienda locali.

Per ulteriori informazioni www.ecotrailsicilia.it

Le immagini video sono state realizzate da Gioacchino Migliore

Repost 0
Published by Ultramaratone, maratone e dintorni (da comunicato stampa) - in Trail e Ultratrail 2017 Trail e Ultratrail Trail. Circuito Ecotrail Sicilia 2017
scrivi un commento
24 luglio 2017 1 24 /07 /luglio /2017 18:40
(foto di Maurizio Crispi. La partenza di una precedente edizione)

(foto di Maurizio Crispi. La partenza di una precedente edizione)

(Claudia Occhipinti) Il 23 luglio 2017, a Pantelleria, si è svolta la manifestazione culturale e sportiva organizzata da ASD Sportaction e valevole come sesta tappa del circuito Ecotrail Sicilia 2017 e seconda prova Ultratrail per il  Trofeo ENEL.

La presentazione della gara si è svolta il giorno precedente presso il Museo cittadino sito all'interno del Castello che domina il porto, alla presenza di un Testimonial speciale, lo storico pantesco Giuseppe D’Aietti, che ha arricchito la descrizione del percorso con dettagli di interesse storico-culturale, alla presenza del vicesindaco di Pantelleria Angela Siragusa, la quale ha ringraziato l’organizzazione per il prezioso lavoro, non facile, di promozione del territorio, svolto con encomiabile passione e rispetto per l’ambiente.

Due le gare competitive in programma, rispettivamente di 50 e 21 Km e due i walktrail previsti, di 21 e 10 km.
Pacchi gara e premi con prodotti tipici locali all’insegna dei valori dell’organizzazione di Ecotrail Sicilia.

I partecipanti della gara di 50 km sono partiti alle 6:00 da Punta Spadillo, godendo di un’alba meravigliosa, ma penalizzati da un caldo estremo.

Claudia Occhipinti in una precedente edizione del Pantelleria Trail. Accanto a lei Marco Saitta

Il percorso tocca tutti i punti di interesse geologico e naturalistico dell’isola da Punta Spadillo al lago di Venere, per poi salire per le lave del Gelfiser e le grotte di Benikulà, ridiscendendo poi lungo la Favara Grande e la Balata dei Turchi e quindi risalendo su monte Gibele e Montagna Grande e, infine, ritornando dalla Cuddia Randazzo al punto di partenza.
Panorami spettacolari e vegetazione di macchia mediterranea caratteristica del posto, tra vigneti di Zibibbo, campi di capperi, alberi di fichi e fichidindia verdi, macchie di colore sullo sondo scuro della terra pantesca, profumi e colori che rimangono scolpiti come ricordi indelebili.

I coraggiosi partecipanti si sono trovati ad affrontare una gara quasi di sopravvivenza a causa del caldo eccessivo, tanto che quasi la metà di essi sono stati costretti al ritiro.
 All’arrivo li attendeva una meravigliosa doccia ristoratrice e un ottimo piatto di pasta al pesto pantesco, il tutto accompagnato da vino,  bibite e anguria a volontà.

La gara di 21 km includeva nel suo percorso il lago di Venere, le lave del Gelfiser, la Cuddia di Midia e la Cuddia Randazzo, più breve ma comunque interessante, anch’essa penalizzata dal forte calore che ha causato qualche problema ai partecipanti.

L’emergenza è stata magistralmente affrontata dall’organizzatore, Aldo Siragusa, che ha dato prova, ancora una volta della sua esperienza e della sua passione per il territorio siciliano, sempre pronto a valutare le criticità per farne tesoro e appartore miglioramenti da un’edizione all’altra.

Pantelleria è un’isola che ti incanta con i suoi forti aromi e i contrasti cromatici, dove senti un appagamento sensoriale unico, dove ti viene voglia di stare per ore a osservarne  il paesaggio e, per qualche strano motivo, hai voglia di mangiare a base di capperi o di bere passito a volontà, magari la sera seduto sul patio di un bel dammuso mentre il cielo ti offre un bellissimo tramonto o un cielo stellato.

Un’esperienza  particolare che solo un’isola affascinate e incantevole come Pantelleria può regalare.

 

Circuito Ecotrail Sicilia 2017. Il Trail di Pantelleria dello scorso 23 luglio raccontato da Claudia Occhipinti
Repost 0
23 aprile 2017 7 23 /04 /aprile /2017 23:54
Tuscany Crossing - 100 km in Val d'Orcia 2017. Lara La Pera e Cinzia Sonsogno tengono alto l'orgoglio siciliano in un sogno lungo 103 km

S' è svolta tra il 22 e il 23 aprile 2017 la 5^ edizione del Tuscany Crossing - 100 km in Val d'Orcia, con diverse distanze competitive in programma. Alla gara sulla distanza maggiore (103 km e 3000 metri di dislivello positivo, con 24 ore di tempo massimo per compiere l'impresa) hanno partecipato anche cinque siciliani, di cui due le donne: Lara La Pera (ASD Marathon Misilmeri) e Cinzia Sonsogno /ASD Podistica Capo d'Orlando), che su un totale di 38 donne finisher si sono classificate rispettivamente 3^ con il crono di 12 h30'19" (distacco di 1h40'53" dalla prima classificata e 22^ nella classifica generale) e 5^ con il crono di 13h31'38, a 2h42'12 dalla prima e 49^ nella classifica generale).
Per la cronaca la vittoria al femminile è andata a Simona Morbelli (Salomon Team), 6^ assoluta con il crono di 10h49'26, mentre la gara maschile è stata vinta da Carlo Salvetti (Bergamo Stars Atletica) in 9h09'44.
Degli altri Siciliani presenti, Francesco Cesare (ASD Marathon Misilmeri), si è classificato 16° assoluto, con il crono di 11h44'56 e Pippo Ruggeri (ASD Polisportiva Forte Gonzaga), 44° assoluto, ha staccato il tempo di 13h18'19, mentre Roberto Magnisi si è fermato al 75° km.
Di seguito le impressioni di Lara La Pera.


 

Il podio femminile della gara lunga del Tuscany Crossing

Il podio femminile della gara lunga del Tuscany Crossing

(Lara La Pera) La sera prima della gara qualcuno mi disse "E' un sogno lungo 103 km..."
E aveva pienamente ragione!
Colline verdi attraversate da lunghi sentieri che, con un incessante saliscendi collegano tutti i borghi medievali della Val d'Orcia dove sonoerano state allestite le basi vita: Bagno Vignoni, Pienza, San Quirico, Montalcino, Vivo d' Orcia.
Si arriva fino a 1100 metri di quota, scalando il Monte Amiata attraverso un bosco incantato e lungo il caratteristico sentiero dell'acqua.
Al 90° km, dopo quasi 20 km ininterrotti di salita, inizia la discesa liberatoria, per attraversare Campiglia d'Orcia verso Rocca d'Orcia dove é situato l'arrivo...
Ma la fatica pura non è finita, perché al km 101 ci attende l'ultima salita di due km per conquistare la Rocca e tagliare così il traguardo.
La gara tecnicamente può essere divisa in due parti, i primi 50 km da Castiglione a Montalcino abbastanza scorrevoli con solo 1000 metri di dislivello e i restanti 53 km più impegnativi muscolarmente con 2000 metri di dislivello e con tratti un po' più tecnici attraverso i boschi.
Alla partenza alle 5.15 del mattino c'erano due gradi ma l'entusiasmo dei quasi 300 atleti al via, rendeva il freddo pungente più sopportabile.
Per riscaldarsi, c'è voluta più di un' ora tra salite e discese attraversando prati bianchi per il gelo.
Alle prime luci dell'alba, in un'atmosfera ovattata quasi surreale, abbiamo attraversato la piazza d'acqua a Bagno Vignoni, completamente avvolta dal vapore.
La giornata era limpida e per fortuna il sole ha iniziato a riscaldarci e a illuminare una natura veramente incantevole. Ho fatto tanti ultratrail in Italia e qualcuno anche in Francia, posso dire che il Tuscany Crossing è unico nel suo genere e affascinante al pari di gare molto più blasonate poiché ti fa attraversate un angolo di Italia unico per bellezze naturali e artistiche, portandoti ad alternare una natura brillante e rigogliosa a questi piccoli borghi medievali, a percorrere i corsi e le piazze, a scoprire chiese che hanno quasi mille anni di storia e poi a immergerti di nuovo nella natura silenziosa.
È stata un'esperienza unica.
Questi piccoli borghi si trovano tutti arroccati su delle colline... e per raggiungere le basi vita bisognava affrontare salite spesso abbastanza ripide... ma ne valeva la pena perché ai ristori, oltre a esserci tutto quello che un podista stanco può desiderare, c'era anche una calorosa accoglienza da parte dei volontari.
E poi dopo una lunga salita, c'è sempre una discesa.
A gli amici, amanti del trail, non posso che consigliare questa gara...
E' davvero un peccato non vivere questo sogno lungo 103 km.

Lara La Pera

Repost 0
Published by Ultramaratone, maratone e dintorni (Contributo di Lara La Pera) - in Ultramaratone italiane 2017 Trail e Ultratrail 2017 Atleti Racconti di gara e tributi personali
scrivi un commento
12 aprile 2017 3 12 /04 /aprile /2017 23:38
Medieval Trail 2017 (2^ ed.). Primeggiano Pierpaolo Notaro e Laura Emmi

Si è svolta con successo, il 9 aprile 2017 a Carini, la 2^ edizione del Medieval Trail, organizzato da ASD Panormus, e seconda prova del Sicily Trail Challenge: 113 sono stati i classificati in una cornice densa di storia e di fatti più recenti. Un risultato di notevole impatto, se si considera che nello stesso giorno vi era la concomitanza del Vivicittà e, inoltre, con delle presenze nuove (di fatto matricole del trail siciliano), tra le quali non si può non menzionare Filippo Porto e Lorenzo Abbate, protagonisti di numerose corse su strada siciliane e al suo debutto nel trail in virtù dello straordinario effetto propulsore derivante dalla esplosiva miscela di pratica della MTB e del trail running.

(dal comunicato stampa) Pierpaolo Notaro in 2 ore e 24 minuti ha tagliato il traguardo della 2^ edizione del Medieval Trail posto proprio ai piedi delle mura del Castello di Carini, mano nella mano con il compagno di squadra di Termini Bike Filippo Porto e precedendo  Lorenzo Abbate (ASD Universitas) staccato di due minuti. Francesco Cesare (Marathon Misilmeri) e Nino Camarda (ASD Panormus) nelle posizioni a seguire a circa due minuti. 
Tra le donne, Laura Emmi di ASD Marathon Misilmeri ha preceduto l'esperta Alessandra Corvaia di ASD 2 bar e Giusy Casella di Etna Trail. 
Il Medieval Trail è caratterizzato dal "vertical" iniziale che ha portato gli atleti a quota 700 mt slm in poco piu di un chilometro con l'ascesa al "Pupo", una formazione rocciosa a forma di pupazzo che sovrasta il golfo di Carini e punto di riferimento ineliminabile per i trailer che frequentano questi luoghi. 
Poi, in questo percorso, fanno seguito i panoramici passaggi attraverso le aree demaniali di Monte Pecoraro, Piano Margi e Montagna Longa con il "Gran Premio della Montagna", posto a quota 900 s.l.m. in corrispondenza della maestosa croce in ferro eretta alcuni anni dopo la strage aerea del 1972. 
La lunga discesa finale e' stato un alternarsi di strade forestali bianche, single tracks in mezzo al bosco e discese ripide pietrose tra lecci, fichi e ulivi. 
Il rientro a Carini tra la folla della domenica delle Palme lungo Corso Umberto, sin sotto alle mura del castello, da dove aveva preso l'avvio del circuito di 30 km.. 
"Il Medieval Trail - ha dichiarato Giuseppe Cuttaia,  presidente di Asd Panormus - in questa sua seconda edizione ha confermato l'ormai consolidata apertura di questa disciplina verso la gemella MTB con atleti che praticano quest'ultimo sport che si contendono il podio con gli specialisti del trail running".  
Soddisfazione esprime la Società organizzatrice che ha messo in campo tutto il suo staff  individuando come prioritaria la sicurezza distribuendo sul percorso trenta volontari che hanno presidiato i punti più critici della gara, coadiuvati in questo sforzo logistico-organizzativo da tre jeep di assistenza, da una moto soccorso con personale sanitario, da un'ambulanza con medico rianimatore. 
Importante è stata anche la collaborazione con le associazioni sportive locali Hyccara Bike e Margi Bikers
Grosso riscontro ha avuto l'iniziativa "Io non getto rifiuti lungo il bosco" . 
E' stato infatti omaggiato un integratore a chi avesse riportato all'arrivo l'involucro di quello utilizzato in gara. 
Come consuetudine, si sono svolte attività collaterali per le famiglie con escursioni programmate e, a fine gara, pasta-party open per atleti e accompagnatori.  
La premiazione finale si è svolta nella splendida cornice dei saloni che furono della Baronessa e della famiglia La Grua Talamanca. 
La prova è stata valida come secondo appuntamento del Trail Sicily Challenge (TSC) e sarà seguita in calendario dal Trail di Torre Artale, in programma il 22 maggio a Trabia (PA). 

Le classifiche della giornata e del circuito si possono consultare (e scaricare) su: http://www.trailsiciliachallenge.it/index_htm_files/AssolutaAgonisti.pdf

Foto di Maurizio Crispi
Foto di Maurizio Crispi
Foto di Maurizio Crispi
Foto di Maurizio Crispi
Foto di Maurizio Crispi
Foto di Maurizio Crispi
Foto di Maurizio Crispi
Foto di Maurizio Crispi
Foto di Maurizio Crispi
Foto di Maurizio Crispi
Foto di Maurizio Crispi

Foto di Maurizio Crispi

Repost 0
Published by Ultramaratone, maratone e dintorni (da comunicato stampa) - in Trail e Ultratrail 2017
scrivi un commento

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014

Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche