Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
9 febbraio 2015 1 09 /02 /febbraio /2015 16:14
100 km del Passatore 2016 (44^ ed.). Scelto il disegno vincitore per la locandina della 100 del Passatore 2016

Dalla Commissione del manifesto per la "100 Km del passatore 2016" è stato scelto il disegno di Lorenzo Mazzanti, studente dell'IPS "Dionigi-Strocchi" di Faenza L’opera sarà esposta nella Galleria comunale d’arte dal 15 al 31 maggio 2015

Mentre scorre il conto alla rovescia per la 43^ edizione della Cento del Passatore, l'opera vincitrice del concorso per il “Manifesto promozionale dell’edizione 2016” della 100 Km del Passatore, è stata realizzata da Lorenzo Mazzanti, studente di 5B Grafica dell'IPS "Dionigi-Strocchi" di Faenza.

L'apposita commissione, composta dal direttore della 100 Km del Passatore Pietro Crementi, dal consigliere Mauro Renzi e dalla segretaria Tatiana Khitrova, nonché dai docenti dell'Istituto Marilena Benini e Francesco Neri, ha scelto il disegno per la 44^ edizione della "Cento" (28-29 maggio 2016) tra ventotto opere in concorso, tutte realizzate da studenti del "Dionigi-Strocchi".

Per formulare il proprio giudizio, la commissione ha tenuto conto dei 1.413 voti utili espressi, sia dai visitatori dell'apposita mostra dei disegni, curata da Mirko Cavina e Mirella Pederzoli, allestita fino al 21 gennaio scorso al centro commerciale "Le Maioliche" di Faenza (nelle apposite urne sono state raccolte circa 550 schede), sia dagli oltre 1.000 "Mi piace" cliccati su facebook.

Il disegno vincitore di Lorenzo Mazzanti e quelli degli studenti classificati al 2° e 3° posto, rispettivamente Giulia Garoni e Alice Servadei, si possono guardare sul sito web della 100 Km del Passatore (www.100kmdelpassatore.it); gli stessi disegni saranno esposti anche alla Galleria comunale d'Arte (Voltone della Molinella), in occasione della mostra sulla 100 Km del Passatore, che sarà aperta dal 15 fino al 31 maggio 2015.

Segnaliamo altresì che le opere realizzate dagli studenti del “Dionigi-Strocchi” per l’attuale 43^ edizione della 100 Km del Passatore (30-31 maggio 2015), si possono ammirare al link sotto riportato.

 

Repost 0
21 gennaio 2015 3 21 /01 /gennaio /2015 07:06
100 km del Passatore 2015 (43^ ed.). Già oltre 1400 gli iscritti e adesioni possibili sino al 20 maggio

Per la 100 km del Passatore 2015 (che spegnerà la sua 43^ candelina), in programma tra il 30 e il 31 maggio prossimi, sono già oltre 1400 gli iscritti e tra loro, una trentina di atleti stranieri. Adesioni possibili fino al 20 maggio.

Continuano con grande impegno e con la consueta passione i lavori organizzativi della 43^ 100 Km del Passatore (30-31 maggio 2015). L’omonima associazione sportiva di Faenza è infatti attiva pressoché a tempo pieno per allestire l’ultramaratona più famosa del mondo, in collaborazione con gli enti storici (Consorzio Vini di Romagna, Società del Passatore, Uoei, Admo e Cai), con la FIDAL, la quale - ricordiamolo - ha conferito alla 100 Km il compito di assegnare i titoli nazionali, assoluti e master, 2015 della specialità 100 chilometri su strada -, quindi con i Comuni di Firenze, Faenza, Fiesole, Borgo San Lorenzo, Marradi, Brisighella e con il sostegno delle aziende partner (Banca di Romagna - Gruppo Cassa di Risparmio di Cesena, Banca CR Firenze, Fondazione Banca del Monte Cassa di Risparmio, Antarex, Friliver-Bracco, Coop Adriatica, Gruppo Hera, Moreno Motor Company, Decathlon, Natura Nuova) e dello sponsor tecnico Saucony.

A poco più di cento giorni dalla partenza da Firenze (30 maggio 2015), gli iscritti hanno raggiunto quota 1.404: tra loro, circa un centinaio donne e poco più di una trentina di atleti stranieri provenienti da dieci paesi (Australia, Austria, Belgio, Francia, Germania, Gran Bretagna, Russia, Slovenia, Svezia e Usa), nonché alcune decine di praticanti del “nordic walking”.
Sono naturalmente in corso i contatti con i migliori atleti italiani ed europei della specialità. In attesa delle loro adesioni e di quelle di alcuni team stranieri, a tutt'oggi tra gli atleti di prima fascia iscritti risultano soltanto Paolo Bravi (6° nel 2014) e Massimo Poggiolini (9° e primo dei romagnoli); iscritta anche la decana della corsa, la padovana Natalina Masiero (32 "cento" concluse alle spalle: lo scorso anno 714^ assoluta); iscritti anche il primo fiorentino 2014, Timothy Chaplin (57°), e i primi faentini, Alessandro Bettoli (57°) e Tiziana Sportelli (218^).

Le iscrizioni al “Passatore” sono possibili fino al 20 maggio 2015: chi si iscriverà entro il 15 aprile dovrà versare una quota di €65,00, mentre gli atleti che si registreranno tra il 16 aprile e il citato 20 maggio, ultimo giorno di iscrizione, dovranno versare €85,00.

La “Cento” sarà una delle tappe più importanti del Gran Prix Iuta 2015; inoltre, costituirà la prova conclusiva del IV Trittico di Romagna, che, come é noto, comprende la XXXIX Maratona del Lamone, organizzata dal Gruppo Sportivo Lamone di Russi (Ravenna) il prossimo 6 aprile, e la XXXIV 50 Km di Romagna, allestita dalla Podistica Avis di Castel Bolognese (Ravenna) il successivo 25 aprile.

Repost 0
25 novembre 2014 2 25 /11 /novembre /2014 20:49

100 km del Passatore 2014 (42^ ed.). Il 29 novembre 2014 è la data fissata per la Festa dei volontari, momento importante per la coesione tra tutti coloro che fanno grande la Cento del Passatore

Con sabato 29 novembre 2014 (a partire dalle ore 19.30) al circolo “I Fiori” di Faenza, si chiude virtualmente il ciclo dell'edizione 2014 della 100 km del Passatore (42^), con la "festa dei volontari della Cento" - ovvero la "Festa del Socio e del Collaboratore" - dedicata a tutti coloro (oltre 400 persone) che ogni anno con il loro impegno e con la loro passione rendono possibile il funzionamento della macchina organizzativa della "Cento più bella del Mondo".

Previsti una videoproiezione, giochi a quiz e uno spettacolo musicale

È in programma sabato prossimo 29 novembre (ore 19.30), al circolo “I Fiori” di Faenza, la tradizionale “Festa del Socio e del Collaboratore” della 100 Km del Passatore. Promossa dall’omonima associazione, la festa è rivolta agli oltre 400 volontari ed alle loro Associazioni, che con la loro appassionata, gratuita e costante presenza permettono lo svolgimento regolare della gara e l’assistenza necessaria ai partecipanti per l’intera durata della manifestazione.
Organizzata dal gruppo sportivo e dallo staff del “Passatore”, col socio-atleta Paolo Ciuffoli nel delicato ruolo di coordinatore dello staff di cucina che cura la cena sociale, la festa prevede, tra le altre iniziative: la proiezione di un video, quale omaggio ai soci e collaboratori della 100 Km del Passatore, tratto dal filmato realizzato dal Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, recentemente selezionato per il 32° "Sport Movies & Tv 2014" (per la cronaca, il festival più importante del settore è in programma a Milano dal 3 all'8 dicembre 2014), lo spettacolo di animazione musicale "Canzoni per sognare. Le più belle canzoni del '900", affidato al gruppo "Interno 3" di Fabiano Naldini, una pesca di gadget per i volontari e un gioco a premi con tanti quiz curiosi sulla 100 Km del Passatore.

Alla serata interverranno quali ospiti il sindaco di Faenza Giovanni Malpezzi, l’assessore allo sport Maria Chiara Campodoni e il presidente della Provincia di Ravenna Claudio Casadio, i quali saranno accolti dal presidente della “100 Km” Giordano Zinzani e dal direttivo dell’associazione.

 

Repost 0
Published by Comunicato stampa (Elio Pezzi) - in Ultramaratone italiane. 100 km del Passatore
scrivi un commento
12 novembre 2014 3 12 /11 /novembre /2014 20:55

100 km del Passatore 2015 (43^ ed.). Per la 14^ volta la Cento del Passatore assegnerà i titoli italiani Assoluti/Master FIDAL

 

Per la 14^ volta nella sua storia la 100 km del passatore 2015, alla sua 43^ edizione, in programma per l'ultimo fine settimana di maggio 2015, assegnerà i titoli ialiani assoluti e master 100 km. A duecento giorni dal via (sabato 30 maggio 2015) gli iscritti alla ‘Firenze-Faenza’ hanno raggiunto in pochi giorni quota 150.

La Federazione Italiana di Atletica Leggera ha deciso che sarà la 43^ 100 Km del Passatore (30-31 maggio) ad assegnare i titoli nazionali assoluti e master della specialità 100 km su strada. È la quattordicesima volta che accade: in passato, infatti, la ‘Firenze-Faenza’ aveva svolto tale compito nelle edizioni comprese tra 1999 e 2006, quindi in quelle dal 2008 al 2013. La decisione è stata particolarmente apprezzata dall’Asd 100 Km del Passatore. “Siamo molto soddisfatti di questa assegnazione da parte della Fidal, che ringraziamo di cuore – afferma il neo presidente Giordano Zinzani –, a conferma del positivo lavoro svolto nell'ultima edizione della corsa, così come nelle precedenti, da parte degli oltre 500 volontari e relative associazioni, impegnati con noi, con le istituzioni e le imprese partner, ad allestire una manifestazione sportiva e sociale insieme, con passione, spirito di sacrificio e gratuità”. “Il successo della ‘Cento’ – conclude Zinzani – è soprattutto merito loro, oltre che, naturalmente, degli atleti partecipanti a questa corsa davvero unica.
Grazie Fidal, grazie a tutti. E ora di nuovo al lavoro”.

La fase organizzativa sta procedendo a pieno ritmo, in collaborazione con gli enti ‘storici’ (Consorzio Vini di Romagna, Società del Passatore, Uoei, Admo), i Comuni di Firenze, Faenza, Fiesole, Borgo San Lorenzo, Marradi, Brisighella e le aziende partner (Banca di Romagna - Gruppo Cassa di Risparmio di Cesena, Banca CR Firenze, Fondazione Banca del Monte Cassa di Risparmio, Antarex, Coop Adriatica, Friliver-Bracco, Decathlon, Hera, Moreno Motor Company, Natura Nuova e lo sponsor tecnico Saucony), con le quali si stanno definendo i relativi accordi.

Intanto, sono state aperte le iscrizioni che, a duecento giorni dalla partenza, hanno raggiunto in pochi giorni le 150 adesioni, tra cui quelle di 20 donne e dei primi 10 atleti provenienti dall'estero: Australia, Belgio, Gran Bretagna, Russia, Stati Uniti e Svezia. I promotori puntano a superare la media-iscritti dell’ultimo decennio (oltre 1.500 atleti), anche se l’elevata partecipazione all’edizione 2014 (2.198 partenti, di cui 1.738 arrivati) fa sperare in qualcosa di più.
Fino al 15 gennaio 2015, la quota d’iscrizione è pari a 50,00 € (comprensiva di 10,00 € di cauzione per il chip control); dal 16 gennaio al 15 aprile 2015 salirà a 65,00 €, mentre per gli atleti che si registreranno dal 16 aprile al 20 maggio 2015, ultimo giorno per iscriversi, la quota raggiungerà gli 85,00 €.

 

 

 

Repost 0
Published by Comunicato stampa (Elio Pezzi) - in Ultramaratone italiane. 100 km del Passatore
scrivi un commento
24 ottobre 2014 5 24 /10 /ottobre /2014 22:01

100 km del Passatore 2015 (43^ ed.). Giordano Zinzani é il nuovo presidente della Associazione 100 km del Passatore. Aperte le iscrizioni all'edizione 2015

 

Giordano Zinzani é il nuovo presidente della 100 Chilometri Del Passatore per il triennio 2014-2016 e prende il posto, alla guida del sodalizio, di Elio ferri past president. Aperte le iscrizioni alla 43^ “Firenze-Faenza” , in programma tra il 30 e il 31 maggio 2015.

L'assemblea dell'Associazione sportiva dilettantistica 100 Km del Passatore ha eletto il Consiglio direttivo per il triennio 2014-2016, composto da undici consiglieri, i quali, a loro volta, hanno eletto per acclamazione quale nuovo presidente Giordano Zinzani, presidente del Consorzio Vini di Romagna, uno degli enti fondatori dell'associazione insieme a Società del Passatore e Uoei.
Insieme a Zinzani sono stati eletti, sempre per acclamazione, il vice presidente vicario Lorenzo Leoncavallo, il vice presidente Adolfo Camporesi e il segretario Mirco Cavina, che costituiscono il Comitato esecutivo della 100 Km.
Gli altri consiglieri sono: Carla Benedetti, Mario Gianni Palli, Franco Piani, Mirella Pederzoli, Elio Pezzi, Mauro Renzi e Anna Maria Vignoli.
Eletti anche il Collegio sindacale (Francesco Piazza, presidente; Daniele Gherardelli e Stefano Montanari, sindaci effettivi; Stefano Caroli e Filiberto Buscaroli, sindaci supplenti) e il Collegio dei probiviri (Claudio Casadio, Giovanni Malpezzi e Giovanni Mingazzini).

Giordano Zinzani, faentino, classe 1954, enologo e dirigente di Caviro, dal 1979 è impegnato a tempo pieno nel settore vitivinicolo, ricoprendo anche i ruoli di vice presidente dell'Enoteca regionale, della relativa società di servizi e del Tribunato di Romagna; è inoltre consigliere nazionale di Federdoc, la Federazione dei Consorzi di tutela dei vini italiani. “Prima di tutto – afferma il neo presidente della Centodesidero ringraziare il mio predecessore Elio Ferri per il buon lavoro svolto nei precedenti mandati, guidando la non facile successione del sen. Elio Assirelli, scomparso il 28 ottobre 2009, e dando un grande contributo allo sviluppo della manifestazione che, soprattutto negli ultimi anni, è cresciuta, sia per numero di partecipanti, sia sul piano organizzativo”. “Insieme a Ferri – aggiunge Zinzani –, ringrazio gli altri consiglieri uscenti, a partire dal socio fondatore Pietro Pirì Crementi, che il nuovo consiglio ha nominato ufficialmente direttore della corsa e che rimarrà l’animatore dell’Associazione”.
Infine – conclude Zinzani –, ringrazio gli oltre 500 volontari e le loro associazioni, per la passione, lo spirito di sacrificio e la gratuità con cui si impegnano per la Cento, certo che saranno al nostro fianco, più numerosi anche per la prossima edizione”.

Aperte da pochi giorni le iscrizioni, la quota di partecipazione alla 100 Km 2015 è stata fissata a €50,00 (comprensiva di €10,00 di cauzione per il chip control) fino al 15 gennaio 2015; dal 16 gennaio al 15 aprile 2015 salirà a €65,00, mentre per gli atleti che si registreranno dal 16 aprile al 20 maggio 2015, ultimo giorno per iscriversi, la quota raggiungerà i €85,00.

 

Repost 0
Published by Comunicato stampa (Elio Pezzio, Ufficio stampa 100 km del Passatore) - in Ultramaratone italiane. 100 km del Passatore
scrivi un commento
2 giugno 2014 1 02 /06 /giugno /2014 09:24

100 km del Passatore 2014 (42^ ed.). La Cento del Passatore è Poesia! E' colorare ogni passo di mille colori diversi!

 

[MR] Da più parti si tende a riconoscere che la 100 km del Passatore, è un contenitore di storie, di storie nelle storie e fonte di ispirazione, per i molti che vi partecipano, a prescindere dal fatto che la portino a termine oppure no.
Elena Cifali, maratoneta, ultrarunner e caminatrice (anche in Nordic Walking) catanese (Nicolosi, associata all'"ASD Etna Trail") e nostra assidua collaboratrice, ha partecipato per la sua seconda volta alla 100 km del Passatore (il suo esordio avvenuto nel 2013), svoltasi - alla sua 42^ edizione - tra il 24 e il 25 maggio 2014.
Ha concluso con un netto miglioramento rispetto alla sua prima prestazione e grande è stata la sua soddisfazione alla finishing line, non tanto per il miglioramento cronometrico conseguito ma piuttosto per il fatto di aver concluso una seconda volta un'impresa che, alla 100 km del Passatore, è sempre ambiziosa, perchè non puoi sapere mai come verrà fuori.
Come sempre, per gli eventi podisitici (e non solo) per lei significativi, ci ha scritto un suo racconto che ci ha inviato con questo breve commento di accompagnamento: "Ho scritto qualcosa sula 100 del Passatore, anche se stavolta non avrei voluto scrivere nulla e tenermi tutto dentro... come una sorta di rispetto per l'impresa che ho compiuto e che stavolta ho sentito in modo particolarmente forte.
 La fatica che ho fatto in questa mia seconda partecipazione è stata senza dubbio minore di quella dello scorso anno, ma stavolta il Viaggio è stato molto più emozionante".

Ed è vero, indubbiamente! Qualche volta le esperienze più emozionanti e più intense devono rimanere come una pagina bianca e non scritta nel nostro diario personale.

 

( Elena Cifali) Il Passatore è Poesia! E’nella mia natura essere romantica, egocentrica, attenta e pur distratta. A volte penso di non meritare tutto ciò che ho: e allora scavo e scopro dentro me e la mia storia ciò che mi fa stare bene. Non mi aspetto il bello o il brutto da questa gara, 100 chilometri sono davvero tanti e non danno nessuna certezza.
Corro, semplicemente corro.
Corro per scelta, senza forzature con un passo che stranamente non è leggero.
Controllo il respiro ed immagino davanti a me una parete bianca che io e solo io posso dipingere di cento colori diversi.
Un colore per ogni chilometro corso. Ne scoprirò di fantastici, alcuni luminosi altri cupi. Prendo il volo e scrivo la mia poesia.
Sento violenti uragani di rabbia e repulsione.
Poi tempeste di gioia e di dolore, ma continuo a correre. Schiena dritta, un piede avanti all’altro e faccia al muro, quel muro bianco che prende colore ad ogni pennellata, ad ogni chilometro. Imparo a non lasciarmi trascinare dai ricordi, per quanto grande sia il pensiero e l’emozione.
Sono una grande guerriera, fiera ed orgogliosa continuo sulla mia strada. Il passo costante lascia spazio alla camminata quando la strada si impenna violentemente.
Mi risparmio, gestisco mente e corpo e mi sento più determinata che mai. L’addome si contrae, ho forti dolori, fitte violentissime che quasi mi rubano il fiato. Stringo i denti e procedo, non mollo e cerco di tenere tutto sotto controllo nel dimostrare che dentro ho qualcosa di solido e permanente, di durevole e logico.
Ma i pensieri cambiano col cambiare del paesaggio, i colori si smorzano e diventano più tenui. Inizia la sera, gli uccelli notturni si svegliano ed iniziano il loro canto d’amore.
Sto scrivendo la mia storia, una storia che durerà in eterno. Una storia fatta dei passi di tutti coloro che sono passati prima di me, oltre me. Sento ancora quel male, sento ancora quelle fitte, sono allo stomaco e anche all’anima. Muovo i miei occhi e la cerco. La trovo finalmente dentro me. Mi ha lasciata solo pochi mesi fa ed io l’avverto sempre vicina.

Non mi rassegno, la sento quando mi parla e quando poi mi ascolta. Sento quando ride con quel suo modo speciale e sento la sua mano sulla mia. “Prendimi per mano, non mi lasciare, non ti allontanare, resta qui con me” - mi ripeto insistentemente.
Lo sappiamo entrambe che questo è l’unico modo per incontrarci veramente e forse adesso questo è l’unico motivo per cui corro. Mi regalo ogni momento, la notte scende veloce mentre mi cambio, mentre indosso la lampada frontale che sarà un faro nella mia notte.
L’intero universo è con me, dentro e fuori me. Forza di volontà e determinazione si sposano con l’intero universo, con gli uccelli, con gli alberi, con il cielo, la luna e le dieci direzioni.
Sento il passo dei miei compagni, la notte è così buia adesso che devo puntare la luce sui loro volti per riconoscerli. Mi sono da esempio e cerco i sentimenti del mio primo Passatore.

Il mio libro sono io e so come leggermi. Emano calore, sono viva, vado oltre ogni segnale del mio corpo e mi scopro a stare meglio.
Mi chiedo come faccio a restare in silenzio, come faccio a soffocare così tanta gioia e così tanto dolore? Mi ripeto le cose che ho dentro mentre scorgo il cartello dei 60 chilometri.
Mando un messaggio a Ezio, deve sapere che sto bene e che sono una forza. Spero che lui legga in quelle cifre le cose che ho dentro, anche quelle che non gli dico, anche quelle che non ho il coraggio di affrontare, anche quelle che gli tengo nascoste.
Penso a lui, a noi e ai nostri 18 anni di vita insieme.
Riscoprirsi ancora innamorati, scegliere ancora l’amore e la stessa persona dopo tutti questi anni, dopo tutti questi chilometri.
Sento il suo odore su di me, mescolato al mio sudore, sento la sua voce che mi aiuta a superare i momenti più difficili.
Resto in silenzio, sempre in silenzio. Al mio fianco l’amico Gennaro è più silenzioso di me, poco più avanti Salvo che dà il ritmo giusto ad entrambi. E’ il coraggio che fa la differenza tra una vita ed un’altra. Corro ancora e mi dico “Devo essere pazza per fare questo!”.
La mia mente e la mia vita sono tutto ciò che posseggo lungo questi interminabili 100 chilometri. Affronto violenze inaudite sul mio corpo. Le giunture iniziano a strillare mentre inizio ad avere paura delle voci che sempre più forti mi urlano da dentro.
Devo resistere e non avere timore neppure delle critiche più spietate, devo andare avanti e lo faccio a testa alta!
Inizio a pensare di essere stata un po’ troppo indulgente con me stessa, forse avrei dovuto osare un po’ più, essere più severa.
Basta, devo smetterla di girovagare nei meandri del mio pensiero”.
Rimango concentrata a tal punto da stentare a riconoscere i miei amici Giuseppe e Marilisa che raggiungo dopo molte ore.
Loro erano volati via poco dopo il controllo dei 31 chilometri. Io e Salvo li raggiungiamo e da questo momento in poi il nostro Passatore sarà un passo a otto gambe.
Mi lancio all’inseguimento dei miei compagni, mi lancio all’inseguimento di quel gonfiabile che significa trionfo.
I passi costanti, i respiri regolari, i pensieri ordinati.
I nostri occhi brillano quando scorgiamo il cartello del 90° chilometro, poi 91, 92 fino al 99. Adesso ognuno segue il suo istinto, segue il suo destino. Il traguardo è vicino e tanta commozione arriva alla vista dell’arco rosso.
Allunghiamo il passo e, tra gioia e stupore, tagliamo ancora una volta il traguardo, ancora una volta mano nella mano io e Salvo, proprio come i vecchi tempi.
Anche questa volta ce l’ho fatta, anche questa volta sono stata più forte di tutti, anche questa volta la sfida mi ha appassionata e mi ha resa migliore.

La 100 km del Passatore è un viaggio nel vero senso del termine.
Un viaggio che si fa da soli con se stessi anche quando accanto a noi ci sono decide di persone.
Il Passatore è colorare di mille colori ogni passo e desiderare di rifarlo ancora cento volte!

Repost 0
Published by Elena Cifali, con una nota introduttiva di Maurizio Crispi - Ultramaratone, maratone e dintorni - in Ultramaratone italiane. 100 km del Passatore
scrivi un commento
30 maggio 2014 5 30 /05 /maggio /2014 22:31

100 km del Passatore 2014 (42^ ed.). 6 esordienti ragusani e tutti finisher al traguardo di Piazza del Popolo, al loro rientro sono stati ricevuti ed elogiati dal Sindaco Piccitto

Sei atleti ragusani, tutti appartenti al sodalizio ASD "No al Doping e alla Droga", hanno partecipato alla 42^ edizione della 100 km del Passatore, andata in scena dal 24 al 25 maggio 2014.

Al loro rientro a Ragusa questi atleti, tutti finisher al traguardo di Piazza del Popolo di Faenza, sono stati ricevuti dal Sindaco della Città Federico Piccitto e dal vice-Sindaco nonché Assessore allo Sport Massimo Iannucci.
Gli atleti ragusani sono partiti da Firenze alle 15,00 in punto del 24 maggio e dopo 100 km corsi tutti di un fiato e tutti di corsa sono giunti a Faenza attraversando i suggestivi borghi e comuni della Toscana e della Romagna

Sono stati i primi ragusani che si sono cimentati in una esperienza simile, correndo per più di 10 ore senza fermarsi e portando a casa un risultato prestigioso ricco di esperienza, unica ed indimenticabile. Ecco in dettaglio  i nostri campioni, elencati sulla base della prestazione cronometrica.
Nell'ordine: posizione in classifica, numero di pettorale, nome e cognome, Società e tempo cronometrico. 

  1. 193 1865   ANDREA RAGUSA  A.S.D. NO AL DOPING E ALLA DROGA 10:31:02 
  2. 264 1352   MASSIMO FERLANTI A.S.D. NO AL DOPING E ALLA DROGA 10:52:26 
  3. 293 1351   COSIMO  AZZOLLINI A.S.D. NO AL DOPING E ALLA DROGA 11:00:49 
  4. 873 1354   GIOVANNI GIAQUINTA A.S.D. NO AL DOPING E ALLA DROGA 13:26:06 
  5. 1030 1353  ANGELO CASSARINO  A.S.D. NO AL DOPING E ALLA DROGA 13:59:52 
  6. 1065 1449  SERGIO LO PRESTI  A.S.D. NO AL DOPING E ALLA DROGA 14:13:03

100 km del Passatore 2014 (42^ ed.). 6 esordienti ragusani e tutti finisher al traguardo di Piazza del Popolo, al loro rientro sono stati ricevuti ed elogiati dal Sindaco PiccittoTutti, alla fine, seppur stremati, erano felicissimi per essere riusciti a concludere una gara davvero massacrante. Felice per il successo di squadra si è mostrato anche il Sindaco Piccitto, che ha dichiarato: "I nostri sei atleti hanno portato a termine una grande impresa e vinto una sfida ai limiti umani e con se stessi. Non importa il tempo, ma l’impresa portata a termine. Grazie, ragazzi, per averci idealmente rappresentati tutti. Credo, senza alcun dubbio, che questo risultato faccia piacere a tutti i componenti della vostra Associazione, dando anche lustro e rappresentanza alla città di Ragusa".

Al gruppo di atleti ragusani si è aggiunta l’atleta modicana - ma di origine tedesca - Inge Hack Poidomani che ha percorso i suoi 100 km con un tempo di 12 ore e 28 minuti, tagliando il traguardo finale la sua quarta volta.

 

Repost 0
Published by Comunicato stampa No al Doping e alla Droga ASD - in Ultramaratone italiane. 100 km del Passatore
scrivi un commento
27 maggio 2014 2 27 /05 /maggio /2014 17:12

100 km del Passatore 2014 (42^ ed.). La Nona Sinfonia di Giorgio Calcaterra nel resoconto finale dell'Asd 100 km del Passatore, con tutti i numeri e le curiosità.jpg

 

Alla 100 km del Passatore che, alla sua 42^ edizione, è andata in scena tra il 24 e il 25 maggio 2014, l'atleta romano Giorgio Calcaterra, ha suonato la sua Nona Sinfonia, confermando di essere il ‘mito vivente’ della corsa ‘più bella del mondo’.  2° l’altoatesino Hermann Achmuller, 3° il reggiano Daniele Palladino.
Tra le donne, 1^ la croata Marija Vrajic.

Iscritti 2.245, partiti 2.198, arrivati 1.738

 

Continua a stupire, Giorgio Calcaterra. A 42 anni compiuti, l’atleta romano conquista la nona vittoria consecutiva al ‘Passatore’, con il tempo di 7:05:06, per la prima volta oltre il muro delle sette ore, confermando di essere sempre il miglior specialista italiano e mondiale sulla distanza dei 100 km su strada, oltreché il vero e proprio “mito vivente” della ‘Firenze-Faenza’, che disputa da nove anni, così come sono nove gli anni a cui si dedica a questa specialità estrema dell’atletica leggera.

Con il traguardo delle nove vittorie consecutive – un risultato mai conseguito da nessun altro atleta al mondo, in nessun’altra ultramaratona disputata finora – Calcaterra eleva anche il gap tra sé e l’altro grande “mito” della ‘Cento’, l’atleta russo Alexey Kononov, che, come noto, di ‘Passatori’ ne ha vinti sei (1993, ’94, ’95, ’97, 2000 e 2001).

Calcaterra ha preceduto di 3.34 Hermann Achmuller (7:08:40), altoatesino di Brixen-Bressanone, 3° all’esordio nel 2013. Dopo di loro, splendido 3° posto del reggiano Daniele Palladino (2° nel 2012). Tra le donne, secondo successo consecutivo dell’atleta croata Marija Vrajic (7:51:43), che migliora il personale di 15:07 e precede la connazionale Veronika Jurisic (2^, in 8:13:10) e la slovena Neza Mravlje (3^, in 8:30:51). Prima delle italiane, la valdostana Francesca Canepa (4^, in 8:38:51).

ll colpo di pistola al 42° ‘Passatore’, valevole quale 10^ prova del Grand Prix Iuta 2014 di ultramaratona e per il Campionato nazionale Csen open 2014, lo hanno dato sabato 24 maggio, dalla fiorentina via de’ Calzaiuoli, alle ore 15.00 in punto, il presidente del Consiglio comunale della città e presidente provinciale del Coni, Eugenio Giani, e il presidente della ‘100 Km’, Elio Ferri. La gara si è svolta in uno splendido clima estivo (lontano anni luce dal clima freddo e piovoso in cui si era svolta l’edizione 2013), che ha portato, come da qualche anno a questa parte non accadeva, molte migliaia di persone lungo il percorso, al Passo Colla (‘cima Coppi’ della corsa con i suoi 913 m di altezza), nell’ultimo km e in piazza del Popolo a Faenza (e senza dimenticare la lunghissima fila di appassionati della bicicletta presenti pressoché ininterrottamente dai piedi della salita di Fiesole fino alle Bocche dei Canali, ingresso della città faentina per chi arriva da Firenze).

I principali rivali di Calcaterra hanno fatto di tutto per sconfiggerlo, ma non ci sono riusciti neppure questa volta. Ha cominciato il trentenne ucraino di Kiev Evgeni Glyva, attaccandolo lungo l’ascesa a Fiesole (km 7,5), dove è transitato con 27” di vantaggio, mantenuti a Vetta le Croci (km 16,5), ma annullati a Borgo San Lorenzo, quando i due atleti sono passati insieme in 2:03:36. Glyva ha provato a staccare nuovamente Calcaterra prima di Ronta (km 38), il quale ha subito il colpo, si è fatto superare anche da Achmueller in rimonta dalle retrovie, ma non si è arreso. Al Passo Colla, GMP (Gran Premio della Montagna)  “Francesco Calderoni”, Glyva è passato per primo con oltre 4:30 di vantaggio su Achmueller e oltre 7’ su Calcaterra. Lungo la discesa verso Faenza, però, la corsa è cambiata nuovamente. A Fantino (km 60), Glyva ha pagato lo sforzo e forse il caldo e si è fatto raggiungere e superare prima da Achmueller, che ha così sferrato il suo attacco all’atleta romano, poi dallo stesso Calcaterra e da altri atleti, i quali nella discesa verso Faenza hanno trovato un terreno decisamente favorevole al loro recupero. A San Cassiano (km 76), Calcaterra ha ridotto lo svantaggio da Achmueller a 4:11, scesi a 2:20 a Fognano (km 84). A San Ruffillo (km 94) Calcaterra ha completato l’aggancio e superato l’altoaesino, precedendolo sul traguardo manfredo in un tripudio di folla, come già ricordato, di 3:34.
Terzo il brillantissimo atleta dell’Atletica Scandiano Daniele Palladino, giunto 7:23 dopo, con il tempo di 7:12:29.

Dietro ai tre battistrada si sono alternati numerosi atleti, alcuni dei quali hanno patito più di altri caldo e fatica e sono stati costretti al ritiro. Non è stato così invece per il russo Dmitry Pavlov (4°, in 7:13:08); dopo di lui, sono giunti, nell’ordine, Andrea Zambelli, anch’egli dell’Atletica Scandiano (5°, in 7:17:22), Paolo Bravi (6°, in 7:22:02), il più volte ricordato ucraino Glyva (7°, in 7:26:24), Marco D’Innocenti (8°, in 7:33:02), Massimo Poggiolini, primo dei romagnoli (9°, in 7:42.01), 7° nel 2013, e Silvio Bertone (10°, in 7.50:13).

100 km del Passatore 2014 (42^ ed.). La Nona Sinfonia di Giorgio Calcaterra nel resoconto finale dell'Asd 100 km del Passatore, con tutti i numeri e le curiositàAlle 11.00 di oggi, domenica 25 maggio, al traguardo di Faenza sono giunti 1738 atleti (erano stati 1451 nel 2013), compresi 10 diversabili, il primo dei quali è stato il campione italiano Paolo Cecchetto, che ha raggiunto piazza del Popolo sul suo ‘ciclone’ in 3.50:17 (15:44 prima dello scorso anno, quando era giunto ugualmente primo).
Tra gli arrivati, ricordiamo anche gli atleti più giovani (la russa Tatiana Moskaleva, classe 1990, in 8:82.55, e il fiorentino Andrea Marcaccini, classe 1992, in 11:20:00) e i decani della corsa (41^ presenza): il ‘mitico’ Walter Fagnani, 89 anni, di Verona, in 17:24:40 (più veloce di 28:39 rispetto al 2013), e Marco Gelli, 62 anni, di Sesto Fiorentino, in 17:50:07, miglioratosi addirittura di 1:36:53; al traguardo anche la decana delle donne (32 presenze), la padovana Natalina Masiero, arrivata in piazza del Popolo in 12:54:12 (36:59 in meno rispetto all’edizione 2013). All’arrivo, per il sesto anno consecutivo, anche il prete-podista manfredo don Luca Ravaglia, che ha corso in onore di San Giovanni Paolo II, in 18:57:22.
Primi fiorentini: Timothy Chaplin (52°, in 9.08:51) e Alessia La Serra (55^, in 11:59:09); primi faentini: Alessandro Bettoli (57°, in 9:13:48) e Tiziana Sportelli (, 25^, in 10.34:09).
Al traguardo, alla loro prima esperienza, anche l’ex cestista Gabriele (Gelo per gli amici) Rusin (oltre due m di altezza), che ha impiegato 14:45:02, e l’assessore al Bilancio di Faenza Claudia Zivieri, che ha raggiunto piazza del Popolo in 15.55:05.

Promossa ed organizzata dall’Asd 100 Km del Passatore – in collaborazione con la Fidal, le Amministrazioni comunali di Faenza e Firenze, il Consorzio Vini di Romagna, la Società del Passatore, l’Uoei, l’Admo, il Csen, i Comuni di Fiesole, Borgo San Lorenzo, Marradi e Brisighella, nonché con la partnership di Banca di Romagna - Gruppo Cassa di Risparmio di Cesena, Banca CR Firenze, Fondazione Banca del Monte Cassa di Risparmio, Antarex, Coop Adriatica, Friliver-Bracco, Decathlon, Hera, Moreno Motor Company, Natura Nuova e lo sponsor tecnico Saucony – la ‘Firenze-Faenza’ 2014 ha registrato 2.245 iscritti, di cui 2.198 partenti, con 305 donne e 98 atleti di 28 paesi esteri: Argentina, Australia, Austria, Belgio, Capoverde (con la nazionale al completo, il migliore dei quali è stato Josè Daniel Vaz Cabral, 11° in 7:50:13), Croazia, Equador, Finlandia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Irlanda, Israele, Kazakistan, Marocco, Norvegia, Paesi Bassi, Perù, Repubblica Ceka, Repubblica di San Marino, Romania, Russia, Slovacchia, Slovenia, Stati Uniti, Svezia, Svizzera, Ucraina e Vietnam. 1.176 i tesserati Fidal e 899 gli esordienti.

Positiva, come di consueto, l’organizzazione e l’assistenza agli atleti, garantita da oltre 500 volontari di una quarantina di associazioni e gruppi attivi in tutte le località del percorso. Di grande efficacia e puntualità l’assistenza medico-sanitaria, assicurata dal Coordinamento delle Misericordie della Provincia di Firenze (sul versante toscano), dalla Croce Rossa di Faenza e dalla Scuola per operatori sanitari non medici di Faenza (su quello romagnolo).
Non sono stati segnalati problemi di rilievo, così come sul fronte della sicurezza, garantita da Polizia provinciale di Firenze, Polizie municipali di Firenze, Fiesole, Borgo San Lorenzo, Marradi, Brisighella e Faenza, associazione nazionale carabinieri "Cimmarrusti" di Borgo San Lorenzo ed associazioni nazionali carabinieri ed alpini in congedo di Marradi.

Segnaliamo, infine, la ‘gran festa’ delle staffette scolastiche, a cui hanno partecipato studenti, insegnanti e genitori dell’istituto comprensivo “San Rocco” di Faenza, dell’istituto superiore “Paolini” di Imola e delle scuole medie di Marradi, Reda e Faenza: la storica ‘50x1.000’, Passo della Colla-Faenza, curata da Csi e Gioca Faenza Tantisport.

 

 

Tutte le classifiche della gara (assolute, regionali, ecc.) si possono consultare nei siti: www.sdam.it  e www.100kmdelpassatore.it/classifiche.

 

 

Le foto che corredano il presente articolo sono state realizzate dal fotografo fiorentino Diego Mazzarese (www.diegomazzarese.it).

 

Repost 0
Published by Comunicato stampa (Elio Pezzi) - in Ultramaratone italiane. 100 km del Passatore
scrivi un commento
25 maggio 2014 7 25 /05 /maggio /2014 12:46

100 km del Passatore 2014 (42^ ed.). La Nona sinfonia di Giorgio Calcaterra

 

L’atleta romano Giorgio Calcatera, da vero fuori classe ha vonto la 42^edizione della 100 km del Passatore col tempo di 7:05:05, regalando a tutti gli spettatori grandissime emozioni.
Al 2° posto l'atleta altoatesino Achmueller, 3° il reggiano Daniele Palladino, quarto l'unico atleta russo in gara, premiato come primo esordiente classificato. Sesto il marchigiano Paolo Bravi che citiamo poichè a Marradi correva ancora in terza posizione.

Tra le donne, la vittoria è andata perla seconda volta consecutiva alla croata Maria Vrajic.
Podio femminile interamente straniero. Prima classificata delle italiane Francesca canepa,regina dell'Ultratrail Du Mont Blanc 2013.
All'ucraino Glyva che ha condotto la gara sino a poco dopo il Passo della Colla è andato lo speciale Trofeo della Montagna che, intitolato a Matteo Dolcini, uno dei "padri"della Cento del Passatore, viene assegnato al primo atleta giunto al passo della Colla 

Incredibile! Ancora lui, Giorgio Calcaterra, 42 anni compiuti nel febbraio scorso, ‘taxi driver’ a Roma, ha vinto la 100 Km del Passatore, giunta alla sua 42^ edizione con il tempo di 7:05:05, per la prima volta superiore alle sette ore di corsa.

100 km del Passatore 2014 (42^ ed.). La Nona sinfonia di Giorgio CalcaterraCalcaterra ha fatto suo il 42° ‘Passatore’ con un'incredibile rimonta cominciata lungo la discesa dal passo della Colla di Casaglia, dove era transitato al terzo posto, con un ritardo di circa 4’30” dall’ucraino Evgeni Glyva (1°) e di oltre 2’30” sull’altoatesino Hermann Achmueller (2°), conclusasi a San Ruffillo (km 94), dove superava Achmueller (Glyva, entrato in crisi a Fantino (km 60), pagava lo sforzo e, forse, il caldo, precipitando nelle retrovie, da cui risaliva il marchigiano Paolo Bravi,terzo sino al traguardo di Marradi, ma poi superato da Daniele Palladino eda altri due atleti, sicchè al traguardo finale giungeva soltanto sesto.

La corsa è stata bellissima, ricca di colpi di scena, dove i più accreditati sfidanti di Calcaterra hanno fatto del loro meglio per sconfiggerlo, ma - alla fine - confermando la suastoffadi fuoriclasse, è stato lui a trionfare.

Con la 9^ vittoria consecutiva, Calcaterra, il primo centista ad aver conseguito questo risultato non solo al ‘Passatore’, ma  fra tutte le 100 chilometri finora disputate in tutto il mondo (quest’anno sono 151), ha ribadito per l’ennesima volta di essere il più grande atleta italiano e mondiale della specialità, oltre a confermarsi il primo tra i leggendari ultrarunner della 100 km su strada “più bella del mondo”, davanti al russo Alexey Kononov che di ‘Passatori’ ne ha vinti sei (1993, ’94, ’95, ‘97, 2000 e 2001), e all’irpino-bolognese Vito Melito, quattro volte vincitore (nel ‘76, ’77, ’78 e ’81).

100 km del Passatore 2014 (42^ ed.). La Nona sinfonia di Giorgio CalcaterraIl ‘Passatore’ è partito da Firenze – via de’ Calzaiuoli – alle 15.00 precise: il via lo hanno dato Eugenio Giani, presidente del Consiglio comunale di Firenze e presidente del CONI provinciale della stessa città, con il classico colpo di pistola, e Elio Ferri presidente della ‘Cento’.
Dei 2.245 iscritti sono partiti in 1.998 atleti (compresi i 13 atleti diversabili scattati da via de’ Calzaiuoli un quarto d’ora prima sui loro ‘cicloni’), in testa ai quali si sono subito portati, Glyva, quindi Calcaterra, con Antonio Armuzzi, poi ritirato, e Mario Capuani, finito più indietro, seguiti da tutti gli altri outsiders.

1700 e passa i classificati al traguardo di Piazza del Popolo (dato provvisorio). Lo scorso anno erano arrivati in 1.451, molti essendo stati falcidiati dal freddo e dalla pioggia.

Per quanto riguarda le donne, all’arrivo di Calcaterra era in testa la croata Marija Vrajic, vincitrice dell’edizione 2013, transitata a Brisighella in netto vantaggio sulle più dirette inseguitrici, la slovena Neza Mravlje e l’altra croata Veronika Jurisic.
Il podio poi ha avuto esattamente questa composizione con la slovena poi giunta in terza posizione. 

La ‘Cento’ più bella del mondo è stata come sempre organizzata dall’Asd 100 Km del Passatore, in collaborazione con la Fidal, le Amministrazioni comunali di Faenza e Firenze, il Consorzio Vini di Romagna, la Società del Passatore, l’Uoei, l’Admo, il Csen, i Comuni di Fiesole, Borgo San Lorenzo, Marradi e Brisighella, con la partnership di Banca di Romagna - Gruppo Cassa di Risparmio di Cesena, Banca CR Firenze, Fondazione Banca del Monte Cassa di Risparmio, Antarex, Coop Adriatica, Friliver-Bracco, Decathlon, Hera, Moreno Motor Company, Natura Nuova e Saucony, sponsor tecnico della corsa.

Repost 0
Published by Comunicato stampa (Elio Pezzi) - in Ultramaratone italiane. 100 km del Passatore
scrivi un commento
21 maggio 2014 3 21 /05 /maggio /2014 17:24

100 km del Passatore 2014 (42^ ed.). Ricordando... aspettando il Passatore(Elena Cifali) Entrai dentro al tendone che era ancora giorno, il tempo di cambiarmi i vestiti zuppi di pioggia e dovevo riuscirne.
Faceva freddo, tanto freddo a tal punto che le miei mani erano livide e le labbra viola. 
Fu un'impresa trovare lo zaino.
Indossai la lampada, una maglia di lana e mi catapultai fuori. 
Era scesa la notte!
Con la notte tutto assume sembianze spettrali ... 
Si, lo confesso, ne avevo un pò paura (in fondo, era la mia prima volta che mi trovavo ad affrontare il bosco e la montagna in piena notte...).
Sola, assolutamente sola con me stessa iniziai a vedere ciò che non c'era... e proseguii in compagnia dei miei fantasmi...
Solo le lampade dei compagni che oscillavano avanti a me - lucine rosse e bianche, tremolanti o lampeggianti) mi ricordavano che non ero ancora all'Inferno, ma ero consapevole che stavo entrando nel cuore di un vero ed autentico viaggio, di quelli che, al loro compimento, ti hanno trasformato dentro .... "
Ecco cos'ho trovato, scavando nei miei ricordi relativi alla mia prima partecipazione alla 100 km del passatore, mio esordio assoluto in una Cento su strada, oggi ho trovato questo!

 

[MR] - Della prima partecipazione alla 100 km del Passatore che, specie per chi non ha mai corso prima una 100 km, è sempre un n battesimo e un'iniziazione alle corse di lunghissima distanza, rimangono sempre dei ricordi topici, fortemente intrisi di emozioni.
La prima 100 non si scorderà mai (é come la mamma o come ilprimo amore), specie se è stata la prima 100 che ci è capitato di correre.  
E ciò che si ricorda, impresso indelebilmente nella nostra memoria, non è quasi mai la fatica o la sofferenza, la lotta interiore per tenere negli ultimi 20 km e arrivare al traguardo, forgiando con un'esperienza limite la nostra resilienza, o i musscoli contratti e dolenti assieme alle vesciche ai piedi (tutto ciò che è fisico si dimentica velocemente e ilcorpo apprende rapidamente ad essere più resistente) è legato ad altre impressioni, quelle che attengono al "viaggio" che si stava compiendo, allo scorrere del paesaggio attorno a noi che ha potuto essere fonte di meraviglia per la sua bellezza o che ha potuto incutere timore (ma sempre mescolato alla meraviglia), quando si giunge alla lunga salita che conduce da Ronta al Passo della Colla e, poi, si imbocca la strada che, a rotta di collo, scende in direzione di Marradi, attraverso il bosco fitto, mentre gli animali notturni lanciano il loro richiamo e le acque che poi confluiranno nel fiume Lamone ruscellano con suoni cristallini; oppure il Passatore si condensa in quelle emozioni che attengono al confronto con i nostri fantasmi interiori e con l'esperienza di una profonda solitudine. 
In ogni caso, alcune delle emozioni provate rimangono come ricordi topici che possono caratterizzare l'intera esperienza, oppure - in altri casi - possono riemergere all'improvviso in modo quasi fisico e palapabile, con una loro forza immanente.
Chi ha corso la 100 km del Passatore è entratopersempre in una speciale categoria di runner: citando Jannaci e il suo geniosono "Quelli che il Passatore è dentro di noi".  

Repost 0
Published by Elena Cifali, con un commento di Ultramaratone, maratone e dintorni - in Ultramaratone italiane. 100 km del Passatore
scrivi un commento

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014

Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche